1

Pinsa Romana Semi Integrale in 3 varianti, Accompagnata da Insalata di Finocchi Rustica

La Pinsa Romana è considerata l’antenata della pizza di oggi e le sue origini sono molto molto antiche, risalgono infatti ai tempi dell’antica Roma imperiale.
Il suo nome deriva dal latino pinsere, ovvero “pestare, macinare, schiacciare” e veniva preparata dalla plebe, in particolare dai contadini poveri. Quest’ultimi ottenevano l’impasto attraverso la macinazione dei cerealiorzofarroavena e miglio. A questi ingredienti poi aggiungevano semplicemente dell’acqua, un po’ di sale e delle erbe.
Una volta ottenuto l’impasto ed averlo allungato nella caratteristica “forma ovale”, la Pinsa veniva cucinata su delle braci ottenute con delle pietre messe sui carboni.  Spesso, all’interno della Pinsa, venivano messi dei condimenti, proprio come si fa con la pizza odierna.A distanza di tanto tempo la Pinsa Romana è tornata sulle nostre tavole e ad oggi sono tanti i locali che la preparano proponendola come ricetta della tradizione.
Può essere considerato anche come un piatto dietetico grazie alla leggerezza dell’impasto e alla varietà di preparazione con cui viene realizzata.
Infatti, è possibile trovare una Pinsa Romana preparata con una miscela di farine di grano tenero, soia, frumento, riso, prodotta con lievito madre e quindi con una lunga lievitazione, che può raggiungere le 48 ore o addirittura le 72 ore.
Leggera e altamente digeribile perché povera di grassi, proteine e carboidrati complessi, la Pinsa Romana è davvero un prodotto nutriente, perfetto per restare in forma e allo stesso tempo saziarsi a sufficienza.Per ottenere una buona Pinsa Romana, leggera e digeribile, Oltre all’importanza delle farine utilizzate, c’è dietro tutta una lavorazione particolare ed una combinazione perfetta tra gli ingredienti usati.
A dare la friabilità perfetta al prodotto è l’impasto e la panificazione.
In base a quanta umidità sarà in grado di assorbire, la pasta madre sarà più o meno leggerezza, morbida e tenera, quasi come se fosse una nuvola.
La sua leggerezza e la sua carenza di grassi la rendono, inoltre, molto più digeribile rispetto alla pizza tradizionale. Croccante fuori e morbida dentro, la Pinsa Romana è quindi un prodotto ideale da assaporare in qualsiasi momento della giornata e, soprattutto, in qualsiasi stagione, sia d’estate sia d’inverno.
Una delle differenze tra la pinsa e la pizza, infatti, è data proprio dalle farine adoperate, che sono di regola 3 farine diverse: un mix tra farina di frumento, farina di soia e farina di riso,  impastate con acqua rigorosamente fredda (l’acqua nel caso della pinsa rappresenta ben il 75%-80% dell’impasto!) e lievito in quantità molto basse; l’impasto, altra particolarità, viene lasciato lievitare per minimo 24 ore e massimo 150 ore. L’impasto arriva ad una lievitazione di 150 ore, cosa che rende la pinsa fragrante, digeribile e ipocalorica.
La pinsa richiede lunghe lievitazioni e pazienza: se non lasci lievitare l’impasto a lungo, non otterrai le bolle e la croccantezza. E’ un lavoro lungo, che ripaga la fatica se ben fatto.
Per preparare la pinsa è necessaria la farina di soia, che è l’ingrediente insostituibile per eccellenza. Infatti la farina di soia contiene amidi in quantità minori rispetto alla farina bianca classica ed è per questo molto più digeribile. La soia ha un elevato contenuto di proteine e deve lievitare moltissimo. Questo garantirà un impasto elastico che produrrà le classiche bolle che caratterizzano la pinsa, facendo in modo allo stesso tempo che la base sia croccante. Dunque la risposta alla domanda Come sostituire la farina di soia nella pinsa romana è semplice: non sostituirla per non rovinare l’effetto finale.

Per la mia MOZZARELLA VEGANA, ho fatto una SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA che si prepara in 5 minuti e richiede solo 5 ingredienti che sicuramente avrete in casa ed è adatta a chi è allergico alla frutta secca.

✔️è una mozzarella filante✔️fonde se scaldata come la classica mozzarella✔️è facilissima da preparare ed è pronta in meno di 5 minuti✔️richiede solo 5 ingredienti✔️ha un gusto neutro e si adatta bene a qualsiasi ricetta✔️si può utilizzare immediatamente e si conserva in frigorifero 5-6 giorni✔️è senza glutine✔️è light e povera di grassi ✔️ideale per condire la mia PIZZA

Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base CON SALSA DI MOZZARELLA E PASSATA DI POMODORINO CILIEGINO CON BASILICO:

1 ) Friarielli+Pomodori secchi +Ricotta di soia + Capperi + Olive + Olio extravergine d’oliva + Sale 

2) Tofu Marinato alla Soia +Zucca+Funghi di venere +Pesto di Cavolo Nero +Peperoncino +Sale

3) Pesto di Catalogna +Rucola + Carciofi +Peperoncino + Olio extravergine d’oliva + Sale 

Insalata di Finocchi Rustica :
Chi non adora l’insalata di finocchi? Anche se si tratta di un contorno semplicissimo possiamo proporlo in modo sempre diverso!

Tra i contorni che preferisco c’è sicuramente l’insalata di finocchi, che preparo sempre per accompagnare tanti secondi diversi. 



Ingredienti Per 3 Pinse

  • 500 grammi di mix di grano tenero, soia e riso così composto:
  • 200 grammi di farina di grano tenero integrale
  • 160 grammi di farina di farro
  • 90 grammi di farina di riso
  • 50 grammi di farina di soia
  • 5 gr di pasta madre essiccata con lievito secco
  • 10 grammi di sale
  • 5 grammi di olio extravergine di oliva
  • 400 ml di acqua fredda di frigorifero in modo da arrivare all’80% di idratazione

Ingredienti per la farcitura

  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA ( vedi dopo la ricetta)
INGREDIENTI SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA

  • ▢115 g latte di mandorle o soia NON dolcificato
  • ▢75 g yogurt di soia naturale NON dolcificato 
  • ▢15 g tapioca o fecola di patate o amido di mais
  • ▢15 g olio extra vergine di oliva
  • ▢1-2 g sale o a piacere
  • ▢0.5-1 cucchiaini lievito alimentare in scaglie opzionale, cambierà leggermente il colore della mozzarella
  • ▢pepe  aglio

CONDIMENTO PER LA PRIMA PINSA

  • friarielli
  • RICOTTA DI SOIA ( VEDI LA RICETTA NEL MIO BLOG)
  • pomodori secchi sott’olio
  • Basilico fresco
  • Olive
  • CAPPERI
  • Olio extravergine d’oliva 
  • Sale 
  • Peperoncino q.b.
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA SECONDA PINSA

  • Tofu Marinato alla Soia
  • 2 scalogni
  • Zucca
  • Funghi di venere
  • Pesto di Cavolo Nero ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio ,sale)
  • Peperoncino
  • SALE
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA TERZA PIZZA

  • Pesto di Catalogna ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio,sale)
  • Rucola
  • Carciofi
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • sale

Ingredienti Insalata di Finocchi Rustica

  • 2 finocchi
  • q.b. di scaglie di lievito alimentare
  • q.b. di pomodori secchi
  • Olive q.b.
  • q.b. di gherigli di noci
  • q.b. di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di peperoncino

Procedimento

  • IMPASTO : Con le mani miscelare le tre farine quindi aggiungere il lievito e mescolare a mano o con l’impastatrice.Aggiungere l’80% dell’acqua fredda ed impastare per circa 3-4 minuti.Aggiungere il sale all’impasto ed impastare ancora quindi aggiungere anche l’olio e continuare ad impastare.Aggiungere l’acqua fredda restante, impastare ancora per almeno 5 minuti.Sistemare l’impasto della pinsa in una ciotola ( io uso un contenitore ermetico ) e lasciare lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.Trascorse le 2 ore metterlo in frigorifero per almeno 35 ore (io arrivo anche a 48) quindi, trascorso il periodo della lievitazione, tirarlo fuori e ricavarne i panetti da stendere lasciandoli riposare fin quando non saranno raddoppiati di volume ovvero per circa 3 ore.Riprendere i panetti, stenderli sulle teglie unte e condirle. Cuocere la pinsa in forno caldo a 200° per circa 10 minuti o quando la pinsa risulta croccante all’esterno e morbida all’interno.
  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA : Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate per almeno un paio di minuti. Versate in una casseruola e, continuando a mescolare energicamente con una frusta, portate a bollore e lasciate sobbollire per 10 secondi. IMPORTANTE: Gli amidi devono cuocere perciò la salsa deve sobbollire per alcuni secondi e non essere semplicemente scaldata. La salsa si addenserà una volta cotta. Versatela nuovamente nel frullatore e frullate per almeno 4 minuti fino ad ottenere una salsa dalla consistenza liscia e cremosa.Utilizzate la salsa mozzarella vegan allo yogurt immediatamente ,Ideale per guarnire la pizza, preparare la parmigiana, torte salate etc.Versate la restante salsa in un barattolo e lasciate raffreddare. Chiudete con coperchio e conservate in frigorifero per 5-6 giorni o in freezer fino a 5 mesi.Per utilizzare la salsa mozzarella vegan conservata in frigo, vi basterà frullarla per renderla nuovamente omogenea e cremosa.
  • PER LE 3 DIVERSE VARIANTI: considerando la base uguale per tutte e tre , polpa di pomodoro ciliegino con basilico e salsa di mozzarella allo yogurt di soia
  • PRIMA VARIANTE : Iniziate con preparare la ricotta di soia ; Dopo tagliare a striscioline i pomodori secchi . Saltate con olio evo i friarielli già puliti e cotti al vapore o comunque con pochissima acqua, con una presa di sale , Basilico fresco,Olive,CAPPERI , peperoncino e 2 cucchiai di olio dei pomodori secchi. Cuocete il tutto per 10 minuti fino a quando le verdure saranno morbide e cotte. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infine ciuffi di ricotta di soia ed infornate.
  • SECONDA VARIANTE : Tagliate il tofu a tocchetti, mettetelo a marinare con un po’ di salsa di soia per una mezz’oretta. Tagliate gli scalogni a fettine e fateli stufare in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale e fate caramellare leggermente insieme alla zucca a cubetti Preparate il pesto : tagliate il cavolo nero e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Scolate il tofu dalla marinata, asciugate e soffriggete in un pochino d’olio, fino a doratura o in friggitrice ad aria .Saltate in poco olio e aglio e peperoncino la zucca ed i funghi Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • TERZA VARIANTE : Preparate il pesto : tagliate LA CATALOGNA e cuocerla in padella senza acqua e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Saltare i carciofi con sale, olio evo e peperoncino. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • Insalata di Finocchi Rustica: Per prima cosa affettate il finocchio e disponetelo all’interno del piatto in cui andrete a comporre l’insalata.Aggiungete ora i pomodori secchi ridotti in listarelle o, se lo preferite, in cubetti. Successivamente aggiungerete anche le scaglie di lievito alimentare, le olive a rondelle ed i gherigli di noci.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog



🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




PIZZA VELOCE SENZA GLUTINE,LOW CARB E SENZA LIEVITO , CON CREMOR TARTARO E FARINA DI AVENA, CRUSCA DI AVENA E FARINA DI SOIA SENZA LIEVITAZIONE, CON SALSA DI MOZZARELLA VEGAN ALLO YOGURT DI SOIA , IN 3 VERSIONI

🌱La pizza veloce senza glutine e senza lievito è perfetta per una cena veloce. Pronta da portare in tavola in meno di 30 minuti, conquisterà tutti e potreste farla anche in padella!
Forse con la ricetta di oggi farò “arrabbiare” i “puristi”, ma ormai sapete che adoro le sfide .Soffice grazie all’utilizzo dello yogurt bianco di soia non zuccherato per la base e alla farina di riso e farina di avena  nell’impasto, vi stupirà al primo assaggio.
La pizza semi integrale senza glutine è una ricetta facile, senza lievito di birra, quindi veloce, da fare anche all’ultimo momento. La lievitazione con bicarbonato e cremor tartaro assicura un impasto morbido e gonfio che non ha nulla da invidiare al lievito di birra.
La lievitazione con bicarbonato e cremor tartaro è adatta anche agli intolleranti al lievito e nichel, rispetto al lievito di birra.

Premetto che il cremor tartaro, anche attivato con il bicarbonato, NON è lievito ma è SOLO un agente lievitante per cui scordatevi l’effetto “palloncino” e l’odore caratteristico della pizza lievitata ma anche la facilità a maneggiarla e mettete in conto abbastanza fatica per stenderla come volete voi; inoltre proprio perchè non cresce come la pizza classica, per ottenere una base abbastanza alta dovete essere voi a stenderla in modo che resti soffice altrimenti avrete una sorta di pizza-piadina alla turca.

Infine aggiungo che la cosa migliore è farcirla con pomodoro o comunque fare in modo che sia umida; se decidete di preparare una specie di focaccia, ricordatevi di bucare la superficie altrimenti sulla pasta in cottura si formano delle bolle scrocchiarelle.

Delicata e soffice, la pizza veloce senza glutine è un’ottima idea per chi non può mangiare glutine ma non vuole rinunciare a una buona pizza fatta in casa. Vediamo adesso insieme come prepararla! In più Alla base della nostra ricetta, al posto della farina, ci saranno l’avena e la soia .La farina d’avena e di soia sono meno caloriche ma maggiormente ricche di fibre e con un migliore potere saziante rispetto alla farina di frumento raffinata,ricche di fibre, che favoriscono il transito intestinale, aiutano la digestione, tengono a bada il colesterolo e mantengono più a lungo il senso di sazietà, il che, unito alle loro ridotte calorie, aiutano anche a perdere peso. Contiene anche molti elementi nutritivi che migliorano il sistema immunitario, è chiaro che il loro utilizzo renderà la pizza un cibo più che salutare.
Se tutto ciò ancora non ci bastasse per correre al supermercato a fare incetta degli ingredienti necessari, aggiungiamo che, per cuocerla, non servirà nemmeno accendere il forno, se lo desidererai basterà un fornello ed una padella.

🌱Per la mia MOZZARELLA VEGANA, ho fatto una SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA che si prepara in 5 minuti e richiede solo 5 ingredienti che sicuramente avrete in casa ed è adatta a chi è allergico alla frutta secca.

✔️è una mozzarella filante
✔️fonde se scaldata come la classica mozzarella
✔️è facilissima da preparare ed è pronta in meno di 5 minuti
✔️richiede solo 5 ingredienti
✔️ha un gusto neutro e si adatta bene a qualsiasi ricetta
✔️si può utilizzare immediatamente e si conserva in frigorifero 5-6 giorni
✔️è senza glutine
✔️è light e povera di grassi 
✔️ideale per condire la mia PIZZA

Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base CON SALSA DI MOZZARELLA E PASSATA DI POMODORINO CILIEGINO CON BASILICO:

1 )  Indivia scarola + Pinoli + Uvetta + Capperi +Alga nori ( al posto delle  Acciughe + Olive+ Olio extravergine d’oliva + Sale 

2) Cicoria strascinata+Funghi Porcini+ Olive leccino+ Pomodori secchi +Noci +Peperoncino

3) Pesto di Sedano Rapa+Radicchio +Zucca+Germogli di fagioli mungo+Semi di zucca+ Salsa di Soia+Peperoncino



Ingredienti per l’impasto

Ingredienti per la farcitura

INGREDIENTI SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA

CONDIMENTO PER LA PRIMA PIZZA

CONDIMENTO PER LA SECONDA PIZZA

CONDIMENTO PER LA TERZA PIZZA

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!



👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
( http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




Vegan Tofu Borsch con barbabietola , carote , cavolfiori , cipolle caramellate, tofu marinato saltato e con yogurt di soia ; Omelette di tofu e farina di grano saraceno glassata all’agave ripiena di Jackfruit Brasato con Pak Choi saltato ed accompagnata da risotto di konjac alla zucca e funghi shiitake

|

1)Vegan Tofu Borsch con barbabietola , carote , cavolfiori , cipolle caramellate , tofu marinato saltato e con yogurt di soia : Hai mai sentito parlare di Borsch? 
In caso contrario, ti stai perdendo uno stufato delizioso e confortante! 
Questo stufato di ispirazione ucraina è naturalmente dolce, ricco di barbabietole e cavolfiori e super facile da preparare!Borsch o Borscht è una zuppa di barbabietola molto popolare in Ucraina e Russia. 
Si prepara con barbabietole, cavoli, carote e altri aromi. 
È incredibilmente confortante, salutare e richiede ingredienti di base! Esistono centinaia di diverse ricette di borsch,
Qui utilizzeremo carote, cavolfiori, cipolle ,sedano e ovviamente barbabietole, che conferiscono a questo stufato il suo bel colore rosso scuro e una dolcezza naturale.Il tofu marinato saltato gli conferisce la croccantezza ed infine Lo yogurt di soia rende questa zuppa più cremosa e contrasta con la naturale dolcezza delle barbabietole. 

2) Omelette di tofu e farina di grano saraceno glassata all’agave ripiena di 3)Jackfruit Brasato con Pak Choi saltato ed accompagnata da 4)risotto di konjac alla zucca e funghi shiitake : Una frittata di tofu tenera e umida ripiena di Jackfruit Brasato con Pak Choi saltato ed una spennellata con sciroppo d’agave. ed accompagnata da risotto di konjac alla zucca e funghi shiitake .
È salato, dolce e carico di sapori autunnali! Jackfruit Brasato,Bocconcini succosi e 
incredibilmente teneri di jackfruit cucinati in una 
salsa di pepe nero dolce e salata ! Il jackfruit è un 
frutto esotico coltivato principalmente nei paesi tropicali dell’Asia come Thailandia, Vietnam o Filippine.
Il jackfruit può essere 
gustato maturo o acerbo . 
Quando è acerbo, il jackfruit ha una consistenza molto carnosa, un po’ simile al maiale stirato, e un sapore neutro. 
Quando è maturo, il jackfruit ha un colore giallo brillante ed è molto dolce.

INGREDIENTI Vegan Tofu Borsch con barbabietola , carote , cavolfiori , cipolle caramellate ,tofu marinato saltato e con yogurt di soia

INGREDIENTI Omelette di tofu e farina di grano saraceno glassata all’agave ripiena di Jackfruit Brasato con Pak Choi saltato ed accompagnata da risotto di konjac alla zucca e funghi shiitake

Risotto di konjac alla zucca e funghi shiitake

Omelette glassata all’agave ripiena di Jackfruit Brasato e Pak Choi

Jackfruit Brasato con Pak Choi

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LA MIA SESTA IDEA DI APERICENA CHE ACCONTENTA TUTTI , QUESTA VOLTA UN MIX TRA ORIENTALE,CHETOGENICO ,MACROBIOTICO ED IN PARTE CRUDISTA : SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO , RISO DI KONJAC ED UNA SALSA DI MARE CON ALGHE WAKAME ;RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati);HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI ;CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE;INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA;OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO ;INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA DA UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA.

|

Molti sono convinti che la capacità di cucinare, o almeno di farlo bene, sia un talento naturale, uno speciale dono, conferito a pochi eletti, e poi ci sarebbero gli altri, quelli ai quali mettere insieme qualcosa di decente da portare in tavola ogni giorno risulti difficile e faticoso.

Io, però, non sono d’accordo. Cucinare bene in parte è manualità, che si conquista solo con la pratica, in parte conoscenza di poche regole, ed in parte – per me quella più importante- è CREATIVITÀ !!!

Come ben sapete già , sono grande fan dei grandi sapori, delle consistenze uniche , della versatilità e, soprattutto, della varietà a tavola. Dai un’occhiata a quest’altro fantastico SESTO APERICENA VEGANO ,GLUTEN FREE , MACROBIOTICO, CHETOGENICO E QUESTA VOLTA DALLE NOTE ORIENTALI!!!

Questa volta ho voluto cucinare dando ancora più importanza alle ALGHE ed ai miei amatissimi FUNGHI SHIITAKE ED CON PASTA E RISO DI KONJAC.

Le alghe non sono più ormai solo un piatto stravagante da gustare nei ristoranti cinesi e giapponesi quando capita, sono entrate nell’alimentazione occidentale già da parecchi anni, sotto forma di varie pietanze e piatti originali.

Di alghe esistono davvero di molti tipi, più o meno saporite o delicate, ricche di proprietà nutrienti come minerali, proteine, mucillagini preziose.

– I Funghi Shiitake ,Di origine asiatica, sono ormai diventati di uso comune anche in Italia grazie alla diffusione di ricette come il Ramen. Molti grandi chef hanno sostituito porcini, cardoncelli e pioppini con gli shiitake conferendo ai loro piatti una nota umami («gradevolezza al palato»)ancora più interessante. I funghi shiitake sono ricchi di proprietà e benefici.

Il fungo shiitake è uno dei funghi più coltivati al mondo e cresce in luoghi molto umidi in cui temperatura, luce e vento sono costanti.

Il sapore dei funghi shiitake è terroso con una punta di dolcezza. Ricordano chiaramente l’umami e la loro consistenza è soda e callosa. I funghi shiitake sono ricchissimi di proprietà nutrizionali e hanno uno scarso apporto calorico. In Cina i funghi shiitake sono considerati un vero elisir di lunga vita. Riducono sensibilmente i livelli di colesterolo nel sangue e sono considerati degli antinfiammatori naturali. I funghi shiitake sono ricchi di selenio, zinco, rame e vitamina D.

I funghi shiitake sono commestibili in molti modi. Non solo possono essere saltati, arrostiti o in camicia, ma anche consumati crudi . Si abbinano molto bene con risotti, zuppe, salse, ragù e piatti wok.

Le alghe ed i funghi in generale sono 2 ingredienti che ormai spesso fanno capolino tra gli scaffali della cucina, ma che non sempre sappiamo utilizzare: ecco qualche piccolo suggerimento , per delle ricette gustose , senza glutine , con un’umami al palato meraviglioso e adatti naturalmente ad una cucina vegetale , macrobiotica ma anche chetogenica.

– Il konjac è una  radice molto antica , usata soprattutto in Asia, che da qualche anno è entrata anche nelle cucine occidentali. Conosciuto anche come  patata di konjac  o  lingua del diavolo , è  utilizzato soprattutto per fare una pasta, chiamata shirataki .

Una delle sue caratteristiche principali è quella di  non contenere glutine e avere un apporto calorico molto basso . Vediamo cos’è, quali sono le sue proprietà nutrizionali e vengono utilizzarlo in cucina.

Il  konjac  è un tubero che può raggiungere dimensioni e peso molto elevato: cresce in Asia ed è particolarmente usato in Cina e Giappone. Da questo tubero si ricavano  due preparazioni: una gelatina che viene usata come addensante e una pasta light 

Come addensante, si trova anche in preparazioni industriali: è molto usato, ad esempio, nelle caramelle, dove viene denominato con la sigla E425.

La pasta, detta  shirataki di konjac,  viene invece ricavata dalla radice essiccata e poi ridotta in polvere: si presenta  sotto forma di spaghetti sottili, dall’aspetto molto simile a quello dei noodles 

1) SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC: Questo sushi a base vegetale presenta fette croccanti di cetriolo , carote,daikon ,tofu affumicato avvolte in riso di konjac e nori con una salsina a base di tahini , salsa di soia , alga wakame ,cipolle e sesamo.

2)RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati) :Il ramen è un tipico piatto giapponese a base di spaghetti di frumento serviti in brodo , spesso insaporito con salsa di soia o miso e con guarnizioni come carne e alghe marine secche. Io ho sostituito gli spaghetti di frumento con TAGLIATELLE DI KONJAC e LA CARNE , con i meravigliosi FUNGHI SHIITAKE , insieme a verdure autunnali come IL CAVOLFIORE , LA ZUCCA , SPINACI CAVOLO RICCIO E BRODO DASHI, che solitamente è un brodo di pesce, indispensabile nella cucina giapponese, usato come base di minestre e come ingrediente liquido di molte preparazioni. Il dashi forma la base per la zuppa di miso, il brodo chiaro, i noodles in brodo, e molte altre preparazioni . Io naturalmente ho veganizzato tutta la ricetta ,sostituendo il pesce , lasciandolo totalmente felice di continuare a vivere , con funghi shiitake , quest’ultimi usati anche per preparare il mio brodo dashi vegano , con un’umami marino dato dall’alga kombu.

3) HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI  :hummus crudista, ottimo per accompagnare altre verdure o ad esempio “crackers” o altri stuzzichini essiccati o come ho fatto io i CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE . L’hummus classico, probabilmente già lo sai, è preparato con i ceci cotti, ma essendo comunque una ricetta versatile, può essere creata anche con altri metodi, seguendo i dettami della dieta crudista.Questa ricetta mette insieme CRAUTI ROSSI e Tahin, (crema di semi di sesamo), che combinate assieme, garantiscono una digestione scorrevole.Il discorso vale allo stesso modo se utilizzi l’hummus per condire qualsiasi altro ortaggio crudo, soprattutto quelli a foglia verde.Poi Il cavolo rosso è un ortaggio che aiuta la pelle, gli occhi, difende dall’invecchiamento precoce, rafforza il sistema immunitario, aiuta ad avere ossa più forti, è disintossicante e migliora la salute del cuore. E’ un ortaggio ricco di antiassiodidanti, sostanze nutrienti, vitamine e minerali.

4) CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE : Nella fase di passaggio ad una dieta crudista vegana, tra gli alimenti che potrebbero mancarti maggiormente, con ogni probabilità c’è anche il pane. Ma non è il caso di disperarsi: se hai ancora il desiderio di gustare quel tipo di consistenza soffice dentro, e croccante fuori, tipica del pane cotto in forno, ora lo puoi fare anche con la sua versione completamente crudista e vegan.Ti stupirai di come si possa preparare un vero e proprio panino utilizzando principalmente verdure ed ovviamente, un buon essiccatore.

5) INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA : Le foglie di VITE fanno da involucro di questi gustosi cannelloni ripieni con una saporita farcia ALLA QUINOA, CAROTE E “RICOTTA SALATA DI MANDORLE CRUDISTA “

6) OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO:Il rotolo di frittata di farina di ceci con SHIITAKE e ripiena DI CAVOLO RICCIO ED ALGHE WAKAME è di fatto un secondo piatto vegano , però se servito in monoporzioni può diventare anche un succulento antipasto.Un’esplosione di salute , una propria iniezione di salute e benessere.La preparazione è molto semplice; la cottura della frittata in forno o in friggitrice ad aria poi rende questo piatto leggero e di sicura riuscita

7) INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA : Sei stufo della solita insalata verde o mista che trovi al supermercato? Leggi le ricette delle insalate crudiste che ti propongo in questo blog , per scoprire accostamenti di sapori e colori, che non avresti mai immaginato.

SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC E SALSA DI MARE
Per 1 rotolo:









Per la salsa di mare
RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati)
Per il brodo dashi vegan
Per i funghi saltati in padella:
Per la zucca profumata agli aromi e sesamo:
Per i ravanelli bolliti:
9Per le cime di rapa scottate:
Per le fettuccine di konjac



HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI

CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE
INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA ( 8 involtini)
OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO
Per l’Omelette ( 1 omelette diametro aperta 17 cm)
Per il Ripieno
INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA
Per il condimento
Per l’insalata

Procedimenti

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




Goloso strudel senza glutine,con uvetta,mele ,cioccolato, zucca , con glassa al cacao e pistacchi tritati

|

Lo strudel è uno dei dolci più semplici e apprezzati. Per prepararlo molti utilizzano la pasta sfoglia (che ci può anche stare se siete di fretta), ma la ricetta tradizionale prevede la pasta strudel.

Lo strudel è il dolce tipico della pasticceria dell’Alto Adige. Il termine tedesco “strudel”, tradotto alla lettera in “vortice”, sta a significare la struttura del dolce stesso che è realizzato una farcitura di frutta avvolta da pasta sottile e croccante.

Secondo la cultura popolare il giusto spessore della sfoglia dovrebbe permettere di leggervi in trasparenza una lettera d’amore ma con le farine senza glutine è difficile stendere e lavorare una pasta tanto sottile.

Per permettere anche a coloro che seguono una dieta senza glutine di assaporare questa delizia, l’ho preparato senza glutine, con mele ,uvetta,pinoli ,zucca , cioccolato

Lo strudel senza glutine non è difficile da fare, io ho usato una pasta matta .

A me piace cospargere la pasta stesa di pan grattato prima di aggiungere la farcia da avvolgere

Ingredienti pasta strudel per 6 persone( lunghezza strudel circa 20 cm,larghezza chiuso circa 10 cm)

Ingredienti RIPIENO

Ingredienti GLASSA AL CACAO

Ingredienti per la glassa

PROCEDIMENTO

  1. Innanzitutto preparate la pasta strudel. Mettete in una ciotola la farina, ,sale,lolio e l’acqu( o latte di soia) e impastate fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo.
  2. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero per almeno due ore prima di stenderlo.
  3. Nel frattempo mettete in ammollo l’uvetta con il LIQUORE.
  4. Sbucciate le mele, tagliatele a fettine sottili oppure a tocchetti e mescolatele insieme all’uvetta strizzata, a 25 g di ERITRITOLO e sciroppo di agave .
  5. Mescolate e lasciate riposare il tutto per un’ora.
  6. Recuperate ora l’impasto, stendetelo sopra la carta forno dove ho sparso un pò di farina di riso, fino a pochi millimetri di spessore in modo da formare un rettangolo con molta attenzione e infarinandolo con farina di riso
  7. Farcitelo con il ripieno di mele e uvetta, il cioccolato a pezzetti e la zucca precedentemente cotta , aggiungendo a piacere del pangrattato senza glutine per asciugare il composto.
  8. Richiudete aiutandovi con la carta forno,Piegate i 2 lati più lunghi verso il centro, uno alla volta e sigillate i bordi. (aiutatevi con la carta forno). Chiudete anche le estremità.
  9. Fate dei tagli in superficie per lasciar evaporare le mele in cottura ,spennellatelo con latte di soia e spolverizzarlo con la granella di pistacchi mista all’eritritolo a velo .e adagiate su una teglia e cuocete

COTTURA

  1. FORNO : a 180°C per circa 40 minuti.
  2. FRIGGITRICE AD ARIA : SENZA TEGLIA DIRETTAMENTE NEL CESTELLO a 170°C per circa 15/20 minuti,dopo 15 minuti controllate .

SERVITELO SEMPLICEMENTE SPOLVERIZZATO CON CACAO AMARO E CANNELLA OPPURE CON LA GLASSA AL CACAO PREPARATA SEMPLICEMENTE mescolando bene con un cucchiaio fino ad ottenere una glassa omogenea con la consistenza simile alla panna liquida. Versiamo la glassa sullo Strudel e decoriamo con pistacchi tritati.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!




BURGER DI LENTICCHIE , ZUCCA E TOFU AFFUMICATO, ACCOMPAGNATI DA SALSA OLANDESE VEGAN AUTOPRODOTTA E CONTORNO DI PARMIGIANA DI ZUCCHINE E PEPERONI

|

Un’alternativa vegana ai soliti burger? Quelli di zucca!

I  burger vegetali piacciono sia ai grandi che ai bambini… e questo burger alla zucca e cannellini non farà eccezione!

Il gusto dolce della zucca Butternut si sposa perfettamente con la delicatezza dei fagioli cannellini, con un pizzico di paprika a ravvivare un po’.

Puoi servirlo come piatto unico, insieme a dei contorni sfiziosi, oppure metterlo in un panino, accompagnandolo con una salsa alle erbe aromatiche e olio!

Ingredienti per 22 burger

INGREDIENTI SALSA OLANDESE VEGAN

INGREDIENTI PARMIGIANA DI ZUCCHINE E PEPERONI ( non sono di stagione ,ma mi è venuta voglia 😋)

PROCEDIMENTO BURGER

COTTURA

PROCEDIMENTO SALSA

PROCEDIMENTO PARMIGIANA

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

Fai una donazione una tantum

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazione


Fai una donazione mensilmente

Apprezziamo il tuo contributo.

Dona mensilmente


Fai una donazione annualmente

Apprezziamo il tuo contributo.

Dona annualmente




CROSTATA DI ZUCCA VEGAN

|

La crostata di zucca è un dolce semplice preparato con una base di pasta frolla ed un morbido ripieno di crema di zucca, super veloce da fare perchè non richiede una precedente cottura.

La crostata di zucca è  rivisitazione tutta italiana dei classici dolci di zucca della tradizione americana. Come ben sapete gli Americani amano portare in tavola i dolci più svariati realizzati proprio con la zucca, la protagonista indiscussa delle tavole autunnali.

POI , ESSENDO ARANCIONE E’ UNA MINIERA DI CAROTENI E VITAMINA A , INOLTRE RICCA DI MINERALI ( FOSFORO; FERRO;MAGNESIO E POTASSIO) . BUONO ANCHE IL QUANTITATIVO DI VITAMINA C E GRUPPO B .

IL CONSUMO DI ZUCCA PERMETTE DI MIGLIORARE LA DIGESTIONE E L’ELIMINAZIONE DELLE TOSSINE A LIVELLO DELL’INTESTINO E DEL FEGATO.

Ingredienti per la frolla

Per La Farcitura

Procedimento

Cottura

Stendi la frolla in una teglia da forno da 20 x 20 ben imburrata ed infarinata, spennella la superficie della frolla con un pò di sciroppo di agave ed un po di farina di cocco bio farciscila con la crema alla zucca , con le gocce di cioccolato crudo bio

in forno :

in friggitrice ad aria proscenic t21

-Fate cuocere nella friggitrice ad aria a 160° per 10 minuti e a 180° per 8 minuti circa.

Decora la torta usando la farina di cocco 🤗😊🎂

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!




COME SOSTITUIRE LE UOVA

|

Vediamo di seguito alcuni piccoli trucchi per effettuare la sostituzione delle uova nelle ricette dolci o salate .

Sostituire le uova nelle ricette dolci

All’interno dei dolci, le uova, hanno una funzione legante e inoltre facilitano la lievitazione dell’impasto.

Generalmente un uovo corrisponde a:

2 cucchiai di amido di mais o fecola di patate

1/2 banana matura schiacciata  Ideale per torte, muffin e plumcake.

•Mela ridotta in purea (circa 60 g), grazie alla pectina aiuta a legare l’impasto. Va bene anche il burro di mele, una crema densa e omogenea preparata con mele, pochissima acqua, qualche spezia.

Qui trovate la mia ricetta del BURRO DI MELE :

BISCOTTI MORBIDI ALLE MELE,ZENZERO,COCCO E GOCCE DI CIOCCOLATO, SENZA ZUCCHERO CON BURRO DI MELE AUTOPRODOTTO in friggitrice ad aria

Polpa di zucca  in purea (circa 80 g)

•1/2 vasetto di yogurt di soia bianco naturale senza zucchero

•1 cucchiaio di aceto di mele aiuta la lievitazione (da utilizzare principalmente laddove in ricette con il cioccolato)

2 cucchiai di tofu vellutato da aggiungere direttamente all’impasto

1 cucchiaio di semi di lino o semi di chia ( che si comportano esattamente come i semi di lino) tritati oppure interi mescolati a 3 cucchiai di acqua. Lasciare riposare per 15 minuti , si creerà un gel da aggiungere all’impasto.

l’aquafaba, ovvero l’acqua di governo dei ceci ( proprio quella che trovate all’interno dei ceci che comprate al supermercato)grosso alleato in cucina nella preparazione di ricette che richiedono le uova. E’ insapore e quindi si presta bene sia per ricette dolci ma anche per salate. Tre cucchiai di aquafaba sostituiscono un uovo.

Note:

Per spennellare le superfici dei lievitati basta sostituire l’uovo con qualche spennellata di latte di soia.

Sostituire le uova nelle ricette salate

Nelle ricette salate l’uovo ha un potere legante tra tutti gli ingredienti dell’impasto come polpette e burger. E’ possibile sostituirlo aggiungendo:

In questo caso, per spennellare la superficie di torte salate si può usare dell’olio extravergine di oliva con un pizzico di curcuma. Mentre per le panature si può utilizzare farina di mais .

Infine , ma non di meno importanza, ma forse meno conosciuta :

FARINA DI Buccia di Psillio,

Lo psillio è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae, diffusa nel bacino del Mediterraneo.

Le bucce di psillio( biologico )sono in grado di legare 50 volte il loro peso in acqua, possono essere utilizzate come leganti per prodotti da forno senza glutine come muffin, pane e pizza e sono adatte per addensare i piatti o come ingrediente nel muesli e nello yogurt.