1

LE MIE IDEE PER UN BRUNCH : GNOCCHI DI ZUCCA GLUTEN FREE FATTI IN CASA CON CREMA DI FUNGHI SHIITAKE E SEMI DI CHIA E FUNGHI SHIITAKE SALTATI ; AVOCADO TOAST VEGAN SENZA GLUTINE IN CINQUE VARIANTI CON SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO ;POLPETTE PROFUMATISSIME DI QUINOA E FUNGHI SHIITAKE CON SALSA ALLA VODKA CON TOFU E CURRY SENZA OLIO ;FARIFRITTATA DI FARINA DI LENTICCHIE ROSSE CON SPINACI E OLIVE ; RISO DI KONJAK ALLA CANTONESE IN STILE VEGANO ; NEMS INVOLTINI VIETNAMITI CON SFOGLIA ESTERNA E RIPIENO CRUDISTI ; INSALATA ALL’ORIENTALE

Questo fine settimana i protagonisti sono i FUNGHI 🍄 SHIITAKE .

I Funghi Shiitake ,Di origine asiatica, sono ormai diventati di uso comune anche in Italia grazie alla diffusione di ricette come il Ramen. Molti grandi chef hanno sostituito porcini, cardoncelli e pioppini con gli shiitake conferendo ai loro piatti una nota umami («gradevolezza al palato»)ancora più interessante. Ifunghi shiitake sono ricchi di proprietà e benefici.

Il fungo shiitake Ã¨ uno dei funghi più coltivati al mondo e cresce in luoghi molto umidi in cui temperatura, luce e vento sono costanti.

Il sapore dei funghi shiitake è terroso con una punta di dolcezza. Ricordano chiaramente l’umami e la loro consistenza è soda e callosa. I funghi shiitake sono ricchissimi di proprietà nutrizionali e hanno uno scarso apporto calorico. In Cina i funghi shiitake sono considerati un vero elisir di lunga vita. Riducono sensibilmente i livelli di colesterolo nel sangue e sono considerati degli antinfiammatori naturali. I funghi shiitake sono ricchi di selenio, zinco, rame e vitamina D.

1)GNOCCHI DI ZUCCA GLUTEN FREE FATTI IN CASA CON CREMA DI FUNGHI SHIITAKE E SEMI DI CHIA E FUNGHI SHIITAKESALTATI: sono un primo piatto perfetto per salutare l’inizio dell’autunno,che si sciolgono in bocca, fatti senza patate nell’impasto. Si tratta infatti di una preparazione sfiziosa e saporita ma leggera, che appaga il gusto ma, al contempo, fa bene al nostro organismo.La zucca infatti, oltre ad essere un alimento ipocalorico, è ricca di caroteni, pro-vitamina A, vitamina C, ma anche di vitamine del gruppo B, particolarmente utili per contrastare lo stato di stress proprio del rientro dalle vacanze. Possiede inoltre un buon quantitativo di minerali, come magnesio, potassio, ferro e fosforo. I pregi di questo ortaggio tuttavia non finiscono qui: la zucca è infatti uno degli alimenti utili per la prevenzione tumorale, ed ha delle ottime proprietà diuretiche e digestive.A completare il piatto, un gustoso condimento di shiitake, funghi giapponesi ormai noti a chi segue i trend alimentari del benessere. “Amici” della flora intestinale, stimolano la formazione di batteri benefici per il colon, aiutano il nostro sistema immunitario a rafforzare le proprie difese e, dunque, a tenere lontano influenza e raffreddori. Ultimo ma non meno importante, questi funghi sono utili alleati nella lotta al colesterolo, poiché prevengono la formazione di ostruzioni nelle arterie.

2)AVOCADO TOAST VEGAN SENZA GLUTINE IN TRE VARIANTI CON SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO IN TRE VARIANTI : l’AVOCADO E’ un ingrediente duttile che si presta a preparazioni dolci e salate spesso pronte in pochissimi minuti, come l’AVOCADO TOAST VEGAN SENZA GLUTINE che vi propongo oggi. La mia ricetta base è semplicissima e si prepara in meno di 5 minuti.A parte la preparazione del pane se vorrete farlo in casa. Vi suggerirò anche 3 toppings differenti e veloci per un pranzetto o un brunch sano e goloso o perché no, per una colazione salata e nutriente. Non uso spesso l’avocado , ma ce l’avevo in casa e quindi l’ho utilizzato .Gli ingredienti fondamentali sono 2: un buon avocado maturo, possibilmente italiano, e del pane senza glutine. L’avocado toast vegan senza glutine è una versione sana e golosa della classica ricetta che spopola sul web . Per rendere ancora più completo il vostro brunch o la vostra colazione salata vi basterà aggiungere pomodorini gialli e rossi e basilico oppure lamponi, rucola e aceto di mele . Vi assicuro che questa ricetta è tanto semplice quanto gustosa ma mi raccomando, utilizzate degli avocado maturi al punto giusto perché altrimenti non otterrete la consistenza cremosa prevista. Vi sconsiglio inoltre di utilizzare frullatori o robot da cucina: un piatto e una forchetta saranno più che sufficienti!

Io ho fatto in casa il PANE !!

Il soda bread è un pane irlandese, una ricetta “povera”, che veniva preparata utilizzando quello che si aveva a disposizione e quindi latte ,yogurt,farine ma scarseggiava il lievito.

Quindi al suo posto si utilizzava il bicarbonato di sodio.

Il soda bread è un pane che si discosta molto dal nostro, è praticamente senza impasto, facilissimo da preparare, e io ho voluto riprodurlo cercando di non discostarmi troppo  dalla ricetta originale, in cui viene utilizzato il latticello che non è molto facile da reperire in Italia, ma è molto facile da preparare.

Per farlo vi basterà unire lo yogurt di soia , il latte di soia , il limone e lasciarlo riposare.

L’unica variante, è che non è presente il glutine, e ho io aggiunto un ingrediente che ne fa le veci: la cuticola di psillo.

Le farine che ho usato sono:

farina di grano saraceno

farina di ceci

amido di mais

fiocchi di avena

Ma potreste usare anche in aggiunta farina di quinoa e farina di riso,per un gusto ancora più delicato.

3)POLPETTE PROFUMATISSIME QUINOA E FUNGHI SHIITAKE CON SALSA  ALLA VODKA CON TOFU E CURRY SENZA OLIO : Dal sapore e consistenza molto simili a quelli delle polpette di carne…poi sapete quanto ami i funghi shiitake e oltretutto fanno anche molto bene , ci aiutano ad alzare le difese immunitarie ed ad abbassare la glicemia ed il colesterolo cattivo.Se non volete cuocerle ,già queste sono delle ottime e profumatissime polpette “CRUDISTE”,basterebbe metterle in ESSICCATORE per farle indurire,ma io invece le ho cotte in friggitrice ad aria.Per la salsa di accompagnamento,forse,mi sono voluto spingere oltre, e sono riuscito a mettere insieme una ricetta facile per creare una salsa a basso contenuto di grassi, senza olio e addirittura con un discreto apporto proteico. La SALSA ALLA VODKA è tipica della cucina moderna americana, normalmente utilizzata per condire la pasta ,io l’ho abbinata a queste polpette di shiitake.Per fare questa ricetta ho usato il tofu al naturale classico …ma Per ottenere una consistenza più liscia e cremosa, basterà utilizzare il tofu vellutato. Il gusto in ogni caso resta sempre delizioso , alla quale ho aggiunto un tocco di colore ed un sapore un pò esotico grazie al CURRY.

4)FARIFRITTATA CON FARINA DI LENTICCHIE ROSSE CON SPINACI E OLIVE : Avete mai provato a fare la farinata o farifrittata con la farina di lenticchie invece che con quella classica di ceci? Avevo in dispensa un pacco di lenticchie rosse che ho macinato nel macinino che uso per tritare i semi .Insomma non ho resistito, mi sono messo all’opera e ho preparato una deliziosa farifrittata di lenticchie con spinaci e olive buonissime e carnose comprate al mercato.

5)RISO DI KONJAK ALLA CANTONESE IN STILE VEGANO: Il Riso alla Cantonese (il Nome Originale è Yangzhou Fried Rice â€“ Riso Fritto Yangzhou) è un Piatto Tipico della Cucina Cinese e in particolare appunto, della della Città Yuangzhou, sita nella Parte orientale Cinese, vicino Shanghai sul Versante del Mar Cinese Orientale. Solitamente è preparato con il Riso dalle varietà Basmati e Jasmine, ed è Condito con Cipolla, Piselli, Cubetti di Maiale alla Griglia (Non Prosciutto Cotto come asseriscono Molti..) e Uova Strapazzate; Normalmente è Servito prima del Dolce.Ne esistono molte Varianti (come per qualsiasi Cucina Regionale del Mondo), visto che in Cina e nel Sudest Asiatico si trovano Ricette una diversa dall’altra, a partire dalla Varietà del Riso. La mia è naturalmente una versione VEGANA ed in questo caso ho voluto provare il “RISINO DI KONJAK”. Questa volta ho ottenuto un Riso Cantonese Vegano Convertendo la Ricetta Originale semplicemente Sostituendo gli Ingredienti di Origine Animale con quelli Vegetali così come Alcuni Metodi di Cottura Poco Conservativi con quelli un pò più Conservativi, e … qualche “Aggiunta” Personale.

MOLTO ORGOGLIOSO DEL RISULTATO OTTENUTO, RIPRODUCENDO GLI STESSI SAPORI ,SOSTITUENDO GLI INGREDIENTI!!!

SOSTITUZIONE INGREDIENTI
• Riso Basmati o Jasmine –> Riso Integrale
• Maiale –> Tofu
• Uova Strapazzate –> Frittatina Vegetale (Farina di Ceci e Grano Saraceno ed un pizzico di SALE KALA NAMAK)
• Olio di Semi –> Olio EVO
• Cotture in Acqua –> Cotture al Forno

Risultato: un Riso Cantonese Vegano ECCELLENTE!

Il konjac Ã¨ una  radice molto antica , usata soprattutto in Asia, che da qualche anno è entrata anche nelle cucine occidentali. Conosciuto anche come  patata di konjac  o  lingua del diavolo , è  utilizzato soprattutto per fare una pasta, chiamata shirataki .Una delle sue caratteristiche principali è quella di  non contenere glutine e avere un apporto calorico molto basso . Vediamo cos’è, quali sono le sue proprietà nutrizionali e vengono utilizzarlo in cucina.Il  konjac  Ã¨ un tubero che può raggiungere dimensioni e peso molto elevato: cresce in Asia ed è particolarmente usato in Cina e Giappone. Da questo tubero si ricavano  due preparazioni: una gelatina che viene usata come addensante e una pasta light . Come addensante, si trova anche in preparazioni industriali: è molto usato, ad esempio, nelle caramelle, dove viene denominato con la sigla E425.La pasta, detta  shirataki di konjac,  viene invece ricavata dalla radice essiccata e poi ridotta in polvere: si presenta  sotto forma di spaghetti sottili, dall’aspetto molto simile a quello dei noodles 

6)INSALATA ALL’ORIENTALE : Sei stufo della solita insalata verde o mista che trovi al supermercato? Leggi le ricette delle insalate crudiste che ti propongo in questo blog , per scoprire accostamenti di sapori e colori, che non avresti mai immaginato.

7)NEMS INVOLTINI VIETNAMITI CON SFOGLIA ESTERNA E RIPIENO CRUDISTI :Involtini solitamente fatti con carta di riso e solitamente serviti come antipasto e che nella cucina vietnamita prevedono una versione fritta (Nem ran) e una cruda (Nem Cuon).Il ripieno solitamente è fatto da carne , pesce e verdure , che io ho sostituito con FUNGHI SHIITAKE , CAVOLO RICCIO , ZUCCA E FRUTTA SECCA.Anche la mia sfoglia sarà crudista,che ho provato a fare in 2 versioni ,qual è la vostra preferita??!!!

Ingredienti GNOCCHI DI ZUCCA GLUTEN FREE FATTI IN CASA CON CREMA DI FUNGHI SHIITAKE E SEMI DI CHIA E FUNGHI SHIITAKE SALTATI

  • 500 gr di POLPA DI ZUCCA
  • 200 grammi farina di riso+ extra per formare gli gnocchi
  • 70 grammi fecola di patate
  • 1 pizzico noce moscata
  • 1 pizzico sale 
  • ROSMARINO
  • 1/2 FOGLIE DI SALVIA
Per il condimento degli gnocchi
  • 45 g funghi shiitake secchi ammollati
  • brodo vegetale
  • 1 cucchiaino di semi di chia
  • q.b. olio d’oliva extravergine
  • 1 pizzico aglio
  • 1/2 CIPOLLA
  • q.b. sale
  • q.b. peperoncino
  • 1 spolverata prezzemolo
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 tazza di brodo vegetale caldo
  • formaggio vegano grattugiato (  tritando 10 anacardi + 1 cucchiai di semi di lino tritati + 2 cucchiai di lievito alimentare + 1 pizzico di curcuma in polvere + 1 cucchiaino raso di sale integrale himalaya )
NEMS INVOLTINI VIETNAMITI CON SFOGLIA ESTERNA E RIPIENO CRUDISTI
Per l’involtino PRIMA VERSIONE
  • 130 gr. di semi di lino
  • 3 pomodori medi
  • 3 carote medie
  • sale q.b.
  • 1/2 cucchiaino di sciroppo di agave,
  • il succo di 1/2 limone,
  • 1/2 cucchiaino di curcuma in polvere
Per l’involtino SECONDA VERSIONE
  • 20 g di semi di lino,
  • 1/2 zucchina,
  • 1/2 cipolla,
  • 1/2 avocado,
  • poco sciroppo di agave,
  • il succo di 1/2 limone,
  • 1/2 cucchiaino di curcuma in polvere,
  • sale.
Per il ripieno
  • 25 g di mandorle,
  • 10 g di semi di zucca,
  • cavolo riccio,
  • 1 piccola carota,
  • 150 g di zucca tagliata e fettine sottili e pressata
  • 1/2 cucchiaino di aglio secco,
  • salsa tamari o soia g.f.
  • 15 g. funghi shiitake secchi
  • spezie miste
  • olio evo

Ingredienti AVOCADO TOAST VEGAN SENZA GLUTINE IN CINQUE VARIANTI CON SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO

  •  fette di Pane
  • 1 cucchiaini olio extra vergine di oliva – opzionale ma raccomandato, per tostare il pane
  • aglio granulare
  • 1 avocado maturo – da 250g circa
  • succo di limone o meglio lime  – un cucchiaio circa
  • q.b. peperoncino secco in scaglie – o fresco
  •  sale  – o a piacere
  • lievito alimentare a piacere, opzionale

Toppings

  • rucola + pomodori secchi marinati + olive
  • fette di avocado + semi di sesamo + carciofini +olio evo
  • basilico + pomodorini colorati+ olio extra vergine di oliva
  • cavolo nero marinato nella salsa di soia+funghi champignon crudi marinati nella salsa di soia
  • Noci + mandorle + anacardi +semi di girasole + semi di zucca + semi di sesamo

INGREDIENTI SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO

  • 110 gr di fiocchi di avena
  • 150 gr di farina di ceci
  • 200 gr di farina di grano saraceno INTEGRALE
  • 50 gr di amido di mais
  • 250 gr di yogurt DI SOIA senza zucchero
  • 250 gr di latte DI SOIA
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 10 gr di cuticola di psillio
  • 20 gr di olio evo
  • 8 gr di cremor tartaro
  • 4 gr di bicarbonato di sodio ( 1 cucchiaino)
  • Sale qb

INGREDIENTI POLPETTE PROFUMATISSIME QUINOA E FUNGHI SHIITAKE CON SALSA ALLA VODKA CON TOFU E  CURRY SENZA OLIO

Polpette di funghi Shiitake ( 8 polpette)

  • 50 g di quinoa
  • 5 shitake secchi
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 presa di sale marino integrale
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 100 gr circa di fiocchi d’avena teneri
  • 1 “uovo” di semi di lino  â€“ 1 cucchiaio di semi di lino macinati + 3 cucchiai di acqua
  • 2 foglie di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 pezzetto di alga kombu tritata
  • farina di mais bramata O pangrattato gluten free O farina di ceci per la panatura O farina di riso ( come ho fatto io)

SALSA  ALLA VODKA CON TOFU E  CURRY SENZA OLIO

  • 125 g tofu al naturale
  • succo di 1 limone o lime
  • qb sale (io ho usato mezzo cucchiaino)
  • 1/2 cucchiaino curry 
  • 1 cucchiaino senape 
  • Qualche pomodorino
  • Vodka 15 ml o di più se vi piace più forte
  • Cipolla 1/2
  • Aglio 1 pizzico
  • Peperoncino 1 pizzico
  • Triplo concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
  • Basilico qualche foglia

INGREDIENTI FARIFRITTATA DI FARINA DI LENTICCHIE ROSSE CON SPINACI E OLIVE

  • 125 gr. di farina di lenticchie
  • acqua q.b. per ottenere la pastella
  • 125 gr. di spinaci
  • sale, olio evo
  • qualche oliva a rondelle
  • formaggio veg grattugiato (  tritando 10 anacardi + 1 cucchiai di semi di lino tritati + 2 cucchiai di lievito alimentare + 1 pizzico di curcuma in polvere + 1 cucchiaino raso di sale integrale himalaya )
INGREDIENTI RISO DI KONJAK ALLA CANTONESE IN STILE VEGANO
  •  Riso DI KONJAK ( CON 22 GR DI RISO SECCO DI KONJAK SI OTTENGONO 100 GR DI RISO PRONTO)
  • Brodo Vegetale fatto in Casa ( IO HO USATO IL MIO DADO GRANULARE FATTO IN CASA)
  • Tofu
  • Farina di Ceci e Grano Saraceno in Parti uguali per la Frittatina
  • Zucchine
  • Carote
  • Piselli
  • Cipolla Gialla
  • Salsa di Soia 
  • Aglio, Basilico e Prezzemolo Liofilizzati
  • Thain con Olio EVO
  • Olio EVO
  • Peperoncino
  • Curry
  • SALE KAKA NAMAK

INGREDIENTI INSALATA ALL’ORIENTALE

  • insalata , IO USATO LOLLO
  • alghe nori secche
  • alghe wakame
  • alghe KOMBU
  • 10 g mandorle a lamelle
  • 2 ravanelli
  • fiori edibili
  • salsa di soia
  • senape
  • olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTI

  • GNOCCHI DI ZUCCA GLUTEN FREE FATTI IN CASA CON CREMA DI FUNGHI SHIITAKE E SEMI DI CHIA E FUNGHI SHIITAKE SALTATI :Pulite la zucca, togliete la buccia e tagliate la polpa a fette dello spessore di circa 1-2 centimetri.Cuocete le fette di zucca in forno preriscaldato a 190°C per circa 25 minuti oppure a vapore.Frullatela INSIEME ALLE ERBE .Ponete in una terrina e fate raffreddare.Unite la zucca alla farina e aggiungete la fecola, sale e noce moscata. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciate riposare in frigo per qualche ora.Formate delle strisce di pasta larghe un dito e ricavatene degli gnocchi di circa 2 cm. Rigateli utilizzando i rebbi di una forchetta e posizionateli su un vassoio infarinato, ben distanziati. CONDIMENTO ,Tagliate i funghi shiitake , precedentemente ammollati,a tocchetti e cuoceteli a fiamma dolce in una padella con olio, aglio, cipolla , sale e peperoncino, sfumare con il vino , aggiungere brodo vegetale e fare andare fino ad assorbimento.Mettete il tutto in un mixer ( mettendo da parte alcuni funghi saltati)Lessate gli gnocchi in acqua bollente e salata, scolandoli non appena vengono a galla, utilizzando un mestolo forato. Versateli direttamente nella padella con il condimento.Completate il piatto con una spolverata di prezzemolo , semi di chia e formaggio grattugiato vegan, mescolate e servite subito.
  • SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO : Per creare il vostro latticello VEGAN , unire in una ciotola lo yogurt, il latte e il succo di limone, mischiate bene e lasciate riposare per una ventina di minuti. Nel frattempo unite tutte le farine, il sale,cremor tartaro , bicarbonato e la cuticola di psillio , mischiate bene.Ora unite l’olio.Unite la parte liquida a quella solida e impastate velocemente fino ad ottenere un panetto.Trasferite il pane all’interno di uno stampo di 20 cm foderato con carta da forno, se volete dargli una forma più sferica lavorate la superficie con le mani leggermente bagnate.Create una croce sulla superficie e infornate a 200 °C per circa 30 minuti, poi estraete il pane dallo stampo e continuate la cottura per altri 10 minuti.Estraete dal forno e lasciate raffreddare completamente il pane. Poi se invece avete la macchina del pane , seguite le indicazioni della vostra macchina per pane senza glutine.
  • AVOCADO TOAST VEGAN SENZA GLUTINE IN CINQUE VARIANTI CON SODA BREAD VEGAN SENZA GLUTINE FATTO IN CASA DI FARINA DI CECI E GRANO SARACENO : Spennellate le fette di pane con l’olio oppure oleate una padella. Tostate il pane per 2-3 minuti fino a quando apparirà dorato.Strofinate le fette di pane con l’aglio su un lato oppure come ho fatto io ho messo dell’aglio granulare e lasciate intiepidire.Nel mentre sbucciate, denocciolate e tagliate a cubetti l’avocado. Ponetelo su un piatto o in una ciotola, aggiungete limone o lime , peperoncino, sale e lievito alimentare e schiacciate bene con una forchetta. Dovrete ottenere una sorta di crema non troppo liscia. Lasciate qualche pezzetto intero di avocado. (Se l’avocado è sufficientemente maturo, non affettatelo ma schiacciatelo immediatamente con la forchetta).Assaggiate ed aggiungete sale, o lievito alimentare a seconda dei vostri gusti.Spalmate la crema di avocado sulle fette di pane e potreste servite immediatamente .Potete anche condire l’avocado toast vegan con i diversi toppings suggeriti per un aperitivo, un brunch o una colazione salata, gustosa e nutriente.
  • POLPETTE PROFUMATISSIME QUINOA E FUNGHI SHIITAKE CON SALSA  ALLA VODKA CON TOFU E  CURRY SENZA OLIO : Mettere a bagno i funghi shiitake in acqua tiepida per mezz’ora e nel frattempo cuocere la quinoa . Tritare i funghi shiitake, la cipolla e la carota , mettere il composto in una ciotola e mescolare con la quinoa , 1 cucchiaio di salsa di soia ,2 cucchiai di fiocchi d’avena teneri,1 “uovo” di semi di lino  â€“ 1 cucchiaio di semi di lino macinati + 3 cucchiai di acqua,2 foglie di salvia tritate ,1 rametto di rosmarino tritato ,1 pezzetto di alga kombu tritata e il sale.Lasciate riposare il composto in frigo anche una notte .Senza cottura queste sarebbero già delle meravigliose polpette “CRUDISTE”, potreste metterle in essiccatore per farle indurire COTTURA : Ungete una padella antiaderente con olio e fatela scaldare, formate le polpette e schiacciatele ai lati, passatele nella farina o pangrattato e cuocetele da entrambi i lati fino a quando non diventano dorate. Io le ho cotte in friggitrice ad aria per 14/15 minuti a 180 °. MAIONESE :Unire tutti gli ingredienti e frullare fino ad ottenere una consistenza cremosa. Assaggiare ed eventualmente regolare il sale e le spezie. 
  • FARIFRITTATA DI FARINA DI LENTICCHIE ROSSE CON SPINACI E OLIVE :Se non avete la farina di lenticchie , potete farla in casa semplicemente sciacquandole abbondantemente sotto l’acqua, aiutandovi con un colino.Riponetele poi su un telo pulito e lasciatele asciugare per circa 12 h, cambiando eventualmente il canovaccio qualora rimanesse umido.Per garantire l’assenza di parti umide, trascorso questo tempo, trasferite le lenticchie su una teglia rivestita con carta da forno e tostate leggermente a 150°C per c.a 10′ oppure in una padella antiaderente per pochi minuti.A questo punto, trasferitele in un mixer piuttosto potente o macina caffè e macinatele a più riprese, per non far surriscaldare troppo il vostro elettrodomestico.Passate la farina ottenuta in un colino a trame fitte, frullando una seconda e poi terza volta le parti rimaste maggiormente grossolane. In una padella antiaderente cuociamo con un filo d’olio gli spinaci, dopo averli lavati.Aggiungiamo sale, pepe e formaggio veg se ci piace, mescoliamo gli ingredienti e facciamo appassire per circa 5 minuti.Nel frattempo prepariamo la pastella, setacciando la farina di lenticchie e unendo l’acqua piano piano . Mescoliamo finché otteniamo un composto omogeneo.Uniamo alla pastella gli spinaci e le olive a rondelle e versiamo in padella la farinata. Cuociamo da entrambi i lati finché diventa croccante.Serviamo la farinata di lenticchie tiepida come secondo piatto o come sfizioso finger food, tagliata a dadini.
  • RISO DI KONJAK ALLA CANTONESE IN STILE VEGANO : Iniziamo subito dal Riso,cuocere il riso di konjac con brodo vegetale a sufficienza per 12 minuti, o anche di più tanto non scuoce . Condirlo con 1 cucchiaino di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e saltare per 1 minuto , mettere in un piatto e condire con qualche goccia di aceto di mele e lasciare raffreddare poi Riponiamo In Frigo.Tagliare a Piccoli Pezzi il Tofu e Saltarlo in Padella con Olio EVO, un pò di Cipolla, Peperoncino, Curry e mettere da Parte.Versare in Una Teglia Carote, Zucchine e il Rimante della Cipolla Tagliati a Cubetti insieme ai Piselli, tutto Condito con Olio EVO, Aglio e Basilico Liofilizzati e Peperoncino. Infornare a 180° e Portare a Cottura (a Vista).Io ho cotto in friggitrice ad aria , ma potreste cuocerle in padella croccanti. Preparare la Frittatina con Pari Quantità di Farina di Ceci e di Grano Saraceno Diluite con Acqua Fredda fino a Formare una Pastella. Aggiungere Aglio e Prezzemolo Liofilizzati ed un pizzico di SALE KAKA NAMAK, Versare in Padella con Poco Olio EVO e Portare a Cottura. Tagliare la Frittatina Ottenuta a Cubettini e Mettere da Parte.ASSEMBLAGGIO E COTTURA FINALE,Nel Wok o nella Padella Anti-Aderente dovete friggerlo…Versare tahini e olio evo ed il Riso preso dal Frigo e Sgranato, aggiungere tutti gli altri Ingredienti e Cuocere per pochi Minuti. Infine Aggiungere la Salsa di Soia e Ultimare la Cottura, fate raffreddare e mettetelo in frigo.Quando dovrete servire il RISO DI KONJAK ALLA CANTONESE IN STILE VEGANO tiratelo fuori dal frigorifero mescolate in modo da sgranare bene il riso e se lo desiderate aggiungete un goccio di salsa di soia
  • INSALATA ALL’ORIENTALE : mondate la lattuga . Affettate finemente i ravanelli e tuffateli in acqua e ghiaccio.Rinvenite le alghe wakame e kombu in acqua tiepida per 10 minuti. Preparate una salsa mescolando con una frusta un cucchiaino di senape e 15 g di salsa di soia; aggiungete 50 g di olio poco alla volta, continuando a mescolare e regolate la densità della salsa con qualche cucchiaio di acqua.Condite la lattuga con la salsa e un filo di olio; unite le alghe rinvenute, i ravanelli, il cetriolo a fette e le mandorle. Guarnite con i fiori e le alghe nori sbriciolate; portate in tavola l’insalata.
  • NEMS INVOLTINI VIETNAMITI CON SFOGLIA ESTERNA E RIPIENO CRUDISTI : PER L’INVOLTINO , In entrambe le versioni,Riducete a farina i semi di lino e mettete da parte.Frullate a lungo gli altri ingredienti,incorporate i semi di lino fino a ottenere un impasto omogeneo. Spalmate sui vassoi dell’essiccatore in uno strato molto sottile ed essiccate per circa 6 ore a 45° , staccare il composto ormai perlopiù essiccato, riporlo sul ripiano dell’essiccatore, ormai privo di carta da forno o fogli drysilk e continuare l’essiccazione per altre 4/5 ore. I fogli non devono risultare troppo secchi, dovranno infatti essere arrotolati.PER IL RIPIENO : Innanzitutto ammollate per almeno 30 minuti i funghi shiitake ; tritate grossolanamente le mandorle e i semi di zucca .Scolate e strizzate i funghi shiitake e fate marinare in salsa tamari e olio evo per 2 ore insieme ai semi di zucca e mandorle.Tagliate a julienne il cavolo riccio e le carote.Unite i funghi tritati , le mandorle , i semi scolati mescolando a lungo, la zucca pressata che ha perso acqua,l’aglio granulare e le spezie miste .Tagliate l’impasto ormai maneggiabile con le forbici in quadrati di 10 x 10 cm;verranno 4/5 quadrati.Disponete il ripieno su ogni quadrato,in alto in centro, e richiudete il lato superiore sul ripieno.Ripiegate i lati e arrotolate l’involtino,quindi mettete a essiccare per almeno altre 4 ore.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 â˜˜seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LA MIA QUINTA IDEA DI APERICENA QUESTA VOLTA TUTTO “CRUDISTA ” :TACOS ALLA MESSICANA ;LASAGNA DI ZUCCHINE CON SALSA ALLA MARINARA ,FUNGHI , SPINACI E RICOTTA SALATA CRUDISTA DI MANDORLE ; INVOLTINI DI LATTUGA CON VERDURE COLORATE , SEMI , CAVOLO RICCIO (KALE) , PERA ED UNA SALSA AGRODOLCE ;HUMMUS DI ZUCCHINE CRUDE ;TARALLI AL POMODORO PICCANTI ;PIZZA VEGAN CRUDISTA ;MINI BURGER DI CAROTE,ZUCCHINE E SEMI;INSALATA CON POMODORINI COLORATI E SALSA DI MARE CON ALGA KOMBU;”UOVA SODE RIPIENE ” DI POMODORINI .

Ma i Vegani Crudisti non mangiano solo frutta e verdura al naturale e si perdono tutti i piaceri della vita ?🤣🤣🤣🤣

Allora premetto che non sono un Vegano che mangia totalmente Crudista, ma sono un vegano che ha un amore spropositato per il Crudismo infatti 4 anni fa comprai l’Essiccatore e mi sono avvicinato a questo mondo meraviglioso del Crudismo,studiando e approfondendo. Naturalmente non serve sempre l’essiccatore per preparare i piatti crudisti , basta a volte un frullatore ed un tritatutto…e tanta pazienza per i vari passaggi delle varie preparazioni.

Questo APERICENA TOTALMENTE CRUDISTA l’ho voluto preparare soprattutto per dimostrare che con le giuste conoscenze ed i giusti abbinamenti si può preparare una cena GOURMET, senza accendere i fornelli.

Questo APERICENA TOTALMENTE CRUDISTA l’ho voluto preparare soprattutto per dimostrare che con le giuste conoscenze ed i giusti abbinamenti si può preparare una cena GOURMET, senza accendere i fornelli.

Spero possano esservi d’ispirazione, provate a prepararvi almeno uno di questi piatti e riscoprirete profumi e sapori che non sentivate da tempo !!!

Più volte vi ho parlato della Cucina Crudista ed anche dell’uso dell’Essiccatore ( qui trovate il mio articolo di approfondimento e poi nella parte shop potreste anche comprare se vi va https://viaggieassaggifelici.blog/2020/11/20/essiccatore/ ) .

In tutte le epoche della storia sono esistiti uomini che hanno proclamato l’effetto benefico della dieta crudista.

Più recentemente il crudismo, più conosciuto come raw food è attivo da molti anni, soprattutto in America !

Cosa mangiano i crudisti ?

Il crudismo si divide tra coloro che sostengono lo stile vegan, vegetariano o addirittura onnivoro. 

Io sostengo e vi parlo naturalmente del crudismo vegan, credo infatti sempre che una vita sana ed etica non debba passare per la sofferenza di nessuno.

La dieta crudista vegan prevede l’uso di frutta, verdura, noci, semi e germogli coltivati in maniera biologica. Questi cibi possono essere consumati tali e quali o nella preparazione di frullati, succhi o, come vedrete, in appetitose ricette che non hanno nulla da invidiare alla cucina tradizionale. 

Nel crudismo i cibi non sono sottoposti a calore superiore ai 42°, una temperatura che non permette di distruggere enzimi e tutte le qualità nutrizionali.

Al posto della cottura i cibi vengono tagliati, affettati, frullati, centrifugati, marinati o disidratati.

Si tende a pensare che magiare crudo sia molto triste. Non si tratta di mangiare una carota o un pomodoro o di privarsi di dolci e cose buone. Al contrario ho scoperto come non bisogna privarsi proprio di nulla!

Sicuramente la preparazione dei cibi crudisti richiede più tempo, perché ci sono vari passaggi per ogni singolo piatto .

Io ho comprato inizialmente il mio essiccatore proprio per scoprire i dolci crudi , e sono arrivato alla conclusione che sono una delle cose più buone e salutari che abbia mai mangiato!

Il crudismo garantisce un apporto di vitamine e minerali non alterati dai processi di cottura !!!

Detto ciò non mi ritengo un sostenitore del Crudismo al 100% , ma mi piace sperimentare , alternare la mia cucina vegana cotta a quella cruda …utilizzando soprattutto ingredienti di prima qualità e biologici quando riesco ed è per questo che acquisto spesso prodotti dell’azienda CIBOCRUDO, che se desiderate acquistare , trovate qui la pagina https://www.cibocrudo.com/ ed Al tuo primo ordine avrai € 5 di sconto inserendo il mio codice personale 509FM nel campo dei coupon alla fine dell’ordine prima del pagamento .

ALL’INTERNO DEL MIO BLOG TROVERETE DIVERSI BANNER CHE VI PORTANO DIRETTAMENTE SUL SITO DI “CIBOCRUDO”

1) TACOS ALLA MESSICANA : Questa è una ricetta crudista molto sfiziosa composta da cinque parti che necessitano di preparazioni distinte: le tortillas, il pico de gallo, l’insalata con il condimento e la tipica salsa guacamole.

🌱TORTILLAS CRUDISTE
🌱PICO DE GALLO ( salsa tricolore)
🌱INSALATA DI CAVOLO RICCIO,CRAUTO ROSSO,CAROTE CONDITA CON UNA SALSA DI ANACARDI
🌱SALSA GUACAMOLE

Gli ingredienti di questa ricetta servono per preparare 3 grossi tacos.

2) LASAGNA DI ZUCCHINE CON SALSA ALLA MARINARA ,FUNGHI , SPINACI E RICOTTA SALATA CRUDISTA DI MANDORLE : un grande classico della tradizione italiana, rivisitato in versione raw vegan.La ricetta non è solo esteticamente bella, ma è anche densa di sapori ,profumi ed elementi nutritivi.La lasagna è composta da vari strati alternati di ricotta salata di mandorle, salsa marinara con anche pomodoro secco, zucchine , spinaci e funghi.

3) INVOLTINI DI LATTUGA CON VERDURE COLORATE , SEMI ,CAVOLO RICCIO (KALE)E PERA ED UNA SALSA AGRODOLCE :delicato antipasto a base di VERDURE COLORATE , SEMI E PERA, avvolti in una foglia di insalata (in alternativa bietola o cavolo nero).Come potrai assaggiare, la polvere di alga da’ un tocco “marino” agli involtini, senza andare a disturbare gli abitanti degli abissi, come abbiamo già sperimentato.Infine la salsa agrodolce tiene insieme tutti ingredienti e da un’umami particolare al piatto.

4) HUMMUS DI ZUCCHINE CRUDE :hummus crudista, ottimo per accompagnare altre verdure o ad esempio “crackers” o altri stuzzichini essiccati o come ho fatto io i TARALLI CRUDISTI AL POMODORO. L’hummus classico, probabilmente già lo sai, è preparato con i ceci cotti, ma essendo comunque una ricetta versatile, può essere creata anche con altri metodi, seguendo i dettami della dieta crudista.Prima di iniziare, facciamo un piccolo appunto: considera che la digestione è il processo che richiede più energia di tutti al nostro organismo (ecco perchè a volte ci sentiamo spossati dopo un pranzo “pesante”).Proprio per questo è bene associare alimenti che la favoriscano, rendendola più semplice e rapida possibile.Questa ricetta mette insieme zucchine e Tahin, (crema di semi di sesamo), che combinate assieme, garantiscono una digestione scorrevole.Il discorso vale allo stesso modo se utilizzi l’hummus per condire qualsiasi altro ortaggio crudo, soprattutto quelli a foglia verde.

5) TARALLI AL POMODORO PICCANTI: Di origine pugliese, sono caratterizzati dall’aspetto dorato e dal buonissimo sapore. Ne esistono di tantissimi tipi, io ho deciso di farne una versione al pomodoro e basilico. Effettivamente ricordano molto il gusto pizza 😀 Il procedimento è davvero molto semplice. Dovrete frullare i semi di lino fino a formare una farina e poi aggiungere tutti gli altri ingredienti (davvero pochi) e come ultimo passaggio: l’essiccazione. Eh si, avrete bisogno di un essiccatore o se volete proprio provare, potete utilizzare il forno elettrico. Mantenendo la temperatura bassa e lo sportello socchiuso otterrete lo stesso risultato. Occhio ai costi però  😉 Il forno ha dei consumi molto più alti di un essiccatore.

6) PIZZA VEGAN CRUDISTA : Portabandiera della cultura culinaria italiana, la pizza è il piatto più amato dagli italiani e il più conosciuto all’estero. Nessuno vorrebbe mai rinunciare a questo fantastico piatto. Non sarà la tradizionale ricetta ma il vostro palato sarà pienamente soddisfatto. Non solo, la pizza raw è un ottimo esempio di alimentazione sana grazie alle sue caratteristiche light. Ricca di fibre e vitamine, non contiene farine raffinate e latticini. Inoltre, grazie all’eliminazione della cottura, può essere una ricetta facile e veloce da proporre a tutta la famiglia.

7) MINI BURGER DI CAROTE E ZUCCHINE :Oggi scopriamo un modo interessante per combinare carote, zucchine e alcuni tipi di semi, in un super burger crudista, nutriente e soprattutto leggero.Si perchè il rischio che si corre quando si preparano burger vegani e crudisti è sempre quello di abusare di semi oleosi rendendo la digestione un po’ difficoltosa.Il burger raw di carote e zucchine invece, contiene una quantità di vegetali più che doppia rispetto a quella dei semi. Vediamo subito quali sono i passaggi per creare questo sfizioso secondo piatto.

8) INSALATA CON POMODORINI COLORATI E  SALSA DI MARE CON  ALGA KOMBU : insalata con una “salsa di mare”, che può valere anche come primo piatto, o una singola portata completa. L’obiettivo di oggi è preparare una salsa di mare, senza utilizzare né pesci né crostacei, ma un altro potentissimo frutto dei nostri mari: l’alga Kombu.

9) “UOVA SODE RIPIENE ” DI POMODORINI : antipasto, che può fungere anche da stuzzichino in qualunque momento della giornata: la versione vegan raw delle uova sode ripiene.Gli ingredienti di oggi, essendo molto particolari, sono anche fondamentali per “imitare” il tipico gusto delle uova, sto parlando di sale nero indiano “kala namak”  e  fumo liquido.Li potete trovare entrambi nei negozi etnici, oppure su Amazon ) SE DESIDERATE VI DO I LINK !!!

 

INGREDIENTI

TACOS ALLA MESSICANA ( per 4 tacos del diametro di 16/17 cm)
  • 2 zucchine,
  • 1 peperone rosso,
  • un cucchiaio di succo di limone o lime,
  • mezzo cucchiaino di sale,
  • peperoncino a piacere,
  • 70 gr di farina di semi di lino
  • Per il pico de gallo ( salsa tricolore ):una tazza di pomodorini tagliati a cubetti, 2 cucchiai di prezzemolo fresco, 1 cipolla rossa di tropea, un cucchiaio di succo di lime, 1/2 cucchiaino di sale , 1 CUCCHIAIO DI OLIO EVO
  • Per l’insalata: Cavolo riccio ,Crauto rosso, 1 carota tagliata a julienne, due cucchiai di prezzemolo . Per il relativo condimento: 50 gr anacardi, due cucchiai di succo di lime, due cucchiai di aceto di mele, 1/2 cucchiaino di sale.
  • Per la salsa guacamole:un avocado maturo, un pizzico di peperoncino in polvere, mezza cipolla, mezzo spicchio d’aglio, mezzo pomodoro, il succo di mezzo lime, un mazzetto di prezzemolo fresco , sale e pepe quanto basta
LASAGNA DI ZUCCHINE CON SALSA ALLA MARINARA ,FUNGHI , SPINACI E RICOTTA SALATA CRUDISTA DI MANDORLE
  • Per la ricotta di mandorle: 150 GR di mandorle, 240 GR CIRCA d’acqua, mezzo cucchiaino di polvere di probiotici.In aggiunta alla ricotta PER AVERE LA RICOTTA SALATA : 2 cucchiai di TAHINI, 1/2 cipolla tritata, 2 cucchiani lievito alimentare, mezzo spicchio d’aglio schiacciato, pizzico di noce moscata, pizzico di peperoncino.
  • Per la salsa marinara: 6 pomodori, 6 pomodorini secchi, 1/2 cipolla, 1 carota tritata,1 spicchio d’aglio schiacciato, 4-5 foglie di basilico, 1 cucchiaio e mezzo di origano, mezzo cucchiaio di sale rosa himalaya, un pizzico di peperoncino, 2 cucchiai scarsi di prezzemolo fresco
  • Per gli altri strati: 2 zucchine grandi ( io ho usato 1 verde ed 1 gialla ),succo di limone, sale, 200 gr di spinaci, 15 funghi champignons a fettine , 2 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di olio EVO, un pizzico di peperoncino.
  • Per il parmigiano crudista : (  tritando 10 anacardi + 1 cucchiaio di semi di lino tritati + 2 cucchiai di lievito alimentare + 1 pizzico di curcuma in polvere + 1 cucchiaino raso di sale integrale himalaya )
INVOLTINI DI LATTUGA CON VERDURE COLORATE , SEMI , CAVOLO RICCIO (KALE) , PERA ED UNA SALSA AGRODOLCE
  • Per la salsa: un cucchiaio di tahini, 1 pizzico di peperoncino in polvere, 2 cucchiaini di latte di mandorla ,1 cucchiaio di salsa di soia, 2 datteri denocciolati, mezzo limone o lime spremuto, mezzo spicchio d’aglio, 1 cucchiaino di aceto di mele,mezzo cucchiaino di senape,mezzo cucchiaino di alga kombu in polvere, 1 pizzico di sale ,acqua q.b. 
  • Per il ripieno :1 costa di sedano, 1 pera ,1/2 peperone tagliato a cubetti, 2 cucchiaini di capperi (a scelta),1 carota, foglie di cavolo riccio ( kale),1 cipolla rossa,pomodorini colorati , 2 cucchiai di prezzemolo fresco, semi di girasole,semi di chia, semi di sesamo, olio evo, sale
  • Foglie di insalata
HUMMUS DI ZUCCHINE CRUDE
  • Una zucchina grande,
  • 3 cucchiai di tahini, 1/2 limone o lime spremuto,
  • uno spicchio d’aglio piccolo (a piacere),
  • 1 cucchiaino di sale marino,
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • paprika
TARALLI AL POMODORO PICCANTI
  • 200 gr di semi di lino,
  • 4 pomodori medi, oppure 8 pomodorini
  • 70 gr di pomodori secchi,
  • una cipolla rossa di tropea,
  • 10 foglie di basilico,
  • ORIGANO,
  • quattro cucchiai di olio evo,
  • sale e peperoncino quanto basta
PIZZA VEGAN CRUDISTA
Ingredienti per l’impasto
  • 3 Zucchine
  • 2 Pomodori
  • Succo di ½ limone
  • ½ Cipolla
  • 1 spicchio di Aglio
  • 10 Noci
Ingredienti per la salsa
  • 150 g Pomodori Freschi
  • 150 g Zucchine Tritate
  • Succo di ½ limone
  • Basilico
  • 1 Spicchio di Aglio
  • sale q.b.
Ingredienti per il condimento
  • 2 Pomodori O Pomodorini colorati
  • Capperi
  • Funghi
  • 1/2 Peperone
  • Pomodorini secchi
  • 1 Cucchiaino Aceto di Mele
  • 1 Cucchiaino di Salsa di soia
  • 1 Cucchiaino di olio evo
  • olive
  • Basilico fresco
MINI BURGER DI CAROTE , ZUCCHINE E SEMI
  • 1 o 2 carote grandi,
  • 1 o 2 zucchine medie,
  • 1 cipolla piccola,
  • 2 cucchiaini di aceto di mele,
  • 1 cucchiaio di aglio granulare,
  • 1 cucchiaino di olio EVO,
  • circa 10 mandorle sgusciate,
  • 4 cucchiai di semi di girasole,
  • 4 cucchiai di semi di lino,
  • 2 cucchiaini di semi di chia,
  • mezzo cucchiaio di sale marino,
  • 1 cucchiaio di SPEZIE MISTE ( semi di sesamo tostati, un pizzico di sale, semi di finocchio, origano, cumino, timo)
INSALATA CON POMODORINI COLORATI E SALSA DI MARE CON ALGA KOMBU
  • Per la salsa “di mare”: 30 gr di semi di girasole, 30 gr anacardi, un pomodoro per insalata grande o pomodorini colorati, una carota, una fetta di limone, un cucchiaio di salsa di soia , un cucchiaio di lievito alimentare, 2 cucchiaini di alga kombu in polvere, un cucchiaino di olio evo,1/2 cipolla rossa, un pizzico di sale rosa dell’himalaya.
  • Per l’insalata: Lattuga a piacere,1/2 avocado, un pomodoro per insalata o pomodorini colorati
“UOVA SODE RIPIENE ” DI POMODORINI
  • Per il ripieno: 1avocado, 3 cucchiaini di senape, 2 cucchiaini di aceto di mele, 2 cucchiaini di sciroppo d’agave, 1 cucchiaino di paprika, qualche goccia di fumo liquido,mezzo cucchiaino di cipolla in polvere, prezzemolo, mezzo cucchiaino di curcuma O ZAFFERANO, sale nero indiano (kala namak),
  • Pomodori ciliegini a piacere.

PROCEDIMENTI

  • TACOS ALLA MESSICANA : Le tortillas: Inserisci tutti gli ingredienti tranne i semi di lino nel frullatore ad alta velocità. Amalgama all’impasto ottenuto i semi di lino tritati anch’essi con il macinino adatto. Trasferisci l’impasto su fogli DI CARTA FORNO RIUTILIZZABILE formando dei dischi con spessore di circa mezzo centimetro. Inserisci i “dischi” nell’essicatore per 6-8 ore ad una temperatura di 42°, facendo attenzione a non farla seccare molto, perchè altrimenti non si riesce ad arrotolarla; alla fine di queste ore andranno girati dandogli la forma del tacos. Il pico de gallo : Metti tutti gli ingredienti in una ciotola. Falli marinare per un’ora .L’insalata per il ripieno : Frulla insieme tutti gli ingredienti del condimento. Condisci l’insalata precedentemente tagliata con la salsa che hai ottenuto.Chiusura finale dei tacos : Amalgama gli ingredienti della salsa guacamole, fino ad ottenere un impasto cremoso. Farcisci ogni taco con uno strato di insalata condita, uno di guacamole e uno di pico de gallo
  • LASAGNA DI ZUCCHINE CON SALSA ALLA MARINARA ,FUNGHI , SPINACI E RICOTTA SALATA CRUDISTA DI MANDORLE : Per la ricotta salata di mandorle : Lascia le mandorle immerse in acqua per almeno 8 ore, poi spelale per bene, e frullale insieme all’acqua e ai probiotici. Nel caso tu non riesca a procurarti i probiotici, puoi utilizzare del succo di limone, anche se il risultato, ovviamente non sarà lo stesso. Aggiusta di acqua se il composto ti sembra troppo denso.Una volta finito, scola il tutto su un colino a trama fine, ricoperto da una garza che strizzerai per bene, per fare uscire tutto il liquido.Il formaggio ottenuto va fatto fermentare in un posto caldo, per un periodo che va dalle 8 ore ai tre giorni: assaggialo spesso, e in base al tuo gusto decidi se per te è pronto, o vuoi aspettare di più.Una volta concluso questo processo, riponilo in frigorifero, come un normale formaggio.Mescola insieme la ricotta di mandorle,tahini, la cipolla rossa tritata fine, il lievito alimentare, l’aglio schiacciato, la noce moscata e il peperoncino, e metti da parte il composto. Per la salsa marinara :Frulla il POMODORO lasciando una salsa piuttosto grezza. Aggiungi al composto di pomodoro, tutti gli altri ingredienti: carota,cipolla, aglio, basilico,prezzemolo origano, sale, peperoncino e il pomodoro secco tritato, mescola il tutto e metti da parte.Per gli altri tre strati : Taglia le zucchine ad uno spessore di 1/2 cm circa circa lasciandole marinare con il succo di 1/2 limone per almeno trenta minuti, ed essiccale per un’ora a 42°, per ammorbidirle ulteriormente se volete.Per lo strato di spinaci, innanzitutto lavali e strizzali per bene, devono essere completamente asciutti prima di frullarli per ottenere una densa salsa verde.Metti i funghi a marinare nella salsa di soia  , con olio evo e peperoncino.Scolali per bene, per eliminare il liquido in eccesso ed essiccali per un’ora a 42°, per ammorbidirli ulteriormente se volete.Composizione finale delle lasagne :Alterna in una pirofila, uno strato di salsa marinara ed uno di zucchine , per due volte, prima di aggiungere uno strato di funghi marinati.Ai funghi fai seguire uno strato di crema di ricotta di mandorle, e dopo uno strato di salsa di spinaci. Prosegui di nuovo con zucchine, salsa, funghi, spinaci e ricotta come ultimo strato in alto, guarnisci con un paio di foglie di basilico, et voilà, le lasagne crudiste sono pronte. NON DIMENTICARE DI ALTERNARE TUTTI GLI STRATI CON IL PARMIGIANO VEG .Puoi servirle subito a temperatura ambiente, oppure dopo averle “riscaldate” nell’essiccatore per un periodo che va dalla mezz’ora, fino a 2 ore, in base a come preferisci.
  • INVOLTINI DI LATTUGA CON VERDURE COLORATE , SEMI , CAVOLO RICCIO (KALE) , PERA ED UNA SALSA AGRODOLCE :Il primo passo è preparare la salsa speziata, frullando insieme tutti gli ingredienti ed acqua quanto basta per rendere la salsa cremosa al punto giusto.Preparazione del ripieno : Mescola tutti i semi in un recipiente ed aggiungi il mix ottenuto di carota, pomodorini,sedano, pera, kale e peperone tritati, prezzemolo , olio evo , e capperi copri il tutto e metti in frigorifero a riposare.Chiusura e guarnizione degli involtini : dopo aver tolto la parte centrale dura dalle foglie di insalata , sovrapponi almeno 2 metà. Spalma la crema ottenuta e sopra il ripieno ,poi arrotolala creando degli involtini tipo sushi. Puoi anche dargli la forma di un burrito, o utilizzare la crema per farcire crackers o tartine crudiste.
  • HUMMUS DI ZUCCHINE CRUDE : Questi ingredienti servono per preparare una tazza di hummus di zucchine crude: si tratta di una ricetta veloce e molto semplice come puoi vedere.Prima di tutto taglia la zucchina a pezzetti piccoli per facilitare il lavoro alla macchina, poi inserisci tutti gli ingredienti, quindi: la stessa zucchina, tahini, succo di limone o lime , aglio, sale ed olio  in un frullatore, e frulla il tutto finché diventa un composto cremoso.Fai raffreddare la salsa in frigorifero per una mezz’ora, e sei pronto a gustarla bella fresca, accompagnando qualche ortaggio come carota, cetriolo, peperone, rapa, daikon, o anche della semplice lattuga.Se ti piacciono i sapori tosti, puoi anche aggiungere del peperoncino in polvere o della paprika.Io l’ho usato per accompagnare i TARALLI CRUDISTI AL POMODORO.
  • TARALLI AL POMODORO PICCANTI: Frulla i semi di lino per portarli ad uno stato farinoso. Frulla tutti gli altri ingredienti ed aggiungi al termine la farina di semi di lino. Impasta il composto e crea con le mani palline di circa 5 cm, che poi stenderai dandogli la forma di un grissino. Taglia i grissini ad una lunghezza di 7 cm e arrotolali come per formare un cerchio. Fai essiccare il tutto per 7 ore almeno, in base alla croccantezza del composto.
  • PIZZA VEGAN CRUDISTA : Per fare la pasta della pizza: tagliare le zucchine a spaghetti e preparare con il resto degli ingredienti un composto liscio; versare il condimento sulle zucchine, stendere tutto sui fogli dell’essiccatore, con uno spessore basso, e fare asciugare per almeno 6 ore, controllando i tempi di cottura, per far asciugare la crosta al meglio. Per la salsa: unire tutti gli ingredienti nel frullatore sino ad ottenere una crema omogenea, da versare sulla crosta della pizza. Per il condimento della pizza: tagliare tutte le verdure e condire con l’aceto di Mele,olio evo e salsa di soia . Far riposare per almeno 40 minuti fino a che non si ammorbidiscono. Condire e Decorare la pizza con il condimento e qualche foglia di basilico e rimettere in essiccatore per qualche ora sempre massimo a 45 ° .
  • MINI BURGER DI CAROTE, ZUCCHINE E SEMI : Per prima cosa, grattugia carote e zucchine e spezzetta finemente la cipolla. Mescolale insieme ed aggiungi aglio, l’aceto di mele, e l’olio extravergine, mescola di nuovo e tieni da parte in marinatura mentre procedi con il resto.Utilizza il frullatore per polverizzare i semi oleosi: aggiungi quindi mandorle, semi di girasole, semi di lino, semi di chia, e sale. Non stupirti se il sale in questa fase ti sembra poco, anche all’assaggio: l’essiccazione successiva esalterà la sapidità. Ora unisci tutti gli ingredienti in una zuppiera larga ed aggiungi il MISTO SPEZIE.Una volta che hai miscelato tutti gli ingredienti per bene, devi formare I MINI burger con l’impasto ottenuto, e devi riporli nell’essiccatore. Aziona la macchina alla temperatura di 42° per un’ora, poi altre tre ore a circa 30°, al termine delle quali girerai i burger, per terminare con altre 4 ore nell’essiccatore. Dopo un’essiccazione totale di 8 ore, i burger crudisti di zucchine e carote sono pronti per essere serviti…
  • INSALATA CON POMODORINI COLORATI E SALSA DI MARE CON ALGA KOMBU :  il primo passo è lasciare in ammollo per qualche ora gli anacardi ed i semi di girasole.Inserisci tutti gli ingredienti per la salsa nel frullatore rispettandone l’ordine: i semi di girasole e gli anacardi ammollati, il pomodoro, una carota, il succo di limone, un cucchiaio di salsa di soia Tamari, un cucchiaio di lievito alimentare, 2 cucchiaini di alga kombu in polvere, un cucchiaino di olio evo,  cipolla, un pizzico di sale rosa dell’himalaya. Frulla tutti gli ingredienti fino a quando non ottieni un composto cremoso, che può essere utilizzato per accompagnare l’insalata di lattuga, avocado e pomodori, ma anche spalmato su snack o crackers crudisti.
  • “UOVA SODE RIPIENE ” DI POMODORINI :Prepara i pomodori ciliegini, tagliando la parte inferiore e svuotandoli completamente dei semi. Non tagliamo la parte superiore dove c’era il picciolo, perché così possono restare dritti senza fatica.Asciugali bene per evitare che bagnino poi il ripieno.Naturalmente la parte superiore dei pomodorini che avete tagliato mangiatela .Metti l’avocado nel frullatore assieme a: acqua, senape, aceto di mele, sciroppo d’agave, paprika, fumo liquido,cipolla in polvere, prezzemolo, curcuma, sale nero.Frulla il tutto per 30-60 secondi, affinché diventi un composto cremoso ed omogeneo, che metterai in un recipiente e poi in frigorifero a raffreddare per un’ora.Recupera il composto dal frigorifero. Utilizza una sac a poche o un piccolissimo cucchiaino per riempire i pomodori, cercando di creare una sorta di “spirale” man mano che sali verso l’alto.L’ultimo tocco è un pizzico di paprika con cui spolvererai la crema, per dargli un tocco di colore rosso.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!


Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LA MIA SESTA IDEA DI APERICENA CHE ACCONTENTA TUTTI , QUESTA VOLTA UN MIX TRA ORIENTALE,CHETOGENICO ,MACROBIOTICO ED IN PARTE CRUDISTA : SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO , RISO DI KONJAC ED UNA SALSA DI MARE CON ALGHE WAKAME ;RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati);HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI ;CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE;INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA;OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO ;INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA DA UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA.

Molti sono convinti che la capacità di cucinare, o almeno di farlo bene, sia un talento naturale, uno speciale dono, conferito a pochi eletti, e poi ci sarebbero gli altri, quelli ai quali mettere insieme qualcosa di decente da portare in tavola ogni giorno risulti difficile e faticoso.

Io, però, non sono d’accordo. Cucinare bene in parte è manualità, che si conquista solo con la pratica, in parte conoscenza di poche regole, ed in parte – per me quella più importante- è CREATIVITÀ !!!

Come ben sapete già , sono grande fan dei grandi sapori, delle consistenze uniche , della versatilità e, soprattutto, della varietà a tavola. Dai un’occhiata a quest’altro fantastico SESTO APERICENA VEGANO ,GLUTEN FREE , MACROBIOTICO, CHETOGENICO E QUESTA VOLTA DALLE NOTE ORIENTALI!!!

Questa volta ho voluto cucinare dando ancora più importanza alle ALGHE ed ai miei amatissimi FUNGHI SHIITAKE ED CON PASTA E RISO DI KONJAC.

Le alghe non sono più ormai solo un piatto stravagante da gustare nei ristoranti cinesi e giapponesi quando capita, sono entrate nell’alimentazione occidentale già da parecchi anni, sotto forma di varie pietanze e piatti originali.

Di alghe esistono davvero di molti tipi, più o meno saporite o delicate, ricche di proprietà nutrienti come minerali, proteine, mucillagini preziose.

– I Funghi Shiitake ,Di origine asiatica, sono ormai diventati di uso comune anche in Italia grazie alla diffusione di ricette come il Ramen. Molti grandi chef hanno sostituito porcini, cardoncelli e pioppini con gli shiitake conferendo ai loro piatti una nota umami («gradevolezza al palato»)ancora più interessante. I funghi shiitake sono ricchi di proprietà e benefici.

Il fungo shiitake Ã¨ uno dei funghi più coltivati al mondo e cresce in luoghi molto umidi in cui temperatura, luce e vento sono costanti.

Il sapore dei funghi shiitake è terroso con una punta di dolcezza. Ricordano chiaramente l’umami e la loro consistenza è soda e callosa. I funghi shiitake sono ricchissimi di proprietà nutrizionali e hanno uno scarso apporto calorico. In Cina i funghi shiitake sono considerati un vero elisir di lunga vita. Riducono sensibilmente i livelli di colesterolo nel sangue e sono considerati degli antinfiammatori naturali. I funghi shiitake sono ricchi di selenio, zinco, rame e vitamina D.

I funghi shiitake sono commestibili in molti modi. Non solo possono essere saltati, arrostiti o in camicia, ma anche consumati crudi . Si abbinano molto bene con risotti, zuppe, salse, ragù e piatti wok.

Le alghe ed i funghi in generale sono 2 ingredienti che ormai spesso fanno capolino tra gli scaffali della cucina, ma che non sempre sappiamo utilizzare: ecco qualche piccolo suggerimento , per delle ricette gustose , senza glutine , con un’umami al palato meraviglioso e adatti naturalmente ad una cucina vegetale , macrobiotica ma anche chetogenica.

– Il konjac è una  radice molto antica , usata soprattutto in Asia, che da qualche anno è entrata anche nelle cucine occidentali. Conosciuto anche come  patata di konjac  o  lingua del diavolo , è  utilizzato soprattutto per fare una pasta, chiamata shirataki .

Una delle sue caratteristiche principali è quella di  non contenere glutine e avere un apporto calorico molto basso . Vediamo cos’è, quali sono le sue proprietà nutrizionali e vengono utilizzarlo in cucina.

Il  konjac  Ã¨ un tubero che può raggiungere dimensioni e peso molto elevato: cresce in Asia ed è particolarmente usato in Cina e Giappone. Da questo tubero si ricavano  due preparazioni: una gelatina che viene usata come addensante e una pasta light 

Come addensante, si trova anche in preparazioni industriali: è molto usato, ad esempio, nelle caramelle, dove viene denominato con la sigla E425.

La pasta, detta  shirataki di konjac,  viene invece ricavata dalla radice essiccata e poi ridotta in polvere: si presenta  sotto forma di spaghetti sottili, dall’aspetto molto simile a quello dei noodles 

1) SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC: Questo sushi a base vegetale presenta fette croccanti di cetriolo , carote,daikon ,tofu affumicato avvolte in riso di konjac e nori con una salsina a base di tahini , salsa di soia , alga wakame ,cipolle e sesamo.

2)RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati) :Il ramen è un tipico piatto giapponese a base di spaghetti di frumento serviti in brodo , spesso insaporito con salsa di soia o miso e con guarnizioni come carne e alghe marine secche. Io ho sostituito gli spaghetti di frumento con TAGLIATELLE DI KONJAC e LA CARNE , con i meravigliosi FUNGHI SHIITAKE , insieme a verdure autunnali come IL CAVOLFIORE , LA ZUCCA , SPINACI CAVOLO RICCIO E BRODO DASHI, che solitamente è un brodo di pesce, indispensabile nella cucina giapponese, usato come base di minestre e come ingrediente liquido di molte preparazioni. Il dashi forma la base per la zuppa di miso, il brodo chiaro, i noodles in brodo, e molte altre preparazioni . Io naturalmente ho veganizzato tutta la ricetta ,sostituendo il pesce , lasciandolo totalmente felice di continuare a vivere , con funghi shiitake , quest’ultimi usati anche per preparare il mio brodo dashi vegano , con un’umami marino dato dall’alga kombu.

3) HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI  :hummus crudista, ottimo per accompagnare altre verdure o ad esempio “crackers” o altri stuzzichini essiccati o come ho fatto io i CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE . L’hummus classico, probabilmente già lo sai, è preparato con i ceci cotti, ma essendo comunque una ricetta versatile, può essere creata anche con altri metodi, seguendo i dettami della dieta crudista.Questa ricetta mette insieme CRAUTI ROSSI e Tahin, (crema di semi di sesamo), che combinate assieme, garantiscono una digestione scorrevole.Il discorso vale allo stesso modo se utilizzi l’hummus per condire qualsiasi altro ortaggio crudo, soprattutto quelli a foglia verde.Poi Il cavolo rosso è un ortaggio che aiuta la pelle, gli occhi, difende dall’invecchiamento precoce, rafforza il sistema immunitario, aiuta ad avere ossa più forti, è disintossicante e migliora la salute del cuore. E’ un ortaggio ricco di antiassiodidanti, sostanze nutrienti, vitamine e minerali.

4) CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE : Nella fase di passaggio ad una dieta crudista vegana, tra gli alimenti che potrebbero mancarti maggiormente, con ogni probabilità c’è anche il pane. Ma non è il caso di disperarsi: se hai ancora il desiderio di gustare quel tipo di consistenza soffice dentro, e croccante fuori, tipica del pane cotto in forno, ora lo puoi fare anche con la sua versione completamente crudista e vegan.Ti stupirai di come si possa preparare un vero e proprio panino utilizzando principalmente verdure ed ovviamente, un buon essiccatore.

5) INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA : Le foglie di VITE fanno da involucro di questi gustosi cannelloni ripieni con una saporita farcia ALLA QUINOA, CAROTE E “RICOTTA SALATA DI MANDORLE CRUDISTA “

6) OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO:Il rotolo di frittata di farina di ceci con SHIITAKE e ripiena DI CAVOLO RICCIO ED ALGHE WAKAME è di fatto un secondo piatto vegano , però se servito in monoporzioni può diventare anche un succulento antipasto.Un’esplosione di salute , una propria iniezione di salute e benessere.La preparazione è molto semplice; la cottura della frittata in forno o in friggitrice ad aria poi rende questo piatto leggero e di sicura riuscita

7) INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA : Sei stufo della solita insalata verde o mista che trovi al supermercato? Leggi le ricette delle insalate crudiste che ti propongo in questo blog , per scoprire accostamenti di sapori e colori, che non avresti mai immaginato.

SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC E SALSA DI MARE
Per 1 rotolo:
  • 50 gr di riso DI KONJAC ( 50 gr cotto corrispondono a circa 225 gr)+1 cucchiaino di salsa di soia +sale+olio evo+aceto di mele
  • 1/2 panetto di tofu tagliato a fettine +qualche goccia di fumo liquido+1 cucchiaino di salsa di soia
  • bastoncini di carote e cetriolo
  • daikon essiccato e ammollato
  • tappetino per sushi
  • 1 FOGLIO DI ALGA NORI









Per la salsa di mare
  • alga wakame
  • 1 piccola cipolla rossa
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • 1 cucchiaino di tahini
  • 1 pizzico di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati)
Per il brodo dashi vegan
  • (6 FUNGHI SHIITAKE SECCHI+QUALCHE PEZZETTO DI ALGA KOMBU+ACQUA + MIO DADO GRANULARE FATTO IN CASA CON GLI SCARTI) ; arricchito da 1 carota Bio;
  • 1 cipolla Bio;Qualche foglia di spinaci Bio;Qualche foglia di cavolo riccio Bio;Qualche spaghetto di daikon secco ammollato;Qualche rosetta di broccoli colorati (verdi,bianchi,arancioni,viola) Bio;Sale integrale.
Per i funghi saltati in padella:
  • 6 Funghi shiitake; (due per commensale, quelli cotti nel brodo)
  • Un filo d’olio d’oliva di buona qualità
  • 2 cucchiaini rasi di salsa di soia ;
Per la zucca profumata agli aromi e sesamo:
  • 1 pezzetto di zucca Bio;
  • aglio granulare ;
  • Sale integrale ;
  • Aromi misti (origano, timo, rosmarino, salvia etc..) Bio;
  • semi di sesamo;
  • olio evo
Per i ravanelli bolliti:
  • 6 ravanelli Bio (due per commensale);
  • 1 rametto di rosmarino Bio;
  • Qualche foglia di salvia Bio;
  • Sale integrale.
9Per le cime di rapa scottate:
  • Poche cime di rapa Bio;
  • Qualche goccia di limone
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • Sale
Per le fettuccine di konjac
  • 1 confezione di fettuccine di konjac ( 250 gr sgocciolate)
  • succo di 1 limone o lime
  • 1 cucchiaio SALSA DI SOIA GLUTEN FREE O TAMARI
  • olio evo
  • acqua
  • sale



HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI

  • 400 gr circa di crauti rossi ,
  • 3 cucchiai di tahini, 1/2 limone o lime spremuto,
  • uno spicchio d’aglio piccolo (a piacere),
  • 1 cucchiaino di sale marino,
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • paprika
CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE
  • 200 gr cavolfiore,
  • un cucchiaio di curcuma,
  • sale marino integrale
  • qualche goccia di fumo liquido per una delicata affumicatura ( opzionale) ,
  • 1 cucchiaio di semi di chia,
  • 100 gr di cuticole di psillio,
  • 50 gr di lievito alimentare,
  • 1 zucchina grande
INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA ( 8 involtini)
  • 16 FOGLIE DI VITE
  • 50 g QUINOA
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla rossa
  • 1 foglia Alloro
  • 50 g  ricotta salata di mandorle crudista (50 GR di mandorle, 240 GR CIRCA d’acqua, mezzo cucchiaino di polvere di probiotici.In aggiunta alla ricotta PER AVERE LA RICOTTA SALATA : 2 cucchiai di TAHINI, 1/2 cipolla tritata, 2 cucchiani lievito alimentare, mezzo spicchio d’aglio schiacciato, pizzico di noce moscata, pizzico di peperoncino.)
  • timo
  •  Aglio granulare
  •  Prezzemolo
  • 1 cucchiaio Olio di oliva extra vergine
  • Sale
  • Aceto di mele
OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO
Per l’Omelette ( 1 omelette diametro aperta 17 cm)
  • 35 gr di farina di ceci
  • 15 gr di amido di mais
  • 150 ml circa di acqua
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 carota grattugiata
  • Erba cipollina q.b.
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • 2/3 funghi shiitake SECCHI AMMOLLATI
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • lievito alimentare
  • q. b. di sale
Per il Ripieno
  • ½ cetriolo
  • alghe wakame saltate con semi di sesamo e salsa di soia
  • 100 gr. di cavolo nero
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA
Per il condimento
  • 2 cucchiai di olio evo,
  • 1 cucchiaino succo di limone o lime,
  • prezzemolo,
  • erba cipollina,
  • 1 cucchiaio di mandorle spellate,
  • mezzo avocado sbucciato,
  • 1 spicchio d’aglio tritato,
  • 1 cucchiaino di aceto di mele,
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 60 ml di acqua
Per l’insalata
  • 1/2 zucchina VERDE ,
  • 1/2 zucchina GIALLA
  • Qualche filo di daikon secco ammolalto ,
  • crauti rossi ,
  • 1 cipolla rossa ,
  • 4 ravanelli,
  • 1 manciata di mandorle,
  • 1 manciata di semi di girasole
  • 1 manciata di semi di zucca,
  • sale

Procedimenti

  • SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC E SALSA DI MAREPER IL RISO DI KONJAC,cuocere il riso di konjac con sale e acqua a sufficienza per 12 minuti, o anche di più tanto non scuoce . Condirlo con 1 cucchiaino di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e saltare per 1 minuto , mettere in un piatto e condire con qualche goccia di aceto di mele e lasciare raffreddare. PER LA SALSA ,Affetta la cipolla.Taglia la wakame a pezzettini con un coltello o forbici e copri con acqua tiepida .Aggiungi salsa di soia, tahini , sale,zenzero .Frulla bene per ottenere una salsa liscia e aggiungi il sesamo.PER IL TOFU , tagliarlo a bastoncini e mescolare con qualche goccia di fumo liquido ed 1 cucchiaino di salsa di soia , potete comprare naturalmente già quello affumicato.PER IL SUSHI,Prendere un tappetino da sushi, stenderci sopra un foglio di alga nori con la parte ruvida in alto e distribuire uniformemente il riso lasciando un paio di centimetri liberi alle due estremità. Spalmare la SALSA DI MARE. Mettere sopra al riso qualche bastoncino di tofu affumicato, di carote, cetriolo ed il daikon precedentemente ammollato. Arrotolate il sushi con l’aiuto del tappetino. Lasciare riposare il rotolo per 30 minuti prima di tagliarlo a fettine di circa 2 cm, servire .
  • RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati) : Per il brodo , Prendi una pentola , versaci dentro 8 tazze d’acqua ( ed il dado granulare , non obbligatorio)e poi lascia riposare le alghe, i funghi shiitake e la carota a pezzi per circa 30 minuti (non accendere ancora il fornello).Dopo aver messo a bagno il kombu e shiitake per 30 minuti, è il momento di accendere il fornello e farli bollire a fuoco vivo. Tagliamo finemente ogni verdura;Uniamo nella pentola con gli atri ingredienti .Far bollire per 25 minuti.Dal momento che hai messo solo 8 tazze d’acqua nella miscela, potresti anche voler controllare se l’acqua evapora troppo rapidamente e riempirla per ottenere la quantità di brodo desiderata;Rimuovere i funghi che salterete dopo. Per i funghi saltati in padella,strizziamo bene i funghi cotti nel brodo;e facciamoli saltare in una padella con poco salsa di soia.Quindi teniamo da parte.Per la zucca profumata agli aromi e sesamo,Dalla zucca intera ricaviamone un pezzetto, quanto basta per ottenere un bel pugnetto di zucca per commensale;Eliminiamo i semi dall’interno della stessa;Con un coltello eliminiamo anche la buccia (di solito non la elimino ma in questo caso ho deciso di toglierla);A questo punto tagliamo la zucca a tocchetti;In una padella versiamo un goccio di olio evo;Con un pennello spennelliamo il fondo della padella;Aggiungiamo un pizzico di sale e l’aglio ;Uniamo poi la zucca ed accendiamo la fiamma;Facciamo saltare la stessa aggiungendo, di tanto in tanto, pochissima acqua nella padella così che l’olio non raggiunga mai il punto di fumo;Appena la zucca si sarà ammorbidita, spegniamo la fiamma.Teniamo da parte.Per i ravanelli bolliti,Puliamo e laviamo bene i ravanelli, avendo cura di eliminare bene la terra;In una padella, nella quale avremo adagiato gli aromi, portiamo a bollore dell’acqua già salata;Immergiamo immediatamente i ravanelli quindi facciamoli scottare per 4-5 minuti;Dopodiché eliminiamo gli aromi quindi scoliamo i ravanelli;Teniamo da parte.Per le cime di rapa saltate,Puliamo e laviamo accuratamente qualche fiore di cime di rapa;Nella stessa acqua di cottura dei ravanelli, facciamo saltare per qualche minuto le nostre verdure a foglia verde.Teniamo da parte.Per le fettuccine di KOnjac ,immergete LE FETTUCCINE nel succo di limone o lime , sale e acqua a sufficienza per immergerli completamente. Lasciare agire per 15 minuti e poi risciacquare abbondantemente. Una volta sciacquati e scolati dall’acqua in eccesso, condirli con 2 cucchiaini di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e mettere da parte .Comporre il Ramen,Io ho scelto di impattare il Ramen ponendo al centro del piatto le fettuccine di shirataki, posizionando le altre preparazioni tutte intorno agli stessi, per poi versare il brodo con le sue verdure sugli shirataki fino a che lo stesso arrivasse a riempire 3/4 del piatto. Vi consiglio inoltre di tagliare a metà (o in tre parti) gli shiitake prima di posizionarli nel piatto, in questo modo sarà più semplice mangiarli.Ho terminato poi, guarnendo il Ramen con qualche seme di sesamo tostato.In alternativa potete unire tutti gli ingredienti al brodo del Ramen e versare tutto in una tazza bella grande. Guarnendo poi il piatto con del cipollotto crudo e qualche seme di sesamo tostato.Un Ramen totalmente vegetale che saprà deliziare le vostre papille gustative!
  • HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI : Questi ingredienti servono per preparare una tazza di hummus : si tratta di una ricetta veloce e molto semplice come puoi vedere.Prima di tutto taglia i crauti a pezzetti piccoli per facilitare il lavoro alla macchina, poi inserisci tutti gli ingredienti, quindi: gli stessi crauti, tahini, succo di limone o lime , aglio, sale ed olio  in un frullatore, e frulla il tutto finché diventa un composto cremoso.Fai raffreddare la salsa in frigorifero per una mezz’ora, e sei pronto a gustarla bella fresca, accompagnando qualche ortaggio come carota, cetriolo, peperone, rapa, daikon, o anche della semplice lattuga.Se ti piacciono i sapori tosti, puoi anche aggiungere del peperoncino in polvere o della paprika.Io l’ho usato per accompagnare CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE .
  • CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE :Come primo passaggio, trita le zucchine con un frullatore fino a ridurle in briciole; poi aggiungi anche il cavolfiore, che avrai prima tagliato a piccoli pezzi.Frulla insieme i due vegetali, ed aggiungi uno dopo l’altro anche i restanti ingredienti: curcuma, sale e ,se vuoi dare un retrogusto affumicato,qualche goccia di fumo liquido , semi di chia, cuticole di psillio e lievito alimentare.Ora forma delle fette di pane con l’impasto che avrai ottenuto, stendile su un foglio di carta da forno e mettile nell’essiccatore per almeno 12 ore a 45 °.
  • INVOLTINI PROFUMATISSIMI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA : Fate lessare la quinoa con circa 200 cl di acqua salata e 1 foglia d’alloro.Preparate la ricotta salata di mandorle crudista ,Lascia le mandorle immerse in acqua per qualche ora se avete tempo anche 8 ore , poi spelale per bene, e frullale insieme all’acqua e ai probiotici. Nel caso tu non riesca a procurarti i probiotici, puoi utilizzare del succo di limone, anche se il risultato, ovviamente non sarà lo stesso. Aggiusta di acqua se il composto ti sembra troppo denso.Una volta finito, scola il tutto su un colino a trama fine, ricoperto da una garza che strizzerai per bene, per fare uscire tutto il liquido.Il formaggio ottenuto va fatto fermentare in un posto caldo, per un periodo che va dalle 8 ore ai tre giorni: assaggialo spesso, e in base al tuo gusto decidi se per te è pronto, o vuoi aspettare di più.Una volta concluso questo processo, riponilo in frigorifero, come un normale formaggio.Mescola insieme la ricotta di mandorle,tahini, la cipolla rossa tritata fine, il lievito alimentare, l’aglio schiacciato, la noce moscata e il peperoncino, e metti da parte il composto.
  • Raccogliete la quinoa in una ciotola, unite le carote grattugiate, l’aglio tritato, il timo, la ricotta salata di mandorle crudista , la cipolla e il prezzemolo. Mescolate e aggiustate di sale.Prelevate, una alla volta,le foglie di riempi le foglie di vite ( che io ho acquistato già cotte in salamoia in un negozio etnico)e disponete le foglie una sull’altra, a due a due, in modo da formare un doppio strato.Distribuite al centro delle foglie il composto di quinoa , piegatele su sé stesse formando dei fagottini che vanno fermati con del filo da cucina.Fate scaldare un po’ d’olio in una casseruola dal fondo pesante, mettetevi gli involtini e lasciateli insaporire alcuni minuti, a fiamma bassa, da entrambi i lati. Unite circa 1/2 bicchiere di acqua ( io ho messo il brodo dashi che avevo preparato), salate leggermente, coprite e cuocete per altri 12-15 minuti .
  • OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO,ALGHE WAKAME E CETRIOLO :Come prima cosa ammolliamo i funghi shiitake e le alghe .Dopo di che saltiamo in padella con poco olio i funghi con il cavolo riccio e l’alga , aggiustando di sale ed aggiungiamo 1 cucchiaino di semi di sesamo ed 1 cucchiaio di salsa di soia.
  • Prepariamo la farifrittata. In una ciotola mescolate la farina e la maizena con l’acqua , l’olio , un pizzico di sale , la curcuma e l’erba cipollina. Dovrete ottenere una pastella piuttosto densa.
  • Scaldate una padella antiaderente,Distribuite la carota grattugiata uniformemente e solo i funghi shiitake, mettendo da parte il cavolo riccio che vi servirà per il ripieno .Quindi versate l’ impasto in modo da formare uno strato di circa mezzo centimetro. Tenete presente infatti che la frittata vegana a differenza della tradizionale non aumenta di spessore in cottura .
  • Cuocete a fuoco medio e quando i bordi cominceranno a sollevarsi, aiutandovi con una spatola da cucina o con un coperchio giratela e proseguite la cottura. In totale ci vorranno circa una decina di minuti. Il risultato sarà esterno più croccante ed interno più mordido come l’omelette tradizionale francese
  • Prepariamo il ripieno ,tagliate il cetriolo a julienne ed unirlo con le alghe ed il cavolo riccio, condite il tutto con salsa di soia .
  • Riprendete la frittata ormai fredda, distribuire il ripieno come una striscia al centro della frittata ed il lievito alimentare e chiudete a portafoglio.
  • Taglia a fette la tua omelette vegan e…..gongola per la stanza cantando come faccio io quando mi vengono queste cose deliziose!! 
  • INSALATA DI ZUCCHINE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA : PREPARIAMO IL CONDIMENTO ,inizia tritando finemente prezzemolo, erba cipollina e l’aglio. Poi inserisci tutti gli ingredienti nel frullatore, rispettandone l’ordine, e frulla ad alta velocità per almeno un minuto, finché non otterrai una purea cremosa ed omogenea, una sorta di “maionese” leggera.Aggiusta il gusto a piacere, giocando con ulteriore limone, aglio  o sale, o aggiungi acqua se preferisci un composto più liquido. PREPARIAMO L’INSALATA: taglia le zucchine a strisce sottili con un pelapatate,; taglia i CRAUTI ROSSI a striscioline, i ravanelli a cubetti piccoli.Trita finemente LA CIPOLLA ROSSA e le mandorle. Unisci tutti gli ingredienti preparati alle verdure miste in una ciotola capiente e ricorda di aggiungere anche i semi di girasole E zucca.Non ti resta altro che aggiungere il condimento raw a piacere, mescolare bene, e condire con sale .

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 â˜˜seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




PASTICCINI MIGNON CRUDISTI CON CREMA PASTICCERA DI FRUTTA SECCA , IN 3 VARIANTI : ANANAS ,MELONE E MIRTILLI

Ecco a voi una ricetta crudista semplice ma gustosa.

Questo sarà un fine settimana tutto “CRUDISTA” , lo so lo so cosa starà pensando qualcuno…che mangiare “CRUDO” sia molto triste …ma non è così , non si tratta solo di mangiare una carota od un pomodoro , e domani sera scoprirete quante cose buone si possano mangiare nel ” CRUDISMO VEGANO” , oppure si pensa che ci si debba privare di dolci e cose buone, come vedete voi stessi guardando questi meravigliosi PASTICCINI !!! Anzi tutto il contrario, si riscoprono profumi e sapori che non sentivate più da tempo !!!

Io ho iniziato ad avvicinarmi alla cucina crudista più di 4 anni fa , quando comprai il mio essiccatore , soprattutto incuriosito dalla categoria dei dolci crudisti , dolci semplici ma gustosi che appagassero il mio palato senza troppe calorie.

Allora premetto che non sono un Vegano che mangia totalmente Crudista, ma sono un vegano che ha un amore spropositato per il Crudismo infatti 4 anni fa comprai l’Essiccatore e mi sono avvicinato a questo mondo meraviglioso del Crudismo,studiando e approfondendo. Naturalmente non serve sempre l’essiccatore per preparare i piatti crudisti , basta a volte un frullatore ed un tritatutto…e tanta pazienza per i vari passaggi delle varie preparazioni.

Ho già sperimentato più volte che i dolci vegani crudisti, non hanno nulla da invidiare alla pasticceria tradizionale, per questo oggi vediamo come realizzare questi fantastici PASTICCINI MIGNON CRUDISTI MISTI!

Le creme crudiste possono essere usate come creme al cucchiaio e servite nei più fantasiosi modi possibili. Si possono realizzare in molti modi e son pronte in pochissimi minuti! Sbizzarritevi e date sfogo alla vostra fantasia !!!

Io ho fatto una crema pasticcera crudista con base frutta secca , che poi ho personalizzato aggiungendo la frutta , in modo da avere diverse creme pasticcere e di diverso colore !!!

Ma potresti fare anche creme di sola frutta :

– scegli frutti maturi e adatti :avocado, banane e li puoi abbinare ad esempio a cacao o carruba. per dolcificare uvetta o datteri ;Anche la papaya è cremosa, ma per renderla più solida si deve addensare con un pò di farina di carruba o noci macinate molto fini ; ma puoi usare tutta la frutta che ti piace e di stagione.

-Per dare colori diversi come il verde puoi usare the macha

-Per il giallo la curcuma è imbattibile.

-puoi ottenere altri colori essiccando gli ingredienti e poi polverizzandoli.

-Puoi decorare i pasticcini in mille modi, l’unico limite  la tua fantasia!

Sappiate che in mancanza di un ESSICCATORE, potreste  cuocerli in forno a 40°C per 8/12 ore oppure lasciar essiccare naturalmente al sole per 2 o 3 giorni !!!



INGREDIENTI

Per la base: per 5 pasticcini
  • 50 grammi di uvetta ammollata
  • 5 datteri denocciolati
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di gomma di guar ( opzionale , io ce l’avevo e l’ho messa)
  • 2 carote
  • mezza tazza di MANDORLE ( O FARINA DI MANDORLE),
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere,
  • un pezzetto di zenzero fresco
  • un cucchiaino di curcuma
  • 1 pizzico di sale
  • THE MATCHA E CACAO O CARRUBBA , in modo da colorare la base dei diversi pasticcini.

Per le farciture:

Crema Pasticcera Crudista ( la puoi personalizzare aggiungendo la frutta che desideri , in modo da avere diverse creme pasticcere e di diverso colore)
  • anacardi o noci ,noci di macadamia o mandorle amare ammollati ( io ho usato 40 gr di noci+40 gr di mandorle+40 gr di anacardi che ho ammollato)
  • acqua qb o latte di mandorle crude q.b.
  • olio di mandorle 1 cucchiaino
  • sciroppo di agave o altri dolcificanti ( io ho usato 100 gr di eritritolo che ho ridotto ancora più impalpabile)
  • sale 1 pizzico
  • cannella 1 pizzico oppure vaniglia 1 pizzico
  • PER PERSONALIZZARE LA CREMA IO HO USATO : ANANAS+MELONE+MIRTILLI

PROCEDIMENTO

  • PER LA BASE :Mescola tutti gli ingredienti , Quando avrai ottenuto una palla la puoi avvolgere nella pellicola trasparente e riporla in frigo per almeno 30 minuti. Poi la potrai lavorare.Stendila con il mattarello, procurati una formina da biscotti e taglia le forme. Con le forme ottenute riempi i pirottini, quelli di silicone funzionano benissimo.Fai essiccare sui ripiani dell’essiccatore per almeno 6 ore a 45°, poi gira il pasticcino e togli il pirottino. Completa l’essiccazione per altre 12 ore. Puoi conservare i gusci a lungo conservandoli in luogo fresco e asciutto.
  • Preparate le farciture , Farcite i pasticcini e decorate
  • FARCITURA : Io ho preparato la crema base ( come da ingredienti sopra) poi l’ho divisa in più parti :nella prima ho aggiunto ananas frullato ; nella seconda ho aggiunto mirtilli frullati ; nella terza ho aggiunto una melone frullato , gli altri 2 pasticcini li ho riempiti con la crema alla frutta secca base senza alcuna aggiunta.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

🥬alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

🍾mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
🍄seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




” LA MIA QUARTA IDEA DI APERICENA ” : DOLMADES (Involtini di foglie di vite greci);FETTUCCINE DI KONJAC CON ALGHE WAKAME E PESTO DI CAROTE ;CROSTINI CRUDISTI CON ” BACCALÀ MANTECATO” VEGANO ; DOSAS INDIANE TRADIZIONALI RIPIENE DI MASALA DOSA (  patate,peperone e cavolo cappuccio, con senape, curcuma, zenzero ) ; TAKOYAKI VEGANE ( polpettine giapponesi con “polpo” vegano);FASSOLAKIA GRECA ( fagiolini al pomodoro) ; INSALATA PUNGENTE ED AFFUMICATA ( con pere , ricotta di soia affumicata e chips di carote, bietole, pastinaca e barbabietole

Come ben sapete già , sono grande fan dei grandi sapori, delle consistenze uniche , della versatilità e, soprattutto, della varietà a tavola. Dai un’occhiata a quest’altro fantastico QUARTO APERICENA VEGANO E GLUTEN FREE!!!

Questa volta dopo la bellissima vacanza , anche in Grecia , oltre alla crociera,con Matre Superiora Giovanna ( in arte mia Matre), ho voluto unire dei Sapori Greci . Come sapete al ritorno dalle mie vacanze porto sempre con me i sapori , gli odori e l’umami che ho vissuto visitando luoghi fantastici.Grecia  significa mare, spiagge, tramonti, storia, divertimento… e buon cibo. Offre tante ricette tradizionali dal sapore e dal profumo intenso, piatti dal gusto avvolgente, preparati con ingredienti locali, semplici e tipici della cucina Mediterranea a cui è impossibile resistere. Naturalmente senza rinunciare alle mie reinterpretazioni personali innovative , PASSANDO ANCHE PER LA CUCINA ORIENTALE!!!

DOLMADES (Involtini di foglie di vite greci) : I dolmades sono un piatto tipico della cucina greca, si tratta di involtini in foglia di vite che fanno parte dei tradizionali Mezedes ( dei quali ho fatto incetta in vacanza), misto di antipasti greci spesso accompagnati da un bicchiere di Ouzo, un ottimo distillato a base di anice. I dolmades si preparano con ripieno di riso, erbette e spezie o con l’aggiunta solitamente di carne, che nella nostra ricetta, ho sostituito semplicemente con ceci tritati grossolanamente al coltello per renderli ancora più gustosi. Si tratta di una pietanza nota in tutta la zona dei balcani, tipica anche della cucina turca, libanese, israeliana e armena. Ma vediamo come preparare questa ricetta saporita e leggera per un antipasto originale e ricco di gusto. Non è certo un caso se la vite è una delle piante più rappresentate nel mondo dell’arte. Bella, tenace e generosa in ogni sua componente. E non si deve solo pensare all’uva, e quindi al vino! Anche le sue foglie sono buonissime da mangiare. Lo sanno bene greci ed arabi, che la usano comunemente nei loro tradizionali involtini di vite.Nella versione che ti propongo, il ripieno offre il gusto e la consistenza dei ceci tritati, unita al riso, a numerose spezie tipiche della nostra cucina ed accompagnate dal gusto un po’ acido della vinaigrette senza aceto ( più forse una Citronette con lime ).Gli involtini di vite sono un piatto che puoi facilmente reperire da Maggio ad Ottobre inoltrato, quando questo arbusto rampicante offre le sue foglie migliori.
Provali ed avrai una nuova ragione per apprezzare questa pianta eccezionale!I dolmades sono un piatto molto antico, molti sostengono che le sue origini risalgono addirittura ad Alessandro Magno. Nel corso degli anni e dei secoli il piatto è stato particolarmente apprezzato, i dolmadakia rappresentano a pieno titolo una tecnica di cottura e non sono solo un gustoso antipasto.

FETTUCCINE DI KONJAC CON ALGHE WAKAME E PESTO DI CAROTE : Fettuccine di farina di konjak, arricchite di alga wakame ed un pesto di carote . Se qualcuno non sa cosa sono sia la pasta di KONJAC, è pasta in vari formati di farina di Konjac, UNA RADICE UTILIZZATA IN ASIA DA SECOLI)ideali per ridurre l’apporto calorico giornaliero: contengono solo 12 kcal per 100g e sono ricchi in fibre solubili.La pasta di konjac è infatti composta quasi esclusivamente da acqua e glucomannano, un polisaccaride complesso che si compone di 16 aminoacidi e che Ã¨ ricco di componenti idrosolubili.Un’idea furba per un primo piatto da realizzare al volo.Il pesto è un condimento tradizionale della cucina italiana, e in particolare della Liguria, terra di origine del famosissimo pesto alla genovese, conosciuto e rinomato in tutto il mondo.Il pesto di carote che vi proponiamo oggi è una variante vegan del pesto verde tradizionale, dal gusto più leggero e delicato.Facilissimo e veloce da preparare, il pesto di carote può essere un ottimo condimento per la pasta, si sposa bene con qualunque tipo di pasta.Il gusto fresco e delicato della carota ben si sposa con quello avvolgente della mandorla e alla nota piccante data dal peperoncino in polvere, e all’umami unica delle alghe wakame,dando vita a una crema delicata che nella semplicità dei suoi ingredienti saprà regalarvi grandi soddisfazioni e verrà sicuramente apprezzata da tutti i vostri ospiti.

CROSTINI CRUDISTI CON ” BACCALÀ MANTECATO “ VEGANO : Ho creato una crema da servire su crostini crudisti . Ha un’umami marino e salino. Il crudismo o raw Ã¨ una dieta alimentare che prevede il consumo di alimenti crudi, non lavorati e spesso provenienti da agricoltura biologica; alcune ricette prevedono l’impiego di frutta e verdura, alghe, legumi, cereali, germogli, semi, frutta oleagiosa, superfood come bacche di Goji, maca, erba di grano…tutti cibi che per le loro caratteristiche possono essere considerati alla stregua di integratori naturali.Il crudismo prevede anche il consumo di cibo riscaldato o cotto ad una temperatura compresa tra 40°C e 46 °C, ed in questo caso ci viene in aiuto il meraviglioso essiccatore .

DOSAS INDIANI TRADIZIONALI RIPIENE DI MASALA DOSA : I dosa sono frittelle croccanti e salate, un alimento base nel sud dell’India. Il dosa indiano Ã¨ composto da riso imbevuto e poi drenato e lenticchie nere o rosse , non molto dissimile nell’aspetto ad una crespella o ad una crepe.Trasformata con un robot da cucina e poi combinata con acqua, la miscela produce una pastella sottile che fermenta fino a diventare saporita.La pastella viene stesa su una padella calda e cotta in modo simile a una crêpe fino a quando diventa croccante e deliziosa. Solitamente sono serviti con il MASALA DOSA questo ripieno di patate e cavolo cappuccio con le spezie,aromatizzato con senape, curcuma e zenzero 

TAKOYAKI VEGANE ( polpettine giapponesi con “polpo” vegano) con salsa piccante di peperoni : I takoyaki sono polpette fritte giapponesi di forma sferica , a base di polipo tipiche della cucina di Osaka ed impastate con il brodo dashi, brodo di pesce, indispensabile nella cucina giapponese, usato come base di minestre e come ingrediente liquido di molte preparazioni. Il dashi forma la base per la zuppa di miso, il brodo chiaro, i noodles in brodo, e molte altre preparazioni . Io naturalmente ho veganizzato tutta la ricetta ,sostituendo il polipo , lasciandolo totalmente felice di continuare a vivere , con una preparazione a base di tofu affumicato e funghi shiitake , quest’ultimi usati anche per preparare il mio brodo dashi vegano , con un’umami marino dato dall’alga kombu.Li ho servite con una salsa PICCANTE DI PEPERONI .

FASSOLAKIA GRECA ( fagiolini al pomodoro) : I fagiolini al pomodoro sono un piatto facile, rapido e molto saporito. Ãˆ un’alternativa molto valida e diversa per cucinare questi legumi invece che farli sempre in insalata.  Accompagnati da un po’ di feta vegana o semplicemente del tofu e con qualche fetta di pane, compongono un pasto completo.In Grecia i fagiolini al pomodoro sono un piatto molto comune, che noi chiamiamo ladero (λαδερo) cioè, ricette di verdure o legumi fatte con olio di oliva extra vergine e prevalentemente cipolla e pomodoro.

INSALATA PUNGENTE ED AFFUMICATA : insalata estiva e diversa dal solito , piccante , con frutta secca , cetrioli, zucchine , pera ,ricotta di soia fatta in casa da me ed arricchita da fumo liquido e chips di carote, bietole, pastinaca e barbabietole, che ho acquistato all’unes .

DOLMADES (Involtini di foglie di vite greci) per 15 involtini

Per gli involtini di vite

  • Riso arborio: 150 gr
  • Ceci tritati grossolanamente al coltello: 50gr
  • Aglio granulare q.b.
  • Cipolle:1
  • Foglie di vite : 16
  • Lime: 1
  • Semi di finocchio: 1 cucchiaino
  • Maggiorana secca: 1 cucchiaino
  • Erba cipollina secca: 1 cucchiaino
  • Pinoli :2 cucchiai
  • Menta fresca: 2 manciata
  • Prezzemolo: 2 manciata
  • Sale: q. b.
  • Peperoncino: q. b.

Per la vinaigrette senza aceto

  • Pomodori: 2
  • Cipolle bianche: 1
  • Lime: 0.5
  • Prezzemolo: 1 manciata
  • Menta fresca: 1 manciata
  • Olio extra vergine d’oliva: q. b.
  • Aglio in polvere: q. b.
  • Sale: q. b.
  • Peperoncino: q. b.
FETTUCCINE DI KONJAC CON ALGHE CON ALGHE WAKAME E PESTO DI CAROTE
  • 1 confezione di fettuccine di konjac ( 250 gr sgocciolate)
  • succo di 1 limone o lime
  • aglio GRANULARE
  • SALSA DI SOIA GLUTEN FREE O TAMARI
  • 2 carote medie
  • q.b. foglie di prezzemolo fresco
  • una manciata mandorle con la buccia
  • 3 cucchiai olio evo
  • q.b. peperoncino in polvere
  • q.b. sale fino
  • q.b. alghe wakame
  • q.b.sesamo
  • q.b. vino bianco vegan
  • q.b. lievito alimentare
  • q.b. basilico
CROSTINI CRUDISTI CON ” BACCALÀ MANTECATO” VEGANO
per i crostini
  • 1/2 peperone
  • 100 g di pomodorini colorati
  • 50 g di pomodori secchi
  • aglio granulare
  • 20 ml di olio extravergine d’oliva
  • un mazzetto di prezzemolo fresco
  • 50 g di semi di sesamo
  • 50 gr semi di girasole ammollati
  • 1 cucchiaio di succo di lime o limone
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di origano
  •  1 cucchiaio di alga nori sminuzzata
  • 100 ml di acqua
per il “baccalà mantecato”
  • 300 gr tofu,
  • 250 gr carciofini,
  • 1 cucchiaio capperi,
  • aglio granulare ,
  • sale (1 macinata),
  • latte di soia (150 ml).
  • alga wakame, precedentemente ammollata
DOSAS INDIANI TRADIZIONALI RIPIENE DI MASALA DOSA
Per le Frittelle
  • 150 g di riso crudo
  • 200 g di lenticchie ( meglio rosse e decorticate) crude
  • ½ cucchiaino di sale
  • olio evo , per cuocerle
Per il ripieno di patate
  • 1/2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino di senape
  • peperoncino rosso piccante secco
  • 1 cipolla rossa, a dadini
  • ½ cucchiaino di sale
  • ½ cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 foglio d’alloro
  • aglio, tritato
  • 1 piccolo peperone
  • 2 patate a cubetti
  • ½ tazza di prezzemolo tritato grossolanamente
  • 1/2 cavolo cappuccio
TAKOYAKI VEGANE ( polpettine giapponesi con “polpo” vegano) con salsa piccante di peperoni
Per il brodo dashi vegan
  • 1¼ bicchiere brodo dashi vegano (30 gr FUNGHI SHIITAKE SECCHI+QUALCHE PEZZETTO DI ALGA KOMBU+ACQUA + MIO DADO GRANULARE FATTO IN CASA CON GLI SCARTI)
Per l’impasto delle polpettine
  • 1 bicchiere farina DI RISO
  • 1 cucchiaino aceto di sidro di mele
Per il polpo vegan
  • 200 GR DI TOFU
  • 1 cucchiaio di salsa soia o tamari
  • QUALCHE GOCCIA DI FUMO LIQUIDO
  • 1 Cucchiaio Succo di limone o lime
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • zenzero
  • alga nori disidratata
  • Lievito alimentare disattivato in scaglie
  • 1 Cucchiaio Aglio polvere
  • 1 Cucchiaio Cipolla in polvere
  • Erba cipollina
FASSOLAKIA GRECA ( fagiolini al pomodoro)
  • 600g di fagiolini
  • 2 cipolle grandi
  • olio di oliva extra vergine
  • 600-700 ml polpa di pomodoro
  • acqua
  • sale
  • peperoncino
  • prezzemolo fresco tritato
INSALATA PUNGENTE ED AFFUMICATA
  • 1 cucchiaio aceto mele
  • 3 carote
  • 30 gr mandorle
  • 30 gr noci
  • 50 ml olio extravergine d’oliva
  • chips di carote, bietole, pastinaca e barbabietole
  • 1 pera Kaiser
  • ricotta di soia affumicata ( vedi la mia ricetta della ricotta di soia nel blog , alla quale ho aggiunto qualche goccia di fumo liquido)
  • 1 zucchina cruda a tocchetti
  • 1 cetriolo a tocchetti
  • q.b. sale e peperoncino
  • 20 gr senape



PROCEDIMENTI

  • FETTUCCINE DI KONJAC CON ALGHE CON ALGHE WAKAME E RAGÙ DI CAROTE :immergete LE FETTUCCINE nel succo di limone o lime , sale e acqua a sufficienza per immergerli completamente. Lasciare agire per 15 minuti e poi risciacquare abbondantemente. Una volta sciacquati e scolati dall’acqua in eccesso, condirli con 2 cucchiaini di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e mettere da parte .Trasferisci le carote all’interno del Frullatore  e aggiungi tutti gli ingredienti tranne le alghe, salsa di soia, basilico ,lievito alimentare ,il vino ed il sesamo. Aziona il frullatore e lascialo lavorare fino ad ottenere il pesto. Scaldate 1 cucchiaio di olio evo con mezzo cucchiaio di sesamo, aggiungete le alghe che avrete fatto rinvenire in acqua per qualche minuto ,sfumate con il vino , ed infine aggiungete le fettuccine ,il pesto, la salsa di soia , basilico , lievito alimentare e saltateli per 5’, poi serviteli.
  • CROSTINI CRUDISTI CON PATÈ DI ” BACCALÀ ” VEGANO : Frullate tutti gli ingredienti e mescolare bene, quindi fate riposare il composto 15 minuti. Stendete il composto sui ripiani di un essiccatore e con una spatola formare i quadrati dei crackers, ed essiccate per 24 ore a 40°C, finché i crackers non saranno croccanti.Iniziamo a preparare il baccalà mantecato vegan. Mettiamo tutti gli ingredienti all’interno del frullatore e frulliamo a quando non otterremo una crema densa e omogenea. Quando i crostini saranno pronti e freddi serviamoli con il baccalà vegano.
  • DOSAS INDIANI TRADIZIONALI RIPIENE DI MASALA DOSA : Metti il riso in una ciotola, risciacquare bene e coprire con 4 tazze di acqua fredda. Metti le lenticchie in una piccola ciotola, risciacquare bene e aggiungere acqua fredda per coprire. Lasciare entrambi in ammollo per 4-6 ore.Scolare la miscela di riso e le lenticchie in uno scolapasta separati. Mettere il riso in un robot da cucina, in un frullatore o in un macinino a secco. Aggiungere 1 tazza di acqua fredda e macinare. Ci vorranno circa 10 minuti . Ripetere il processo con la miscela di lenticchie.Unire i due impasti in una ciotola media. Sbattere insieme, aggiungendo abbastanza acqua per ottenere una pastella di medio spessore. Dovreste avere circa 6 tazze. Coprire la ciotola con un canovaccio e mettila in un luogo caldo. Lasciare fermentare fino a quando la superficie è piena di bolle, circa 8 ore. Aggiungere il sale. Utilizzare immediatamente la pastella o conservare in frigorifero per un uso successivo.Prepara il ripieno : Mettere olio in una padella larga a fuoco medio. Aggiungere senape quindi aggiungere peperoncino, cavolo cappuccio a listarelle e la cipolla. Cuocere, mescolando fino a quando le cipolle si sono ammorbidite, circa 5 minuti. Condire leggermente con sale. Aggiungere curcuma, zenzero, alloro, aglio e peperone,Mescolare per ricoprire e lasciare sfrigolare per 1 minuto.Aggiungere patate e 1/2 tazza di acqua o brodo ( io ho usato il brodo dashi vegan che avevo preparato per le TAKOYAKI VEGANE ). Cuocere, mescolando bene per unire, fino a quando il liquido è evaporato. Schiacciare le patate un po’ con il dorso di un cucchiaio di legno. Condire bene con sale, aggiungere il prezzemolo, quindi mettere da parte a temperatura ambiente. (Il ripieno di patate può essere preparato con un giorno di anticipo.)Mettere una padella a fuoco medio. Spennellare con circa 1 cucchiaino di olio vegetale. Aggiungere 1/4 di pastella al centro della piastra. Usando il fondo del mestolo, allargare rapidamente la pastella verso l’esterno con un movimento circolare fino a un diametro di circa 17 cm.circa Versare 1/2 cucchiaino di olio sopra. Lasciare dorare la pastella dosa gradualmente fino a quando i bordi esterni iniziano a sembrare asciutti, circa 2 minuti, cuocendo solo su un lato. Con una spatola, allentare con attenzione dosa dalla piastra. Il fondo deve essere croccante e ben dorato. Mettere 1/2 tazza di ripieno sulla cima del dosa, centrandolo come una striscia nel mezzo del dosa rotondo. Appiattire leggermente il composto di patate. Usando la spatola, piegare i lati del dosa attorno al ripieno per creare una forma cilindrica. Continuare a cuocere i dosa uno alla volta.
  • TAKOYAKI VEGANE ( polpettine giapponesi con “polpo” vegano) : PREPARA IL BRODO DASHI VEGANO ,Prendi una pentola , versaci dentro 8 tazze d’acqua ( ed il dado granulare , non obbligatorio)e poi lascia riposare le alghe ed i funghi shiitake per circa 30 minuti (non accendere ancora il fornello).Dopo aver messo a bagno il kombu e shiitake per 30 minuti, è il momento di accendere il fornello e farli bollire a fuoco vivo. Far bollire per 25 minuti.Dal momento che hai messo solo 8 tazze d’acqua nella miscela, potresti anche voler controllare se l’acqua evapora troppo rapidamente e riempirla per ottenere la quantità di brodo desiderata.Rimuovere i funghi che utilizzerete dopo per le polpettine .Una volta pronto il brodo dashi , Unisci 2 tazze di brodo dashi e l’aceto di sidro di mele con 1 tazza di farina di riso e mescola fino a quando non diventa spumoso.Dopo aver sbattuto fino ad ottenere un composto omogeneo,metti da parte .PREPARA IL POLPO VEGAN,Come prima cosa, mettere in un mixer il tofu , la salsa di soia, il fumo liquido,l’aceto, il succo di limone, i fogli d’alga nori tritati, lievito alimentare in scaglie, aglio in polvere, cipolla in polvere,erba cipollina e olio.Frullare tutto insieme fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Per creare la parte carnosa del polpo vegetale, aggiungere i funghi shiitake che avete messo prima da parte e tritarli finemente a parte.Aggiungerli poi alla crema di mare mescolando con una spatola. Coprire poi con un coperchio e far riposare in frigo.Riprendere il composto di farina e brodo e Se non hai uno stampo tipico giapponeseper cuocerle, prepara l’impasto per takoyaki e mescola con gli ingredienti fino a quando l’impasto è malleabile, ,Quindi stendi l’impasto fino a uno spessore di circa 2 cm. Tagliarlo a pezzi di circa 3 × 3 cm. aiutandoti con le mani umide prendi una parte di impasto e Riempi ogni buco fino a riempirlo all’80% circa e guarnisci con la crema di polpo vegano. Coprite con la pastella rimasta. Formate una palla rotonda e usate la farina sulle mani in modo che non si attacchi.Cuocere per pochi minuti, in padella , o come ho fatto io in friggitrice ad aria per 8/9 minuti a 190 °con qualche puff di olio evo.Continua a girare fino a doratura, togli dal fuoco e servi con la tua salsa preferita od al naturale.Io ho fatto una crema piccante di peperoni.
  • FASSOLAKIA GRECA ( fagiolini al pomodoro) : Puliamo i fagiolini tagliando le due estremità e laviamo molto bene. Scaldiamo l’olio e mettiamo a soffriggere la cipolla tagliata e fette.Quando la cipolla risulta morbida e trasparente aggiungiamo i fagiolini freschi o congelati e la polpa di pomodoro.Aspettiamo un po’ che tutti gli ingredienti si appassiscano, aggiungiamo il sale zed acqua a sufficienza e chiudiamo con il coperchio.Lasciamo cuocere per 30 minuti a fuoco basso.Serviamo a tavola in una ciotola larga e bassa e guarniamo con abbondante prezzemolo fresco tritato e peperoncino.
  • INSALATA PUNGENTE ED AFFUMICATA : Preparate la ricotta di soia ed aggiungete il fumo liquido.Lavate con cura gli ortaggi e la frutta, privandoli della buccia.Inserite nel Tritatutto nell’ordine, le noci, le mandorle, l’olio, l’aceto, la senape, il sale e il peperoncino, lasciando emulsionare e tenendo da parte. Tagliate gli ortaggi, la frutta e la ricotta e raccogliete il tutto in un piatto di portata capace.Aggiungere le chips e Condite con la salsa, lasciandola cadere dovunque e servite immediatamente. 
  • DOLMADES (Involtini di foglie di vite greci) :Prepariamo il ripieno, fai bollire il riso in una pentola con poco sale.In una padella, metti a soffriggere la cipolla tritata con l’aglio, fino a quando non si sono ammorbiditi.Versa anche i ceci tritati ed i pinoli e fai cuocere ancora per qualche minuto.Appena il riso è pronto, scolalo e versalo nella pentola con il resto.Infine aggiungi il succo di lime assieme a tutti gli altri sapori, mescola bene e fai insaporire per qualche minuto, prima di spegnere il fuoco.Facciamo gli involtini di vite, riempi le foglie di vite ( che io ho acquistato già cotte in salamoia in un negozio etnico, un cucchiaio
  • di ripieno e quindi arrotolale per creare degli involtini.Cuociamo gli involtini e prepariamo la vinaigrette,Metti un poco d’olio in una padella bassa e non molto grande.Disponi al suo interno gli involtini di vite a spirale, così da tenerli attaccati tra loro e da evitare che si aprano durante la cottura.Prepara una miscela con lime, sale, peperoncino e sufficiente acqua da ricoprire gli involtini e quindi versala nella padella.Copri la padella con un coperchio e accendi il fuoco a fiamma bassa, facendo cuocere per circa 30 minuti, o fino a quando il liquido che copre gli involtini sarà completamente evaporato (in caso, passati i 30 minuti, leva il coperchio per farlo assorbire prima).Dopo di che fateli asciugare e raffreddare sopra uno strofinaccio , prima di metterli in frigo.Ora passa alla vinaigrette: per farla, devi semplicemente tritare tutti gli ingredienti freschi , mischiarli bene assieme alle spezie secche ed al succo di lime.Non ti resta che servire tutto in tavola e gustarti il pasto!Li potete godere al meglio a temperatura ambiente , ma meglio freddi

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




I BENEFICI DELLA FRUTTA SECCA E DISIDRATATA

Quante volte vi sarà capitato di vedere diete iperproteiche senza frutta secca “perché ingrassa”? Ma sono falsi miti!

In realtà la frutta secca e disidratata non fa ingrassare; anzi, è un ottimo nutriente per l’organismo.

Viene considerata frutta secca tutta la frutta contenuta in un guscio. Invece la frutta disidratata è la frutta fresca sottoposta a prolungata essiccazione. La prima fornisce soprattutto grassi.

Noi italiani siamo poco abituati ad utilizzarla come complemento della nostra dieta giornaliera, invece gli orientali spesso la integrano nei loro piatti, aggiungendo così importanti proprietà nutritive in un unico pasto.

Perché lo fanno?

La frutta secca e disidratata è importantissima per la nostra salute perché è ricca di “grassi sani”, cioè Omega – 6 e Omega – 3 che aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Ma attenzione: non tostate la frutta secca, altrimenti li distruggete! Infatti i grassi con il calore si disperdono.

A colazione, a pranzo, a cena, non importa il momento in cui la consumate, ad eccezione della frutta secca disidratata. In quel caso è meglio consumarla al mattino perché ricca di zuccheri.

Come per tutti gli alimenti, si consiglia di evitare gli eccessi, perché accumulerete calorie e basta dal momento in cui superate l’apporto giornaliero consigliato. Non fidatevi di chi vi dice il numero esatto di noci, mandorle, ecc… ad occhio. 

Ognuno di noi consuma una quantità di energia diversa in base a tanti fattori: dall’attività fisica fino alle vostre specificità corporee, età, sesso, ecc…

Pertanto non si può stabilire a prescindere quanta frutta secca e disidratata consumare al giorno, bisognerà farlo dopo un’accurata analisi personale. Ma in ogni caso, sappiate che potete integrare questi sfiziosissimi alimenti praticamente ad ogni pasto.

Esistono due tipi di frutta secca:

  • Frutta secca polposa disidratata

costituita da datteri, prugne secche, fichi secchi e uva passa. Non hanno grandi quantità di grassi, anzi, talvolta sono del tutto assenti. È zuccherosa e contiene molte fibre.

  • Frutta secca a guscio

pistacchi, noci, mandorle, pinoli, nocciole, castagne e noci di cocco. In questo caso ci sono molti grassi mentre gli zuccheri sono quasi del tutto assenti. È stata chiamata anche “frutta oleosa” o “lipidica”. 

I benefici del consumo di frutta secca e disidratata

Consumare frutta secca e disidrata fa talmente tanto bene che spesso questi alimenti vengono considerati superfood ed è consigliato il loro consumo immediatamente dopo aver svolto attività fisica perché aiuta a recuperare le energie e ricostruire il tessuto muscolare.

  • La frutta secca ha proprietà antiossidanti, contiene infatti vitamina B ed E che aiutano a combattere i radicali liberi. Inoltre grazie alla presenza di ferro, zinco, potassio e calcio, favorisce la concentrazione e contribuisce alla regolazione della pressione.Ma non solo, ha un effetto anche sul buonumore e protegge dall’invecchiamento.
  • La frutta disidratata è un vero toccasana per la remineralizzazione delle ossa. Contiene agenti antiossidanti che agiscono sul sistema cardiovascolare, proteggendo i vasi sanguigni. Ma esistono anche proprietà specifiche per la tipologia di frutta disidratata.
  • La più comune è quella lassativa delle prugne, che depurano e combattono la stitichezza.Ma anche l’uva passa ha lo stesso tipo di effetto.A dispetto dell’associazione comune tra frutta disidratata e apporto calorico, la papaya invece ha un ottimo effetto dimagrante e stimola anche il sistema immunitario.Un frutto disidratato molto utilizzato dagli sportivi è l’ananas per il suo ricco apporto di sali minerali, potassio, vitamine e magnesio.

Come potete vedere i benefici della frutta secca e disidratata sono tantissimi e ogni tipologia possiede particolari proprietà che possono essere utili nei diversi momenti della giornata.

Imparare a integrare nel modo corretto questi alimenti può essere la carta vincente per avere un’alimentazione equilibrata e sana, che fornisca tutti i nutrienti giusti per ogni periodo dell’anno.

Non perdete altro tempo. Iniziate a inserire la frutta secca e disidratata nelle vostre giornate!

Hai solo un modo per nutrirti sempre in profondità e non solo con il cibo, ma con i consigli e le informazioni GIUSTE !!!

  

Se ti è piaciuto questo articolo ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividilo sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 â˜˜seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog




CIOCCOLATO BIANCO VEGANO E CRUDISTA

Questo cioccolato bianco vegano è così morbido e cremoso che te ne innamorerai totalmente. Con solo 6 ingredienti, è anche un gioco da ragazzi.

Ottenere cioccolato bianco vegano può sembrare difficile, ma in realtà È una ricetta super semplice che ha un sapore assolutamente divino.

Il cioccolato bianco , anche nella versione vegana ,ha generalmente 4 ingredienti principali: burro di cacao, zucchero, latte in polvere e vaniglia per aggiungere sapore,

ed Ã¨ caratterizzato da un aspetto giallo pallido o avorio,

ma io ho voluto omettere il latte veg ( solitamente si usa quello in polvere di riso o cocco)e creare un tipo di cioccolato bianco anche crudista !!!

Nel complesso, non è affatto difficile rendere crudista , vegana e chetogena la ricetta tradizionale: ti basterà sostituire lo zucchero con un dolcificante a zero calorie come l’eritritolo.

Il temperaggio del cioccolato Ã¨ una tecnica utilizzata nella lavorazione del cioccolato, una fase fondamentale per far cristallizzare il burro di cacao in maniera corretta, arrivando ad ottenere un prodotto finale che non si rompa troppo facilmente ma che si sciolga gradevolmente in bocca e soprattutto che abbia un bell’aspetto lucido e omogeneo, senza quella antiestetica patina bianca che si vede a volte sulla superficie del cioccolato e poi se la fase del temperaggio è fatta bene potreste anche lasciarlo a temperatura ambiente senza bisogno di riporlo in frigo.

In parole povere, è un raffreddamento graduale e controllato, si porta il cioccolato a diverse temperature ben specifiche, che cambiano a seconda del tipo di cioccolato .

Basta un termometro da cucina … !

Naturalmente il temperaggio non influisce sul crudismo del nostro cioccolato , perchè Secondo la dieta crudista, “42” esprime la massima temperatura a cui il cibo si può sottoporre prima di essere assunto. In base a tale filosofia alimentare, il superamento dei 42°C comprometterebbe i nutrienti, le vitamine, i Sali minerali e gli enzimi presenti nel cibo.



INGREDIENTI

  • 200 g Burro di cacao (tritato)
  • 80 gr di farina di mandorle ( o anacardi tritati)
  • 4/5 cucchiai di eritritolo ridotto a velo ( oppure 4 cucchiai di xilitolo , oppure 2 cucchiai di succo di agave crudo)
  • 1 pizzico di vaniglia in polvere ( potete ometterla)
  • 1 pizzico di sale integrale

Procedimento

  • Sciogli a bagnomaria il burro di cacao : Metti il ​​burro di cacao tritato in una ciotola resistente al calore e posizionalo su una casseruola con qualche centimetro di acqua. Assicurarsi che la ciotola non tocchi l’acqua e coprire con un coperchio fino a totale scioglimento.
  • Una volta sciolto il burro di cacao , aggiungiamo tutti gli altri ingredienti.
  • Giriamo a mano con una frusta fino a che tutto sia ben amalgamato
  • versiamo il cioccolato fuso negli appositi stampi che preferite precedentemente inumiditi con acqua per facilitare poi la liberazione del cioccolato una volta solidificato( anche le formine del ghiaccio), lasciare raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo per 2 ore circa .
  • A questo punto liberiamo il nostro cioccolato dagli stampi e gustiamolo da puro o utilizziamolo per la preparazione dei nostri dessert preferiti !!!
  • Io lo utilizzerò per preparare una TORTA CREMINO VEGAN
  • Per la conservazione potete avvolgerlo in carta forno e pellicola trasparente o riciclare involucri di tavolette che avete acquistato .

Temperaggio cioccolato

  1. Innanzitutto dovrete sciogliere il cioccolato a bagnomaria , portandolo lentamente a una temperatura compresa tra i 42°C e i 50°C.( per il bianco meglio 42° )
  2. Quindi dovrete far raffreddare gradualmente il cioccolato fuso, dovrete togliere il recipiente dal pentolino e mescolare energicamente fino ad abbassare la temperatura a 26-28°C.( per il bianco meglio 26°)
  3. Infine dovrete rialzare la temperatura: rimettete il cioccolato a bagnomaria e fate salire nuovamente la temperatura, portandola fino ai 29-31°C. ( per il bianco meglio 29°)
  4. Importante: se per errore doveste scaldare troppo il cioccolato in questa fase, arrivando a superare i 33°C, dovrete ricominciare dall’inizio!

Se la fase di Temperaggio è fatta bene puoi conservarlo a temperatura ambiente , oppure Conservalo in frigo e goditi ogni volta che vuoi una dolce ricompensa. Conservano perfettamente in frigo per alcune settimane. Quindi se vuoi tenerli più a lungo Conservali nel congelatore.

ACQUISTA I PRODOTTI CIBOCRUDO IN COLLABORAZIONE CON VIAGGI&ASSAGGIFELICI

CIBO CRUDO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 â˜˜seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog




“CiboCrudo”: AZIENDA di alimenti e supefood più nutrienti perchè lavorati a basse temperature


CIBO CRUDO

Con GRANDISSIMO piacere vi annuncio la collaborazione con

CiboCrudo

Tutti prodotti ,alimenti e supefood più nutrienti perchè lavorati a basse temperature

vegetali, crudi, biologici, senza glutine, per donare benessere a chi li acquista

LI HO PROVATI PERSONALMENTE E NON POSSO CHE CONSIGLIARVELI !!!

Prodotti con cortesia e con un servizio clienti fatto con il cuore.

Sia per chi vuole prediligere l’alimentazione Raw-vegan, sia per chi vuole integrare ed alternare la dieta vegana non crudista con prodotti crudisti che salvaguardano ancora di più la nostra salute!!!

Più volte vi ho parlato della Cucina Crudista ed anche dell’uso dell’Essiccatore ( qui trovate il mio articolo di approfondimento e poi nella parte shop potreste anche comprare se vi va https://viaggieassaggifelici.blog/2020/11/20/essiccatore/ ) .

In tutte le epoche della storia sono esistiti uomini che hanno proclamato l’effetto benefico della dieta crudista.

Più recentemente il crudismo, più conosciuto come raw food è attivo da molti anni, soprattutto in America !

Cosa mangiano i crudisti ?

Il crudismo si divide tra coloro che sostengono lo stile vegan, vegetariano o addirittura onnivoro. 

Io sostengo e vi parlo naturalmente del crudismo vegan, credo infatti sempre che una vita sana ed etica non debba passare per la sofferenza di nessuno.

La dieta crudista vegan prevede l’uso di frutta, verdura, noci, semi e germogli coltivati in maniera biologica. Questi cibi possono essere consumati tali e quali o nella preparazione di frullati, succhi o, come vedrete, in appetitose ricette che non hanno nulla da invidiare alla cucina tradizionale. 

Nel crudismo i cibi non sono sottoposti a calore superiore ai 42°, una temperatura che non permette di distruggere enzimi e tutte le qualità nutrizionali.

Al posto della cottura i cibi vengono tagliati, affettati, frullati, centrifugati, marinati o disidratati.

Si tende a pensare che magiare crudo sia molto triste. Non si tratta di mangiare una carota o un pomodoro o di privarsi di dolci e cose buone. Al contrario ho scoperto come non bisogna privarsi proprio di nulla!

Io ho comprato inizialmente il mio essiccatore proprio per scoprire i dolci crudi , e sono arrivato alla conclusione che sono una delle cose più buone e salutari che abbia mai mangiato!

Il crudismo garantisce un apporto di vitamine e minerali non alterati dai processi di cottura !!!

Detto ciò non mi ritengo un sostenitore del Crudismo al 100% , ma mi piace sperimentare , alternare la mia cucina vegana cotta a quella cruda …utilizzando soprattutto ingredienti di prima qualità e biologici quando riesco ed è per questo che acquisto spesso prodotti dell’azieda CIBOCRUDO

Al tuo primo ordine avrai € 5 di sconto inserendo il mio codice personale 509FM nel campo dei coupon alla fine dell’ordine prima del pagamento .

ALL’INTERNO DEL MIO BLOG TROVERETE DIVERSI BANNER CHE VI PORTANO DIRETTAMENTE SUL SITO DI “CIBOCRUDO”

CiboCrudo è l’estensione di noi stessi e del nostro stile di vita 

è l’azienda che permette di avere una vita migliore !

Per chi vuole

solo i migliori alimenti al mondo che nutrono in profondità l’organismo in quanto sono essiccati a basse temperature e hanno queste caratteristiche: vegetali, crudi, biologici, senza glutine, per donare benessere a chi li acquista,prodotti con cortesia e con un servizio clienti fatto con il cuore. 

CiboCrudo è alimenti e supefood più nutrienti perchè lavorati a basse temperature per un’ alimentazione crudista, per un cibo semplice, fatto da materie prime eccezionali, alimenti che hanno un valore nutritivo straordinario.

Tra esse, l’azienda CiboCrudo va a cercare le migliori varietà ed i migliori produttori, senza pensare al costo, ma solo alla qualità. Quando selezionano i prodotti, fanno questo processo: 

  • Studiano l’alimento,
  • Valutano le zone dove esso è prodotto e dove ha la sua migliore origine e cultura di lavorazione
  • Cercano in quella zona, i migliori produttori di ciascun alimento
  • Le testano in maniera artigianale, cioè le annusano, le assaporano, le gustano nelle ricette e valutano anche la passione dell’azienda
  • Selezionano solo le migliori 3

La loro filosofia si basa sull’alimentazione crudista ,che sia un modo semplice di mangiare e che debba essere eseguita mangiando al 70-80% alimenti crudi ed il resto possono essere alimenti cotti fatti da materie prime integrali, come riso integrale, marmellate di solo frutta senza zucchero, sottoli con olio di oliva, pseudo-cereali senza glutine come la quinoa o il sorgo.