1

CANNELLONI DI GRANO KHOROSAN CON BROCCOLI , FETA VEGAN AUTOPRODOTTA , SCALOGNO E NOCCIOLE

Come rendere I CANNELLONI ancora più sfiziosi e profumati? Basta preparare l’impasto della pasta con farina di grano khorosan , il potere antiossodante dei broccoli si unirà alla croccantezza delle nocciole e la feta donerà un tocco di sapore e di sapidità che ben si sposa con gli altri ingredienti, finendo con una immancabile besciamella con latte di soia e farina di riso.

Ho usato la FETA VEGANA che ho preparato in questi giorni , con un procedimento CRUDISTA , utilizzando il mio essiccatore ,se utilizzerete anche yogurt crudista diventerà a tutti gli effetti una ricetta totalmente CRUDA !!!

Magari più avanti in un prossimo articolo vi parlerò dello yogurt crudista e vegano !!!!

Per preparare questi CANNELLONI ho utilizzato la FARINA BIO DI GRANO KHOROSAN : Il grano Khorasan è un’antica varietà di frumento diventata famosa con il nome del marchio Kamut; ricco di interessanti proprietà nutritive e benefici per la salute, scopriamo tutte le sue caratteristiche e come usarlo nelle ricette.

Il Khorasan è un tipo di grano duro ED Il fatto che la pianta di grano Turanicum non abbia mai subito nessun tipo di intervento genetico da parte dell’uomo, e che quindi il suo chicco presenti le caratteristiche originarie, fa entrare di diritto il Khorasan nella famiglia dei cosiddetti Grani Antichi,CHE LO differenziano dal frumento tradizionale, che invece ha subito modificazioni a livello genetico da parte dell’uomo, al fine di selezionare piante con caratteristiche il più possibile idonee alla coltivazione e ad ottenere una buona resa.

Grano Antico non solo di nome ma soprattutto di fatto: pensa che la storia del grano Khorasan, che forse è più probabilmente una leggenda, fa risalire questa pianta all’epoca degli antichi Egizi, perché pare che fu scoperta per la prima volta proprio in una tomba Egizia. In realtà è molto più plausibile che la provenienza di questo cereale sia quella Mediorientale: il grano Khorasan infatti prende il nome dall’antica regione persiana di Khorasan – la cui traduzione dal persiano è letteralmente “dove origina il sole” – e comprendeva aree che oggi fanno parte di Afghanistan, Iran, Uzbekistan, Turkmenistan e Tagikistan.

Il Khorasan è una pianta erbacea annuale che proviene dall’Asia Minore.Ad oggi, oltre che nelle sue aree di origine, la coltivazione di grano Khorasan è concentrata in Nord America, in particolare in Canada, ma negli ultimi anni si sono registrati segnali relativi alla diffusione di Khorasan e di altre varietà molto simili anche in Europa e soprattutto in Italia.

Ma dove si coltiva il grano Khorasan italiano? Le aree più predisposte per una buona resa di questo cereale sono quelle più secche dei sud Italia, come gli Appennini e in generale le zone interne più lontane dal mare. 

La zona della Lucania ad esempio ospita il grano Khorasan coltivato in Italia più famoso, o meglio, una varietà di grano praticamente identica al Khorasan che prende il nome di Saragolla, che un tempo rappresentava il frumento duro per eccellenza.

In Abruzzo, nella regione del Gran Sasso, è diffusa invece la varietà Solina.

In Sicilia, vicino alla Valle dei Templi di Agrigento, si coltiva un’altra varietà molto simile al Khorasan, sia per aspetto che per caratteristiche nutrizionali, che prende il nome di Perciasacchi.

Ma non è finita qui: in Italia infatti abbiamo svariate aziende, diffuse soprattutto in Toscana, Puglia e Sicilia, che hanno deciso di portare avanti la coltivazione del grano Khorasan, sempre e rigorosamente con metodo biologico.

Probabilmente non avevate mai sentito parlare di grano Khorasan ma invece conoscete benissimo il Kamut…o forse pensavate di conoscerlo! Che tipo di grano è il Kamut? Diventato molto in voga negli ultimi anni per via delle sue interessantissime proprietà nutrizionali, il Kamut è…grano Khorasan!

“Kamut” infatti non si riferisce a nessuna particolare varietà di grano dalle caratteristiche miracolose, ma è semplicemente il nome di un marchio statunitense dato a una sottospecie di grano molto diffusa in Canada: sì, proprio lui, il Khorasan.

Non è un caso se oggi parliamo di farina di Kamutpasta di Kamut, come se “Kamut” fosse appunto una specifica varietà di grano: in realtà i prodotti con tale denominazione indicano soltanto che il grano utilizzato è di provenienza canadese, in particolare viene prodotto e distribuito dall’azienda fondatrice del marchio: la International Kamut.

Il grano a marchio Kamut è sempre coltivato con metodo biologico  e presenta effettivamente delle interessanti caratteristiche nutrizionali, ma perché non rivolgere definitivamente l’attenzione al Khorasan e alle altre varietà coltivate in Italia? Le proprietà sono pressoché identiche ma la maggior vicinanza permetterebbe di fare una scelta decisamente più ecologica oltre che economica.

Dal punto di vista nutrizionale il grano Khorasan è considerato tra i cereali più ricchi e completi. Il fatto che la pianta di Khorasan non sia mai stata modificata geneticamente per rendere la sua coltivazione più semplice e aumentare la sua resa, ha permesso che questo cereale preservasse fino ad oggi tutte le sue caratteristiche e i suoi valori nutrizionali originari.

Costituito principalmente da carboidrati (circa 70%), vanta una buona dose di proteine (15%) e presenta una quantità considerevole di importanti minerali e vitamine. Il grano Khorasan è più ricco di grassi rispetto al tradizionale frumento; questo aspetto, unitamente al valore proteico, lo rende un cereale piuttosto calorico: le calorie del Khorasan sono pari a 340 per 100 g circa.

Tra i minerali presenti in maggiori quantità troviamo selenio, calcio, ferro, magnesio, zinco, manganese, potassio e fosforo. Tra le vitamine invece, tante vitamine del gruppo B (in particolare vitamina B1B6, ma soprattutto B3, più di 50 mg in 100 g) e la vitamina E (circa 10 mg per 100 g).

Ora vediamo quali sono i principali benefici che il consumo di grano Khorasan può apportare al nostro organismo:

Effetto antiossidante

Stimola il benessere cardiovascolare

E’ energizzante

E’ altamente digeribile

Rappresenta una buona fonte di minerali

Sostiene il funzionamento del sistema nervoso7

Aiuta la funzionalità intestinale7

E’ utile per chi ha problemi di colesterolo. Il grano Khorasan è privo di colesterolo e contribuisce a contrastare il colesterolo “cattivo” (LDL).

il grano Khorasan contiene glutine. Spesso si ritiene erroneamente che i Grani Antichi siano privi di glutine; in realtà, escludendo alcune varietà che hanno effettivamente una percentuale più bassa di glutine, la maggiore digeribilità di questi grani è data dalla preservazione delle loro caratteristiche nutrizionali originarie.

Il grano Khorasan quindi contiene glutine e la sua assunzione è sconsigliata a tutte le persone celiache. La farina di Khorasan anzi, è adatta alla preparazione di prodotti da forno che necessitano di una lunga fase di lievitazione proprio per via della buona maglia glutinica che questo cereale sviluppa.

Rispetto al frumento tradizionale, il grano Khorasan ha un indice glicemico quasi dimezzato, pari a circa 45, molto simile a quello di pseoudocereali come la quinoa. Nonostante ciò è importante che chi soffre di diabete, sovrappeso o altri disturbi metabolici ne moderi il consumo facendo sempre riferimento a uno specialista.

Molto apprezzata non solo per gli interessanti valori nutrizionali che questa farina conferisce, ma anche per la qualità in termini di gusto,ha un sapore particolare che ricorda la frutta secca e tiene la cottura in modo eccellente

La farina di grano Khorasan è una farina di grano duro e come tale è conosciuta anche con il nome di semola. Si distingue per la colorazione ambrata e la consistenza granulosa e rispetto alla farina bianca contiene molte più proteine e presenta quindi un maggior potere saziante. In commercio si può trovare sia la farina di Khorasan integrale, sia la sua versione raffinata.

Facilmente lavorabile, morbida e dal profumo che evoca la nocciola, la farina di Khorasan è ottima per la preparazione di pasta, pane, pizza, focacce, piadina, biscotti e dolciumi vari.

Ingredienti per la sfoglia

  • 345 g farina BIO DI GRANO KHOROSAN
  • 180 ml acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 cucchiaino di curcuma

Ingredienti ripieno

  • 400 g Broccoli
  • aglio
  • 2 SCALOGNI
  • 200 g FETA VEGANA
  • 50 g Nocciole tostate
  • olio d’oliva extravergine
  • noci moscate
  • Sale
  • formaggio grattugiato vegan : (  tritando 10 anacardi + 1 cucchiai di semi di lino tritati + 2 cucchiai di lievito alimentare + 1 pizzico di curcuma in polvere + 1 cucchiaino raso di sale integrale himalaya )

Ingredienti Per la besciamella

  • 50 g Farina di riso
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 600 ml latte di soia
  • Noce moscata
  • Sale

Istruzioni

  1. Sistemate a fontana la farina, versate nel centro l’acqua tiepida, un cucchiaio di olio, curcuma e salate leggermente. Lavorate bene gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia ed elastica, quindi copritela con pellicola da cucina e mettetela in frigorifero per 30 minuti.
  2. Scaldate in una padella 2 cucchiai d’olio e fatevi rosolare dolcemente l’aglio ,Affettate finemente gli scalogni e cuoceteli per 5 minuti a fiamma media in padella con 2 cucchiai d’olio e una spolverata di sale. Unite i broccoli e proseguite ancora per 10 minuti a fiamma media, mescolando di tanto in tanto rompendo il più possibile i broccoli in parti piccole e aggiungendo poca acqua se necessario.
  3. Versate il misto in una ciotola e lasciatelo raffreddare, quindi amalgamatevi la feta sbriciolata con una forchetta e le nocciole tritate.Prelevate metà del composto e frullatelo fino a renderlo vellutato, riponetelo nuovamente nella ciotola insieme al restante e mescolate le nocciole sminuzzate. Salate e profumate con la noce moscata.
  4. Versate in un pentolino la farina di riso setacciata , aggiungete l’olio e formate il roux , aggiungete il latte e portate a ebollizione mescolando con una frusta. Proseguite a fiamma bassa finché il composto si addenserà leggermente, quindi salate e insaporite con una grattugiata di noce moscata.
  5. Dividete l’impasto in parti uguali, quindi sulla spianatoia leggermente infarinata stendetele ottenendo sfoglie molto sottili e rettangolari. Disponete al centro di ciascuna 2-3 cucchiai della farcia , il formaggio grattugiato e un po’ di besciamella, poi arrotolatele formando i cannelloni e tagliando, se necessario, l’eccesso di sfoglia.
  6. Sistemate i cannelloni in una pirofila “, sporcata da uno strato di besciamella, distribuite sulla superficie dei cannelloni la restante besciamella ,formaggio grattugiato e infornate a 180 °C per 25/30 minuti e 10 minuti a 250° .
  7. Se preferite, potete sostituire la feta con il tofu .

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




SOUFFLÈ DI BROCCOLI , TOPINAMBUR E ROBIOLA VEG AUTOPRODOTTA

Che differenza c’è tra flan e soufflé?

🌱I flan  vengono cotti a bagnomaria in forno e, diciamoci la verità, sono più facili da realizzare rispetto ai soufflé.

Il flan non dove avere una conformazione gonfia.

☘I soufflé  vengono cotti in forno alla temperatura di 180° fin quando non diventano belli gonfi. Vanno serviti subito, proprio per evitare che possano sgonfiarsi.

I due vengono serviti a tavola anche in modo differente: il flan si cuoce negli stampi, ma prima di presentarlo agli ospiti dovrete sformarlo; mentre il soufflé va consumato direttamente nello stampo di cottura che, fortunatamente, di solito è in ceramica e ha un aspetto gradevole. In alternativa, potete utilizzare anche i pirottini monouso in alluminio.

TOPINAMBUR:

Cotto, crudo, fritto, ridotto in purea: sono tantissimi i modi per cucinare il topinambur, un tubero dalle innumerevoli risorse: lo sapevate che è privo di glutine e quindi adatto per la dieta dei celiaci? È indicato per chi soffre di diabete perché ha la proprietà di abbassare il livello di assorbimento da parte dell’intestino degli zuccheri e del colesterolo. Inoltre è ricco di vitamina A e B.

Ingredienti Soufflé

  • BROCCOLI freschi 400 g
  • ROBIOLA AUTOPRODOTTA 200 gr
  • Panna di soia autoprodotta 200 ml
  • noce moscata 
  • sale
  • olio extravergine di oliva 
  • Aglio granulare
  • Aquafaba 150 ml ( liquido di governo dei ceci)+ 1 pizzico di cremor tartaro per montare aquafaba ( se non avete aquafaba sostituire con 2 cucchiaini di fecola o amido di mais + 3 cucchiaini d’acqua +1 pizzico di cremor tartaro, montare)
  • Prezzemolo
  • Lievito alimentare
  • 4 cucchiai di farina di ceci
  • TOPINAMBUR 250gr
  • 1 bustina di cremor tartaro + 1 pizzico di bicarbonato oppure 1 bustina di lievito istantaneo
  • Burro veg , margarina oppure olio per imburrare / oliare
  • Pangrattato gluten free

PROCEDIMENTO SOUFFLÉ

  • Bollire il topinambur dopo averlo spazzolato ( Non vanno sbucciati, ma spazzolati in modo da eliminare i residui di terra. Con un coltellino eliminate solo le parti più dure ed eventuali impurità rimaste. Dopo averli lavati bene, immergeteli nell’acqua con il limone, proprio come si fa con i carciofi )
  • Fate cuocere i broccoli a fuoco vivace per circa 10 minuti, salate e cospargete con abbondante prezzemolo e fateli saltare con olio evo e aglio granulare.
  • Frullate il topinambur con il lievito alimentare, la panna di soia, la farina di ceci e una generosa presa di noce moscata grattugiata. Regolate di sale, incorporate metà dei broccoli , la ROBIOLA a dadini piccoli ,il lievito e, delicatamente, l’aquafaba montata a neve ben ferma con una punta di cremor tartaro ( oppure amido di mais montato con acqua )
  • Versate il composto in stampini monoporzione o anche in un unico contenitore in Pyrex o Ceramica, bene imburrati od oliati e cosparso/i di pangrattato gluten free o farina di mais
  • Fate riposare in frigo coperti con pellicola , in modo che lieviteranno anche ed in seguito passate alla cottura .

Cottura SOUFFLÉ

  • in forno: già caldo a 180 °C per 35/40 minuti circa .Aumentate quindi la temperatura a 200 °C e proseguite la cottura per altri 7-8 minuti.
  • in friggitrice ad aria: 15/20 minuti a 180°

Servite subito insieme con i broccoli saltati rimasti.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog




Burger di Fagioli Rossi e Grano saraceno e Crocchette di patate e broccoli , il tutto accompagnato da salsa di yogurt di soia alla curcuma e zafferano, con contorno di funghi prataioli freschi trifolati

Amo fare burger e polpette in casa , questa volta è l’ora dei burger di fagioli rossi e grano saraceno .

Una ricetta completamente senza glutine,possiamo   sostituire il grano saraceno con della quinoa , ma io avevo in casa del grano saraceno da terminare…. ma potreste usare anche Grano tenero, ed in questo caso non sarà più una ricetta gluten Free.

Anche la scelta dei fagioli è personale: potrete utilizzare quelli che più preferite ma io ho scoperto la bontà dei fagioli rossi, ricchi di potassiozinco ferro ma sopratutto con un ottimo quantitativo di vitamina B.

Scopriamo insieme come preparare questi meravigliosi semplici e profumatissimi Burger di Fagioli Rossi e Grano Saraceno

Ingredienti per 7 burgers

  • 400 g di fagioli bio rossi lessi ( io ho usato quelli secchi )
  • 100  g di grano saraceno ( o quinoa)
  • 2 cucchiai  di farina di riso o pangrattato gluten Free
  • lievito alimentare q.b.
  • 1 cipolla tritata
  • 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b.

Per la salsa di yogurt alla curcuma:

  • 150 g di yogurt di soia
  • un cucchiaino raso di curcuma
  • un pizzico di zafferano
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • sale
  • peperoncino ( facoltativo)

Ingredienti per 14 Crocchette di Patate e Broccoli

  • 300 g di patate già pulite ( dolci o se non vi piacciono usate patate normali)
  • 300 g di broccoli
  • prezzemolo q.b.
  • aglio in polvere q.b.
  • Lievito alimentare q.b.
  • farina di mais / farina di riso/ fiocchi di avena tritati per panatura
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b.
  • spezie a piacere

Istruzioni burger

  • Lessa il grano saraceno , precedentemente ben sciacquato, in acqua salata
  • Intanto frullate i fagioli che avrete precedentemente lessato e, una volta ottenuta una crema, aggiungeteci poco pangrattato o farina di riso, lievito alimentare , cipolla, prezzemolo, sale e peperoncino;
  • Aggiungeteci il grano saraceno cotto ( io l’ho tritato grossolanamente ),
  • Fate riposare il composto in frigo per qualche ora
  • Quindi ricavate dei burger con dei coppapasta che lascerete riposare in frigo ancora per qualche ora.

Cottura burgers

  • IN PADELLA:Adagiate i burger su una padella antiaderente precedentemente oliata e cuocili a fiamma minima e con coperchio per 5 minuti per lato;Servi con salsa di accompagnamento.
  • IN FRIGGITRICE AD ARIA :Adagiate i burger nel cestello della friggitrice spruzzali con qualche puff di olio evo e cuocili per 10/12 minuti a 204° ;Servi con salsa di accompagnamento.

Istruzioni Crocchette di Patate e Broccoli

  • Per prima cosa cuocete le patate
  • Intanto sbollentate i broccoli;
  • Quando la patata sarà ben morbida, tagliatela in due e ricavatene la polpa interna, quindi tenetela da parte in una ciotola;
  • Salate, aggiungete peperoncino e arricchite con le vostre spezie preferite il mix di patata;
  • Intanto i broccoli saranno cotti: scolateli e schiacciateli in uno schiacciapatate per rimuovere l’acqua in eccesso, quindi tritateli;
  • Aggiungete i broccoli tritati alle patate e amalgamate il tutto insieme al lievito alimentare;
  • Fate riposare il composto in frigo per qualche ora
  • Create delle crocchette, quindi impanatele , alcune con farina di mais, altre con farina di riso, altre con fiocchi di avena tritati, altre senza panatura, fatele riposare in frigo

Cottura

IN FORNO : adagiatele su una placca da forno ricoperta di cartaforno ;Cuocete in forno preriscaldato a 220° per circa 12 minuti;

IN FRIGGITRICE AD ARIA : adagiatele nel cestello ,spruzzatele con qualche puff di olio evo e cuocete a 204° per 13 minuti

Accompagna tutto con la salsa allo yogurt con curcuma:Amalgamare energicamente con una frusta gli ingredienti per ottenere la salsa d’accompagnamento.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!




LASAGNE BIANCHE DI PANE CARASAU INTEGRALE CON RAGÙ DI CAVOLFIORE E FUNGHI CHAMPIGNON ,CON BESCIAMELLA DI VERDURE

3°PRIMO PIATTO DEL MENÙ VEGAN DELLE FESTE NATALIZIE DI Viaggi&AssaggiFelici

https://viaggieassaggifelici.blog/2021/12/22/crea-il-tuo-menu-vegan-delle-feste-natalizie-con-le-ricette-di-viaggiassaggifelici/

Sapore eccellente e preparazione facilissima.

Le sfoglie sottilissime e croccanti di pane CARASAU una volta farcite con il condimento della lasagna e cotte in forno somigliano moltissimo alla classica pasta ma sono molto più leggere e ovviamente vegan!

Il pane carasau e devo dire che si presta bene ad ogni tipo di condimento! 

L’unica accortezza è quella di lasciare la besciamella abbastanza liquida, il pane assorbe molto e se è troppo densa la lasagna potrebbe risultare un po’ secca; inoltre la cremina si spalma meglio sulla superficie senza pericolo di rompere le sfoglie sottilissime.

Per LA  besciamella veganho scelto questa volta una besciamella di verdure !!!

Il ragù sarà di  funghi e  broccoli che insieme stanno molto bene e sono di stagione !!!

Sono facilissime da preparare e potete congelarle già farcite pronte da cuocere !!!

INGREDIENTI LASAGNE per 4 persone

  • 250g di pane carasau senza glutine ( l’ho acquistato INTEGRALE)



Per il Ragù :

  • 1 carota
  • 400g di cavolfiore
  • 400g di funghi freschi
  • prezzemolo q.b.
  • 1 cipolla
  • aglio granulare q.b.
  • olio evo
  • sale
  • erbe aromatiche
  • peperoncino
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

INGREDIENTI BESCIAMELLA DI VERDURE

  • 1 CIPOLLA
  • 2 CUCCHIAI di olio extravergine d’oliva
  • 1 ZUCCHINA PICCOLA
  • 1 peperone rosso piccolo
  • 1 cucchiaino di dado GRANULARE ( CHE IO FACCIO IN CASA )
  • 500 ml di latte vegetale
  • 50 g di farina ( io di ceci)
  • 1 cucchiaino di sale
  • noce moscata q.b.

LIEVITO ALIMENTARE IN SCAGLIE TRA UNO STRATO E L’ALTRO

PROCEDIMENTO BESCIAMELLA DI VERDURE

  • Tritare la cipolla , Unire poi l’olio e fare un soffritto
  • Aggiungere dunque la zucchina ed il peperone tritati anch’essi
  • Unire ancora il dado e insaporire
  • Aggiungere quindi il latte, la farina, il sale e la noce moscata e continuate a mescolare cuocendo la besciamella a fuoco dolce.
  • Quando la vostra besciamella avrà raggiunto la consistenza adatta spegnete il fuoco .

Procedimento lasagne

  • Trifolate i funghi e cavolfiore a pezzetti con aglio, olio , prezzemolo e peperoncino, tritateli grossolanamente, io l’ho fatto con un frullatore ad immersione.
  • Mettere in un’altra padella le carote e la cipolla tritati , un giro d’olio evo, sale e dopo aggiungere funghi e cavolfiore trifolati ,il concentrato e mezzo bicchiere d’acqua e far cuocere coperto.

Assemblaggio lasagne

  • Ungete la vostra teglia con uno strato di besciamella.
  • Comporre le lasagne quindi preparate un primo strato di pane carasau.
  • Ricoprite con uno strato di ragù ,uno di besciamella ed aggiungete anche un cucchiaio di lievito alimentare .
  • Continuate così per tutti gli strati e copritele con la besciamella di verdura , una spolverata di lievito alimentare in scaglie e passatele in forno caldo a 200° per 30 minuti( Forno Statico)

A cottura ultimata sfornare le lasagne  ed attendere 15 minuti prima di gustarla.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!




Muffin di patate e broccoli con salsa allo yogurt di soia in friggitrice ad aria

Muffin salati super soffici ,da gustare come snack, come appetizer o come di accompagnamento, questi muffin alle patate non passeranno sicuramente inosservati.

L’espressione basita del mio figliuolo Lino  era data dal fatto che mi osservava mentre ballavo e cantavo  mentre cucinavo 🐈😘🤷🏼‍♂️🙋🏼‍♂️🤗🥰😂🥳❤

Ingredienti (per 17 piccoli muffin )

  • 8 gr di lievito secco senza glutine( mezza bustina )
  • 250 gr di patate
  • 250 gr di broccoli
  • 1 cipolla
  • 200 ml di latte di riso
  • 130 gr di farina di riso integrale
  • sale q.b.
  • lievito alimentare qb

Procedimento

  • lessare le patate , i broccoli e la cipolla . e schiacciare le patate , sminuzzare i broccoli e la cipolla in un mixer
  • mischiare le patate , la cipolla ed i broccoli con il latte di riso, il lievito e la farina.
  • aggiustare di sale
  • mettere una dose abbondante di impasto ,puoi usare anche una sac a poche, in dei pirottini per muffin o come ho fatto io , ho usato uno stampo da muffin per friggitrice ad aria con all’interno i pirottini silicone(tenere conto che raddoppieranno quasi di volume)
  • coprire la superficie con lievito alimentare
  • Qualche pouf di olio evo con il mio nebulizzatore di olio.
  • aspettare il raddoppio del volume per 1 ora almeno .

https://amzn.to/36voUAq

https://amzn.to/3dRfCmj

https://amzn.to/3r2DyZ5

https://amzn.to/3xAfPlw

Cottura

  • IN FORNO :infornare a 200° per il tempo necessario alla cottura (20/30 min circa, dipende da quanto li volete croccanti esternamente e umidi internamente).
  • IN FRIGGITRICE AD ARIA : sistemate i muffin direttamente sul cestello naturalmente all’interno dei pirottini e cuocete a 160° per circa 12 minuti verificando già dopo 10 minuti la cottura con uno stecchino e prolungando per altri 2/3 minuti a 180°

Servire con salsa allo yogurt. ⁣

SALSA ALLO YOGURT

INGREDIENTI

  • 125 gr yogurt di soia senza zucchero
  • menta 5/6 foglie
  • sale 1/2 cucchiaino
  • 1/2 limone spremuto
  • paprika dolce
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere

Creare la salsa allo yogurt , frullando yogurt di soia, 1/2 limone, 5/6 foglie di menta, sale, paprika e aglio in polvere (1 cucchiaio).⁣⁣

Lasciare riposare in frigo

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo




Tartine con crema di broccoli e ricotta di soia

Crema di broccoli: la ricetta dell’antipasto perfetto per iniziare cene e pranzi

Le tartine con pesto di broccoli sono molto gustose e stuzzicanti.

Perfette in qualsiasi occasione.

Si preparano in pochissimo tempo con ingredienti semplici e genuini.

Con l’aggiunta di qualche pinolo tostato per renderlo più gustoso.

Il pesto di broccoli, preparato in casa, è ottimo come condimento sul pane abbrustolito e non .

Ma anche per condire un buon piatto di pasta !!!

Preparare la crema di broccoli può essere l’occasione per smaltire dei broccoli lessati che avete in frigorifero e non riuscite proprio a mangiare in altro modo 🙂

Ingredienti

  • 450 gr di broccoli misti lavati e tagliati a pezzi ;
  • aglio granulare q.b.
  • dado granulare per insaporire ( io ho usato il mio fatto in casa , sotto l’articolo la ricetta) 
  • 1 pizzico di curcuma
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva;
  • 150 grammi di ricotta di soia;( in fondo all’articolo la ricetta per preparare la ricotta di soia in casa)
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 1 cucchiaio di pinoli tostati
  • 1 cucchiaio di mandorle tostate

Procedimento:

  • Fate cuocere   i broccoli , mettere tutti gli ingredienti , tranne olio di oliva e ricotta, nel frullatore e frullare energicamente, anche a più riprese, per tritarli il meglio possibile;
  • aggiungere l’olio e la ricotta e frullare ancora per ottenere una crema omogenea;
  • trasferire in contenitori da riporre in frigo o in freezer.

Io come base per le mie tartine ho usato questa volta 2 tipi di pane di segale integrale con semi di lino ed ai 4 cereali, con pasta madre di segale,senza lievito .

https://viaggieassaggifelici.blog/2021/01/25/ricotta-di-soia/
https://viaggieassaggifelici.blog/2021/01/25/ricotta-di-soia/
https://viaggieassaggifelici.blog/2020/12/14/dado-vegetale-granulare/
https://viaggieassaggifelici.blog/2020/12/14/dado-vegetale-granulare/

Se ti è piaciuta questa ricetta metti un #like e commenta sotto l’articolo !!!

Per realizzare queste tartine ho utilizzato questi prodotti di CIBOCRUDO, che se ti va puoi acquistare direttamente cliccando sul link

https://www.cibocrudo.com/alimenti-bio/salse-e-condimenti/lievito?ricerca=liev