1

TRIS DI HUMMUS CON SCALOGNO CARAMELLATO ( hummus di cavolfiore, hummus con avocado e lime, hummus di lenticchie al curry e mango) SERVITI CON CRACKERS DI RISO SOFFIATO AL GUSTO PIZZA E CHIPS DI POLENTA

2°ANTIPASTO DEL MENÙ VEGAN DELLE FESTE NATALIZIE 2022 DI Viaggi&AssaggiFelici

È tra le ricette più celebri della cucina mediorientale. Tutti ne rivendicano la paternità, ma pochi conoscono davvero le origini antichissime dell’hummus: si sa con certezza che viene menzionato nell’Antico Testamento. Semplici ed essenziali gli ingredienti per ottenere una deliziosa crema; a conferire il caratteristico sapore: ceci e tahina, mentre il succo di limone aggiunge un tocco più aspro a bilanciare la dolcezza dei legumi. Da mangiare da solo o in abbinamento con le spezie, i falafel, vari tipi di pane, i pomodorini secchi, le  verdure crude, le olive o lo yogurt . L’hummus (nel mio blog trovate tante versioni compresa  la versione tradizionale, ) si presta a infinite declinazioni. Non vanno dimenticate le affinità con altre celebri ricette tipiche mediorientali come il babaganoush, la salsa di melanzane ( che trovate sempre nel mio blog). Vediamo altri 3 modi alternativi di preparare l’hummus.



INGREDIENTI HUMMUS

Scalogni caramellati

  • 6-8 scalogni tritati finemente
  • ¼ di bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero o agave
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • ¼ di cucchiaino di cannella
  • ¼ di cucchiaino di zenzero
  • ¼ di cucchiaino di noce moscata
  • ¼ di cucchiaino di sale marino
  • ⅛ cucchiaino di pepe nero macinato
  • 1 cucchiaio di olio evo

hummus di lenticchie rosse al curry e mango

  • ▢150 gr  di lenticchie rosse da cotte
  • 1 cucchiaio  di tahin
  • 2 cucchiai di succo di limone/lime
  • 1 spicchio d’aglio
  • ▢1 cucchiaino di curry
  • ▢1 mango
  • ▢qualche mandorla tritata

hummus di cavolfiore

  • 250 gr  di cavolfiore bollito saltato in padella con olio e sale
  • 2 cucchiai  di tahin
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di acqua
  • ▢ mandorle o noci tritate
  • ▢ prezzemolo

hummus di avocado e lime

  • 250 gr  di ceci cotti
  • ▢1 avocado
  • 2 cucchiai  di tahin
  • 3 cucchiai di succo di lime
  • spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di acqua
  • ▢ 1 pizzico di peperoncino
  • ▢ prezzemolo

Procedimenti

  • Scalogni caramellati : Scaldare l’olio evo in una piccola padella a fuoco medio-basso.Aggiungere lo scalogno tritato, il sale e lo sciroppo d’acero e cuocere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.Quando lo scalogno sarà appassito, aggiungete il vino bianco, le spezie e l’aceto di mele.Coprire, abbassare il fuoco al minimo. Cuocere per circa 45 minuti o fino a quando non rimane più liquido.Togliere dal fuoco e mettere da parte.
  • Hummus : Cuocete i ceci e le lenticchie , saltate il cavolfiore in padella con olio evo e sale.
  • Alle singole basi Metti tahini, succo di limone e aglio nella ciotola di un robot da cucina. Processo per 30 secondi.
  • Aggiungere i ceci/lenticchie/cavolfiore e lo scalogno caramellato e frulla.
  • Aggiungere l’acqua e lavorare per altri 30 secondi fino a che liscio e cremoso. Aggiungi più acqua se necessario.
  • HUMMUS DI LENTICCHIE : AGGIUNGERE IL MANGO FRULLATO
  • HUMMUS DI CAVOLFIORE : AGGIUNGERE NOCI TRITATE
  • HUMMUS DI AVOCADO E LIME : AGGIUNGERE AVOCADO FRULLATO ED AL POSTO DEL LIMONE IL LIME
  • Completare con semi di sesamo tostati e gustare.
  • Conservare in un contenitore ermetico in frigorifero per un massimo di una settimana.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




Zuppa Di Asparagi ,Cavolo nero e Piselli Al Curry ;Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita ; Carciofi Ripieni Patate Gratinati;Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati

1) Zuppa Di Asparagi ,Cavolo nero e Piselli Al Curry :Ricca e cremosa zuppa di asparagi cotta nel latte di Mandorla e aromatizzata con curry e facilissima da preparare…il suo profumo esotico ti farà viaggiare verso orizzonti lontani!

2)Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita :Polpettone di tofu tenero e umido di ispirazione vietnamita ! Confezionato con funghi ( io ho usato shiitake), carote e cipolle verdi, 10 ingredienti , ad alto contenuto proteico e 
così facile da preparare! Questo piatto classico vietnamita , chiamato “Chả trứng hấp”, è un polpettone al vapore solitamente preparato con un mix di carne di maiale macinata, funghi orecchioni di legno, uova e condimenti diversi. Si serve come contorno al riso o come antipasto.
Qui, stiamo scambiando la carne con il tofu ed il jackfruit , dando a questo polpettone una consistenza umida e spugnosa! È tenero , leggermente piccante  e delizioso !E la ” crosta di uova ” l’ho sostituita con una frittatina Vegetale (Farina di Ceci e Grano Saraceno ed un pizzico di SALE KALA NAMAK)

3) Carciofi Ripieni con Patate Gratinati : I CARCIOFI RIPIENI VEGAN con PATATE, gratinati e ricoperti da un parmigiano vegan a base di di pistacchi, pan grattato e lievito alimentare in scaglie. Una ricetta vegan, senza glutine, light ma squisita e appetitosa.
Serviteli come antipasto, contorno oppure come un secondo piatto leggero e gustoso adatto a qualsiasi occasione.
Aspetto con trepidazione l’arrivo di novembre perché a casa mia significa una cosa sola: carciofi! Attesa però era ripagata dal sapore pieno, amaro e corposo dei carciofi. I CARCIOFI RIPIENI VEGAN con PATATE sono molto semplici da preparare anche se la ricetta richiede un po’ di tempo, ma il grosso del lavoro lo farà il forno perciò non preoccupatevi!
Ho scelto di riempirli con le patate perché si accompagnano perfettamente con i carciofi e in questo modo ho potuto creare un ripieno cremoso, sostanzioso e saporito. Questa ricetta, grazie ai suoi ingredienti, è ricca di vitamina B12, vitamine del gruppo B e fibre ed è povera di grassi e carboidrati nonché priva di zuccheri! 

4) Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati :
Se stai cercando un’insalata sana, saporita e veloce che urla all’autunno, non cercare oltre! 
Questo presenta finocchio,cipolle e carote che sono state caramellate, aggiungendo dolcezza ed aromatizzati allo zenzero . Quando si tratta del condimento, ho optato per qualcosa di semplice per non sopraffare gli altri sapori di questa insalata. 
L’olio extravergine d’oliva è combinato con aceto di mele , lievito alimentare, peperoncino e rosmarino.



INGREDIENTI Zuppa Di Asparagi ,Cavolo Nero e Piselli Al Curry

  • cucchiaio di olio
  • scalogni a dadini
  • spicchio d’aglio tritato
  • 1 cucchiaino Curry
  • ▢300 gr di asparagi verdi crudi
  • ▢150 gr di piselli
  • ▢200 gr di cavolo nero
  • ▢Insaporitore per verdure, patate e carni in genere  q.b.
  • 250 ml  di latte di mandorla
  • 150 ml d’acqua
  • ½ cucchiaino di sale
  • ⅛ cucchiaino di peperoncino macinato
  • 1 cucchiaino di lievito alimentare
  • ▢succo di 1 lime
  • ▢2 cucchiai di yogurt al naturale di soia per decorare
  • ▢un mazzetto di coriandolo o erbe aromatiche fresche a piacere
  • ▢pinoli tostati

INGREDIENTI Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita

  • ▢250 gr  di tofu
  • ▢ 280 gr di jackfruit
  • 15 gr  di funghi shiitake essiccati messi a bagno in acqua tiepida per 15 minuti
  • ▢150 gr di fagioli mung
  • carota tritata
  • scalogno tritato molto finemente
  • 1 cucchiaino e mezzo di sciroppo d’acero
  • ½ cucchiaino di peperoncino macinato
  • ¾ cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di amido di mais o tapioca
  • ▢ sale q.b.

Glassa di ” frittatina vegan”

  • ▢Pari Quantità di Farina di Ceci e di Grano Saraceno
  • ▢ acqua fredda
  • aglio granulare
  • prezzemolo
  • ▢ sale kala namak

INGREDIENTI Carciofi Ripieni con Patate Gratinati

  • ▢ 250 g patate
  • ▢2 carciofi
  • ▢1 cucchiai olio extra vergine di oliva
  • ▢1 spicchio di aglio
  • ▢1 cipolla rossa
  • ▢1 foglia di alloro
  • ▢un cucchiaio di latte vegetale
  • ▢2 rametti rosmarino
  • ▢3 rametti timo fresco
  • ▢1.5 cucchiai lievito alimentare in scaglie 
  • ▢1 cucchiaini pane grattugiato senza glutine
  • ▢50 g Formaggio vegan GRATTUGGIATO (  tritando 10 anacardi + 1 cucchiai di semi di lino tritati + 10 gr di pistacchi +2 cucchiai di lievito alimentare + 1 pizzico di curcuma in polvere + 1 cucchiaino raso di sale integrale himalaya )
  • ▢sale e peperoncino q.b.

INGREDIENTI Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati

  • ▢ cavolo riccio
  • carote
  • 2 cucchiai di succo di lime
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero
  • 2 cucchiaini di zenzero grattugiato
  • 1 cucchiaio di olio
  • ▢2 finocchi medi
  • ▢60 ml d’acqua
  •  rucola
  • cucchiai di pinoli tostati
  • 1 cucchiaino di semi di girasole
  • 1-2 ravanelli affettati
  • avocado affettato

Dressing

  • cucchiai di olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare
  • ¼ cucchiaino di sale
  • ¼ cucchiaino di rosmarino essiccato
  • ⅛ cucchiaino di peperoncino macinato

PROCEDIMENTI

  • Zuppa Di Asparagi ,Cavolo nero e Piselli Al Curry :Scaldare l’olio in una padella capiente a fuoco medio. Una volta caldo, aggiungere lo scalogno, l’aglio ed il curry. Cuocete per 3-5 minuti, o fino a quando gli scalogni saranno morbidi e dorati.Nel frattempo tagliate gli asparagi a pezzetti di 1 cm e sciacquateli sotto l’acqua fredda. Aggiungere in padella, insieme al cavolo nero e piselli e cuocere per 5 minuti, mescolando regolarmente per evitare che si attacchino.Versare il latte veg, l’acqua, il sale , l’insaporitore e il peperoncino macinato. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per 7-8 minuti, o fino a quando gli asparagi saranno morbidi.Trasferire in un frullatore, mettendo da parte alcuni asparagi , piselli e alcune foglie di cavolo, aggiungere il lievito alimentare e frullare ad alta velocità fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Assaggiate e regolate di sale se necessario. Servire caldo condito con pinoli tostati , degli asparagi ,piselli e cavolo saltati , succo di lime, olio evo e ciuffi di yogurt di soia.

  • Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita : Asciugare il tofu con due fogli di carta assorbente da cucina per rimuovere parte dell’umidità. Trasferire in un robot da cucina e lavorare fino a ottenere una crema liscia. Versare la crema di tofu in una ciotola capiente.Aggiungere il jackfruit precedentemente scolato e saltato in padella, sfilacciato.Scolate i funghi shiitake e affettateli sottilmente. Aggiungete i germogli di fagioli mung, i funghi, la carota tritata , lo scalogno tritato ,lo sciroppo d’acero o agave , il peperoncino macinato, il sale e gli scalogni. Mescolate il tutto fino ad ottenere un composto ben amalgamato. . Assaggiate e regolate a vostro piacimento la salsedine e la dolcezza. Aggiungere l’amido di tapioca e mescolare di nuovo.Foderate uno stampo da plumcake con carta da forno. Metti lo stampo all’interno di uno scolapasta posizionato sopra una pentola di acqua bollente e cuoci a vapore per circa 25 minuti.Nel frattempo, Preparare la Frittatina con Pari Quantità di Farina di Ceci e di Grano Saraceno Diluite con Acqua Fredda fino a Formare una Pastella. Aggiungere Aglio e Prezzemolo Liofilizzati ed un pizzico di SALE KALA NAMAK.Dopo 25 minuti, glassate la pagnotta di tofu con il composto e cuocete a vapore per altri 25 minuti.Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare completamente. Questo polpettone va consumato a temperatura ambiente, o freddo, con un po’ di salsa di soia a parte, o usarlo nei panini.
  • Carciofi Ripieni con Patate Gratinati : Sbucciate e tagliate le patate a cubetti dopodiché lessatele al vapore o in acqua bollente salata. Scolate e mettete da parte.Nel mentre, pulite i carciofi, tagliateli a metà ed eliminate la “barba” con uno scavino o un cucchiaino. ( Si chiama barba o fieno, è il nome delle finissime foglioline interne ).In una padella anti aderente, scaldate l’olio e soffriggete per 2-3 minuti l’aglio, il cipollotto tritato finemente e l’alloro.Trasferite le patate in una ciotola e unite metà del soffitto, il latte vegetale, il rosmarino tritato, il timo e 2 cucchiai di formaggio grattugiato veg. Schiacciate il ripieno di patate con lo schiaccia patate e aggiungete sale e peperoncino a piacere. Mescolate per amalgamare.Unite carciofi al soffritto e rosolateli per 2-3 minuti su entrambi i lati.Versate circa 1l acqua bollente nella padella ( abbastanza per coprire i carciofi ), chiudete con il coperchio e stufate a fuoco medio per 15 minuti circa, fino a quando l’acqua sarà completamente evaporata.Togliete i carciofi dal fuoco e aggiungete il resto del soffritto al condimento.Riempite con il ripieno di patate, spolverate con pane grattugiato, altro formaggio grattugiato.Coprite con poco olio extra vergine di oliva e cuocete in forno 220°C per 10-12 minuti. Oppure in friggitrice ad aria a 200 ° per 10 minuti.Servite i CARCIOFI RIPIENI VEGAN ben caldi come secondo leggero, piatto unico o antipasto sfizioso ma light.
  • Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati : Mondate finocchio, carote e cipolla .Scaldare l’olio in una padella antiaderente a fuoco medio. Una volta caldo, aggiungere i finocchi, la cipolla e le carote e cuocere per circa 8 minuti, o finché le verdure non iniziano a dorarsi.Quindi, versare la salsa di soia, lo sciroppo d’acero , il lime , lo zenzero l’acqua. Cuocere a fuoco medio scoperto per altri 10-15 minuti, o finché non rimane acqua e le verdure si caramellano. Assicurati che si caramellino poiché questo passaggio aggiunge molto sapore. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare almeno 15 minuti.Preparate il condimento: in una ciotolina, mescolate insieme l’olio extravergine d’oliva, l’aceto di mele, il lievito alimentare, il sale, il rosmarino e il peperoncino macinato fino ad ottenere un composto ben amalgamato.In una ciotola capiente, unire la rucola ed il cavolo nero,i pinoli tostati, i semi di girasole e i ravanelli. Aggiungere i finocchi ,la cipolla e le carote caramellati e versare il condimento. Mescolare per ricoprire l’insalata con il condimento.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!



👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
( http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




LA MIA SESTA IDEA DI APERICENA CHE ACCONTENTA TUTTI , QUESTA VOLTA UN MIX TRA ORIENTALE,CHETOGENICO ,MACROBIOTICO ED IN PARTE CRUDISTA : SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO , RISO DI KONJAC ED UNA SALSA DI MARE CON ALGHE WAKAME ;RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati);HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI ;CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE;INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA;OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO ;INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA DA UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA.

Molti sono convinti che la capacità di cucinare, o almeno di farlo bene, sia un talento naturale, uno speciale dono, conferito a pochi eletti, e poi ci sarebbero gli altri, quelli ai quali mettere insieme qualcosa di decente da portare in tavola ogni giorno risulti difficile e faticoso.

Io, però, non sono d’accordo. Cucinare bene in parte è manualità, che si conquista solo con la pratica, in parte conoscenza di poche regole, ed in parte – per me quella più importante- è CREATIVITÀ !!!

Come ben sapete già , sono grande fan dei grandi sapori, delle consistenze uniche , della versatilità e, soprattutto, della varietà a tavola. Dai un’occhiata a quest’altro fantastico SESTO APERICENA VEGANO ,GLUTEN FREE , MACROBIOTICO, CHETOGENICO E QUESTA VOLTA DALLE NOTE ORIENTALI!!!

Questa volta ho voluto cucinare dando ancora più importanza alle ALGHE ed ai miei amatissimi FUNGHI SHIITAKE ED CON PASTA E RISO DI KONJAC.

Le alghe non sono più ormai solo un piatto stravagante da gustare nei ristoranti cinesi e giapponesi quando capita, sono entrate nell’alimentazione occidentale già da parecchi anni, sotto forma di varie pietanze e piatti originali.

Di alghe esistono davvero di molti tipi, più o meno saporite o delicate, ricche di proprietà nutrienti come minerali, proteine, mucillagini preziose.

– I Funghi Shiitake ,Di origine asiatica, sono ormai diventati di uso comune anche in Italia grazie alla diffusione di ricette come il Ramen. Molti grandi chef hanno sostituito porcini, cardoncelli e pioppini con gli shiitake conferendo ai loro piatti una nota umami («gradevolezza al palato»)ancora più interessante. I funghi shiitake sono ricchi di proprietà e benefici.

Il fungo shiitake è uno dei funghi più coltivati al mondo e cresce in luoghi molto umidi in cui temperatura, luce e vento sono costanti.

Il sapore dei funghi shiitake è terroso con una punta di dolcezza. Ricordano chiaramente l’umami e la loro consistenza è soda e callosa. I funghi shiitake sono ricchissimi di proprietà nutrizionali e hanno uno scarso apporto calorico. In Cina i funghi shiitake sono considerati un vero elisir di lunga vita. Riducono sensibilmente i livelli di colesterolo nel sangue e sono considerati degli antinfiammatori naturali. I funghi shiitake sono ricchi di selenio, zinco, rame e vitamina D.

I funghi shiitake sono commestibili in molti modi. Non solo possono essere saltati, arrostiti o in camicia, ma anche consumati crudi . Si abbinano molto bene con risotti, zuppe, salse, ragù e piatti wok.

Le alghe ed i funghi in generale sono 2 ingredienti che ormai spesso fanno capolino tra gli scaffali della cucina, ma che non sempre sappiamo utilizzare: ecco qualche piccolo suggerimento , per delle ricette gustose , senza glutine , con un’umami al palato meraviglioso e adatti naturalmente ad una cucina vegetale , macrobiotica ma anche chetogenica.

– Il konjac è una  radice molto antica , usata soprattutto in Asia, che da qualche anno è entrata anche nelle cucine occidentali. Conosciuto anche come  patata di konjac  o  lingua del diavolo , è  utilizzato soprattutto per fare una pasta, chiamata shirataki .

Una delle sue caratteristiche principali è quella di  non contenere glutine e avere un apporto calorico molto basso . Vediamo cos’è, quali sono le sue proprietà nutrizionali e vengono utilizzarlo in cucina.

Il  konjac  è un tubero che può raggiungere dimensioni e peso molto elevato: cresce in Asia ed è particolarmente usato in Cina e Giappone. Da questo tubero si ricavano  due preparazioni: una gelatina che viene usata come addensante e una pasta light 

Come addensante, si trova anche in preparazioni industriali: è molto usato, ad esempio, nelle caramelle, dove viene denominato con la sigla E425.

La pasta, detta  shirataki di konjac,  viene invece ricavata dalla radice essiccata e poi ridotta in polvere: si presenta  sotto forma di spaghetti sottili, dall’aspetto molto simile a quello dei noodles 

1) SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC: Questo sushi a base vegetale presenta fette croccanti di cetriolo , carote,daikon ,tofu affumicato avvolte in riso di konjac e nori con una salsina a base di tahini , salsa di soia , alga wakame ,cipolle e sesamo.

2)RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati) :Il ramen è un tipico piatto giapponese a base di spaghetti di frumento serviti in brodo , spesso insaporito con salsa di soia o miso e con guarnizioni come carne e alghe marine secche. Io ho sostituito gli spaghetti di frumento con TAGLIATELLE DI KONJAC e LA CARNE , con i meravigliosi FUNGHI SHIITAKE , insieme a verdure autunnali come IL CAVOLFIORE , LA ZUCCA , SPINACI CAVOLO RICCIO E BRODO DASHI, che solitamente è un brodo di pesce, indispensabile nella cucina giapponese, usato come base di minestre e come ingrediente liquido di molte preparazioni. Il dashi forma la base per la zuppa di miso, il brodo chiaro, i noodles in brodo, e molte altre preparazioni . Io naturalmente ho veganizzato tutta la ricetta ,sostituendo il pesce , lasciandolo totalmente felice di continuare a vivere , con funghi shiitake , quest’ultimi usati anche per preparare il mio brodo dashi vegano , con un’umami marino dato dall’alga kombu.

3) HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI  :hummus crudista, ottimo per accompagnare altre verdure o ad esempio “crackers” o altri stuzzichini essiccati o come ho fatto io i CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE . L’hummus classico, probabilmente già lo sai, è preparato con i ceci cotti, ma essendo comunque una ricetta versatile, può essere creata anche con altri metodi, seguendo i dettami della dieta crudista.Questa ricetta mette insieme CRAUTI ROSSI e Tahin, (crema di semi di sesamo), che combinate assieme, garantiscono una digestione scorrevole.Il discorso vale allo stesso modo se utilizzi l’hummus per condire qualsiasi altro ortaggio crudo, soprattutto quelli a foglia verde.Poi Il cavolo rosso è un ortaggio che aiuta la pelle, gli occhi, difende dall’invecchiamento precoce, rafforza il sistema immunitario, aiuta ad avere ossa più forti, è disintossicante e migliora la salute del cuore. E’ un ortaggio ricco di antiassiodidanti, sostanze nutrienti, vitamine e minerali.

4) CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE : Nella fase di passaggio ad una dieta crudista vegana, tra gli alimenti che potrebbero mancarti maggiormente, con ogni probabilità c’è anche il pane. Ma non è il caso di disperarsi: se hai ancora il desiderio di gustare quel tipo di consistenza soffice dentro, e croccante fuori, tipica del pane cotto in forno, ora lo puoi fare anche con la sua versione completamente crudista e vegan.Ti stupirai di come si possa preparare un vero e proprio panino utilizzando principalmente verdure ed ovviamente, un buon essiccatore.

5) INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA : Le foglie di VITE fanno da involucro di questi gustosi cannelloni ripieni con una saporita farcia ALLA QUINOA, CAROTE E “RICOTTA SALATA DI MANDORLE CRUDISTA “

6) OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO:Il rotolo di frittata di farina di ceci con SHIITAKE e ripiena DI CAVOLO RICCIO ED ALGHE WAKAME è di fatto un secondo piatto vegano , però se servito in monoporzioni può diventare anche un succulento antipasto.Un’esplosione di salute , una propria iniezione di salute e benessere.La preparazione è molto semplice; la cottura della frittata in forno o in friggitrice ad aria poi rende questo piatto leggero e di sicura riuscita

7) INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA : Sei stufo della solita insalata verde o mista che trovi al supermercato? Leggi le ricette delle insalate crudiste che ti propongo in questo blog , per scoprire accostamenti di sapori e colori, che non avresti mai immaginato.

SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC E SALSA DI MARE
Per 1 rotolo:
  • 50 gr di riso DI KONJAC ( 50 gr cotto corrispondono a circa 225 gr)+1 cucchiaino di salsa di soia +sale+olio evo+aceto di mele
  • 1/2 panetto di tofu tagliato a fettine +qualche goccia di fumo liquido+1 cucchiaino di salsa di soia
  • bastoncini di carote e cetriolo
  • daikon essiccato e ammollato
  • tappetino per sushi
  • 1 FOGLIO DI ALGA NORI









Per la salsa di mare
  • alga wakame
  • 1 piccola cipolla rossa
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • 1 cucchiaino di tahini
  • 1 pizzico di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati)
Per il brodo dashi vegan
  • (6 FUNGHI SHIITAKE SECCHI+QUALCHE PEZZETTO DI ALGA KOMBU+ACQUA + MIO DADO GRANULARE FATTO IN CASA CON GLI SCARTI) ; arricchito da 1 carota Bio;
  • 1 cipolla Bio;Qualche foglia di spinaci Bio;Qualche foglia di cavolo riccio Bio;Qualche spaghetto di daikon secco ammollato;Qualche rosetta di broccoli colorati (verdi,bianchi,arancioni,viola) Bio;Sale integrale.
Per i funghi saltati in padella:
  • 6 Funghi shiitake; (due per commensale, quelli cotti nel brodo)
  • Un filo d’olio d’oliva di buona qualità
  • 2 cucchiaini rasi di salsa di soia ;
Per la zucca profumata agli aromi e sesamo:
  • 1 pezzetto di zucca Bio;
  • aglio granulare ;
  • Sale integrale ;
  • Aromi misti (origano, timo, rosmarino, salvia etc..) Bio;
  • semi di sesamo;
  • olio evo
Per i ravanelli bolliti:
  • 6 ravanelli Bio (due per commensale);
  • 1 rametto di rosmarino Bio;
  • Qualche foglia di salvia Bio;
  • Sale integrale.
9Per le cime di rapa scottate:
  • Poche cime di rapa Bio;
  • Qualche goccia di limone
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • Sale
Per le fettuccine di konjac
  • 1 confezione di fettuccine di konjac ( 250 gr sgocciolate)
  • succo di 1 limone o lime
  • 1 cucchiaio SALSA DI SOIA GLUTEN FREE O TAMARI
  • olio evo
  • acqua
  • sale



HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI

  • 400 gr circa di crauti rossi ,
  • 3 cucchiai di tahini, 1/2 limone o lime spremuto,
  • uno spicchio d’aglio piccolo (a piacere),
  • 1 cucchiaino di sale marino,
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • paprika
CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE
  • 200 gr cavolfiore,
  • un cucchiaio di curcuma,
  • sale marino integrale
  • qualche goccia di fumo liquido per una delicata affumicatura ( opzionale) ,
  • 1 cucchiaio di semi di chia,
  • 100 gr di cuticole di psillio,
  • 50 gr di lievito alimentare,
  • 1 zucchina grande
INVOLTINI PROFUMATISSIMI DI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA ( 8 involtini)
  • 16 FOGLIE DI VITE
  • 50 g QUINOA
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla rossa
  • 1 foglia Alloro
  • 50 g  ricotta salata di mandorle crudista (50 GR di mandorle, 240 GR CIRCA d’acqua, mezzo cucchiaino di polvere di probiotici.In aggiunta alla ricotta PER AVERE LA RICOTTA SALATA : 2 cucchiai di TAHINI, 1/2 cipolla tritata, 2 cucchiani lievito alimentare, mezzo spicchio d’aglio schiacciato, pizzico di noce moscata, pizzico di peperoncino.)
  • timo
  •  Aglio granulare
  •  Prezzemolo
  • 1 cucchiaio Olio di oliva extra vergine
  • Sale
  • Aceto di mele
OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO , ALGHE WAKAME E CETRIOLO
Per l’Omelette ( 1 omelette diametro aperta 17 cm)
  • 35 gr di farina di ceci
  • 15 gr di amido di mais
  • 150 ml circa di acqua
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 carota grattugiata
  • Erba cipollina q.b.
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • 2/3 funghi shiitake SECCHI AMMOLLATI
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • lievito alimentare
  • q. b. di sale
Per il Ripieno
  • ½ cetriolo
  • alghe wakame saltate con semi di sesamo e salsa di soia
  • 100 gr. di cavolo nero
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
INSALATA DI ZUCCHINE VERDI E GIALLE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA
Per il condimento
  • 2 cucchiai di olio evo,
  • 1 cucchiaino succo di limone o lime,
  • prezzemolo,
  • erba cipollina,
  • 1 cucchiaio di mandorle spellate,
  • mezzo avocado sbucciato,
  • 1 spicchio d’aglio tritato,
  • 1 cucchiaino di aceto di mele,
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 60 ml di acqua
Per l’insalata
  • 1/2 zucchina VERDE ,
  • 1/2 zucchina GIALLA
  • Qualche filo di daikon secco ammolalto ,
  • crauti rossi ,
  • 1 cipolla rossa ,
  • 4 ravanelli,
  • 1 manciata di mandorle,
  • 1 manciata di semi di girasole
  • 1 manciata di semi di zucca,
  • sale

Procedimenti

  • SUSHI VEGAN CON TOFU AFFUMICATO E RISO DI KONJAC E SALSA DI MAREPER IL RISO DI KONJAC,cuocere il riso di konjac con sale e acqua a sufficienza per 12 minuti, o anche di più tanto non scuoce . Condirlo con 1 cucchiaino di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e saltare per 1 minuto , mettere in un piatto e condire con qualche goccia di aceto di mele e lasciare raffreddare. PER LA SALSA ,Affetta la cipolla.Taglia la wakame a pezzettini con un coltello o forbici e copri con acqua tiepida .Aggiungi salsa di soia, tahini , sale,zenzero .Frulla bene per ottenere una salsa liscia e aggiungi il sesamo.PER IL TOFU , tagliarlo a bastoncini e mescolare con qualche goccia di fumo liquido ed 1 cucchiaino di salsa di soia , potete comprare naturalmente già quello affumicato.PER IL SUSHI,Prendere un tappetino da sushi, stenderci sopra un foglio di alga nori con la parte ruvida in alto e distribuire uniformemente il riso lasciando un paio di centimetri liberi alle due estremità. Spalmare la SALSA DI MARE. Mettere sopra al riso qualche bastoncino di tofu affumicato, di carote, cetriolo ed il daikon precedentemente ammollato. Arrotolate il sushi con l’aiuto del tappetino. Lasciare riposare il rotolo per 30 minuti prima di tagliarlo a fettine di circa 2 cm, servire .
  • RAMEN CON FUNGHI SHIITAKE SALTATI, FETTUCCINE DI KONJAC SALTATE ,RAVANELLI BOLLITI CON SPEZIE, ZUCCA PROFUMATA AGLI AROMI E SEMI DI SESAMO E CIME  DI RAPA SALTATE CON BRODO DASHI ARRICCHITO DA VERDURE AUTUNNALI ( spinaci-cavolo riccio-daikon-broccoli colorati) : Per il brodo , Prendi una pentola , versaci dentro 8 tazze d’acqua ( ed il dado granulare , non obbligatorio)e poi lascia riposare le alghe, i funghi shiitake e la carota a pezzi per circa 30 minuti (non accendere ancora il fornello).Dopo aver messo a bagno il kombu e shiitake per 30 minuti, è il momento di accendere il fornello e farli bollire a fuoco vivo. Tagliamo finemente ogni verdura;Uniamo nella pentola con gli atri ingredienti .Far bollire per 25 minuti.Dal momento che hai messo solo 8 tazze d’acqua nella miscela, potresti anche voler controllare se l’acqua evapora troppo rapidamente e riempirla per ottenere la quantità di brodo desiderata;Rimuovere i funghi che salterete dopo. Per i funghi saltati in padella,strizziamo bene i funghi cotti nel brodo;e facciamoli saltare in una padella con poco salsa di soia.Quindi teniamo da parte.Per la zucca profumata agli aromi e sesamo,Dalla zucca intera ricaviamone un pezzetto, quanto basta per ottenere un bel pugnetto di zucca per commensale;Eliminiamo i semi dall’interno della stessa;Con un coltello eliminiamo anche la buccia (di solito non la elimino ma in questo caso ho deciso di toglierla);A questo punto tagliamo la zucca a tocchetti;In una padella versiamo un goccio di olio evo;Con un pennello spennelliamo il fondo della padella;Aggiungiamo un pizzico di sale e l’aglio ;Uniamo poi la zucca ed accendiamo la fiamma;Facciamo saltare la stessa aggiungendo, di tanto in tanto, pochissima acqua nella padella così che l’olio non raggiunga mai il punto di fumo;Appena la zucca si sarà ammorbidita, spegniamo la fiamma.Teniamo da parte.Per i ravanelli bolliti,Puliamo e laviamo bene i ravanelli, avendo cura di eliminare bene la terra;In una padella, nella quale avremo adagiato gli aromi, portiamo a bollore dell’acqua già salata;Immergiamo immediatamente i ravanelli quindi facciamoli scottare per 4-5 minuti;Dopodiché eliminiamo gli aromi quindi scoliamo i ravanelli;Teniamo da parte.Per le cime di rapa saltate,Puliamo e laviamo accuratamente qualche fiore di cime di rapa;Nella stessa acqua di cottura dei ravanelli, facciamo saltare per qualche minuto le nostre verdure a foglia verde.Teniamo da parte.Per le fettuccine di KOnjac ,immergete LE FETTUCCINE nel succo di limone o lime , sale e acqua a sufficienza per immergerli completamente. Lasciare agire per 15 minuti e poi risciacquare abbondantemente. Una volta sciacquati e scolati dall’acqua in eccesso, condirli con 2 cucchiaini di Tamari /soia e 1/2 cucchiaino di olio evo e mettere da parte .Comporre il Ramen,Io ho scelto di impattare il Ramen ponendo al centro del piatto le fettuccine di shirataki, posizionando le altre preparazioni tutte intorno agli stessi, per poi versare il brodo con le sue verdure sugli shirataki fino a che lo stesso arrivasse a riempire 3/4 del piatto. Vi consiglio inoltre di tagliare a metà (o in tre parti) gli shiitake prima di posizionarli nel piatto, in questo modo sarà più semplice mangiarli.Ho terminato poi, guarnendo il Ramen con qualche seme di sesamo tostato.In alternativa potete unire tutti gli ingredienti al brodo del Ramen e versare tutto in una tazza bella grande. Guarnendo poi il piatto con del cipollotto crudo e qualche seme di sesamo tostato.Un Ramen totalmente vegetale che saprà deliziare le vostre papille gustative!
  • HUMMUS VIOLA CRUDISTA DI CRAUTI ROSSI : Questi ingredienti servono per preparare una tazza di hummus : si tratta di una ricetta veloce e molto semplice come puoi vedere.Prima di tutto taglia i crauti a pezzetti piccoli per facilitare il lavoro alla macchina, poi inserisci tutti gli ingredienti, quindi: gli stessi crauti, tahini, succo di limone o lime , aglio, sale ed olio  in un frullatore, e frulla il tutto finché diventa un composto cremoso.Fai raffreddare la salsa in frigorifero per una mezz’ora, e sei pronto a gustarla bella fresca, accompagnando qualche ortaggio come carota, cetriolo, peperone, rapa, daikon, o anche della semplice lattuga.Se ti piacciono i sapori tosti, puoi anche aggiungere del peperoncino in polvere o della paprika.Io l’ho usato per accompagnare CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE .
  • CROSTINI DI PANE CRUDISTA DI CAVOLFIORE E ZUCCHINE :Come primo passaggio, trita le zucchine con un frullatore fino a ridurle in briciole; poi aggiungi anche il cavolfiore, che avrai prima tagliato a piccoli pezzi.Frulla insieme i due vegetali, ed aggiungi uno dopo l’altro anche i restanti ingredienti: curcuma, sale e ,se vuoi dare un retrogusto affumicato,qualche goccia di fumo liquido , semi di chia, cuticole di psillio e lievito alimentare.Ora forma delle fette di pane con l’impasto che avrai ottenuto, stendile su un foglio di carta da forno e mettile nell’essiccatore per almeno 12 ore a 45 °.
  • INVOLTINI PROFUMATISSIMI FOGLIE DI VITE CON QUINOA E RICOTTA SALATA CRUDISTA : Fate lessare la quinoa con circa 200 cl di acqua salata e 1 foglia d’alloro.Preparate la ricotta salata di mandorle crudista ,Lascia le mandorle immerse in acqua per qualche ora se avete tempo anche 8 ore , poi spelale per bene, e frullale insieme all’acqua e ai probiotici. Nel caso tu non riesca a procurarti i probiotici, puoi utilizzare del succo di limone, anche se il risultato, ovviamente non sarà lo stesso. Aggiusta di acqua se il composto ti sembra troppo denso.Una volta finito, scola il tutto su un colino a trama fine, ricoperto da una garza che strizzerai per bene, per fare uscire tutto il liquido.Il formaggio ottenuto va fatto fermentare in un posto caldo, per un periodo che va dalle 8 ore ai tre giorni: assaggialo spesso, e in base al tuo gusto decidi se per te è pronto, o vuoi aspettare di più.Una volta concluso questo processo, riponilo in frigorifero, come un normale formaggio.Mescola insieme la ricotta di mandorle,tahini, la cipolla rossa tritata fine, il lievito alimentare, l’aglio schiacciato, la noce moscata e il peperoncino, e metti da parte il composto.
  • Raccogliete la quinoa in una ciotola, unite le carote grattugiate, l’aglio tritato, il timo, la ricotta salata di mandorle crudista , la cipolla e il prezzemolo. Mescolate e aggiustate di sale.Prelevate, una alla volta,le foglie di riempi le foglie di vite ( che io ho acquistato già cotte in salamoia in un negozio etnico)e disponete le foglie una sull’altra, a due a due, in modo da formare un doppio strato.Distribuite al centro delle foglie il composto di quinoa , piegatele su sé stesse formando dei fagottini che vanno fermati con del filo da cucina.Fate scaldare un po’ d’olio in una casseruola dal fondo pesante, mettetevi gli involtini e lasciateli insaporire alcuni minuti, a fiamma bassa, da entrambi i lati. Unite circa 1/2 bicchiere di acqua ( io ho messo il brodo dashi che avevo preparato), salate leggermente, coprite e cuocete per altri 12-15 minuti .
  • OMELETTE VEGANA CON SHIITAKE , RIPIENA DI CAVOLO RICCIO,ALGHE WAKAME E CETRIOLO :Come prima cosa ammolliamo i funghi shiitake e le alghe .Dopo di che saltiamo in padella con poco olio i funghi con il cavolo riccio e l’alga , aggiustando di sale ed aggiungiamo 1 cucchiaino di semi di sesamo ed 1 cucchiaio di salsa di soia.
  • Prepariamo la farifrittata. In una ciotola mescolate la farina e la maizena con l’acqua , l’olio , un pizzico di sale , la curcuma e l’erba cipollina. Dovrete ottenere una pastella piuttosto densa.
  • Scaldate una padella antiaderente,Distribuite la carota grattugiata uniformemente e solo i funghi shiitake, mettendo da parte il cavolo riccio che vi servirà per il ripieno .Quindi versate l’ impasto in modo da formare uno strato di circa mezzo centimetro. Tenete presente infatti che la frittata vegana a differenza della tradizionale non aumenta di spessore in cottura .
  • Cuocete a fuoco medio e quando i bordi cominceranno a sollevarsi, aiutandovi con una spatola da cucina o con un coperchio giratela e proseguite la cottura. In totale ci vorranno circa una decina di minuti. Il risultato sarà esterno più croccante ed interno più mordido come l’omelette tradizionale francese
  • Prepariamo il ripieno ,tagliate il cetriolo a julienne ed unirlo con le alghe ed il cavolo riccio, condite il tutto con salsa di soia .
  • Riprendete la frittata ormai fredda, distribuire il ripieno come una striscia al centro della frittata ed il lievito alimentare e chiudete a portafoglio.
  • Taglia a fette la tua omelette vegan e…..gongola per la stanza cantando come faccio io quando mi vengono queste cose deliziose!! 
  • INSALATA DI ZUCCHINE , DAIKON , CRAUTI ROSSI, AVOCADO , CIPOLLA ROSSA, RAVANELLI , FRUTTA SECCA E SEMI MISTI CONDITA CON UNA MAIONESE LEGGERA E CRUDISTA : PREPARIAMO IL CONDIMENTO ,inizia tritando finemente prezzemolo, erba cipollina e l’aglio. Poi inserisci tutti gli ingredienti nel frullatore, rispettandone l’ordine, e frulla ad alta velocità per almeno un minuto, finché non otterrai una purea cremosa ed omogenea, una sorta di “maionese” leggera.Aggiusta il gusto a piacere, giocando con ulteriore limone, aglio  o sale, o aggiungi acqua se preferisci un composto più liquido. PREPARIAMO L’INSALATA: taglia le zucchine a strisce sottili con un pelapatate,; taglia i CRAUTI ROSSI a striscioline, i ravanelli a cubetti piccoli.Trita finemente LA CIPOLLA ROSSA e le mandorle. Unisci tutti gli ingredienti preparati alle verdure miste in una ciotola capiente e ricorda di aggiungere anche i semi di girasole E zucca.Non ti resta altro che aggiungere il condimento raw a piacere, mescolare bene, e condire con sale .

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




“LA MIA IDEA DI APERICENA”: Insalata di Farro e Lenticchie decorticate alla Libanese; Kebab di Seitan ; Polpettine Semplici di Ceci servite con 1 Salsina all’avocado ; Frittata Vegana con Porri e Verdure Miste Di Stagione ;Peperoni Ripieni di Riso ,Verdure e la mia Mozzarella Vegana ; Jambalaya Vegana con Chorizo Vegan ( salsicce spagnole piccanti in versione vegana) ; Flan Di Zucchine Al Curry ; Pizza senza Glutine con base alle lenticchie rosse decorticate

Come qualcuno già saprà , mi annoio facilmente a tavola se ho davanti una sola portata , appunto per questo adoro gli Apericena ,amo gli antipasti ” rinforzati” in parte rappresentati da veri e propri piatti e l’altra da contorni.

Insomma per questo fine settimana , Sabato e Domenica , preparerò tutto questo trionfo di piatti , naturalmente accompagnati da fiumi di buon vino bianco vegan e Domenica cercherò di riposarmi di più davanti ad un bel bicchiere di vino , anzi due, anzi…una bottiglia và!!!

Questo piatto coglie l’essenza della cucina libanese, con verdure, legumi, cereali e spezie tipiche di questa terra, Lo Za’atar è una miscela di spezie originaria del Medio Oriente. Il termine arabo zaʿtar si riferisce ad alcune piante tra le quali maggiorana, origano e timo.

In Libano si mangia tutti insieme: si portano a tavola tanti piattini (“Mezè”) da condividere per assaggiare cose diverse. I meza vengono serviti, in particolar modo nei ristoranti, prima del pasto vero e proprio composto da  uno o più piatti unici (non è possibile, infatti, dividere i piatti della cucina libanese in primi e secondi).

Oppure come in Spagna Con il termine spagnolo tapa si indica un’ampia varietà di preparazioni alimentari tipiche della cucina spagnola, salate e anche dolci, consumate come aperitivi o antipasti

Infine , per preparare questo piatto ,mi sono rifatto anche alla ” MERENDA TOSCANA “ che ho mangiato per diverse sere all’Isola d’Elba durante la mia vacanza che è terminata purtroppo qualche settimana fa : un’insieme di prelibatezze toscane servite in un unico “piattone” naturalmente tutte veganizzate e solo con ingredienti di stagione ed a km zero , in un posto fantastico del quale spero di parlarvi presto in un articolo specifico dove vi racconterò la fantastica Isola d’Elba !!!!

In questo piatto troverete quindi diverse prelibatezze ,Mezè o Tapas o Merende Toscane , chiamiamole come più ci aggrada , ma io ho voluto un pò più rifarmi alla cucina Medio Orientale , rivisitata e forse anche semplificata nelle singole preparazioni !!!

La jambalaya è un piatto creolo della Louisiana di origine provenzale con influenze africane, spagnole e amerindie. Essa è tradizionalmente fatta con verdure e tipiche salsicce spagnole dette Chorizo ,che io ho trasformato in una versione naturalmente totalmente vegana .Non confonderlo con il chorizo ​​messicano, meglio conosciuto nei continenti americani. Il chorizo ​​messicano viene solitamente schiacciato durante la preparazione e ricorda la carne macinata, quindi se non vuoi arrotolare il composto a formare delle salsicce , mettilo in padella e saltalo schiacciandolo con una forchetta.

INGREDIENTI

INSALATA DI FARRO , LENTICCHIE DECORTICATE , VERDURE E SPEZIE
  • 140 gr di farro bio , meglio decorticato
  • 150 gr di lenticchie rosse decorticate bio
  • 1 cipolla rossa
  • 1 bustina di zafferano
  • Una manciata di uvetta,
  • Una manciata di lamelle di mandorle,
  • Una manciata di pinoli,
  • spolverata di zest di lime.
INSALATINA DI POMODORI, CETRIOLI CON SALSA ALLO YOGURT E SPEZIE VARIE
  • pomodorini colorati misti
  • 1 cetriolo
  • 1 zucchina genovese cruda
  • 1 piccolo peperone ( mezzo giallo e mezzo rosso)
  • menta fresca
  • prezzemolo fresco
  • citronette : succo di limone+olio+sale
  • salsina : yogurt di soia al naturale +spezie essiccate (maggiorana, origano e timo), olio, sale
KEBAB DI SEITAN ( con olive taggiasche ed uva )
  • 200 gr circa di seitan fatto in casa o acquistato, al naturale o alla piastra
  • 75 gr di uva bianca
  • olive taggiasche
  • salsa di soia
  • spezie essiccate (maggiorana, origano e timo)
  • olio evo
POLPETTINE DI CECI ( 15 polpettine)
  • 240 gr di ceci cotti
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 50 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di succo di lime
  • q.b. semi di chia
  • 1/2 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cipolla in polvere
Condimento all’avocado e cetriolo
  • avocado
  • 1  cetriolo , sbucciato (lasciare la buccia se lo si desidera)
  • ERBA CIPOLLINA
  • 1 spicchio d’aglio
  • succo di 1/2 limone
  • un pizzico di cipolla in polvere
  • sale , a piacere
  • acqua quanto basta per diluire
FRITTATA VEGANA CON PORRI E VERDURE MISTE DI STAGIONE
  • 70 gr di farina di ceci bio
  • 175 gr di acqua
  • 1 patata
  • 1/2 zucchina
  • 1 porro
  • pomodorini colorati
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie
  • 1/2 cucchiaino di cremor tartaro
  • q.b. sale, rosmarino e olio evo.
PEPERONI RIPIENI DI RISO , VERDURE DI STAGIONE E MOZZARELLA VEGANA
  • 1 Peperone grosso
  • 1 Zucchina
  • 140 g di Piselli cotti
  • mozzarella vegana ( trovate la mia ricetta nel blog)
  • 60 g di Riso ( io avevo in casa un carnaroli)
  • 1 porro
  • basilico fresco
  • QB Olio evo, sale
  • lievito alimentare
JAMBALAYA CON CHORIZO VEGAN
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1cipolla  rossa , tagliata a dadini
  • aglio tritato
  • 1 peperone  a dadini
  •  sedano  a dadini
  • 1 cucchiaino  di paprika
  • qualche goccia di fumo liquido
  • timo essiccato + origano
  • scaglie di peperoncino
  • 1  lattina di pomodori pelati schiacciati
  • 1/2 tazza di riso 
  • 1  Foglia di alloro
  • 2 tazze brodo vegetale ( io uso il mio dado granulare)
  • 125 gr  di fagioli rossi , scolati e sciacquati
  • 2  salsicce vegane  ( chorizo)
  • 1 cucchiaino di sale rosa , o a piacere
  • erba cipollina
CHORIZO VEGAN ( dosi per 2 piccole salsicce)
  • 2 panetti di tofu
  • cipolla tritata essiccata
  • 2 cucchiai di acqua
  • erbe miste essiccate ( io ho usato ariosto per carni e arrosti)
  • 2 cucchiaini di peperoncino
  • 1/2 cucchiaio di paprika
  • qualche goccia di fumo liquido
  • 1 cucchiaio di tamari (o salsa di soia senza glutine)
  • 2 cucchiaini di aceto di mele
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero o agave
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 5 cucchiai di farina di tapioca o amido o farina di riso
FLAN VEGAN DI ZUCCHINE AL CURRY
  • 1 grossa zucchina ( circa 350 gr)
  • 125 g di tofu al naturale
  • 1 porro grande
  • 2 cucchiai di curry in polvere ( OPPURE 2 CUCCHIAI DI CURCUMA+PEPERONCINO)
  • 2 cucchiai colmi di farina di ceci
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • pangrattato o farina di mais
PIZZA CON BASE DI LENTICCHIE DECORTICATE CON OLIVE TAGGIASCHE E LA MIA MOZZARELLA VEGANA
  • 100 g Lenticchie ROSSE decorticate (o altri legumi decorticati)
  • 80 ml Acqua
  • 1/2 cucchiaino Lievito per salati
  • 1 pizzico Sale
  • Spezie a piacere
  • CONDIMENTO : PASSATA DI POMODORO ,OLIVE TAGGIASCHE , MOZZARELLA VEGANA ( CHE TROVATE NEL BLOG)

PREPARAZIONE

  • INSALATA DI FARRO E LENTICCHIE : Lessate lenticchie e farro in acqua bollente e salata (controllate i tempi di cottura di entrambi). Nel frattempo saltate le cipolle con l’olio e, non appena iniziano a dorarsi tenetele da parte su carta assorbente.Poco prima di completare la cottura del farro e delle lenticchie, aggiungete lo zafferano facendolo sciogliere nel liquido di cottura.Componete quindi il piatto, servendo il farro e lenticchie con l’uvetta, le mandorle, i pinoli, la cipolla croccante e una spolverata di zest di lime, aiutandovi con un coppapasta per la presentazione.
  • INSALATINA DI POMODORI, CETRIOLI , ZUCCHINE , PEPERONI CON SALSA ALLO YOGURT E SPEZIE VARIE : Preparate l’insalata tagliando a pezzettini pomodori , zucchina, peperone e cetrioli privati di semi, cipolla rossa, menta, prezzemolo e conditeli con una citronette fatta con succo di limone, olio, sale . Preparate una salsina mescolando lo yogurt con un misto di spezie essiccate (maggiorana, origano e timo), olio, sale.
  • KEBAB DI SEITAN : Preparate del seitan casalingo lasciandolo morbido (OPPURE NATURALMENTE ACQUISTATELO).Mettetelo a marinare per qualche ora anche una notte con la SALSA DI SOIA , l’olio EVO e SEMPRE UN MISTO DI SPEZIE . Quindi preparate gli spiedini alternando il seitan con degli acini di uva e ultimando con le olivette, spalmare con la marinata e Cuocere su una griglia calda finche il seitan non risulta croccante.O in friggitrice ad aria come ho fatto io per 9 minuti a 204°Adagiate gli spiedini sopra l’insalatina, accompagnandoli con la salsina di yogurt.
  • POLPETTINE DI CECI :Tritare tutti gli ingredienti tranne pangrattato e semi che aggiungerete dopo.Lasciare riposare in frigo il composto.Preparare le polpettine che io ho cotto in friggitrice ad aria per 9/10 minuti a 204°, oppure potete cuocerle in padella con un filo di olio.
  • Condimento all’avocado e cetriolo: in un robot da cucina/frullatore, unire tutti gli ingredienti tranne l’acqua. Frullare fino a che liscio. Assaggiate per condire. Aggiungere l’acqua un cucchiaio o due alla volta fino alla consistenza desiderata. Si consiglia di far raffreddare in frigorifero prima di servire. 
  • FRITTATA : Prepariamo la pastella unendo in una ciotola capiente la farina di ceci, mescolando con una forchetta uniamo pian piano l’acqua senza creare grumi. Una volta ottenuta una pastella liscia e abbastanza liquida mettiamola a riposare in frigo ( Qualche ora, meglio se tutta la notte).Al momento di cuocere la frittata prepariamo le verdure: Affettiamo sottilmente la patata , il porro , tagliamo con la mandolina la zucchina . Tagliamo a metà i pomodori. Prendiamo la pastella e rimuoviamo la schiuma che si è formata in superficie, aggiungiamo 1/2 cucchiaino di sale ed il cremor tartaro. Mescoliamo bene.Oliamo una pirofila di 20-22 cm, adagiamo sul fondo le fettine di patate, le zucchine,i porri e i pomodori. Aggiungiamo un po’ di sale e se preferiamo un filo d’olio e saltiamo per qualche minuto. Completiamo con il lievito alimentare e la pastella di ceci.Cuociamo in forno caldo a 190° per circa 40-50 minuti, oppure in friggitrice ad aria a 204 ° per 15 minuti circa o comunque fino a cottura ultimata: la superficie dovrà essere dorata.
  • PEPERONE RIPIENO : Cuociamo i piselli e il riso seguendo le indicazioni riportate sul pacchetto.Facciamo saltare le zucchine lavate e tagliate con un filo d’olio e il porro finché non saranno ben appassiti. Una volta cotte tutte le preparazioni possiamo unirle in una ciotola. Aggiungiamo 100 g di mozzarella VEGANA tagliata a cubetti. Assaggiamo e saliamo , IO aggiungo anche basilico fresco. Laviamo i peperoni e tagliamoli in 2, adagiamoli in una pirofila e riempiamo con la farcitura.Aggiungiamo una spolverata di lievito alimentare ed un filo d’olio e cuociamo a 200° in forno ventilato per una mezz’oretta o in friggitrice ad aria a 200° per 35/40 minuti circa o finché i peperoni saranno ben cotti.
  • JAMBALAYA CON CHORIZO VEGAN :PREPARIAMO la salsiccia CHORIZO VEGAN , ti consiglio di cucinarla prima. Scolare il tofu. Con le mani pulite o una forchetta, sbriciolate grossolanamente il tofu in una terrina media. Aggiungere il peperoncino , la paprika ,la cipolla, il fumo liquido e mescolare con cura per ricoprire uniformemente il tofu con le spezie. Aggiungere il tamari, l’aceto, lo sciroppo d’acero e il concentrato e mescolare ancora una volta.Scaldare una padella antiaderente o ben condita in ghisa da 10 pollici a fuoco medio. Aggiungi 1 cucchiaio di olio evo e metti la tua miscela di tofu nella padella . Distribuire la miscela di tofu in modo uniforme sulla padella in modo che sia in uno strato sottile. Cuocere per 3-4 minuti, indisturbati. Dovrebbe sfrigolare e scoppiettare leggermente; in caso contrario, alza un po’ il fuoco.Una volta che il tofu è ben dorato sul fondo, usa una spatola per capovolgere le sezioni il più uniformemente possibile per dorare l’altro lato per altri 3 minuti. Rompi leggermente la miscela di tofu e mescola per far dorare uniformemente tutti i lati – circa 2 minuti.Mettere in un piatto, aggiungere la farina e impastare con le mani, se serve aggiungere 2 cucchiai di acqua .Forma delle piccole salsicce , arrotolale nella carta forno cercando di farla abbastanza stretta.Arrotolate la carta a un’estremità della salsiccia e legatela con un pezzo di spago o un filo di chiusura.Prima di attorcigliare l’altra estremità, prova a premere il composto all’interno del rotolo verso la prima estremità, creando una forma di salsiccia compatta e ben rotonda.Torcere e legare la carta alla seconda estremità.Quando le vostre salsicce sono pronte per essere cotte, ricoprite il fondo di una casseruola (che può essere utilizzata con cestello o inserto per la cottura a vapore) con circa 3 cm di acqua e inserite il cestello/inserto per la cottura a vapore.Metti i tuoi chorizos nel cestello per la cottura a vapore, chiudi il coperchio e porta l’acqua a bollore.Abbassate la fiamma e fate cuocere le salsicce a vapore per un’ora. Dopo un po’ controllate che dal coperchio esca un leggero flusso di vapore.Estrarre con cautela il chorizo dal cestello per la cottura a vapore. Prima di scartare il chorizo, lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente per farlo rassodare.Il chorizo diventa ancora più sodo se refrigerato per un paio d’ore o durante la notte, rendendolo perfetto per affettare.Tagliatela a pezzetti e cuocetela in una padella con 1 cucchiaio di olio, a fuoco medio fino a doratura, circa 3 – 5 minuti per lato oppure in friggitrice ad aria a 200° .Trasferire su un piattino foderato con un tovagliolo di carta per assorbire l’olio in eccesso. In una padella ampia, scaldare olio a fuoco medio-alto, aggiungere la cipolla, l’aglio, il sedano e i peperoni, far rosolare per 5 minuti. Aggiungere la paprika , il fumo liquido , il timo e l’origano e far rosolare per un altro minuto. Aggiungere i pomodori schiacciati, il riso, le foglie di alloro e il brodo, portare a ebollizione, abbassare la fiamma, coprire e cuocere a fuoco lento per 20-25 minuti, mescolando spesso per evitare che il riso si attacchi al fondo della padella. Negli ultimi 5 minuti aggiungete la salsiccia ed i fagioli rossi cotti ,continuate la cottura fino a quando non saranno ben caldi. Eliminare le foglie di alloro, condire con sale e pepe e guarnire con erba cipollina.
  • FLAN VEGAN DI ZUCCHINE AL CURRY : Tagliate sottilmente il porro e tagliate le zucchine a piccoli dadini.Fate soffriggere il porro in poco olio in una grande padella, quindi unite la dadinata di zucchine.Regolate di sale e aggiungete il curry in polvere.Lasciate cuocere a fiamma dolce fino a quando le zucchine iniziano ad ammorbidirsi.Se necessario unite qualche cucchiaio di acqua durante la cottura, affinché le zucchine non attacchino sul fondo della padella; io non ho aggiunto acqua perché non è stato necessario, in quanto avevo delle zucchine piuttosto grandi che hanno rilasciato la giusta quantità di liquido durante la cottura.Preparate il tofu tagliandolo a piccoli dadini che poi schiaccerete con i rebbi di una forchetta.Unitelo alle zucchine, aggiungete anche la farina di ceci (che servirà ad addensare leggermente il composto e anche per dargli quel twist di sapore in più!) stemperata in pochissima acqua, quanto basta per ottenere una pastella densa.Mescolate con cura il tutto e lasciate sul fuoco ancora per pochi minuti per far amalgamare bene tutti i sapori.Spegnete il fuoco e versate le zucchine in un frullatore o in una grande ciotola dove le passerete con il mixer ad immersione: alla fine deve risultare un impasto morbido e omogeneo, lasciando qualche pezzetto di verdura , per un risultato più rustico.Versate il composto negli stampi precedentemente oliati e sporcati di pangrattato, Infornate in forno: già caldo a 180 °C per 35/40 minuti circa .Aumentate quindi la temperatura a 200 °C e proseguite la cottura per altri 7-8 minuti, OPPURE in friggitrice ad aria: 15 minuti a 180°, fino a quando la superficie dei flan sarà leggermente dorata.Estraete i flan dal forno e serviteli .
  • PIZZA CON BASE DI LENTICCHIE DECORTICATE CON VERDURE E LA MIA MOZZARELLA VEGANA : Sciacquiamo abbondantemente le lenticchie e mettiamole in ammollo per almeno tre ore.Dopodiché sciacquiamole di nuovo benissimo e frulliamole in un mixer insieme al resto degli ingredienti. Il composto sarà liquido, non spaventatevi, io in questa fase ho anche aggiunto spezie a piacere. Versiamo il composto in una teglia foderata di carta forno leggermente oliata , CONDIAMO , e inforniamo a 180° in forno ventilato per circa 30 minuti oppure 8/10 minuti in friggitrice ad aria a 180 ° Una volta cotta possiamo farcirla a piacere e ripassarla al grill pochi minuti

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




TORTA LENINGRADSKY ( DI LENINGRADO )

Provate anche voi a casa vostra questo dolce alla crema morbido e croccante: un tuffo nei sapori più autentici delle ricette sovietiche per i nostalgici e amanti di San Pietroburgo che ancora oggi mi piace chiamare sempre e comunque Leningrado.

In breve vi racconto…

San Pietroburgo è una città che nel corso della sua breve storia ha cambiato più volte il proprio nome, dal 26 gennaio 1924 al 6 settembre 1991 si è chiamata infatti Leningrado.

Ormai definitivamente privata del rango di capitale ( Lenin Nel marzo del 1918, per fuggire all’attacco delle armate antibolsceviche, Lenin decise di trasferire la capitale a Mosca. ) il 26 gennaio 1924, pochi giorni dopo la morte di Lenin, la città fondata dal grande zar assunse il nome del grande rivoluzionario, e fu ribattezzata ‘Leningrado’.

Nella religione politica sovietica, Leningrado fu celebrata come la culla della rivoluzione comunista russa destinata a rigenerare tutta l’umanità.

Durante la Seconda guerra mondiale, per 29 mesi, dal settembre del ’41 al gennaio del ’44, Leningrado fu assediata dalle armate hitleriane: durante l’assedio, morirono per fame oltre settecentomila abitanti, ma la città non si arrese. Leningrado divenne il simbolo della eroica resistenza del popolo sovietico nella Grande Guerra Patriottica fino alla disfatta di Hitler.

Quattro decenni più tardi, il 12 giugno 1991, mentre il regime sovietico si stava disfacendo, la maggioranza della popolazione di Leningrado purtroppo chiese con un referendum che alla città fosse restituito il nome originario: “dobbiamo porre fine, a settanta anni di dannazione comunista”, disse il sindaco non più comunista di Leningrado. Contrari a ripristinare il nome originario furono i comunisti e gli abitanti che volevano preservare alla città il nome col quale stata associata all’eroica resistenza antitedesca. Il 6 settembre di venti anni fa, fallito il colpo di Stato tentato dai nostalgici comunisti il 19 agosto 1991 col vano proposito di arrestare la rivoluzione pacifica che stava demolendo, dopo 74 anni, il regime totalitario fondato da Lenin, la città riacquistò il nome di San Pietroburgo. Tuttavia, il distretto del quale San Pietroburgo è capitale continua a chiamarsi tuttora “distretto di Leningrado”.

La Torta di Leningrado è un dolce classico della pasticceria sovietica che ha più di 60 anni e che, ancora oggi, riscuote un grande successo. La ricetta è rimasta invariata nel tempo a parte qualche piccola modifica nella decorazione.

La ricetta originale prevede la preparazione di quattro sottili strati di pasta frolla ricoperti da una leggera crema al burro e cacao, con dentro del cognac. 

La glassa al cacao viene utilizzata come glassa per la parte superiore, perché rimane morbido e non si rompe una volta tagliata.

 

In cima la torta è decorata con arachidi tostate, che aggiungono una deliziosa nota tostata, ed è ricoperta sui lati dalle briciole rimaste del “biscotto” di frolla.

Ogni pezzo si scioglie letteralmente in bocca. 

Gli strati di pasta sono leggeri e friabili e la crema, pur essendo a base di burro, è molto delicata e vellutata. 

La forma originale della torta è quadrata !!!

Sfortunatamente, molti non ricordano questa dolcezza e oggi è impossibile trovarlo in vendita.

Ci doveva essere stato sicuramente un inventore, ma le fonti attuali non lo menzionano.

Per fortuna la ricetta originale è arrivata fino ad oggi e noi proviamo a farla trasformandola in una ricetta totalmente Vegan e Gluten Free, ma di certo rimane un dessert poco dietetico 🤣

Potreste usare anche l’Avocado al posto del burro sia nell’impasto della frolla ma soprattutto per preparare la “crema al burro”!!!

Ebbene sì, esiste davvero una valida alternativa al burro nei dolci e questa è data dall’avocado. La sua polpa matura, una volta frullata, può essere sostituita in proporzione 1:1 al burro. Ciò significa che per 100 g di burro potete utilizzare 100 g di avocado. Usare l’avocado al posto del burro permette di ottenere una pasta frolla all’avocado, perfetta per preparare crostate e biscotti.

Mentre se vuoi una buona “CREMA AL BURRO” utilizza sempre l’Avocado unito ad olio di riso e burro di cacao, più avanti troverai il procedimento 🙋🏼‍♂️

La Torta di Leningrado è fatta con ingredienti semplici, è facile da preparare, ma richiede un po’ di tempo a disposizione. Siete pronti? Procediamo!

INGREDIENTI per uno stampo da 20 cm

Per l’impasto di pasta frolla

  • 120gr di farina di riso
  • 50gr di farina di mandorle
  • 50gr di amido di mais o riso bio
  • 50gr di olio evo
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 50gr di Sciroppo di Acero o agave
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 “uovo” di semi di lino  – 1 cucchiaio di semi di lino macinati + 3 cucchiai di acqua
  • 1 bustina di vanillina o qualche seme di bacca,

Per la crema al “burro”

PER IL BURRO DI AVOCADO :
  • La polpa di un avocado ( 100 gr circa)
  • 30 g di burro di cacao
  • 50 ml di olio di riso
  • 1 pizzico di sale

Per la crema

  • 100 g di eritritolo a velo
  • 3 cucchiai pieni di amido di mais
  • 200 ml di latte veg
  • 1 cucchiaino di cacao in polvere
  • 50 gr di yogurt di soia al naturale
  • 1 cucchiaio di grappa o limoncello
  • Succo di 1 piccola arancia(50 gr di succo)
  • Farina di buccia di psillio ( solo se serve )

Glassa al cioccolato ( ghiaccia reale)

( io ho voluto ricreare , come la ricetta originale prevede ,una glassa reale al cioccolato ma se volessi fare una glassa più semplice puoi farla con zucchero o dolcificante + cacao in polvere( o cioccolato fuso)+ latte veg + burro di cacao o soia o margarina )

  • 100 g di eritritolo a velo 
  • 75 ml/5 cucchiai di aquafaba (il liquido sgocciolato da una lattina o un barattolo di ceci)
  • ½ cucchiaino di sciroppo di agave o acero
  • ½ cucchiaino di succo di limone,
  • 50 gr di cioccolato fondente

Per la decorazione

  • granella di arachidi tostate
  • crema al burro messa da parte
  • ritagli di pasta frolla

Procedimento

  • FROLLA: In una ciotola montate il burro morbido ( oppure l’avocado maturo)insieme allo sciroppo di agave con una frusta elettrica fino a renderlo spumoso. 
  • Aggiungere tutti gli ingredienti secchi e impastare l’impasto con una frusta elettrica fino a renderlo corposo. 
  • Quindi aggiungere l’uovo vegan , il limone ed il sale e sbattere di nuovo l’impasto fino a quando non si unisce. Stendete l’impasto su un piano di lavoro e dategli la forma di una palla. 
  • Dividere l’impasto in 4 parti uguali e avvolgere ciascuna parte nella pellicola. Mettere tutte le parti in frigo per almeno 1 ora ( io l’ho lasciata tutta una notte)
  • CREMA AL BURRO : intanto preparate in anticipo il burro di avocado, Con un frullatore ad immersione emulsionate il burro di cacao( precedentemente fuso) e l’olio di riso, fino a che sono perfettamente amalgamati. Unite l’avocado e il sale e frullate. Disponete il burro in un vasetto o in uno stampino e lasciate in frigorifero a rassodare per almeno 2 ore o tutta una notte.
  • Nel frattempo preparate la vostra crema al burro .
  • In un pentolino unire il latte , il dolcificante ridotto a velo ,l’amido , il cacao in polvere e iniziare a scaldare su un fornello. 
  • Aggiungere grappa e succo di arancia.
  • Abbassare la fiamma e far sobbollire per 2-3 minuti, sempre sbattendo. 
  • Quando si sarà addensata, aggiungete lo yogurt ed il burro di avocado che avrete intanto montato con delle fruste elettriche
  • Fate raffreddare la crema prima a temperatura ambiente ,poi in frigo .
  • Se dovesse risultare ancora poco densa aggiungere uno o 2 cucchiai di farina di buccia di psillio e frullare con frullatore ad immersione e lasciare riposare in frigo ancora 10 minuti ( ci servirà una crema molto densa e corposa)
  • ASSEMBLAMENTO DOLCE :Una ad una, stendete le vostre 4 parti di pasta in quadrati di circa 18 cm2 e ½ cm di spessore
  • Impilatele una sull’altra intervallate con carta forno e mettetele in freezer per 1 ora.
  • Cuocere le 4 parti in forno per 10-12 minuti a 180° , oppure in friggitrice ad aria a 160° per 7 minuti e lasciarle raffreddare. Tagliare i lati in eccesso per pareggiare i vostri quadrati.
  •  Metti i pezzi rifilati in un sacchetto e schiaccia con l’aiuto di un mattarello,oppure in un tritatutto.Salva per dopo.
  • Spalmare una parte della crema al burro sopra lo strato inferiore, spesso pochi millimetri. Ricoprire con un altro strato di frolla e poi un altro strato di crema al burro. Ripetere l’operazione ancora una volta, quindi disporre lo strato superiore di frolla senza ricoprirlo di crema al burro. Lascia riposare la torta in frigo mentre prepari la glassa.
  • GLASSA AL CIOCCOLATO: Per preparare la glassa, sbattere l’aquafaba con una frusta elettrica fino a renderla spumosa. 
  • Setacciate l’eritritolo a velo poi continuate a sbattere fino a quando il composto non sarà diventato molto sodo e lucido: ci vorranno circa 15 minuti di sbattimento. 🤣
  • Aggiungere lo sciroppo di agave o acero e il succo di limone ed il cioccolato fuso e sbattere brevemente. 
  • Agitare densamente la glassa sopra l’ultimo strato di frolla e ricoprire tutta la torta .
  • Eliminare eccesso di glassa ,
  • Lasciate riposare in frigo per almeno 20 minuti dopo la glassa.
  • Decorate i lati con le briciole dei pezzi rifilati e la parte superiore con la crema al burro (che avrete messo da parte) formando una cornicetta .
  • Non dimenticare di cospargere le arachidi tostate tritate!

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog




BURGER DI CECI E BIETOLE TRICOLORI CON CONTORNO DI CUORI DI PATATE , BACON DI CAROTE ,TORTINI DI PATATE E CAROTE,IL TUTTO SERVITO CON MAIONESE DI AVOCADO

Ingredienti per 17 BURGER

  • 600 g di ceci già cotti
  • 200 G DI BIETOLE TRICOLORE
  • 140 g di maizena o farina di riso
  • 160 g di farina di ceci
  • 135 g di yogurt di soia
  • 2 CUCCHIAI di paprika DOLCE
  • ERBE MISTE TRITATE ( SALVIA/ROSMARINO/TIMO/ORIGANO/BASILICO)
  • 3 CUCCHIAI DI LIEVITO ALIMENTARE
  • 1 porro tritato
  • peperoncino
  • sale

PROCEDIMENTO BURGER

  • 01 Per realizzare gli hamburger di ceci dovete prima di tutto frullare i ceci e le bietole precedentemente lessate con l’ausilio di un mixer fino a ridurli a una crema (se il composto dovesse risultare troppo asciutto unite un cucchiaino d’acqua ).
  • 02 Quindi, al composto ottenuto aggiungete: la paprika, le erbe aromatiche , la cipolla tritata, il sale, il peperoncino . Mescolate il tutto
  • 03 Dunque, aggiungeteci la fecola , la farina di ceci , il lieviro alimentare e lo yogurt di soia al naturale . Una volta che avrete aggiunto anche questi ingredienti, mescolate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo che lasceremo riposare in frigo per qualche ora .
  • 04 Formate i burger con l’aiuto di un coppapasta , che faremo riposare in frigo.

Cottura Burger

  • IN FIGGITRICE AD ARIA : 10 minuti a 204° direttamente nel cestello,poi girateli e fate cuocere per altri 5/6 minuti sempre a 204°

Ingredienti Per i cuoricini di patate:

  • 3 patate
  • q.b. di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale ROSA integrale marino fine
  • q.b. di rosmarino
  • q.b. di paprika dolce
  • q.b. di aglio GRANULARE

Procedimento per i cuoricini di patate:

  1. lavate le patate e tagliatele a fettine, quindi ritagliate con delle formine taglia biscotti le forme di cuore. Gli scarti, naturalmente, non buttateli, cuoceteli successivamente .
  2. Nel frattempo ponete in una ciotola le spezie e il sale, quindi aggiungete 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva e mescolate per bene .

COTTURA CUORI DI PATATE

  1. FORNO :Ponete i cuori di patata ormai freddi sulla leccarda unta, versare l’intingolo e con una spatola di legno rigiratele per bene facendo attenzione a non romperle.Cuocete i forno caldo per 20-25 minuti rigirandole a metà cottura e fino a che non saranno dorate.
  2. FRIGGITRICE AD ARIA : DIRETTAMENTE NEL CESTELLO 200° PER 8/9 MINUTI  mescolandole un paio di volte semplicemente agitando delicatamente il cestello.

INGREDIENTI BACON DI CAROTE

  • 2 carote,
  • Poche gocce di fumo liquido ,
  • 1 cucchiaio sciroppo agave,
  • 1 cucchiaio di salsa tamari,
  • 1 cucchiaino aglio in polvere,
  • 1 cucchiaio paprika dolce,
  • 1 cucchiaio olio evo ,
  • sale q .b.

Procedimento Bacon di carote

  • Dopo aver pelato e tagliato finemente le carote con un pelapatate ,
  • mischiate lo sciroppo di agave , il fumo liquido , la salsa tamari l’aglio, il pepe,il sale e la paprika insieme in una piccola boule e lasciate marinare le listarelle arancioni per un paio di minuti per lato;
  • dopodiché si procede alla cottura delle carote in una friggitrice ad aria per 7/8 minuti a 200° e il gioco è fatto.
  • Qualora non possediate una friggitrice ad aria , è possibile ottenere un effetto simile al bacon croccante ma 100% vegetale utilizzando una padella antiaderente o una piastra in ghisa.
  • La marinatura in questo caso deve essere un po’ più lunga, circa 30 minuti (se volete, potete sostituire lo sciroppo di agave con l’aceto balsamico), e poi cucinare le carote a fuoco vivo facendole abbrustolire fronte e retro.

Quello che vi serve per preparare la ricetta del bacon vegano di carote









INGREDIENTI  TORTINI DI PATATE E CAROTE

  • 160 gr di carote ( scarti rimasti dalla preparazione del bacon)
  • 300 gr di patate ( scarti rimasti dalla preparazione dei cuoricini)
  • 200 gr tofu al naturale
  • 40 gr di anacardi
  • 1 cipolla
  • Sale
  • Lievito alimentare
  • 2 cucchiaini di fecola o amido di mais + 3 cucchiaini d’acqua +1 pizzico di cremor tartaro da montare
  • Erbe aromatiche miste
  • Olio
  • Granella di Mandorle

PROCEDIMENTO TORTINI

  • Lessate le patate in abbondante acqua.
  • Al termine della cottura passatele in uno schiacciapatate.
  • Tritate le carote finemente e la cipolla e fateli appassire in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva poi aggiungete il tofu sbriciolato con le mani e gli anacardi interi precedentemente ammollati e cuocete per 5 minuti a fiamma alta. Al termine frullate sino ad ottenere una crema morbida e omogenea.
  • Unite le patate schiacciate alla crema di tofu e carote, le erbe aromatiche, il lievito alimentare ed il sale,
  • Montate la fecola o amido con acqua e cremor tartaro ed unire al composto.
  • Amalgamate il tutto sino ad avere un impasto morbido e liscio. Versate l’impasto appena ottenuto in stampini precedentemente oliati e cosparsi di granella di mandorle sul fondo e pangrattato gluten free o farina di mais o farina di ceci
  • Cuocete in forno statico a 200 °C per circa 25 minuti e poi 15 minuti a 250 °o sino a quando la superficie si sarà leggermente colorata.
  • Fateli intiepidire prima di toglierli dagli stampi

Ingredienti MAIONESE DI AVOCADO

  • 1 AVOCADO di circa 200 gr
  • 2 cucchiai scarsi DI OLIO EVO
  • 1 pizzico sale
  • succo di 1 limone
  • 1/2 CUCCHIAINO DI AGLIO GRANULARE
  • 50 ml di latte di soia

Procedimento MAIONESE DI AVOCADO

  • In un mixer ponete tutti gli ingredienti : avocado tagliato in tanti piccoli pezzetti.
  • Aggiungete un pizzico di sale, L’AGLIO IN POLVERE ,Unite l’olio EVO ,il latte di soia e mixate con il tritatutto bene in modo da amalgamare tutti gli ingredienti.
  • Aggiungete infine anche il succo di 1 limone, e continuate a mixare .
  • La vostra maionese di avocado è pronta!

Metti in frigo a rassodare.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!




IL SEME DELL’AVOCADO FA BENE

Ciao sono il SEME DELL’AVOCADO volevo farti conoscete tutti i miei benefici !!!

Non buttarmi più via  e sfruttami come meglio preferisci!

Naturalmente comprami biologico, etico e km zero prodotto in Italia !!!

E’ cosa nota che l’avocado sia un frutto eccellente, completo e nutriente, e che faccia molto bene alla salute e alla bellezza, grazie al suo contenuto di antiossidanti e grassi naturali. Siamo però abituati a gustarne solo la polpa, perché non tutti sanno che si può consumare anche il suo seme, quello che molto spesso viene buttato e che ha, invece,  un grande valore nutrizionale e contiene molte  più proprietà medicinali rispetto al frutto stesso !!!

Vi ho già parlato di come utilizzarlo al posto del burro in questo articolo

COME USARE L’AVOCADO AL POSTO DEL BURRO

Il seme

Sappiamo tutti benissimo quanto la frutta fresca sia un alimento fortemente consigliato nella dieta di tutti i giorni  e l’avocado non ne è certo da meno per i moltissimi benefici che offre, con la sua polpa verde, carnosa e ricca anche di sali minerali e vitamine.

Ma è proprio il seme, questo nocciolo duro e compatto, che si trova nel cuore del frutto, e che siamo soliti scartare, dove sono racchiuse moltissime proprietà.

Contiene, infatti,

  •  il  70% degli amminoacidi  dell’intero frutto, oltre a molta più fibra solubile di qualsiasi altro alimento, elementi  che possono contribuire a migliorare la qualità della nostra vita e a prevenire diversi problemi di salute.
  • oltre a antiossidanti,
  • acidi grassi insaturi (Omega 3, Omega 6 e Omega 9 ),
  • acido linoleico,
  • acido folico,
  • vitamine,
  • minerali (in particolare potassio e fosforo ),
  • flavonoidi ,
  • polifenoli ( la stessa quantità contenuta nel tè verde ).

I benefici dal seme di avocado 

Ecco, allora,  tutte le prorietà benefiche  del seme dell’avocado:

  • Previene le malattie cardiovascolari
  • Combatte i problemi gastrici
  • Aiuta  a perdere peso
  • Rinforza il sistema immunitario
  • Previene lo sviluppo dei tumori
  • Previene invecchiamento prematuro
  • Regola i problemi alla tiroide
  • Rivitalizzante
  • Per capelli luminosi e sani
  • Calmante dolori articolari e muscolari
  • Contro i brufoli

Come si può utilizzare in cucina

Il sapore del seme di avocado è amaro e un po’ astringente proprio per le sue proprietà medicinali.

  1. Per  consumarlo dovrete togliere la sua pellicina, quello strato sottile marrone che lo avvolge, lavarlo bene ( se lo lasciate all’aria un paio di giorni la pellicina si secca e si toglie praticamente da sola, come ho fatto io). Dopo di chè vi basterà grattugiarlo sopra alle pietanze.
  2. Potete anche tostarlo leggermente e potete ridurlo, anche, in polvere. Il seme va conservato, intero o grattugiato, in un vaso di vetro ben chiuso e tenuto in un luogo fresco e asciutto.
  3. Per grattugiarlo va benissimo un macina-caffè. Può essere poi ingerito o impiegato ad uso topico per i diversi usi come abbiamo visto sopra.

Con il seme di avocado potete quindi: 

  • Preparare un infuso: facendo bollire il nocciolo per 10 minuti e lasciandolo a riposo altri 5.  Si elimina poi il seme e si può bere durante la giornata. 
  • Utilizzarlo come condimento in insalate, zuppe, salse (guacamole ad esempio!), piatti di riso o pasta, ecc. 
  • Arricchire frullati ed estratti di verdura e frutta

Controindicazioni

Come tutte le cose non bisogna abusarne: può provocare stitichezza per l’alto contenuto di tannino e altri problemi gastrointestinali.

Le dosi consigliate sono mezzo seme per gli adulti e 1/4 per i bambini (per infusi). Se grattugiato, ovviamente molto meno. In ogni caso chiedete indicazioni ad un erborista e/o nutrizionista di vostra fiducia.




New York vegan cheesecake cotta ,in friggitrice ad aria

Un dolce tipico della tradizione americana, preparato con una base fragrante di biscotti e una crema avvolgente realizzata con il formaggio cremoso; questo infatti è l’ingrediente principale a cui la New York Cheesecake deve anche il suo nome.
Ho preparato e mangiato un sacco di cheesecake vegane e sebbene siano per lo più molto deliziose, non sono come la “vera” Cheesecake di New York al forno.
La maggior parte delle cheesecakes sono crude e non fraintendetemi, mi piace molto mangiarle, ma tendono ad essere molto lisce e di consistenza abbastanza leggera. 
Non hanno quella densità ultra-ricca e cremosa che hanno le tradizionali cheesecake al forno in stile newyorkese. 
La mia 
Cheesecake vegana di New York è proprio come la classica torta di formaggio al forno nella consistenza. 
Densa, ricca, super cremosa e molto soddisfacente.
Per ottenere la perfetta consistenza vegana della cheesecake al forno ho sperimentato molti ingredienti e metodi diversi. 
Dolce, morbida e acidula al tempo stesso grazie al topping di panna acida e una cascata di frutti di bosco,
ED ECCO A VOI LA MIA VERSIONE VEGANIZZATA : soddisferà i palati più esigenti !
PERCHE’ VI RICORDO :

INGREDIENTI

per uno stampo da 18 cm. di diametro

Per la base di biscotti

  • 200 gr. di biscotti tipo digestive vegani ( che io ho fatto in casa , in fondo all’articolo vi ripropongo la ricetta)
  • 100 gr. di burro vegetale (io ho usato avocado al posto di qualsiasi burro, POTRESTE USARE OLIO DI COCCO , MARGARINA VEG, BURRO DI MELE O BURRO DI SOIA , per il burro di soia e mele in fondo all’articolo trovate le mie versioni) se l’avocado dovesse risultare poco maturo, aggiungete anche un cucchiaio di olio di cocco o riso o semi

Per la farcitura

  • 300 gr. di di formaggio spalmabile tipo vegan ( in fondo all’articolo la ricetta di quello che ho fatto io in casa )
  • 100 gr. di zucchero, quello che preferite ( io ho usato sciroppo di agave ,quindi ne ho usato 75 gr,in fondo all’articolo trovate una tabella “come sostituire lo zucchero)
  • zest (scorza grattugiata) di limone non trattato
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 4 cucchiai di aquafaba
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • 200 gr. di panna acida vegetale ( versare 250 gr. di panna di soia che io ho montato con un cucchiaio di eritritolo a velo e aggiungere il succo di un limone. Far riposare in frigo)
  • i semi di una stecca di vaniglia

Per la finitura Salsa Di Fragole , Lamponi e ribes ( non sono di stagione,ma ne avevo congelato un po’ nel mio feeezer)

  • 50 gr di lamponi
  • 50 gr di ribes
  • 50 gr di fragole
  • 1 cucchiaino di amido di mais sciolto in acqua o aquafaba
  • 1 cucchiaio di dolcificante a piacere, io ho usato eritritolo.
  • 1 cucchiaino di olio di cocco ( per rendere lucida la salsa )

Procedimento

Base

  • Sbriciolare i biscotti.
  • Sciogliere il burro vegetale ( nel mio caso avocado frullato) e mescolarlo ai biscotti.
  • Versare il composto di biscotti in uno stampo apribile unto di olio e rivestito di carta da forno con un bordo alto circa 5 cm.
  • Far riposare in frigo per 45 minuti.

Farcitura

  • Mescolare il formaggio spalmabile con il dolcificante
  • Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Aggiungere aquafaba e amido di mais
  • Aggiungere zest
  • Aggiungere la panna acida ed i semi di una stecca di vaniglia.
  • Versare la crema nello stampo di biscotti e far riposare in frigorifero per qualche ora.

Finitura

  • in una pentola, scongelare e frullare i frutti. 
  • Aggiungere lo zucchero e portare a ebollizione. 
  • Sciogliere la maizena in poca acqua, quindi incorporarla alla purea di frutta. ( oppure aggiungere aquafaba)
  • Portare di nuovo a ebollizione inserendo anche olio di cocco mescolando e cuocere per 1-2 minuti finché non si sarà addensato. 
  • Lascia raffreddare perché si addenserà di più.
  • Rifinire il dolce con fragole e frutti di bosco .

Questa cheesecake può essere preparata anche senza cottura ( sostituendo amido con agar agar ad esempio), ma se vuoi avere la migliore cremosità potrai ,prima della rifinitura con il topping alla frutta e con la frutta , cuocere in forno o friggitrice ad aria !!!

IN FORNO : 180° PER 30/40 MINUTI CIRCA

IN FRIGGITRICE AD ARIA : 160° PER 20 MINUTI CIRCA.

FAI RAFFREDDARE E POI RIPONI IN FRIGORIFERO per almeno 5 ore o meglio tutta la notte ,coprendola per evitare che si secchi . Tieni la torta coperta in frigorifero per 5 giorni o congelala per un massimo di 2 mesi.

Se ti è piaciuta questa ricetta metti un #like e commenta sotto l’articolo !!!

Biscotti “Digestive” all’avena VEGAN

BISCOTTI MORBIDI ALLE MELE,ZENZERO,COCCO E GOCCE DI CIOCCOLATO, SENZA ZUCCHERO CON BURRO DI MELE AUTOPRODOTTO in friggitrice ad aria

https://viaggieassaggifelici.blog/2020/11/24/burro-di-soia/
https://viaggieassaggifelici.blog/2021/02/12/formaggio-spalmabile-veg/

ACQUISTA I PRODOTTI CIBOCRUDO IN COLLABORAZIONE CON VIAGGI&ASSAGGIFELICI

Io utilizzo questi prodotti di CIBOCRUDO, che se ti va puoi acquistare direttamente cliccando sul link, Al tuo primo ordine avrai € 5 di sconto inserendo il mio codice personale 509FM nel campo dei coupon alla fine dell’ordine prima del pagamento :

CIBO CRUDO

https://www.cibocrudo.com/alimenti-bio/dolcificanti-naturali/eritritolo-dolcificante-naturale-senza-calorie?ricerca=ERITRITOLO




COME USARE L’AVOCADO AL POSTO DEL BURRO

sliced avocado fruit on a banana leaf

L’avocado è un frutto tropicale che negli ultimi anni ha conquistato l’Europa. Inizialmente noto solo per il famoso guacamole , si è fatto largo nelle nostre cucine, perdendo l’alone di mistero che lo circondava. Quando scoprirete come usare l’avocado al posto del burro nelle vostre ricette dolci e salate, è sicuro che gli troverete un posto fisso in dispensa.

Questo frutto , sebbene più calorico rispetto alla media, contiene Omega 3 e 6 e acido linoleico, utili per abbassare il livello di colesterolo nel sangue e contribuire alla salute del sistema cardio – circolatorio.

Di alternative vegane al burro vaccino ce ne sono diverse , ma comunque contengono dei grassi saturi dati ad esempio dall’olio di cocco che si aggiunge al latte di soia e limone per poter fare in casa il burro di soia, vi rimando comunque alla mia ricetta del burro di soia che da tempo ormai mi autoproduco in casa :

https://viaggieassaggifelici.blog/2020/11/24/burro-di-soia/

Quindi cercavo anche io una soluzione più veloce , meno calorica e più salutare !!!

NEI DOLCI

La sua polpa matura, una volta frullata, può essere sostituita in proporzione 1:1 al burro anche vegetale. Ciò significa che per 100 g di burro potete utilizzare 100 g di avocado frullato. Usare l’avocado al posto del burro permette di ottenere dolci di diverso tipo , come una pasta frolla all’avocado, perfetta per preparare crostate , biscotti e meravigliose cheesecake.

Il sapore delicato del frutto non andrà a compromettere il risultato finale del dolce, conferendogli tra l’altro un piacevole colore verde. L’avocado poi ad esempio si sposa alla perfezione con il cioccolato.

Unendo questi due ingredienti nasce una mousse al cioccolato, 100% vegan, in grado di conquistare anche i palati più esigenti.

NEI SALATI

L’avocado può essere usato al posto del burro anche per le ricette salate: la consistenza naturalmente cremosa rende l’avocado perfetto per condire la pasta. Può essere considerato a tutti gli effetti un’alternativa alla panna da cucina.

Potete anche preparare il burro di avocado e conservarlo in frigorifero per una settimana. Si ottiene semplicemente frullando avocado, succo di limone, un filo di olio, aglio e prezzemolo. Spalmato sul pane tostato è SENSAZIONALE e vi darà il pieno di energia!

Se ti è piaciuta questa ricetta metti un #like e commenta sotto l’articolo e fammi sapere se la riprodurrai in casa!!!