1

Asparagi, maionese di barbabietola, frittatine di Lupini e crumble alle mandorle ; Involtini vegan di zucchine e crema di anacardi ; Erbette con vinaigrette di miso e salsa di soia

Asparagi, maionese di barbabietola, frittatine di Lupini e crumble alle mandorle :

Gli asparagi che fanno da contorno in un piatto strepitoso. Una maionese alla barbabietola, una frittata di lupini e il crumble alle mandorle come guarnizione e che danno una croccantezza al palato.
I più noti benefici degli asparagi sono probabilmente quelli depurativi e drenanti. Grazie all’abbondanza di acqua e potassio e alla presenza di asparagina, questi ortaggi stimolano la diuresi e la funzione epatica e renale, aiutando ad eliminare le tossine e il ristagno di liquidi e quindi a ridurre la cellulite.

Involtini vegan di zucchine e crema di anacardi :
Questi involtini vegan gluten free di zucchine grigliate con ripieno di crema di anacardi sono un piatto squisito e adatto anche ai bambini per fare mangiare un po’ di verdure, di grandissimo effetto estetico e buonissimi.

Erbette con vinaigrette di miso e salsa di soia :
Rinunciare alle Erbette non si può. E se conosciamo alcuni insaporitori ,ingredienti ormai comunemente usati nella cucina vegetale, non rimpiangeremo nulla. Provate!
Le erbette, spesso confuse con altri vegetali (ad esempio gli spinaci), sono delle varietà di bietola 
dalla foglia e dal gambo piccoli, dette anche bietole da foglia o bietole da taglio (da non confondere con le bietole da costa). Si tratta quindi di comuni bietoline. 

INGREDIENTI Asparagi, maionese di barbabietola, frittatine di Lupini e crumble alle mandorle

ASPARAGI

  • 1 MAZZO DI ASPARAGI VERDI FRESCHI
  • OLIO EVO , SALE , PEPE , LIMONE

FRITTATA

  • 125 g farina (di ceci 80gr + farina di lupini 45 gr)
  • 150 g acqua
  • 2 cipollotti freschi tagliati a rondelle
  • 1/2 cucchiaino cremon tartaro o bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino lievito alimentare
  • 1/2 cucchiaino curcuma
  • q.b. sale kala namak
  • q.b. olio evo
  • q.b. pepe

MAIONESE ALLA BARBABIETOLA

  • 100 ml latte di soia freddo
  • 70 ml olio di semi di girasole o di riso
  • 10 ml olio evo
  • 1 cucchiaio succo di limone o aceto di vino
  • 1/2 piccola barbabietola
  • 1/2 cucchiaino farina di gomma di xantano o semi di carrube o gomma di guar
  • 1/2 cucchiaino di senape
  • q.b. Sale
  • q.b. Aroma a piacere (basilico)

CRUMBLE

  • 20 g farina riso (anche di farro, di segale, etc)
  • 20 g farina di mais
  • 20 g mandorle con la buccia tritate grossolanamente
  • q.b. sale
  • q.b. olio evo
  • q.b. acqua (se necessario)

INGREDIENTI involtini vegan gluten free di zucchine grigliate con ripieno di crema di anacardi

  • 50 gr Anacardi
  • QB Acqua
  • 1 pizzico Sale
  • 1 Carota media cotta a vapore
  • 1 Zucchina grossa ( o 2 piccole)Grigliata
  • QB Sesamo BIANCO qb
  • QB Olio extra vergine d’oliva
  • QB Zenzero
  • QB Curcuma
  • QB Pepe nero
  • QB Succo di Limone
  • q.b. sale
  • 1/2 cucchiaino gomma di xantano

INGREDIENTI Erbette con vinaigrette di miso e salsa di soia

  • Un mazzo di erbette
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1 Cucchiaio di salsa di soia
  • Aceto di mele
  • 1 Cucchiaino di miso
  • 1 limone bio
  • Olio evo
  • Sale e pepe

  • Asparagi, maionese di barbabietola, frittata di Lupini e crumble alle mandorle : ASPARAGI,Pulite e lavate un mazzo di asparagi verdi, togliendo la parte finale piu’ dura e pelando con un pelapatate se necessario.Cuoceteli al vapore per 7/8 minuti.Scolateli e tuffateli in acqua fredda ghiacciata per mantenere il colore. Scolateli e asciugateli,Condite con olio, sale pepe e una spruzzata di limone.FRITTATA,Mescolate tutti gli ingredienti , deve risultare un composto non liquido .Scegliete la pentola giusta. Non una padella larga e bassa, ma piuttosto una padella tipo wok, più stretta alla base e con i bordi più alti. Questo vi consentirà di ottenere frittata più alta e soffice,Non serve far riposare l’impasto, non dobbiamo fare una farinata bassa e croccante,I tempi di cottura sono importanti. Almeno 10/12 minuti per lato e a fiamma media, mai troppo alta,Quando mettete la frittata in padella, dopo 5 minuti coprite con il coperchio, Aiuterà a cuocere la parte sopra prima di girarla.Io per fare delle frittatine più piccole e non una unica ho usato dei coppapasta rotondi.MAIONESE ALLA BARBABIETOLA,Stemperare nel bicchiere del minipimer il latte di soia, il succo di limone, il sale, l’olio evo, la farina di semi di carrube o la gomma di guar o xantano (sono entrambi addensanti a freddo). La gomma di guar o xantano consente di ottenere una consistenza più soda) e la barbabietola finché non si aggiungere il colore desiderato. Aggiungere a filo l’olio e montare con il minipimer. Salate a piacere.N.B. Per la versione originale usate la curcuma (la punta di un cucchiaino). Per un sapore più deciso, usate un cucchiaino di senape o la punta di uno spicchio di aglio.CRUMBLE.,Impastate con le punte delle dita (non dovete compattare) le farine, le mandorle tritate, un pizzico di sale e olio sufficiente ad ottenere delle briciole non troppo umide.Compattate l’impasto in una teglia foderata di carta forno, utilizzando un goccio di acqua per compattare l’impasto. Cuocete in forno a 180° per 15 min. Utilizzate dopo che si sarà raffreddato.Una ricetta d’effetto  e leggera che lascerà tutti a bocca aperta.Oppure in friggitrice ad aria , oppure in padella.
  • Involtini vegan di zucchine e crema di anacardi : Lasciare gli anacardi in ammollo in acqua per una notte (bastano anche un paio d’ore).Lasciando poca acqua, aggiungere un filo d’olio extra vergine d’oliva,un pò di succo di limone,un pizzico di sale, curcuma,pepe,zenzero , xantano( per renderla più densa)e frullare,montando col frullatore a immersione.Alla fine aggiungere sesamo .Questa è la mia ricetta base della crema/maionese/besciamella, che dir si voglia, di anacardi ! Multiuso!!!A questa si può aggiungere carota a vapore (come in questo caso), spinaci, basilico, zucchine, cavolfiore, pomodori secchi…etc…praticamente tutto.In questa ricetta ho aggiunto la carota a piccolissimi tocchetti all’interno della crema/maionese, dopo averla cotta a vapore e, dopo aver affettato per lungo e grigliato una zucchina ( anche in friggitrice ad aria ) salatela , poi ho creato dei rotolini!
  • Erbette con vinaigrette di miso e salsa di soia :PREPARATE LA VINAIGRETTE ,Emulsionate olio, salsa di soia, pepe, aceto di mele, aglio in polvere ,limone e il miso. Aggiustate secondo il vostro gusto e lasciatele marinare.Fatele saltare in padella qualche minuto.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




“CIPOLLINE” CATANESI, RIPIENE DI CIPOLLE STUFATE , POMODORO , AFFETTATO VEGANO E CREMOSINO AFFUMICATO DEL CASEIFICIO DI BARBARA FERRANTE

La regina dello street food catanese: la cipollina, un mito per i Catanesi anche a colazione !

Fa parte della rosticceria catanese, la cipollina, un rustico, che unisce e divide nella sfida a chi la fa più buona. E’ molto diffusa nella cittadina etnea e oltre. Per buongustai dal palato forte!

Passeggiando  per le vie del centro di Catania, di primo mattino, senti nell’aria l’odore  delle cipolle che si cucinano per farcire le regine della rosticceria con le quali si farà colazione, pranzo, merenda e cena.

La cipollina croccante fritta o quella appassita in padella? Provate a fare un giro da una rosticceria all’altra, da un panificio all’altro e decidete quale vi piace di più. C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Si tratta SOLITAMENTE di pasta LIEVITATA farcita con un composto di cipolla ROSSA, salsa di pomodoro, mozzarella e prosciutto cotto.

Più buona con la provola, con la mozzarella o con la tuma? IO USERÒ NATURALMENTE UN FORMAGGIO VEGETALE , IL ” CREMOSINO FUMÈ” DEL CASEIFICIO VEGANO DI BARBARA FERRANTE

CONTATTATELA ED ACQUISTATELI , NON VE NE PENTIRETE !!!
https://www.facebook.com/caseificiobarbaravegana

ED IL PROSCIUTTO COTTO L’HO SOSTITUITO CON UN AFFETTATO VEGANO TIPO PROSCIUTTO.

Solitamente viene fatta con lo strutto che io ho sostituito con olio di cocco deodorato.
L’olio di cocco è un ottima alternativa allo strutto, sopratutto se la ricetta prevede una cottura ad alte temperature.

INGREDIENTI IMPASTO PER 8 CIPOLLINE

  • 170 GR DI SEMOLA DI GRANO DURO
  • 170 GR DI FARINA 0
  • 200 GR DI LATTE DI SOIA TIEPIDO ( O ACQUA)
  • 60 GR DI OLIO DI COCCO DEODORATO morbido( POTETE SOSTITUIRLO CON OLIO EVO MA PURTROPPO NON SARÀ LO STESSO RISULTATO)
  • 1/2 CUCCHIAINO DI SCIROPPO DI AGAVE
  • 10 GR DI PASTA MADRE ESSICCATA CON LIEVITO
  • 1/2 CUCCHIAINO DI SALE

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

  • 2 CIPOLLE GRANDI BIANCHE O ROSSE
  • 80 g di AFFETTATO GUSTO prosciutto VEGANO
  • 100 g di FORMAGGIO VEGANO ” CREMOSINO AFFUMICATO” DI BARBARA FERRANTE
  • 2 cucchiai di salsa di pomodoro (o, in alternativa, di polpa di pomodoro )+ 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro+quella q.b. per riempire
  • LATTE VEG + OLIO EVO PER SPENNELLARE E CHIUDERE LE CIPOLLINE
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato al momento

PROCEDIMENTO

  • IMPASTO PER 8 CIPOLLINE :Versare a tale scopo le farine in una terrina capiente, fare una fontana e aggregare il lievito.Unire la parte rimanente degli ingredienti e lavorare per dieci minuti, fino ad ottenere un composto ben lavorato.Far lievitare in luogo asciutto coperto l’impasto per 2 ore .Poi porre in frigo per 1 notte a maturare.
  • RIPIENO : Pelare e tagliare a fette le cipolle. Versarle in una padella con un poco di olio extravergine di oliva e far rosolare a fuoco medio per qualche minuto. Unire quindi un poco d’acqua e qualche cucchiaio di salsa di pomodoro (o, in alternativa, di polpa di pomodoro + concentrato di pomodoro).Regolare di sale e pepe nero e amalgamare bene. Far stufare le cipolle così a fiamma media per una ventina di minuti incorporando dell’acqua calda via via che si asciugano. 
  • COMPOSIZIONE CIPOLLINE : Stendere adesso la pasta preparata in precedenza e tagliare IN 6 quadrati uguali. Collocare al centro di ogni quadrato una cucchiaiata di passata , una generosa cucchiaiata di cipolle, qualche cubetto di CREMOSINO ed una fetta di prosciutto VEGANO ripiegata su sé stessa. Sigillare quindi ogni quadrato tirando gli angoli al centro e chiudendo i lati. Mescolare quindi OLIO EVO E LATTE DI SOIA  e servirsi di questo miscuglio per spennellare le cipolline. 
  • COTTURA : Potete cuocerle in forno preriscaldato a 200 gradi per 15 minuti ; oppure friggerle in abbondante olio; oppure come ho fatto io in friggitrice ad aria a 180° e mettere dentro il cestello 2 calzoni alla volta, per circa 8 minuti. Dopo i primi 5 minuti, aprire il cassetto e girare le cipolline dall’altro lato spennellarle nuovamente con il latte E L’OLIO., in modo che possano cuocere e colorarsi da tutti e due i lati uniformemente.Dovranno gonfiarsi e diventare dorate. Sfornate e servitele TIEPIDE.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




SAMOSA GIGANTE VEGANO CON PASTA FILLO FATTA IN CASA E RIPIENO DI GRANULARE DI SOIA E VERDURE IN FRIGGITRICE AD ARIA

samosa sono dei capolavori della cucina del sud-est asiatico, dei piccoli triangoli di pasta (fillo di solito) fritti, con un ripieno che può variare, tra carne e pesce, ma dove non mancano mai verdure e le classiche spezie “indiane”, tra cui cumino, coriandolo e ovviamente un tocco di zenzero.

La ricetta è semplice,
I samosa sono nati nell’Asia centrale, in Persia per l’esattezza, attorno all’anno 1000, e si sono diffusi a macchia d’olio, assumendo le più svariate interpretazioni: in India sono vegetariani e accompagnati sempre da una deliziosa salsina di menta, mentre in Somalia, (sambusa) si preparano con CARNE e spezie a volontà, ma li troverete anche in tutta la penisola araba, in Grecia, Israele e Africa del nord. Paese che vai, ricetta che trovi.
La ricetta di oggi PREVEDE GRANULARE DI SOIA AL POSTO DELLA CARNE ….provate la ricetta e li adorerete, uno tira l’altro, peggio delle ciliegie !!!

Io li ho ” FRITTI” in friggitrice ad aria e li ho fatti più GIGANTI.

Nascono come street food abitualmente consumato tra le vie affollate dei mercati indiani o del sud est asiatico. Tuttavia, con il passare degli anni, questa ricetta è arrivata direttamente sulle tavole etniche come antipasto o secondo da abbinare ad altri piatti della tradizione, come per esempio il dahl di lenticchie o il naan, famoso pane indiano morbido e sottile.
Se non avete mai avuto l’occasione di gustare i samosa, immaginatevi un guscio di pasta FILLO O SFOGLIA croccante e sottile preparata con farina, olio di semi, acqua e sale, con all’interno un generoso ripieno morbido e speziato. Ed è proprio quest’ultimo a fare la differenza declinandosi in numerose varianti: da quelle a base di carne macinata fino ad arrivare a farciture di legumi o di verdure saltate e insaporite con gli aromi caratteristici dell’aglio, del coriandolo, della curcuma e dello zenzero. Vediamo allora passo dopo passo come preparare in casa i samosa rispettando le indicazioni della tradizione.

Questi fagottini ripieni, solitamente di forma rettangolare, sono realizzati con una pasta a base di farina, acqua, olio e sale e farciti con verdure varie. Tra i ripieni più popolari potete trovare quello a base di patate, piselli, cipolle e un mix di spezie e ,nella versione più autentica, una volta pronti, i Samosa vengono fritti in abbondante olio di semi e gustati caldi, magari accompagnati da una salsa alla menta o allo yogurt.

Qui in italia spesso si trovano nella loro versione vegetariana, ma essendo un piatto così diffuso ne esistono davvero mille varianti i giro per il mondo. In Somalia ad esempio, dove vengono chiamati sambusa, si preparano con carne di agnello o di manzo, arricchita con tante spezie e anche nella stessa india, ogni zona prepara i Samosa in modi molto differenti tra loro. Insomma, tutto questo per dirvi che non esiste una ricetta ufficiale dei Samosa, ma molto dipende dalla provenienza e dalla cultura della famiglia che li prepara e quindi il ripieno viene spesso personalizzato con verdure, carne e spezie in base ai gusti personali.
Io ho pensato di proporvi LA MIA versione VEGANA . Sono perfetti come antipasto, durante una fresca serata estiva, o accompagnati ad altri piatti indiani come un dhal di lenticchie.

La pasta fillo è un ricetta di base semplice da preparare e molto versatile: è infatti uno degli ingredienti principali nella realizzazione di numerose ricette.

Si tratta di una pasta sfoglia molto sottile a base di un impasto composto da farina, acqua, olio e un pizzico di sale.

Oltre a risultare sottile come un velo, una volta cotta, la pasta fillo risulterà estremamente croccante, caratteristica perfetta se si vuole dare un contrasto di consistenze in piatti in cui il ripieno è morbido.

La si utilizza fritta o cotta al forno e la si può conservare in frigorifero avvolta nella carta forno, o in alternativa congelare.

INGREDIENTI PER 2 SAMOSA GIGANTI

RIPIENO

  • 1 CIPOLLA
  • 2 CAROTE
  • 200 gr di PISELLI
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO
  • ZENZERO IN POLVERE Q.B.
  • CORIANDOLO Q.B.
  • CARDAMOMO Q.B.
  • CURRY Q.B.
  • Chiodi di garofano e noce moscata Q.B.
  • 150 GR DI GRANULARE DI SOIA
  • BRODO VEGETALE Q.B.
  • 1 PATATA
  • Qualche fogliolina di menta fresca
  • SALE Q.B.
  • PEPE Q.B.
PER LA PASTA FILLO

  • 250 grammi di farina TIPO 1
  • 20 grammi di Olio Extra Vergine di Oliva+ quello per spennellare i samosa
  • latte vegetale q.b. per spennellare i samosa
  • 75 ML DI ACQUA tiepida
  • Maizena per spolverare
  • sale q.b.
  • semi di sesamo q.b.

PROCEDIMENTO

  • RIPIENO : Lavate tutte le verdure e tritatele al coltello.Sminuzzate l’aglio e lo zenzero.Macinate tutte le spezie. In una padella mettete a soffriggere con olio di oliva l’aglio, la cipolla e le carote, I PISELLI,quando hanno preso colore, aggiungete il macinato, rimescolate, condite con sale, pepe e tutte le spezie, versate il brodo e lasciate cuocere a fiamma bassa per 50 minuti. A 5 minuti dalla cottura condite con zenzero e coriandolo, Aggiungete la patata E LA MENTA e SCHIACCIATE GROSSOLANAMENTE CON UNA FORCHETTA velocemente, quando il composto si è raffreddato.Mettete in una ciotola capiente, assaggiate e se il caso correggete con sale e pepe, quindi, se non avete trovato la pasta fillo, passiamo alla sfoglia.
  • PASTA FILLO : Mescolate LA farina con una presa di sale, allungando con acqua tiepida e L’ olio. Quando l’impasto è sodo ed elastico, lasciate riposare 20 minuti e poi stendetelo, Abbiate sempre cura di spolverare la pasta con la maizena prima di sottoporla a stesura., a quadrati , mettete ripieno su ogni quadrato e richiudete dando forma triangolare. fORMANDO UNA SORTA DI RAVIOLO./PANZEROTTO.Con i rebbi di una forchetta chiudete tutto il bordo .Spennellate i samosa prima con il latte vegetale e poi con olio, ricoprire di sesmi di sesamo e lasciateli riposare 15 minuti in freezer e poi tuffateli in olio bollente a 170 gradi per 3-4 minuti. Scolate su un piatto coperto di carta da cucina, tamponate e assaggiate una delle cose più buone del mondo. Oppure come ho fatto io in friggitrice ad aria , spennellare la superficie con olio evo e cuocere in friggitrice ad aria a 200° per 10-15 minuti.Girare a metà cottura.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LASAGNE ALLA CARBONARA VEGANA CON SFOGLIA DI FARRO FATTA IN CASA E POMODORINI

Il piatto romano più famoso si trasforma in una lasagna VEGANA gustosa, grazie alla creatività.
Oggi esistono tantissime e golosissime varianti anche vegane della carbonara , ma oggi voglio proporre la mia versione personalissima.

Se siete dei puristi della carbonara, ci tengo a precisare che, essendo una variante VEGANA e non la ricetta originale, ho consapevolmente apportato delle modifiche per rendere ancora più succulenta la MIA versione al forno.

Quindi cosa ci serve ?

– Innanzitutto la PASTA che io ho fatto in casa con farina di farro ,

– Anziché il guanciale, NATURALMENTE , ho utilizzato TEMPEH,

– ed al posto del tuorlo d’uovo ,una SALSA succulenta a base di latte di soia, sale kala namak ( che conferisce il sapore sulfureo tipico dell’uovo),

– ed al posto del pecorino , del formaggio grattugiato vegano a base di mandorle e lievito alimentare,

– .L’ho poi arricchita con pomodorini .

– ed infine immancabili sale e pepe
A casa mia, quando faccio le lasagne è sempre una gran festa: ne vanno tutti matti!!! Eccovi la ricetta !!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

SFOGLIA

  • 300 gr di farina di farro
  • 3 cucchiai di farina di semi di lino
  • 9 cucchiai di acqua
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 o 3 pizzichi di sale
  • curcuma q.b. per colorare
CONDIMENTO

  • 300 GR DI TEMPEH
  • 1 cipolla
  • SALE E PEPE Q.B.
  • 2 CUCCHIAI DI SALSA DI SOIA
  • 200 gr pomodorini interi
SALSA

  • 440 GR DI LATTE DI SOIA
  • 3 CUCCHIAI DI OLIO EVO
  • SALE Q.B.
  • 1,5 CUCCHIAINO DI SALE KALA NAMAK
  • 5 CUCCHIAI DI FORMAGGIO GRATTUGIATO VEGANO ( FRULLA MANDORLE , LIEVITO ALIMENTARE , SALE E CURCUMA)
  • 2,5 CUCCHIAI DI FARINA DI CECI
  • 1,5 CUCCHIAINO DI PAPRIKA DOLCE

PREPARAZIONE

  • SFOGLIA : Versate in una ciotola l’acqua e incorporate la farina di semi di lino setacciata, mescolate ed amalgamate bene. Questo ingrediente va sostituire l’azione addensante delle uova; ora versate il composto in un’altra ciotola e aggiungete anche la farina di farro, il sale , la curcuma e l’olio. Amalgamate ed impastate bene a mano tutti gli ingredienti fino ad un ottenere una pasta omogenea e densa con cui formate una palla che avvolgerete con la pellicola da cucina; lasciatelo riposare circa 15 minuti in frigo e poi cominciate a spianare l’impasto in una sfoglia spessa 1 cm per preparare le LASAGNE su di un ripiano infarinato.La sfoglia deve essere fatta con l’aiuto di un mattarello  lasciatele asciugare su di una asta sospesa, ricoprendole prima con uno strato di farina per circa 15-20 minuti. Infine, SE VOLETE cuocetele in acqua bollente e salata per 1-2 minuti e conditele ( IO NON SBOLLENTO LA PASTA FRESCA)
  • CONDIMENTO :Taglia il tempeh a dadini,trita grossolanamente la cipolla ,saltain padella insieme ai pomodorini interi con olio e sale, quando è ben rosolato aggiungi salsa di soia e pepe e metti da parte.
  • SALSA :Cuocere insieme tutti gli ingredienti e frulla dopo.
  • Assemblaggio e cottura :Procedere quindi all’assemblaggio della lasagna, Rivestite la base della pirofila con uno strato sottile di salsa , alternando gli strati con la salsa “all’uovo “, il formaggio grattugiato, il condimento al tempeh e pomodorini . Chiudere con salsa e formaggio grattugiato . Cuocere in forno a 220° per 30 minuti ( io la copro con carta stagnola per i primi 20 minuti)

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




SBRISOLINE DI GRANO SARACENO RIPIENE DI COMPOSTA DI FRAGOLE E CIOCCOLATO ACCOMPAGNATE DA GELATO ALLE FRAGOLE SEMPRE FATTO IN CASA

Per preparare le sbrisoline alle FRAGOLE e CIOCCOLATO mi sono ispirato ad un dolce tipico di Mantova: la torta sbrisolona. Housato la farina integrale di grano saraceno e aggiunto altri ingredienti per renderle ancora più golose! Composta di Fragole fresche, perfette da utilizzare in questa stagione, un po’ di cioccolato fondente che non guasta mai ,per avere un ripieno cremoso che contrasta la croccantezza esterna! Le sbrisoline sono perfette in ogni momento della giornata, potrete accompagnarle con una pallina di gelato e servirle come dessert per il dopo cena! 

Per l’impasto ho usato la tecnica della Sbrisolona, devo dire che con la farina di grano saraceno è ancora più semplice, dato che è come avere della sabbia bagnata che non lega ma, appunto, si sbriciola. La marmellata che è usato è dolcificata con succo di mele ed è una delle mie preferite perchè la sua dolcezza è naturale e non stucchevole.
La consistenza di queste che ho battezzato “Sbrisoline” è croccante nell’involucro esterno superiore e morbida dentro, dove la marmellata bagna l’impasto e si sposa allegramente con questa farina tutta da provare.
Eccovi le dosi per avere sei Sbrisoline, per una torta intera vi conviene raddoppiare 😉

Senza gelatiera e senza bisogno di mescolarlo ogni mezzora: la ricetta del gelato furbo alle fragole. Questo gelato furbo alle fragole si prepara in pochi minuti, senza gelatiera e soprattutto senza bisogno di essere mescolato ogni mezz’ora, come per le altre ricette di gelato casalingo.

Il trucco c’è, ma è un dolce trucco: il gelato furbo si prepara infatti con polpa di banana e altra frutta a scelta (in questo caso fragole), precedentemente congelata e poi tritata e mescolata con yogurt DI SOIA . Due ore e mezzo in freezer e il gelato furbo alla fragole raggiunge la consistenza perfetta per essere gustato. Il gelato furbo così preparato è inoltre anche molto leggero: senza panna ma con yogurt e, volendo, anche senza zucchero: questo infatti non influisce sulla consistenza del gelato furbo e, se si usa frutta particolarmente saporita e dolce, si può anche omettere del tutto. Io infatti ho messo pochissimo SCIROPPO DI AGAVE . Il gelato furbo si può preparare con la frutta che preferite: la banana è indispensabile, ma al posto delle fragole potete usare pesche, melone, ananas, albicocche…

Ingredienti SBRISOLINE PER 6 FORMINE IN SILICONE DA 8 CM

  • 150 gr di farina NERA integrale di grano saraceno
  • 60 gr di olio di mais O RISO O SOIA O GIRASOLE
  • 125 gr di ERITRITOLO A VELO
  • 30 ml di latte vegetale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci ( IO USATO CREMOR TARTARO+ 1 PIZZICO DI BICARBONATO)
  • 1 pizzico di sale
  • COMPOSTA di FRAGOLE ( COMPRATELA O FATELA IN CASA SEMPLICEMENTE CON FRAGOLE FRESCHE, MELA, LIMONE )
  • 80 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
  • pinoli per guarnire

INGREDIENTI GELATO ALLE FRAGOLE  per circa 400 g di gelato

  • 180 gFragole
  • 100 gbanana (pesata senza buccia)
  • 60 g SCIROPPO DI AGAVE (a seconda dei gusti si può aumentare o diminuire o eliminare del tutto)
  • 100 g Yogurt SoIA (bianco, FATTO SGOCCIoLARE LA SERA PRIMA)

Procedimento

SBRISOLINE: Setacciare la farina con IL DOLCIFICANTE, il lievito, il sale. Mischiare olio e latte vegetale e versarli nella farina. Con una forchetta e con movimenti veloci creare delle briciole, senza formare la solita “palla”. Ungere le formine con un poco d’olio e ricoprire il fondo di briciole usando metà dell’impasto. Pressare bene le briciole e compattarle senza lasciare spazi vuoti. Mettere in ogni tortina un cucchiaio abbondante di COMPOSTA E SCAGLIE DI CIOCCOLATO FONDENTE e ricoprire uniformemente con le restanti briciole. Decorare con i pinoli e un poco di ERITRITOLO e pressare leggermente in modo da avere delle coperture regolari. RIPONETELE IN FRIGO A RIPOSARE PER ALMENO 3 ORE O TUTTA UNA NOTTE ( DEVONO ESSERE FREDDE).Cuocere in forno per 12 minuti a 180 gradi o finchè non sono dorate, OPPURE IN FRIGGITRICE AD ARIA A 160° o con funzione dolce per 20 minuti, verificando la cottura con il vostro modello di friggitrice ad aria.Prima di sformarle lasciare che le tortine di grano saraceno raffreddino completamente.

GELATO ALLE FRAGOLE : Mettete fragole e banana ( PRECEDENTEMENTE CONGELATE ) in un mixer  e trituratele abbastanza finemente. Per fare quest’operazione vi consiglio di dare piccoli impulsi al mixer e di frullare la frutta a più riprese per evitare che l’apparecchio si rovini, visto che la frutta congelata è molto dura. Aggiungetevi il dolcificante. Unitevi anche lo yogurt e frullate ancora per qualche secondo, fino a ottenere una crema omogenea e piuttosto densa. Distribuite il gelato alla fragola così ottenuto in una vaschetta bassa e larga e riponete il gelato furbo alla fragola in freezer per 2 ore e 30 minuti. Trascorso questo tempo avrà la consistenza perfetta per essere gustato.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




5 DELIZIOSE RICETTE CINESI VEGANE PER UN MENÙ TRA TRADIZIONE E VEGANISMO : RAVIOLI VEGANI E GLUTEN FREE ALLA CANTONESE FATTI IN CASA IN VERSIONE BICOLORE , BIANCHI E GIALLI CON TONNO DI CECI E FUNGHI SHIITAKE; TOFU SALTATO IN SALSA TERIYAKI E MANDORLE ; FAGIOLINI e SPINACI conditi alla salsa di soia ed olio di sesamo; PATATE CINESI BRASATE

La cucina 100% vegetale è più ricca di ciò che generalmente si crede e, soprattutto, più varia. Se poi la scelta vegana è declinata in chiave etnica tradizionale, allora la sorpresa nel gustare sapori inaspettati dei suoi piatti diventa ineguagliabile. Ecco, quindi ricette tratte – e in alcuni casi rivisitate – dalla cucina tradizionale cinese, completamente vegane, tutte da scoprire, perché semplici e gustosissime. Curiosi di scoprire quali sono?

Ricette 100% vegane ispirate alla cucina cinese: perfette sia per chi ha poco tempo sia per chi adora sperimentare piatti, procedimenti e ingredienti provenienti da paesi lontani. Dai ravioli vegan ,al tofu saltato ricco di gusto e sapori forti, fino ad arrivare a 2 contorni della cucina tradizionale cinese. Scopriamo insieme queste deliziose ricette vegetali che provengono direttamente dalla lontana Cina.

Partiamo da dei meravigliosi ravioli fatti in casa, con passione e cura, poi cotti alla piastra. La ricetta prevederà, oltre alla realizzazione dell’impasto secondo il metodo tradizionale, anche quella della salsa il giorno prima, in modo che possa riposare in frigorifero per 24 ore. Infine, l’uso di alcune verdure molto semplici come ripieno che, come sempre, potranno essere al bisogno sostituite, secondo il personale gusto di ciascuno.

ravioli di riso – in versione bigusto – hanno uno speciale impasto a base di farina di riso e acqua, facilissimo da lavorare,importante lavorarlo da caldo.

Nell’immaginario collettivo è diffusa l’idea che i ravioli al vapore orientali abbiano un impasto a base di farina di riso, ma non è così. L’impasto tradizionale impiega comune farina di frumento, esattamente come per i Gyoza giapponesi.

Chi ha provato a lavorare un impasto con sola farina di riso, sa bene che è un’impresa ardua: la sfoglia si rompe facilmente ed è davvero difficile riuscire a fare la pasta di casa, soprattutto ripiena.

Il risultato è un panetto sodo, lavorabile tipo pasta da modellare. Con questo impasto potrai preparare ravioli, pasta di riso, tortelloni e qualsiasi cosa ti venga in mente. E siccome il composto è precotto, ti basterà saltare le tue preparazioni in padella oppure ricuocerle a vapore se avranno un ripieno crudo.
Di seguito trovi ricetta !!!
Per riuscire a rendere l’impasto senza glutine più elastico, morbido e malleabile potresti aggiungere alcuni prodotti come la farina di carrube oppure la gomma xantana, un amido di origine naturale che si compra in farmacia e che va unita alle farine prima di aggiungere liquido.

TOFU SALTATO IN SALSA TERIYAKI E MANDORLE ,
Un piatto unico, completo e molto veloce da realizzare, quindi perfetto per una cena improvvisata o per un menù vegano inaspettato. Come sempre, anche questa ricetta può essere modificata a piacere, sostituendo ad esempio i funghi shiitake con funghi champignon freschi o il tofu al naturale con tofu affumicato o con tempeh. E perchè no, a seconda delle preferenze, si può anche eliminare l’aglio a favore della sola erba cipollina, decisamente più delicata. 
La SALSA TERIYAKI è una salsa agrodolce di accompagnamento: Gli ingredienti di base della salsa Teriyaki sono: la salsa di soia, il mirin e lo zucchero.In particolare, è il mirin a donare a questa salsa quel caratteristico sapore umami, un gusto sapido, ma delicato, molto piacevole al palato.Io ho sostituito il Mirin con vino bianco e aceto di mele !!!

FAGIOLINI e SPINACI conditi alla salsa di soia
Con un metodo molto facile e veloce prepariamo 2 contorni per la nostra cena orientale ma anche italiana, rendendoli con un gusto orientale.Con questa ricetta usiamo pochissimi ingredienti per un risultato davvero ottimo e buonissimo.

PATATE CINESI BRASATE
sono un piatto tipico della cucina cinese casalinga, dal sapore ricco e pieno di contrasti.

Ingredienti ravioli

Per la salsa (da preparare 24 ore prima e far riposare in frigorifero fino al momento del consumo):

  • 2 cucchiai di salsa tamari
  • 4 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaino di aceto di riso o mele
  • 1 cucchiaio di aglio tritato
  • 1/2 cucchiaio di zenzero tritato
  • 1 cucchiaino di olio di sesamo o girasole o riso
  • q.b. di pepe nero
  • q.b. peperoncino tritato

Per la pasta:

  • 150 g di farina di riso
  • 150 g di acqua CALDA
  • curcuma
  • 3 gr di gomma di xantano ( puoi omettere)
  • 1 cucchiaio di amido di mais (per la preparazione finale)+ acqua q.b.

Per il ripieno

RAVIOLI GIALLI

  • 50 gr di carote
  • 75 gr di crauti rossi
  • 30 gr di spaghetti o tagliatelle o fettuccine di konjak ( ammollati con salsa di soia e limone)
  • aglio
  • zenzero
  • q.b. di pepe nero
  • q.b. di salsa soia
  • q.b. di vino bianco secco
  • q.b. di prezzemolo fresco tritato 
  • q.b. di menta fresca tritata 
  • q.b. di erba cipollina essiccata
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo o semi di girasole o riso

RAVIOLI BIANCHI

  • 2 funghi shiitake secchi reidratati in acqua calda
  • tonno di CECI( trovi la ricetta nel blog)
  • germogli di soia mung
  • 1 spicchio d’aglio
  • zenzero
  • q.b. di pepe nero
  • q.b. di salsa soia
  • q.b. di vino bianco secco
  • q.b. di prezzemolo fresco tritato 
  • q.b. di menta fresca tritata 
  • q.b. di erba cipollina essiccata
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo o semi di girasole o riso

INGREDIENTI TOFU SALTATO IN SALSA TERIYAKI E MANDORLE

  • 250 g di tofu al naturale
  • 1 cucchiaio di zenzero ESSICCATO
  • ½ limone in succo filtrato
  • 1 cucchiaino di pepe di Cayenna
  • 1 cucchiaino di paprika
  • q.b. pepe nero macinato fresco
  • 4 cucchiai di olio di sesamo o giresole o riso
  • 3 cucchiai di shoyu
  • 2 funghi shiitake affettati finemente
  • 1 scalogno tritato
  • 2 spicchi d’aglio tritato
  • 1/2 porro tritato
  • 3 cucchiai di salsa teriyaki ( 2 cucchiai di tamari o soia+1 cucchiaio di vino bianco+2 cucchiai di aceto di mele+2 cucchiai di succo d’agave o acero o riso+1 cucchiaino di zenzero in polvere+1 cucchiaino di aglio in polvere+2/3 CUCCHIAI di maizena)
  • q.b. di erba cipollina fresca
  • 60 g di mandorle tritate

INGREDIENTI FAGIOLINI e SPINACI conditi alla salsa di soia

  • 200 g di fagiolini freschi
  • 250 g di spinaci freschi
  • bacche di goji ( facoltative)
  • 2 cucchiai di salsa di soia o tamari
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 2 cucchiai di olio di girasole o riso o sesamo o evo delicato
  • sale q.b.
  • sesamo bianco q.b.
  • 2 spicchi di aglio tritato

INGREDIENTI PATATE CINESI BRASATE

  • 1 Patata
  • 1 Patata dolce
  • 3 Cipollotti
  • 1 Cucchiaio Salsa di soia
  • 1 Cucchiaino DI ERITRITOLO
  • Acqua q.b.
  • olio di sesamo

Procedimenti

  • RAVIOLI :

SALSA DI ACCOMPAGNAMENTO :Preparate la salsa il giorno prima e lasciatela riposare in frigorifero fino al momento del consumo vero e proprio, ricordate di filtrarla con un colino a maglie fini prima di utilizzarla. Unite la salsa tamari, l’acqua, l’aceto di riso, l’aglio e lo zenzero tritato, l’olio di sesamo e infine il pepe nero macinato fresco in una piccola ciotola, sbattete il tutto per qualche secondo con una frusta, quindi coprite con un piattino e riponete in frigorifero.

IMPASTO RAVIOLI :

  1. Prepara l’impasto bianco: amalgama in una ciotola la farina di riso,lo xantano e tutta l’acqua . Raccogli metà composto in un sacchetto per la cottura in forno e sigillalo.
  2. Prepara l’impasto giallo alla curcuma: aggiungi al composto restante un po’ di curcuma in polvere. Raccogli quindi l’impasto in un secondo sacchetto adatto alla cottura e sigillalo.

RIPIENI :

Ora provvedete a preparare i ripieni

per i ravioli bianchi

  • PREPARATE IL TONNO DI CECI SEGUENDO LA MIA RICETTA.
  • Risciacquate i funghi shiitake e trasferiteli in una ciotola, aggiungete acqua calda e lasciate riposare 30 minuti, quindi scolateli e metteteli da parte.
  • In un mixer ponete i funghi shiitake, l’aglio schiacciato, lo zenzero grattugiato e frullate fino a quando tutti gli ingredienti non saranno tritati. Poi, aggiungeteli, insieme ai germogli di soia mung sciacquati e ammollati con succo di limone e salsa di soia ,in una padella wok su cui avrete fatto precedentemente scaldare un cucchiaio di olio di sesamo o semi o riso a fuoco medio, e cuocete per 10 minuti sfumando con un poco di vino bianco secco. Aggiungete sale, il pepe, il prezzemolo fresco tritato, l’erba cipollina e la menta fresca tritata Quando saranno cotti lasciate raffreddare .

per i ravioli gialli

  • In un mixer ponete le carote, i crauti , l’aglio schiacciato, lo zenzero grattugiato e frullate fino a quando tutti gli ingredienti non saranno tritati. Poi, aggiungeteli, insieme agli spaghetti di konjak precedentemente sciacquati e ammollati con succo di limone e salsa di soia ,in una padella wok su cui avrete fatto precedentemente scaldare un cucchiaio di olio di sesamo o semi o riso a fuoco medio, e cuocete per 10 minuti sfumando con un poco di vino bianco secco, aggiungete sale, il pepe, il prezzemolo fresco tritato , l’erba cipollina e la menta fresca tritata Quando saranno cotti lasciate raffreddare.

per entrambi i ravioli

  • Ora bisogna riempire i ravioli: in una piccola ciotolina unite l’amido di mais con due cucchiai di acqua e mescolate bene; poi, preparate la spianatoia infarinata e riempite ciascun raviolo con un cucchiaio dei vostri ripieni .Spennellate i bordi con la vostra colla di amido e chiudete aiutandovi con una forchetta sigillando ciascun raviolo.Potete chiudere a mezzaluna o a stella .Per la cottura a vapore, Io ho usato semplicemente uno scolapasta in acciaio posto su una pentola dove ho messo acqua che ho portato ad ebollizione, quindi adagiate sopra i vostri ravioli,questo permetterà di cuocere a vapore i vostri ravioli. Chiudete con il suo coperchio e lasciate cuocere per 40-45 minuti rigirandoli a metà cottura, anche se il tempo dipenderà dallo spessore della sfoglia e dalla grandezza dei ravioli.Una volta cotti, saltateli in padella con un filo di olio di sesamo e serviteli sui piatti correndando ciascun commensale dalla salsa realizzata il giorno prima e filtrata con un colino a maglie fini.

TOFU SALTATO IN SALSA TERYAKI E MANDORLE

  • Mettete il ​​tofu in una grande ciotola di pirex e aggiungete lo zenzero, il succo di limone, il pepe di Cayenna, la paprika, il pepe nero. Mettetelo da parte, a riposo, per una ventina di minuti.
  • Scaldate una padella wok a fuoco medio e aggiungete due cucchiai di olio di sesamo o riso o girasole. Quando la padella è calda, aggiungete il tofu, due cucchiai di shoyu e la salsa teriyaki. Cuocete per un paio di minuti, mescolando, e poi lasciate cuocere per 5-6 minuti a fiamma media.
  • Ponete il tofu in una ciotola e nella wok aggiungete due cucchiai di olio di sesamo, lo shoyu, i funghi, lo scalogno, il porro, l’aglio e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Quindi, unite le verdure, le mandorle tritate e il tofu e saltate per un paio di minuti.
  • Spegnete il fuoco e servite cospargendo il tutto con un trito di erba cipollina fresca

FAGIOLINI e SPINACI conditi alla salsa di soia

  • Spezzate e sbollentate i fagiolini in acqua salata , conditeli con gli ingredienti che abbiamo preparato prima.
  • Sbollentate gli spinaci , insieme alle bacche di goji se le avete e se volete conditeli con gli ingredienti che abbiamo preparato .prima.

PATATE CINESI BRASATE

  • AMMORBIDIRE LE PATATE: Immergere le patate in acqua per circa cinque minuti . Scolare e lasciare asciugare mentre preparate la salsa e riscaldate la padella –
  • PREPARARE LA SALSA: Mescolare la salsa di soia ed IL DOLCIFICANTE in una ciotola – Tritare i cipollotti e aggiungerli alla miscela –
  • CUOCERE IL TUTTO: Scaldare l’olio di sesamo in una padella . Quando caldo , aggiungere le patate tagliate a pezzi medi e asciutte – Soffriggerle fino a farle colorire – Aggiungere la miscela con salsa e cipollotti e abbassate la fiamma e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 5-10 minuti fino a quando le patate sono morbide , aggiungere acqua q.b.
  • E DULCIS IN FUNDO …..Aggiungere la parte verde del cipollotto tritato – Mescolare e servire !

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




BAVARESE AL MANGO , LAMPONI E FRAGOLE CON SCAGLIE DI CIOCCOLATO E MIRTILLI

Un dolce al cucchiaio fresco, semplicissimo e molto veloce da preparare.

Una bavarese vegana semplicissima e molto veloce da preparare, freschissima e quindi perfetta per la bella stagione.

Potete aromatizzare la bavarese con della vaniglia: aggiungetela alla crema di latte, magari in bacche!

Ingredienti

Per le 3 gelatine

  • polpa di 1/2 mango
  • 50 g di succo di mela
  • 1/2 cucchiaino di agar agar

  • fragole (circa 200 g)
  • 50 g di succo di mela
  • 1/2 cucchiaino di agar agar

  • lamponi (circa 150 g)
  • 50 g di succo di mela
  • 1/2 cucchiaino di agar agar

Per la bavarese

  • 50 g di latte di soia
  • 150 g di yogurt di soia
  • 120 g di eritritolo
  • 1/2 cucchiaino di agar agar
  • vaniglia q.b.

PER GUARNIRE

  • SCAGLIE DI CIOCCOLATO
  • MIRTILLI

PROCEDIMENTO

Prepariamo le gelatine

Sciogliete l’agar agar in un cucchiaio di succo di mela.
Tagliate la polpa del mango e frullatela. In un pentolino scaldate il succo di mela e parte della polpa di mango e non appena raggiungono il bollore unite l’agar agar precedentemente sciolto nel succo.
Fate sobbollire per 1 minuto dopodichè aggiungete la parte rimanente della polpa di mango. Amalgamate e versate il tutto in coppette di silicone o appositi stampi in plastica per panna cotta.
Fate raffreddare a temperatura ambiente.

Fate la stessa cosa con fragole e lamponi e fate degli strati intervallati.

Ora la bavarese

In un pentolino unite il latte, dolcificante , vaniglia e l’agar agar. Portate a bollore continuando a mescolare, abbassate la fiamma e continuate per 1 minuto circa. Al termine aggiungete lo yogurt e amalgamate gli ingredienti.

Assembliamo

Riprendete le stesse formine in silicone contenenti le gelatine e versateci la crema al latte e yogurt. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 2 ore.Guarnite con MIRTILLI e completate grattugiando sopra il cioccolato.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai
🌱mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




INVOLTINI FILIPPINI LUMPIA , RIPIENI DI VERDURE E JACKFRUIT

Lumpia o Involtini Primavera o altrimenti chiamati Spring Rolls. La versione filippina degli Spring Rolls. Per la precisione oggi prepariamo i classici Lumpia Shanghai, che nella versione originale sono ripieni di verdure e carne di maiale, carne di maiale che noi sostituiremo con il JACKFRUIT .

Il termine Lumpia si usa solo in Indonesia e Filippine dove gli immigranti della regione Fujian cinese diffusero questa preparazione, e anche in Francia e Olanda perché di questi stati furono i conquistatori del sud est asiatico. Ovviamente a seconda del ripieno esistono vari tipi di Lumpia, anche dolci.

Sono una vera delizia e molto pratici per i party, si preparano prima, si congelano e quando servono si friggono, very easy … sono differenti dai più conosciuti spring roll cinesi perchè sono a base di carne e sono più piccoli.
Per quanto riguarda la carne io ho usato il JACKFRUIT che nella consistenza e sapore ricorda la carne di maiale. JACKFRUIT, UNA NUOVA ALTERNATIVA ALLA CARNE!
Lo trovate nei negozi alimentari etnici in salamoia in lattina, vediamo come prepararlo per una buona base!

Infine con pochi semplici passaggi faremo anche la sfoglia che li contiene.

Ingredienti

  • 8/10 fogli fatti in casa ( 200g farina 0 + 60g amido di mais+ 300 g acqua )
  • 280 g di jackfruit al naturale ( 1 /2 Cipolla+1 spicchio Aglio+2 foglie Alloro+1 cucchiaino lievito alimentare+ q.b. pepe+q.b. sale+1 mazzetto prezzemolo+1 cucchiaino paprika+200 ml Brodo vegetale+.b. olio di oliva
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1 cipolla tritata
  • zenzero
  • cavolo cappuccio rosso
  • piselli
  • 1 carota pelata e grattuggiata
  • 1 costa di sedano tritato in piccoli pezzi
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.
  • olio per friggere q.b. ( oppure in friggitrice ad aria come ho fatto io)

PROCEDIMENTO

  • Condimento : Prepariamo le verdure, soffritto di aglio e zenzero tritati bene, e le verdure tagliate a fettine sottilissime. Mettiamo in una padella antiaderente abbondante olio, aggiungiamo il soffritto di aglio e zenzero, e i piselli. Se i piselli sono freschi chiudiamo il coperchio facciamo cuocere a fiamma molto bassa per una decina di minuti, se sono precotti aggiungete poi subito le altre verdure. Aggiungiamo poi la salsa di soia ed il pepe . Facciamo asciugare e lasciamo raffreddare.Ora dedichiamoci al jackfruit , Prima di tutto scolate bene e pulite il vostro Jackfruit . Sfilacciate le fibre del jackfruit con le mani.Tritate finemente aglio e cipolla e fateli soffriggere in un tegame, fino a quando saranno ben dorati, quindi aggiungete il Jackfruit, il prezzemolo tritato, le foglie di alloro, un cucchiaino di lievito alimentare , le spezie ed il brodo. Lasciate sobbollire per circa 25-30 minuti, fino a quando il brodo si sarà completamente riassorbito, quindi assaggiate ed aggiustate di sale e pepe.Il vostro Jackfruit è pronto per essere servito! Questa è una base che può essere ulteriormente aromatizzata o utilizzata per altre preparazioni.
  • PER LA SFOGLIA : Iniziamo preparando la pastella,aggiungiamo farina , amido e acqua in una ciotola capiente , mescoliamo bene per togliere tutti i grumi e lasciamola da parte. Mettiamo in una padella fredda ed oleata antiaderente l’impasto formando un cerchio con pochissimo impasto usando il pennello. Il fornello dovrà essere spento, accendetelo solo quando avete formato il cerchio. Accendete e quando si asciugherà giratelo con le mani o le pinze. Riempite la sfoglia con le verdure ed il jackfruit e formare i vostri involtini. Potete cuocerli in padella, friggitrice ad aria ,in forno o anche friggerli. Su una superficie pulita posizionare un foglio e mettere tra il centro e il punto più basso un cucchiaio di ripieno. Chiudere piegando prima la parte bassa verso il centro, poi le due laterali ed infine arrotolare verso l’altro, bagnando con poca acqua.IMPORTANTE SE VOLETE PREPARARLI IN ANTICIPO , RIEMPITE LE SFOGLIE DA CALDE, APPENA COTTE , ALTRIMENTI SI ASCIUGHERANNO E ROMPERANNO.POTETE CONGELARLI PRIMA DELLA ” FRITTURA”
  • Posizionare gli involtini nel cestello della friggitrice ad aria o sui vassoi in un unico strato, distanziati in modo che non si tocchino.
  • Qualche puff di olio evo,
    Friggere gli involtini ad aria a 200 ° C per 6 minuti. Arrotolarli sull’altro lato e soffriggere per altri 6 minuti. Se ti piacciono i tuoi involtini extra croccanti (come faccio io!), quindi continuare a cuocerli per altri 2 minuti circa.
    Rimuovere gli involtini dalla friggitrice ad aria e servire caldo con le salsa di immersione 😋

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

👉mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




PIZZA VEGAN INTEGRALE CON FORMAGGIO VEGHINO DI BARBARA FERRANTE ,SALSICCIA ARROSTO, TOFU STRAPAZZATO , CAPPERI E BASILICO

Vi propongo una pizza vegan integrale, con farina di farro , digeribile e preparata con il metodo Bonci che, secondo me, per la pizza fatta in casa è il top! Certo Bonci non è vegan, anzi, se andate a vedere le sue pizze potete trovarci veramente di tutto…o chiunque! Ma mi è sempre piaciuto il livello di idratazione dell’impasto. Con la farina raffinata il risultato è diverso, ma anche l’impatto sulla curva glicemica. Quindi ho voluto provare a farlo con la farina semi integrale ed integrale e il risultato mi è piaciuto, soprattutto quando riesco a far imbrunire la parte sotto, che rimane più croccante.

La Salsiccia Vegana l’ho fatta in casa , trovate la mia ricetta nel blog.

La chicca è il golosissimo formaggio VEGHINO DI BARBARA FERRANTE , che assomiglia praticamente al pecorino! 😀

https://www.facebook.com/caseificiobarbaravegana

Infine ho messo il Tofu strapazzato con sale nero Kala Namak

È del tutto normale se di tanto in tanto ti mancano alcuni sapori dei cibi con prodotti di origine animale. Perché ovviamente seguire il veganismo non significa odiare i sapori che precedentemente amavi. Per me il sapore che ogni tanto mi manca è quello delle uova. E fortunatamente, in questi casi c’è un delizioso rimedio per questo desiderio – il tofu strapazzato .

È ricco di proteine di origine vegetale e molto facile e veloce da preparare. Devi solamente cuocere le cipolle ed i pomodorini, sbriciolare il tofu a pezzettini e quindi preparare la “salsa” che sarà mescolata con il tofu .

Il segreto saporito del tofu strapazzato ?
È molto semplice far assomigliare il tofu alle uova strapazzate. Basta sbriciolarlo a pezzi più grandi e più piccoli e cambiare il suo colore da bianco a giallo usando la curcuma in polvere. Tuttavia, renderne il sapore simile alle uova può essere un pochino più complicato. In pratica, l’ingrediente che realizza la magia è il kala namak, anche conosciuto come sale nero. Forse l’hai sentito nominare – è quel sale che ha lo stesso odore delle uova. Non il migliore degli aromi, devo ammettere, ah ah! Ad ogni modo, per questo tofu strapazzato è perfetto perché dà il giusto aroma e sapore di uova al piatto. Solitamente puoi trovare questo sale in tutti negozi di alimentari specializzati oppure online. Ma se non riesci a trovarlo, non preoccuparti. Anche senza il kala namak, questo tofu strapazzato è delizioso!

Ingredienti impasto pizza per una teglia dal diametro di 34 cm

  • 350 gr farina tipo 2
  • 70 gr farina di farro
  • 80 gr di farina integrale
  • 450 ml acqua tiepida (400 + 50 in cui avrete fatto sciogliere il lievito)
  • 5 gr lievito di birra fresco o 20 gr di pasta madre essiccata con lievito
  • 2 cucchiaini di sale marino integrale
  • 2 cucchiai d’olio evo (più un poco per ungere)

Condimenti:

  • passata di pomodoro
  • capperi
  • Basilico fresco
  • olio, sale, origano a piacere
  • formaggio VEGHINO DI BARBARA FERRANTE ( PECORINO VEGANO) a scaglie
  • salsiccia vegana ( trovate la mia ricetta nel blog)
  • tofu strapazzato con sale kala namak *

PER IL TOFU STRAPAZZATO :

  • 180/200 g di tofu duro o extra duro
  • 75 g di cipolle
  • 50 g di pomodorini
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 75 ml di latte di soia senza zucchero aggiunto
  • 0.50 cucchiaino da tè di senape
  • 0.50 cucchiaino da tè di curcuma in polvere
  • 1/4 cucchiaino da tè di pepe nero
  • 1/4 cucchiaino da tè di basilico secco
  • 1/4 cucchiaino da tè di sale kala namak (opzionale; se non utilizzato, aggiungere un cucchiaio extra di salsa di soia)
  • 1 cucchiai di lievito alimentare in scaglie 
  • 7.50 g di erba cipollina fresca
  • un po’ di olio evo per la cottura

PROCEDIMENTO

  • IMPASTO PIZZA : il giorno prima preparate l’impasto unendo le farine, aggiungendo a poco a poco l’acqua tiepida e il lievito che avrete fatto sciogliere in un poco della stessa acqua ( OPPURE USARE DIRETTAMENTE LA PASTA MADRE ESSICCATA CON LIEVITO) Aggiungete anche il sale e l’olio e rimestate poco, finchè l’acqua è assorbita. Lasciate riposare 10-15 minuti sotto a un canovaccio pulito o in un contenitore ermetico.Riprendete l’impasto, rovesciatelo su un piano infarinato e date 4 giri di pieghe (ovvero prendere un lato e ripiegarlo sull’impasto, girare di 90° e ripetere altre 3 volte) in modo che raccolga un poco di farina e si asciughi. Riponetelo in una ciotola unta d’olio e lasciatelo lievitare per 24 ore (o anche qualcuna in più) nella parte bassa del frigorifero.Estraete l’impasto un paio d’ore prima di lavorarlo, quindi rovesciatelo su un piano infarinato. Suddividetelo in due parti uguali (o a seconda delle dimensioni delle vostre teglie) e con un movimento veloce mettetele nelle teglie ben oliate o rivestite di carta da forno. Stendetelo più sottile che potete senza bucare la pasta.
  • CONDIMENTO : Preparate le mie salsicce o compratene una confezionata.Preparate il tofu strapazzato , fare le cipolle ed i pomodorini a pezzettini, quindi cuocerli in un piccolo quantitativo di olio per circa 5 minuti;mentre le cipolle ed i pomodorini cuociono, rompere il tofu con le mani a pezzettini – alcuni più grandi, altri più piccoli –, aggiungerli in padella e cuocere tutto per 5 – 10 minuti mescolando di tanto in tanto;mentre il tofu cuoce, mescolare insieme in una ciotola la salsa di soia, il latte di soia, la senape, la curcuma, il pepe, il basilico, il sale kala namak ed il lievito alimentare in scaglie – mescolare fino ad ottenere un liquido omogeneo;quando alcuni pezzetti di tofu iniziano a dorarsi, versare in padella il liquido preparato e mescolare bene finché i pezzi di tofu non diventano gialli;cuocere per 1 – 2 minuti mescolando di tanto in tanto, quindi togliere la padella dal fuoco/calore, coprirla con un coperchio e far riposare il tofu strapazzato per 5 minuti;sminuzzare l’erba cipollina e mescolarla al tofu strapazzato giusto prima di servire. Condite con salsa di pomodoro,capperi , formaggio veghino a scaglie , la salsiccia a rondelle precedentemente saltate in padella o in friggitrice ad aria .Cuocete : Vediamo ora la differenza tra la cottura nel forno statico e nel forno ventilato. Nel primo caso dovete stare attenti alla cottura, infatti per i primi 5 minuti la pizza in teglia va posizionata in basso, mentre per i successivi 15 minuti deve essere posta a metà del forno, preriscaldato a 200°.Differentemente dalla modalità adottata per la cottura nel forno statico, se avete il forno ventilato potete lasciare la pizza al centro del forno per tutti i 20-25 minuti previsti per la cottura a 200°.Condite con basilico, un filo d’olio, sale e origano se graditi.Questa pizza vegan integrale è ancora più buona se la riscaldate al forno il giorno dopo, provate e fatemi sapere, anche con delle foto se volete 😉

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

👉mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




BROWNIES AL CACAO CON CONFETTURA DI FRAGOLE SENZA ZUCCHERO GLUTEN FREE SENZA COTTURA

I brownies alle FRAGOLE nascono da diversi esperimenti di dolci senza cottura, in cui l’ingrediente principale è la frutta fresca e secca e l’olio vegetale. E’ incredibile la consistenza che si riesce ad ottenere con un buon frullatore 🙂

In questa ricetta ho utilizzato SEMPLICEMENTE FRAGOLE SENZA ZUCCHERO al naturale partendo semplicemente da FRAGOLE FRESCHE , unite a succo di limone ed una mela matura frullata, voi potete anche comprare se desiderate naturalmente una confettura/marmellata già pronta

Ingredienti per uno stampo 20×10 cm:

  • primo strato:
    110 gr di datteri ammollati ( se sono medjoul potete anche evitare)
    50 gr di mandorle
    30 gr di cacao amaro
    2 cucchiai di olio di cocco liquido ( o burro di cacao)
  • secondo strato:
    250 gr di marmellata di fragole (in alternativa fragole fresche frullate con 1 mela matura ed il succo di 1 limone )
    4 cucchiaini di semi di chia (per gelificare)
    2 cucchiai di olio di cocco (per rassodare)
    2 cucchiaini di agar agar (per rassodare)
  • terzo strato
    4 cucchiai di cacao amaro
    2 cucchiai di latte di mandorle o avena o riso
    2 cucchiai di olio di cocco ( o burro di cacao)
    cocco rapè per decorare

Procedimento:

Foderate lo stampo che avete scelto con PELLICOLA TRASPARENTE o CARTA FORNO. Frullate tutti gli ingredienti del primo strato e stendetelo uniformemente sul fondo dello stampo. Mettete subito in frigo a rassodare.

Frullate i semi di chia ed aggiungeteli alla marmellata , poi velocemente aggiungete l’olio di cocco e l’agar agar fatto bollire tre minuti in pochissima acqua, frullate ancora un po’ e versatelo nello stampo sopra al primo strato. Mettete in frigo 10 minuti a rassodare.

Per il terzo strato mescolate olio di cocco, cacao e latte. Quando il secondo strato è molto sodo, stendete l’ultimo strato al cacao aiutandovi con un cucchiaino.

Fate raffreddare in frigo una mezz’ora prima di tagliare i brownies in quadrotti e servirlo con una spolverata di cocco rapè.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

👉mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!