1

SPEZZATINO DI TEMPEH CON PATATE , FUNGHI MISTI E PISELLI , ACCOMPAGNATO DA INSALATA DI RADICCHIO , FINOCCHIO, POMPELMO , SEMI MISTI, DAIKON E RAVANELLI CON EMULSIONE AL SUCCO DI POMPELMO

Il tempeh come il tofu, è ottenuto dalla soia gialla ma a differenza del tofu si ottiene dalla fermentazione della soia e questo lo rende ricco di proprietà benefiche, come tutti gli alimenti fermentati. Aiuta a prevenire problemi alle ossa e rinforza il sistema immunitario. E’ ricco di ferro e magnesio, di vitamine del gruppo B e di fibre. E’ molto saziante quindi utile anche per chi è a dieta. A chi da fastidio il leggero gusto amarognolo è consigliato fare bollire il panetto per qualche minuto prima di utilizzarlo nella ricetta vera e propria. Io l’ho utilizzato per preparare uno spezzatino di tempeh, con patate ,funghi , piselli ,carota e scalogno.

Lo spezzatino di TEMPEH con patate , funghi e piselli Richiama il tipico pranzo della domenica, quando basta il profumo che si sprigiona dalla cucina per far sì che tutta la famiglia si riunisca attorno alla tavola imbandita.

Sarà amato da grandi e piccini è il comfort food perfetto , perfetto per trovare riparo dal primo freddo invernale, per riempire la pancia senza MANGIARE QUALCUNO !!!

Inoltre, i suoi fondi vellutati ben si prestano anche a condire paste fresche, magari ripiene.

In più, è facile da preparare. 

Nello spezzatino ricordate che dovrete prima cuocerle separatamente verdure ed in questo caso il tempeh e poi unirli. Un soffritto semplice di carota, sedano e cipolla è il minimo insindacabile, rigorosamente da far da far rosolare a fiamma dolce in un filo di olio extravergine d’oliva. A questo primo trito potete poi aggiungere le verdure che più gradite: piselli, funghi, patate sono i più consigliati.

Insomma, anche oggi nessun umano in quel di Milano è stato costretto a mangiare verdurine ed insalatina 😏😙🥄😋🤭

INSALATA DI RADICCHIO , FINOCCHIO, POMPELMO ,SEMI MISTI, DAIKON E RAVANELLI CON EMULSIONE AL SUCCO DI POMPELMO: L’insalata di radicchio e finocchio al pompelmo è un contorno leggero e colorato da preparare nei mesi invernali. Semplicissima, a base di ortaggi di stagione è caratterizzata da un piacevole mix: radicchio amarognolo, finocchio dolce e ravanello piccantino. A completare la freschezza del pompelmo un’emulsione addolcita dallo Sciroppo di agave che compensa le eccessive asperità. Potete servirla anche come antipasto oppure, aggiungendo qualche noce grossolanamente tritate, come piatto unico per la pausa pranzo. Il radicchio di Treviso tardivo è in piena stagionalità nei mesi invernali fino a inizio primavera. Ha un sapore gradevolmente amaro e una consistenza croccante, caratteristiche che insieme al caratteristico colore lo rendono gustosissimo crudo, a vivacizzare insalate miste di ortaggi e frutta. 



Ingredienti SPEZZATINO DI TEMPEH per 3/4 persone

  • 300 g tempeh + farina di riso per infarinarlo
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 2 carote
  • 3 patate
  • circa 200 gr di funghi,tra secchi e freschi ( shiitake, porcini e Champignon)
  • circa 200 gr di piselli
  • 3 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  • 100 ml di vino bianco per sfumare
  • sale
  • peperoncino
  • paprika dolce
  • Erbe aromatiche miste (come timo e salvia)
  • Qualche cucchiaio salsa tamari (o salsa di soia)
  • 2 foglie di alloro
  • Brodo vegetale ( io uso il mio dado granulare fatto in casa, in fondo all’articolo troverete la ricetta)
Ingredienti insalata RADICCHIO , FINOCCHIO, POMPELMO, SEMI MISTI E RAVANELLI CON UN’EMULSIONE AL POMPELMO

  • 2 cespi di radicchio rosso di Treviso
  • • 1 finocchio
  • • 6-7 ravanelli
  • • 2 pompelmi rosa
  • • 2 cucchiai di semi misti (girasole, sesamo, chia ,zucca, pinoli)
  • daikon essiccato messo in ammollo
  • • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • • 2 sciroppo d’agave
  • • sale rosa
  • • peperoncino

PROCEDIMENTI

  • SPEZZATINO DI TEMPEH : Portate a ebollizione una pentola di brodo bollente ( io uso il mio dado granulare che faccio in casa )e insaporitelo con la salsa di soia.Lessate il tempeh per 20 minuti e poi fatelo intiepidire lasciandolo nel loro brodo.Lavate, pulite e tritate finemente le carote , il sedano e la cipolla per il soffritto.In una padella capiente scaldate un po’ d’olio con le erbe aromatiche, e quando sarà ben caldo aggiungete le verdure del soffritto con un pizzico di sale , ed in una padella a parte soffriggete in poco olio evo i bocconcini di tempeh infarinati ( io faccio questa operazione in friggitrice ad aria ) . Unite i bocconcini e le verdure rosolati e Fateli rosolare insieme e poi sfumate con il vino, vedrete che bel profumo salirà dalla pentola!Unite le patate tagliate a dadini, i funghi misti ( dopo aver idratato quelli secchi) ed i piselli .Quando il vino sarà evaporato unite il concentrato di pomodoro , paprika dolce q.b. e le foglie di alloro .Versate 3 mestoli di brodo.Fate cuocere con coperchio fino a che le patate saranno morbide e il sugo un po’ rappreso.Rimuovete le foglie di alloro, regolate di sale e peperoncino e servite ben caldo !!!
  • INSALATA DI RADICCHIO , FINOCCHIO, POMPELMO , SEMI MISTI, DAIKON E RAVANELLI CON UN’EMULSIONEAL POMPELMO: Per preparare l’insalata di radicchio e finocchio al pompelmo iniziate a mondare e lavare finocchio e ravanelli e tagliateli a fettine sottili con una mandolina o un coltello affilato. Lavate, asciugate bene il radicchio e tagliatelo a pezzetti.Ammollate il daikon.Fate tostare i semi in padella per 2-3 minuti e tenete da parte.Pelate i pompelmi a vivo raccogliendo il succo ndi uno in una ciotola e tagliando gli spicchi a tocchetti dell’altro. Filtrate il succo in una ciotolina e unite il sale, il peperoncino macinato, lo sciroppo di agave e l’olio emulsionando bene il tutto.Raccogliete le verdure in un’insalatiera, unite i tocchetti di pompelmo e condite con l’emulsione preparata, mescolando con delicatezza. Cospargete l’insalata di radicchio e finocchio al pompelmo con i semi e servite.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.






Tempeh marinato e grigliato in crosta di senape e granella di pistacchi ,con alghe fritte
Accompagnato da :
Batata speziata,Cavolini di bruxelles con carote,
Funghi Portobello Ripieni alla Griglia o in Friggitrice ad aria,Curry Di Sedano Rapa E Cavolo Nero



Tempeh?! Scusa, ma che cos’è? La domanda più frequente che mi sento porre quando parlo di ricette con alimenti alternativi.
Infatti, se ormai anche le persone che non sono avvezze alla macrobiotica e alle proteine alternative a quelle animali, sanno bene o male cosa siano tofu e seitan, parlando di tempeh invece le certezze vacillano. Cosa sarà mai, come si cucina, che sapore ha, e l’aspetto? un po’ strano, no?

A differenza dei suoi “cugini”, che alla vista paiono assolutamente neutri. Il tempeh no, lui esibisce orgoglioso i semi di soia fermentati di cui è composto.
Questo è infatti il tempeh: semi di soia gialla, parzialmente cotti in acqua e poco aceto, dopo un lungo ammollo, poi inoculati con microorganismi — per la precisione il micete Rhizopus oligosporus — che, dopo un giorno di riposo, producono l’effetto di rendere più facilmente assimilabile le proteine e i valori nutrizionali della soia. Potere della fermentazione.
Il tempeh ha un valore nutrizionale alto, perché in soli 100g di prodotto ci sono ben 20,7g di proteine, mentre bassi sono i valori di grassi e sodio. Viene chiamato non a caso la “carne di soia”.

Adesso però veniamo all’uso in cucina. Oggi lo propongo fritto e accompagnato con alghe , anch’esse fritte, e batata speziata al forno. Le alghe sono fonte importante di iodio, minerali e vitamine; aiutano ad abbassare l’ipertensione e sono ricche di beta-carotene, potassio, calcio e magnesio.

La batata invece — e no, non ho sbagliato a scrivere  il suo nome scientifico è ipomea batata — è ricchissima di anti-ossidanti, vitamine A e C,  ferro e fibre.
Per assimilare al massimo le sue proprietà, sarebbe bene consumare la batata cruda con la buccia, dopo averla lavata accuratamente e tagliata fine fine, oppure grattugiata in insalata. Tuttavia, così non mi piace molto, mentre è buonissima cotta. Il colore è arancione e il gusto dolciastro. Per questo motivo è ottima speziata, perché gli aromi contrastano il gusto del dolce.
Previene i malanni stagionali, lo stress e migliora l’umore .

I portobello, detti anche champignon, ma il cui nome scientifico è Agaricus bisporu, sono funghi dal sapore delicato e dalla consistenza soda e carnosa. Possono essere cucinati in molti modi diversi, sia come contorno sia come piatto principale. Impara a preparare dei funghi champignon deliziosi per una festa o per cena.

E poi che dire dei Cavolini di Bruxelles, Il consumo di cavolini di Bruxelles aiuta a proteggere la salute, grazie alla presenza di antiossidanti. Fra di essi sono incluse la vitamina C, importante anche per la sintesi del collagene, la vitamina A e la vitamina E, alleate della salute della pelle. Vitamina A e carotenoidi aiutano anche a proteggere la vista.

Curry Di Sedano Rapa E Cavolo Nero : Cremoso Curry di Sedano Rapa e Cavolo Nero. Facile, profumato,moderatamente speziato e veloce. Pronto in soli 35 minuti, è il perfetto comfort food sano e appagante e un’ottima alternativa alle zuppe autunnali.
Si prepara in poco più di mezz’ora usando una sola pentola e utilizzando ingredienti buoni per il nostro copro come Sedano Rapa ,Cavolo nero toscano, spezie riscaldanti e latte di soia . Senza legumi, per renderlo più versatile e adatto a chi soffre della sindrome dell’intestino irritabile.
Rifinisci con una spruzzata di lime o dell’olio all’aglio. È appagante, ricco di verdure e delizioso!
Ottimo dopo una lunga giornata di lavoro, anche arricchito con lenticchie o quinoa, a seconda dei gusti. E il giorno dopo è ancora più buono!

Ero indeciso se chiamarla zuppa o curry, dato che è poco speziata e semplice rispetto ad un curry classico, ma più densa di una classica zuppa a base di brodo.
Dopo vari ripensamenti, alla fine ho deciso che, essendo moderatamente speziata,  più cremosa di una zuppa e preparata con latte di soia, posso riferirmi a questa ricetta con il termine “curry”.
Ho imparato ad adorare le zuppe soprattutto in autunno ed inverno e continuo a trovare modi per inserirle nel mio menu settimanale. Volevo però un’alternativa ai classici comfort food autunnali e volevo creare qualcosa di altrettanto confortevole e accogliente, ma anche facile e veloce.

INGREDIENTI TEMPEH grigliato in crosta di senape e granella di pistacchi ,con alghe fritte, con Batata speziata, Cavolini di bruxelles

  • 200 GR DI TEMPEH
  • SALE E PEPERONCINO
  • SPEZIE ( rosmarino, origano, salvia, alloro, timo )
  • 1 BATATA
  • paprika
  • ALGHE NORI E KOMBU
  • granella di pistacchi
  • 2 cucchiai di senape
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 limone/lime
  • 1 carota
  • 200 g di cavoletti di Bruxelles
  • 200 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di amido di mais (maizena)
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 1 scalogno
  • Zenzero q.b.
  •  aglio granulare
  • Sesamo q.b.

INGREDIENTI FUNGHI PORTOBELLO RIPIENI

  • 150 g di passata di pomodoro
  • 1 panetto di tofu
  • 5 ml di olio di oliva
  • 3 g di rosmarino fresco sminuzzato oppure un pizzico di rosmarino secco
  • Un pizzico di peperoncino
  • aglio granulare
  • 1 cucchiaino di lievito alimentare
  • 4 cappelli di fungo portobello (diametro di 12 cm)
  • 30 ml di succo di limone o lime appena spremuto
  • 10 ml di salsa di soia a basso contenuto di sodio
  • Olio evo
  • farina di mais o pangrattato gluten free
  • 8 g di prezzemolo fresco tritato

INGREDIENTI Curry Di Sedano Rapa E Cavolo Nero

Per il Curry

  • 2 scalogni
  • 2 coste di sedano
  • 1 carota
  • 250 g sedano rapa
  • 50 g cavolo toscano – pulito
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 400 g latte di soia
  • 1/2 cucchiaino zenzero – in polvere
  • 1 cucchiaino curry – in polvere
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1/2 cucchiaio aglio in polvere
  • q.b. sale
  • Per servire :prezzemolo fresco+succo di lime+olio evo

PROCEDIMENTI

  • TEMPEH grigliato in crosta di senape e granella di pistacchi ,con alghe fritte, con Batata speziata, Cavolini di bruxelles : Iniziate con il tagliare il tempeh a CUBETTI poi conditeli con salsa di soia ,il succo di limone/lime, sale, peperoncino e l’olio e lasciateli marinare per almeno un’ora.Coprite la superficie di ciascuna fetta di tempeh con un velo di senape e ricopritele interamente con la granella di pistacchi, premendola leggermente sul tempeh per farla aderire bene. Disponete man mano il tempeh su una teglia foderata di carta forno e versate infine la marinatura avanzata sul fondo.Infornate il tempeh in forno statico a 180°C per 15 minuti, avendo cura di posizionare una ciotolina piena di acqua sul fondo del forno in modo che formi un po’ di vapore che impedirà al vostro tempeh di seccare troppo. Una volta pronto sfornate il tempeh e servitelo ben caldo accompagnato dalle nostre verdure che andremo ora a cucinare. Lavate le batata spazzolando con cura la buccia. Tagliatele a pezzetti regolari (cubetti o fettine), poi versatele in una insalatiera. Aggiungete le erbe aromatiche tritate con l’aglio, unite la paprika, sale e peperoncino e 1 cucchiaio di olio evo. Indossate, se potete, dei guanti in lattice per alimenti e massaggiate a lungo le batate con le spezie e l’olio, in modo che si condiscano bene.Distribuite le batate su una teglia rivestita con carta di alluminio e cuocete in forno preriscaldato a 200° per i primi dieci minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e cuocete altri dieci minuti. Verificatene la cottura con una forchetta, dovranno essere tenere; diversamente proseguite ancora la cottura per il tempo necessario.Intanto scaldate l’olio in una padella adatta alla frittura. Non occorre tanto olio e friggete rapidamente le alghe essiccate, in modo che restino ben croccanti. Nel frattempo tritate finemente lo scalogno e fatelo soffriggere per 5 minuti in una padella antiaderente con l’aglio e lo zenzero.Trascorso questo tempo aggiungete anche le carote tagliate a rondelle trasversali, unite anche i cavoletti di Bruxelles lavati e tagliati a metà e fate cuocere il tutto una decina di minuti con il coperchio.Mescolate l’amido di mais con un goccio di acqua, facendo in modo che non rimangano grumi; unite la restante acqua, la salsa di soia, l’aceto, l’olio e versate in padella, lasciando cuocere fino a quando il liquido non si sarà addensato formando una crema morbida. Servite decorando con il sesamo. PUOI FARE L’OPERAZIONE INIZIALE DI COTTURA TEMPEH E LA COTTURA DELLE BATATE IN FRIGGITRICE AD ARIA .Componete il piatto adagiando alcune fettine di tempeh, un ciuffetto di alghe fritte sopra, a lato le batate speziate al forno/friggitrice ad aria e i broccoletti di bruxelles con carote e la loro cremina.
  • FUNGHI PORTOBELLO RIPIENI : Pulisci i funghi. Strofinali per eliminare il terriccio. A questo scopo usa un foglio asciutto di carta da cucina cercando di essere molto delicato. Se lo desideri, puoi risciacquare i funghi in acqua, ma non è necessario.Prepara gli champignon. Togli le lamelle dalla zona sottostante il cappello con l’aiuto di un cucchiaio e gettale. Togli e scarta il gambo.Condisci i funghi. In una piccola ciotola, mescola olio di oliva con succo di limone e salsa di soia. Spennella entrambi i lati dei cappelli degli champignon con questa miscela.Amalgama il ripieno. In una ciotola, unisci i gambi a pezzetti,passata di pomodori con tofu sbriciolato, olio di oliva,rosmarino fresco tritato o un pizzico di quello secco, un pizzico di peperoncino, lievito alimentare e l’aglio. Farcisci i funghi. Trasferisci il composto di pomodoro in ciascun cappello e Cuoci i funghi alla griglia o in friggitrice ad aria cospargendo di prezzemolo e farina di mais o pangrattato .Io ho fatto 10 minuti in friggitrice ad aria per 10 minuti.
  • Curry Di Sedano Rapa E Cavolo Nero : Taglia gli scalogni ed il sedano.Pela il sedano rapa e taglialo a cubetti.In una pentola capiente, scalda l’olio a fuoco medio. Aggiungi gli scalogni ed il sedano a tocchetti, sala e cuoci 2-3 minuti.Aggiungi lo zenzero ed il curry, mescola bene e lascia stufare per 5 minuti, fino a quando lo scalogno diventa morbido.Aggiungi il sedano rapa mescola e lascia insaporire fino a quando sarà fragrante, circa 2-3 minuti.Versa il latte di soia. Alza la fiamma e porta ad ebollizione, quindi abbassare la fiamma e prosegui la cottura a fuoco medio per 15-20 minuti. Cuoci fino a quando il sedano rapa risulterà cotto ma non troppo morbido.Unisci il cavolo toscano spezzettato con le mani o tritato grossolanamente , la carota a pezzi , la curcuma e prosegui la cottura per altri 5 minuti. Assaggia il sedano rapa se risulterà cotto e tenero, il curry è pronto. Aggiusta di sale se necessario.Togli dal fuoco frulla con un frullatore ad immersione la merà degli ingredienti lasciando gli altri a pezzi e aggiungi un filo di olio, l’aglio e qualche goccia di succo di lime . Lascia riposare qualche minuto.Servi il curry ben caldo con foglioline di prezzemolo 

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.






Pinsa Romana Semi Integrale in 3 varianti, Accompagnata da Insalata di Finocchi Rustica

La Pinsa Romana è considerata l’antenata della pizza di oggi e le sue origini sono molto molto antiche, risalgono infatti ai tempi dell’antica Roma imperiale.
Il suo nome deriva dal latino pinsere, ovvero “pestare, macinare, schiacciare” e veniva preparata dalla plebe, in particolare dai contadini poveri. Quest’ultimi ottenevano l’impasto attraverso la macinazione dei cerealiorzofarroavena e miglio. A questi ingredienti poi aggiungevano semplicemente dell’acqua, un po’ di sale e delle erbe.
Una volta ottenuto l’impasto ed averlo allungato nella caratteristica “forma ovale”, la Pinsa veniva cucinata su delle braci ottenute con delle pietre messe sui carboni.  Spesso, all’interno della Pinsa, venivano messi dei condimenti, proprio come si fa con la pizza odierna.A distanza di tanto tempo la Pinsa Romana è tornata sulle nostre tavole e ad oggi sono tanti i locali che la preparano proponendola come ricetta della tradizione.
Può essere considerato anche come un piatto dietetico grazie alla leggerezza dell’impasto e alla varietà di preparazione con cui viene realizzata.
Infatti, è possibile trovare una Pinsa Romana preparata con una miscela di farine di grano tenero, soia, frumento, riso, prodotta con lievito madre e quindi con una lunga lievitazione, che può raggiungere le 48 ore o addirittura le 72 ore.
Leggera e altamente digeribile perché povera di grassi, proteine e carboidrati complessi, la Pinsa Romana è davvero un prodotto nutriente, perfetto per restare in forma e allo stesso tempo saziarsi a sufficienza.Per ottenere una buona Pinsa Romana, leggera e digeribile, Oltre all’importanza delle farine utilizzate, c’è dietro tutta una lavorazione particolare ed una combinazione perfetta tra gli ingredienti usati.
A dare la friabilità perfetta al prodotto è l’impasto e la panificazione.
In base a quanta umidità sarà in grado di assorbire, la pasta madre sarà più o meno leggerezza, morbida e tenera, quasi come se fosse una nuvola.
La sua leggerezza e la sua carenza di grassi la rendono, inoltre, molto più digeribile rispetto alla pizza tradizionale. Croccante fuori e morbida dentro, la Pinsa Romana è quindi un prodotto ideale da assaporare in qualsiasi momento della giornata e, soprattutto, in qualsiasi stagione, sia d’estate sia d’inverno.
Una delle differenze tra la pinsa e la pizza, infatti, è data proprio dalle farine adoperate, che sono di regola 3 farine diverse: un mix tra farina di frumento, farina di soia e farina di riso,  impastate con acqua rigorosamente fredda (l’acqua nel caso della pinsa rappresenta ben il 75%-80% dell’impasto!) e lievito in quantità molto basse; l’impasto, altra particolarità, viene lasciato lievitare per minimo 24 ore e massimo 150 ore. L’impasto arriva ad una lievitazione di 150 ore, cosa che rende la pinsa fragrante, digeribile e ipocalorica.
La pinsa richiede lunghe lievitazioni e pazienza: se non lasci lievitare l’impasto a lungo, non otterrai le bolle e la croccantezza. E’ un lavoro lungo, che ripaga la fatica se ben fatto.
Per preparare la pinsa è necessaria la farina di soia, che è l’ingrediente insostituibile per eccellenza. Infatti la farina di soia contiene amidi in quantità minori rispetto alla farina bianca classica ed è per questo molto più digeribile. La soia ha un elevato contenuto di proteine e deve lievitare moltissimo. Questo garantirà un impasto elastico che produrrà le classiche bolle che caratterizzano la pinsa, facendo in modo allo stesso tempo che la base sia croccante. Dunque la risposta alla domanda Come sostituire la farina di soia nella pinsa romana è semplice: non sostituirla per non rovinare l’effetto finale.

Per la mia MOZZARELLA VEGANA, ho fatto una SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA che si prepara in 5 minuti e richiede solo 5 ingredienti che sicuramente avrete in casa ed è adatta a chi è allergico alla frutta secca.

✔️è una mozzarella filante✔️fonde se scaldata come la classica mozzarella✔️è facilissima da preparare ed è pronta in meno di 5 minuti✔️richiede solo 5 ingredienti✔️ha un gusto neutro e si adatta bene a qualsiasi ricetta✔️si può utilizzare immediatamente e si conserva in frigorifero 5-6 giorni✔️è senza glutine✔️è light e povera di grassi ✔️ideale per condire la mia PIZZA

Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base CON SALSA DI MOZZARELLA E PASSATA DI POMODORINO CILIEGINO CON BASILICO:

1 ) Friarielli+Pomodori secchi +Ricotta di soia + Capperi + Olive + Olio extravergine d’oliva + Sale 

2) Tofu Marinato alla Soia +Zucca+Funghi di venere +Pesto di Cavolo Nero +Peperoncino +Sale

3) Pesto di Catalogna +Rucola + Carciofi +Peperoncino + Olio extravergine d’oliva + Sale 

Insalata di Finocchi Rustica :
Chi non adora l’insalata di finocchi? Anche se si tratta di un contorno semplicissimo possiamo proporlo in modo sempre diverso!

Tra i contorni che preferisco c’è sicuramente l’insalata di finocchi, che preparo sempre per accompagnare tanti secondi diversi. 



Ingredienti Per 3 Pinse

  • 500 grammi di mix di grano tenero, soia e riso così composto:
  • 200 grammi di farina di grano tenero integrale
  • 160 grammi di farina di farro
  • 90 grammi di farina di riso
  • 50 grammi di farina di soia
  • 5 gr di pasta madre essiccata con lievito secco
  • 10 grammi di sale
  • 5 grammi di olio extravergine di oliva
  • 400 ml di acqua fredda di frigorifero in modo da arrivare all’80% di idratazione

Ingredienti per la farcitura

  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA ( vedi dopo la ricetta)
INGREDIENTI SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA

  • ▢115 g latte di mandorle o soia NON dolcificato
  • ▢75 g yogurt di soia naturale NON dolcificato 
  • ▢15 g tapioca o fecola di patate o amido di mais
  • ▢15 g olio extra vergine di oliva
  • ▢1-2 g sale o a piacere
  • ▢0.5-1 cucchiaini lievito alimentare in scaglie opzionale, cambierà leggermente il colore della mozzarella
  • ▢pepe  aglio

CONDIMENTO PER LA PRIMA PINSA

  • friarielli
  • RICOTTA DI SOIA ( VEDI LA RICETTA NEL MIO BLOG)
  • pomodori secchi sott’olio
  • Basilico fresco
  • Olive
  • CAPPERI
  • Olio extravergine d’oliva 
  • Sale 
  • Peperoncino q.b.
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA SECONDA PINSA

  • Tofu Marinato alla Soia
  • 2 scalogni
  • Zucca
  • Funghi di venere
  • Pesto di Cavolo Nero ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio ,sale)
  • Peperoncino
  • SALE
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA TERZA PIZZA

  • Pesto di Catalogna ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio,sale)
  • Rucola
  • Carciofi
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • sale

Ingredienti Insalata di Finocchi Rustica

  • 2 finocchi
  • q.b. di scaglie di lievito alimentare
  • q.b. di pomodori secchi
  • Olive q.b.
  • q.b. di gherigli di noci
  • q.b. di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di peperoncino

Procedimento

  • IMPASTO : Con le mani miscelare le tre farine quindi aggiungere il lievito e mescolare a mano o con l’impastatrice.Aggiungere l’80% dell’acqua fredda ed impastare per circa 3-4 minuti.Aggiungere il sale all’impasto ed impastare ancora quindi aggiungere anche l’olio e continuare ad impastare.Aggiungere l’acqua fredda restante, impastare ancora per almeno 5 minuti.Sistemare l’impasto della pinsa in una ciotola ( io uso un contenitore ermetico ) e lasciare lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.Trascorse le 2 ore metterlo in frigorifero per almeno 35 ore (io arrivo anche a 48) quindi, trascorso il periodo della lievitazione, tirarlo fuori e ricavarne i panetti da stendere lasciandoli riposare fin quando non saranno raddoppiati di volume ovvero per circa 3 ore.Riprendere i panetti, stenderli sulle teglie unte e condirle. Cuocere la pinsa in forno caldo a 200° per circa 10 minuti o quando la pinsa risulta croccante all’esterno e morbida all’interno.
  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA : Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate per almeno un paio di minuti. Versate in una casseruola e, continuando a mescolare energicamente con una frusta, portate a bollore e lasciate sobbollire per 10 secondi. IMPORTANTE: Gli amidi devono cuocere perciò la salsa deve sobbollire per alcuni secondi e non essere semplicemente scaldata. La salsa si addenserà una volta cotta. Versatela nuovamente nel frullatore e frullate per almeno 4 minuti fino ad ottenere una salsa dalla consistenza liscia e cremosa.Utilizzate la salsa mozzarella vegan allo yogurt immediatamente ,Ideale per guarnire la pizza, preparare la parmigiana, torte salate etc.Versate la restante salsa in un barattolo e lasciate raffreddare. Chiudete con coperchio e conservate in frigorifero per 5-6 giorni o in freezer fino a 5 mesi.Per utilizzare la salsa mozzarella vegan conservata in frigo, vi basterà frullarla per renderla nuovamente omogenea e cremosa.
  • PER LE 3 DIVERSE VARIANTI: considerando la base uguale per tutte e tre , polpa di pomodoro ciliegino con basilico e salsa di mozzarella allo yogurt di soia
  • PRIMA VARIANTE : Iniziate con preparare la ricotta di soia ; Dopo tagliare a striscioline i pomodori secchi . Saltate con olio evo i friarielli già puliti e cotti al vapore o comunque con pochissima acqua, con una presa di sale , Basilico fresco,Olive,CAPPERI , peperoncino e 2 cucchiai di olio dei pomodori secchi. Cuocete il tutto per 10 minuti fino a quando le verdure saranno morbide e cotte. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infine ciuffi di ricotta di soia ed infornate.
  • SECONDA VARIANTE : Tagliate il tofu a tocchetti, mettetelo a marinare con un po’ di salsa di soia per una mezz’oretta. Tagliate gli scalogni a fettine e fateli stufare in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale e fate caramellare leggermente insieme alla zucca a cubetti Preparate il pesto : tagliate il cavolo nero e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Scolate il tofu dalla marinata, asciugate e soffriggete in un pochino d’olio, fino a doratura o in friggitrice ad aria .Saltate in poco olio e aglio e peperoncino la zucca ed i funghi Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • TERZA VARIANTE : Preparate il pesto : tagliate LA CATALOGNA e cuocerla in padella senza acqua e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Saltare i carciofi con sale, olio evo e peperoncino. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • Insalata di Finocchi Rustica: Per prima cosa affettate il finocchio e disponetelo all’interno del piatto in cui andrete a comporre l’insalata.Aggiungete ora i pomodori secchi ridotti in listarelle o, se lo preferite, in cubetti. Successivamente aggiungerete anche le scaglie di lievito alimentare, le olive a rondelle ed i gherigli di noci.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog



🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




Zuppa di Funghi (Porcini , Pleurotus , Shiitake e Champignon ), Cavolfiori, Broccoli , Patate Dolci e Cipolla , con Ravanelli al timo , accompagnata da Kofte Turche ( Profumatissime Polpettine Speziate di Lenticchie e Granulare di Piselli alla Turca Aromatizzate alle alghe nori) ,Insalata alla Waldorf ( Insalata di sedano rapa, panna acida al tahini ,mele ,chicchi di melograno e noci ) ed Erbette Straginate

1)La zuppa di Funghi Misti e Cavolfiore è un comfort food fondamentale per le serate fredde : in questa versione la propongo con le cipolle.
Il sapore della zuppa risulterà ancora più gentile e la consistenza vellutata. Resa ancora più cremosa grazie a qualche cucchiaio di yogurt di soia al naturale: gli donerà un sapore un po’ nordico.In cui l’aggiunta della buccia cruda dei ravanelli, oltre a un bell’effetto cromatico, incrementa la presenza di micronutrienti del piatto e rende superflua anche l’aggiunta d’olio

2) Kofte Turche ( Polpettine Speziate di di Lenticchie alla Turca Aromatizzate alle alghe nori) : Gustose, profumate e piacevolmente piccanti, andiamo alla scoperta delle kofte turche Vegane.
Per la serie “paese che vai cucina che trovi”, la ricetta delle kofte ci catapulta dritti in Turchia, dove queste polpette mediorientali costituiscono un piatto tipico e diffusamente apprezzato. Assolutamente da provare, le kofte turche originali nascono crude, ma oggi come oggi è la versione cotta ad essere maggiormente reperibile. Scopriamone di più.
Come avrete capito, le kofte turche altro non sono che delle polpette a base di carne (solitamente di agnello almeno nella loro versione tradizionale). Note anche con il nome di kufte, sono speziate e generalmente fritte in olio bollente. Risultano morbide al loro interno e si possono accompagnare con diversi contorni, meglio se leggeri, o proporre come antipasto ricco o insieme ad una zuppa come ho fatto io.
Sono talmente popolari da essere reperibili in diverse varianti. Le si può trovare, infatti, non solo a base di altri tipi di carne, ma anche di ingredienti quali legumi e cereali (che ci regalano delle kofte vegane come le mie che io ho arricchito con granulare di piselli). Infine in quanto alle spezie, quelle che non dovrebbero mancare sono il cumino, il pepe nero e il timo secco, anche se nulla vieta di unirne altre a proprio piacimento, come il curry ad esempio. Un pizzico di bicarbonato di sodio aggiunto all’impasto rende le kofte più morbide.

3) Insalata alla Waldorf : L’insalata Waldorf è un antipasto statunitense. Si tratta di un’insalata a base di noci, mele fresche, sedano rapa e uva conditi con maionese e tipicamente servita su un letto di foglie di lattuga. La ricetta fu ideata da Oskar Tschirky, il famoso chef del Waldorf -Astoria, uno dei più celebri hotel di New York. Fresca per l’estate, ma adatto anche all’inverno grazie alla stagionalità dei suoi prodotti, questa insalata è il contorno perfetto per tutto l’anno.
Alcune varianti americane consigliano anche l’utilizzo della maionese, ma noi abbiamo optato per un dressing alla panna acida al tahini , al quale potete aggiungere anche una parte di maionese se volete .Infine altre varianti suggeriscono anche l’aggiunta di acini di uva .

4) Erbette straginate : “Straginate” è un termine dialettale di Ancona che significa in questo caso passate in padella. Le erbette, spesso confuse con altri vegetali (ad esempio gli spinaci), sono delle varietà di bietola  dalla foglia e dal gambo piccoli, dette anche bietole da foglia o bietole da taglio (da non confondere con le bietole da costa). Si tratta quindi di comuni bietoline. Lessate insieme ad una patata e ripassate poi in padella con olio, aglio e peperoncino.



Ingredienti Zuppa

Ingredienti Kofte Turche ( per 8 polpette)

INGREDIENTI Insalata alla Waldorf

INGREDIENTI ERBETTE STRAGINATE

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog



👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
( http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




Zuppa Di Asparagi ,Cavolo nero e Piselli Al Curry ;Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita ; Carciofi Ripieni Patate Gratinati;Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati

|

1) Zuppa Di Asparagi ,Cavolo nero e Piselli Al Curry :Ricca e cremosa zuppa di asparagi cotta nel latte di Mandorla e aromatizzata con curry e facilissima da preparare…il suo profumo esotico ti farà viaggiare verso orizzonti lontani!

2)Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita :Polpettone di tofu tenero e umido di ispirazione vietnamita ! Confezionato con funghi ( io ho usato shiitake), carote e cipolle verdi, 10 ingredienti , ad alto contenuto proteico e 
così facile da preparare! Questo piatto classico vietnamita , chiamato “Chả trứng hấp”, è un polpettone al vapore solitamente preparato con un mix di carne di maiale macinata, funghi orecchioni di legno, uova e condimenti diversi. Si serve come contorno al riso o come antipasto.
Qui, stiamo scambiando la carne con il tofu ed il jackfruit , dando a questo polpettone una consistenza umida e spugnosa! È tenero , leggermente piccante  e delizioso !E la ” crosta di uova ” l’ho sostituita con una frittatina Vegetale (Farina di Ceci e Grano Saraceno ed un pizzico di SALE KALA NAMAK)

3) Carciofi Ripieni con Patate Gratinati : I CARCIOFI RIPIENI VEGAN con PATATE, gratinati e ricoperti da un parmigiano vegan a base di di pistacchi, pan grattato e lievito alimentare in scaglie. Una ricetta vegan, senza glutine, light ma squisita e appetitosa.
Serviteli come antipasto, contorno oppure come un secondo piatto leggero e gustoso adatto a qualsiasi occasione.
Aspetto con trepidazione l’arrivo di novembre perché a casa mia significa una cosa sola: carciofi! Attesa però era ripagata dal sapore pieno, amaro e corposo dei carciofi. I CARCIOFI RIPIENI VEGAN con PATATE sono molto semplici da preparare anche se la ricetta richiede un po’ di tempo, ma il grosso del lavoro lo farà il forno perciò non preoccupatevi!
Ho scelto di riempirli con le patate perché si accompagnano perfettamente con i carciofi e in questo modo ho potuto creare un ripieno cremoso, sostanzioso e saporito. Questa ricetta, grazie ai suoi ingredienti, è ricca di vitamina B12, vitamine del gruppo B e fibre ed è povera di grassi e carboidrati nonché priva di zuccheri! 

4) Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati :
Se stai cercando un’insalata sana, saporita e veloce che urla all’autunno, non cercare oltre! 
Questo presenta finocchio,cipolle e carote che sono state caramellate, aggiungendo dolcezza ed aromatizzati allo zenzero . Quando si tratta del condimento, ho optato per qualcosa di semplice per non sopraffare gli altri sapori di questa insalata. 
L’olio extravergine d’oliva è combinato con aceto di mele , lievito alimentare, peperoncino e rosmarino.



INGREDIENTI Zuppa Di Asparagi ,Cavolo Nero e Piselli Al Curry

INGREDIENTI Polpettone al vapore di Tofu e Jackfruit Vietnamita

Glassa di ” frittatina vegan”

INGREDIENTI Carciofi Ripieni con Patate Gratinati

INGREDIENTI Insalata di cavolo nero e rucola con finocchi ,cipolla e carote brasati allo zenzero e guarnita con avocado , pinoli e semi di girasole tostati

Dressing

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!



👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
( http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




VEGGIE BURGER DI GRANULATO DI PISELLI CON BUNS BURGER DI FARRO COLORATI FATTI IN CASA, CON KETCHUP FATTO IN CASA ALLA BARBABIETOLA,PATÉ DI LENTICCHIE E NOCI AI FUNGHI SHIITAKE, SALSA ALLO YOGURT DI SOIA ALLE ERBE E SPEZIATA, FORMAGGIO A FETTE FATTO IN CASA E CIPOLLE CARAMELLATE, ACCOMPAGNATO DA INSALATA DI AGRUMI, FINOCCHI ,ASPARAGI ,CAVOLO RICCIO ,CAROTE ,RAVANELLI E NOCI E CHIPS DI PATATE CROCCANTI IN FRIGGITRICE AD ARIA

|

Cosa sarebbero gli hamburger , NATURALMENTE VEGANI, senza un panino morbido e dolce che li racchiude? Ogni hamburger che si rispetti deve partire dalla base. Senza un buon panino,il risultato non sarà lo stesso. E il pane dell’hamburger, per fare la differenza deve essere buono, compatto e allo stesso tempo morbido.
Ma qual è il panino più indicato per preparare un perfetto hamburger? Sicuramente uno che non ostacoli il morso e che abbia una struttura necessaria a sostenere il peso degli ingredienti, che sia profumato ma non invadente, equilibrato al punto giusto. Tra le tante forme esistenti, quella che meglio si presta è sicuramente quella dei burger buns.
Morbidi e ricoperti in superficie con i semi di sesamo, legati nell’immaginario comune ai fast food ed a un modo veloce e pratico di mangiare, i buns sono oggi tra i panini più diffusi in tutto il mondo. Rispetto a quanto ci si potrebbe spettare, hanno una storia molto antica.
Una morbidezza irresistibile, un sapore dolciastro e un colore ambrato, fanno del bun a tutti gli effetti una soffice brioche. Una particolarità di questo panino è proprio la parte esterna, che non deve essere croccante né troppo molle, ma al contrario deve raggiungere la giusta morbidezza. Non da meno è la consistenza della parte interna, che non deve bagnarsi o ammollarsi, questo perchè all’interno deve mantenere tutti i suoi condimenti. Per preparare un bun perfetto, è importante curare ogni minimo dettaglio, dalla scelta delle materie prime, ai dispositivi di cottura utilizzati, alle condizioni esterne di umidità, al tempo a propria disposizione.
Nella preparazione del pane, la farina è uno degli ingredienti fondamentali per realizzare un bun a regola d’arte.
Il più è avere un po’ di pazienza perché i tempi di lievitazione sono lunghi ma la ricetta richiede pochi semplici ingredienti che probabilmente avrai già in casa ed è davvero alla portata di tutti. Poi il profumo di pane appena sfornato che si propaga per la casa è impagabile!
Questi panini sono resi ancora più soffici grazie all’utilizzo dello yogurt vegetale, nel mio caso di soia, che li rende perfetti da farcire con gli ingredienti che preferisci. 
I panini colorati sono dei piccoli bocconcini di pane, realizzati con un impasto che viene colorato con alimenti naturalmente coloranti, come la barbabietola, lo zafferano e gli spinaci.
In questa versione i panini diventano colorati, ancora più allegri e divertenti, proprio grazie all’utilizzo di ingredienti aggiuntivi, come spinaci, zafferano ,carota e barbabietola, che vanno a colorare l’impasto in modo del tutto naturale. Sfruttare gli ingredienti che riescono a colorare gli impasti in modo naturale è sempre fonte di grande soddisfazione, sia perchè si sta offrendo qualcosa di genuino, senza aggiunta di elementi chimici, sia perchè sarà possibile mostrare anche ai bambini quanto sia divertente cambiare il colore di un impasto con un alimento.
Questi PANINI VEGANI per BURGER al FARRO sono deliziosi e morbidi, perfetti per preparare dei veggie burger.Il gusto di questi panini è assolutamente neutro e li rende perfetti per qualsiasi utilizzo: farciti un classico ripieno salato o serviti con marmellate
Io ho deciso di servire i panini vegani per burger con l’Hamburger Vegano utilizzato anche nei fast food e noto per aver ingannato anche i carnivori più conservatori. Basteranno del Granulato di piselli ,, del Riso cotto, spezie e aromi per ottenere un Hamburger Vegano che non ha davvero nulla da invidiare all’originale. il ketchup alla barbabietola, PATÉ di LENTICCHIE e NOCI ai FUNGHI SHIITAKE ,la salsa allo yogurt di soia alle erbe e speziata, Formaggio a fette fatto in casa  e della semplicissima insalata.

INGREDIENTI 

Per 3 panini

Impasto Base
Per Panino verde

50 gr di spinaci cotti al vapore +farina di farro q.b. per impastare

Per il panino Fucsia
Per il panino giallo

1 bustina di zafferano+ curcuma+farina di farro q.b. per impastare

Ingredienti per 7 burgers



INGREDIENTI KETCHUP FATTO IN CASA ALLA BARBABIETOLA

INGREDIENTI PATÉ DI LENTICCHIE E NOCI AI FUNGHI SHIITAKE

INGREDIENTI SALSA ALLO YOGURT DI SOIA ALLE ERBE E SPEZIATA

INGREDIENTI PER SERVIRE:

INGREDIENTI CHIPS DI PATATE CROCCANTI IN FRIGGITRICE AD ARIA

INSALATA DI AGRUMI, FINOCCHI ,ASPARAGI ,CAVOLO RICCIO ,CAROTE ,RAVANELLI E NOCI

Per la citronette

Procedimenti



Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




CIPOLLE RIPIENE CON WURSTEL VEGANI DI TOFU DI SEMI DI CANAPA ; TABOULÈ DI CAVOLFIORE ; KIMCHI VEGANO COREANO ( VERDURE FERMENTATE ) ; ZUPPA DI FETTUCCINE DI KONJAC AL MICHI VEGANO ; RISO DI KONJAC FRITTO CON ALGHE ,FUNGHI SHIITAKE ED EDAMAME

|

1) CIPOLLE RIPIENE CON WURSTEL VEGANE DI TOFU DI SEMI DI CANAPA :Cipolle ripiene di salsicce di tofu di semi di canapa che ho fatto in casa !!! I semi di canapa sono tra i cosiddetti alimenti proteici perchè contengono tutti gli aminoacidi essenziali. Ricchi di omega 3 e omega 6 sono anche un valido aiuto contro l’artriosclerosi e i disturbi cardiovascolari.

2) WURSTEL DI TOFU DI CANAPA, sono SbalorditivI! Sapore affumicato, saporito e consistenza perfetta!!! I wurstel sono salsicce affumicate e condite ,CHIAMATE Frankfurter che prendono il nome da Francoforte, la città in cui furono create per la prima volta le salsicce.Spesso chiamate hot dog negli Stati Uniti, queste salsicce sono morbide e “fumose” e possono essere utilizzate in una varietà di piatti. Subito dopo la cottura a vapore, potresti trovare le salsicce troppo pepate, è normale. Consiglio vivamente di prepararli un giorno prima per far ammorbidire un po’ le spezie.Nota: tieni presente queste salsicce raffreddandosi diventeranno asciutte quindi prima di gustarle scaldale in acqua bollente per qualche minuto, ma non credo che ne varrebbe la pena, soprattutto se si prevede di utilizzare queste salsicce in ricette come stufati, zuppe o patatine fritte.Questi wurstel sono fatti da tofu di canapa che ho fatto in casa , ma potreste utilizzare un classico tofu di soia.!!!

3) TOFU DI CANAPA : Chiamatelo Hemp-Fu, Hefu o HEMP TOFU, ma è semplicemente tofu senza soia! Una ricetta facile adatta a chi è allergico o intollerante alla soia o semplicemente vuole limitarne l’uso.In più è vegan e senza glutine e visto che va di moda dirlo, è anche Paleo, Keto e grain-free ! Ottima alternativa al classico tofu di soia, il tofu di canapa, oltre ad avere un gusto gradevole, è ricco di proteine facilmente digeribili che non provocano gonfiore di stomaco e ha un alto contenuto di fibre e minerali.Inoltre e contiene tutti gli 8 aminoacidi essenziali e gli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6. I semi di canapa contengono tutti gli aminoacidi essenziali e gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6 e sono una fonte completa di proteine.Inoltre, al contrario di soia e frutta secca, la canapa non è un allergene comune e questo la rende adatta davvero a tutti. È ricco di proteine,È ricco di Omega-3 e contiene tutti gli aminoacidi essenziali.È biologico e non-OGM e la canapa è un prodotto generalmente di agricoltura sostenibile.Il tofu di canapa è un’ottima alternativa per chi è allergico o intollerante alla soia o semplicemente per chi vuole limitarne l’assunzione.È semplicissimo da preparare! Il tofu di canapa fatto in casa non è però esattamente identico del tofu di soia, tengo a precisarlo. Il gusto è decisamente migliore ma è leggermente più friabile e non si comporta esattamente da spugna come il tufo originale.

4 )TABOULÈ DI CAVOLFIORE : Solitamente la base di un taboulé è il cous-cous o il bulgur. Chi non tollera il frumento o desidera rendere il pranzo un tantino più leggero e rinfrescante può utilizzare come base il cavolfiore. Un’alternativa senza glutine e 100% vegana. In questa ricetta la semola viene rimpiazzata dal cavolfiore frullato ed il risultato è strepitoso!

5) KIMCHI VEGANO COREANO ( VERDURE FERMENTATE ) : Questo condimento di ispirazione coreana è acido, piccante e delizioso sopra il riso, nelle zuppe, nei pancake salati e altro ancora! A base vegetale , facile da preparare e solo 10 ingredienti ! Si conserva per settimane e può essere utilizzato in tantissime ricette. Kimchi (김치) è un condimento tradizionale coreano a base di cavolo CINESE fermentato. Di solito è condito con aglio, zenzero e scaglie di peperoncino. È un alimento base della cucina coreana e viene utilizzato in molti piatti, dalle zuppe alle patatine fritte, frittelle salate, gnocchi e altro ancora. Il kimchi è a basso contenuto calorico , ricco di probiotici e sostanze nutritive e contiene molti antiossidanti . Si dice che Kimchi possa aiutare a rafforzare il sistema immunitario e migliorare la digestione.

6 ) ZUPPA DI FETTUCCINE DI KONJAC AL KIMCHI VEGANO : Questa zuppa di kimchi ha un brodo ricco e saporito ( piccante, dolce e ricco), FETTUCCINE DI KONJAC , tofu DI SEMI DI CANAPA, funghi SHIITAKE e verdure. Il brodo è aromatizzato con kimchi, zenzero e aglio .Completa il tutto il pak choy ( cavolo cinese).

7) RISO DI KONJAC FRITTO CON ALGHE, FUNGHI SHIITAKE ED EDAMAME : Riso fritto vegano facile con funghi, mais, carote, edamame fresco e nori croccante !  Questa ricetta è ispirata a un piatto che ho provato in un ristorante vietnamita chiamato Here & Now, consiste in riso fritto servito con nori fritto croccante e fagioli edamame freschi .È semplicissimo !!!La preparazione di questo riso fritto richiede solo 10 ingredienti base ed è versatile, quindi puoi sostituire facilmente quello che non hai a portata di mano. Ecco cosa ti servirà:
Riso cotto -( IO USATO QUELLO DI KONJAC )
Alghe Nori – lo stesso tipo che viene usato per fare il sushi.
Funghi – Ormai lo sapete io vado di shiitake qui per un sapore carnoso e terroso, ma qualsiasi tipo di fungo funzionerà.
Mais – Puoi mais fresco se di stagione, altrimenti vai con chicchi di mais in scatola.
Carote
Edamame – Per un colore verde brillante, una sottile croccantezza e proteine extra! Ma potresti sostituirli con i piselli..
Salsa di soia – Per condire il riso fritto, puoi usare la salsa di soia , io ne ho usata una a basso contenuto di sale !!!
Zucchero – Quanto basta per bilanciare con la salsedine, io ho usato eritritolo
Peperoncino  – Per insaporire un po’!



INGREDIENTI

CIPOLLE RIPIENE CON WURSTEL VEGANI DI TOFU DI SEMI DI CANAPA
TOFU DI CANAPA ( per 100/150 gr di tofu ) : 

 👉 qui la ricetta https://viaggieassaggifelici.blog/2022/10/19/tofu-di-canapa-e-formaggio-fermentato-di-okara-di-semi-di-canapa/

WURSTEL DI TOFU DI CANAPA ( per 5 wurstel)
TABOULÈ DI CAVOLFIORE
KIMCHI VEGANO COREANO ( VERDURE FERMENTATE )
Pasta di peperoncino Kimchi
ZUPPA DI FETTUCCINE DI KONJAC AL KIMCHI VEGANO

RISO DI KONJAC FRITTO CON ALGHE,FUNGHI SHIITAKE ED EDAMAME

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LASAGNE PROTEICHE CON FARINA DI CANAPA , CON PESTO DI CAVOLO NERO , CAVOLO NERO SALTATO IN PADELLA,SUGO DI FUNGHI SHIITAKE , CHAMPIGNON E PISELLI ,CON BESCIAMELLA DI CAVOLFIORE E FORMAGGIO GRATTUGIATO VEG FATTO IN CASA, SERVITE ACCOMPAGNATE DA UN’INSALATA ALLE MANDORLE CON VERDURE E FRUTTA MARINATE CON SALSA DI SOIA

|

La farina di canapa è un prodotto sano e buono, perfetto per sperimentare tantissimi piatti nuovi. Viene ricavata dalla macinatura dei semi di Canapa Sativa ed è ricchissima di nutrienti benefici per l’organismo, io ho provato a farci la pasta fresca ed è venuta davvero fantastica! Ecco la mia ricetta per la pasta fresca senza glutine fatta con la farina di canapa bio, una vera delizia facile facile da preparare.
Questo tipo di farina ha davvero tante caratteristiche positive per la nostra salute e consumarla con costanza può aiutare regolare le risposte del sistema immunitario, migliorare lo stato del sistema nervoso e ritardare l’invecchiamento. In generale questo alimento è decisamente lodato da nutrizionisti, oggi infatti la canapa è al top tra i prodotti salutari e consigliati (anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) ma quali sono le proprietà che può avere quando lavorata sotto forma di farina?
Partiamo sottolineando che questa viene ricavata dai semi di Canapa Sativa alimentare, una parte della pianta che non contiene THC e che quindi non ha alcun effetto psicotropo, quindi niente paura mangiare semi di canapa non vi sballerà, anzi scoprirete che questi sono dei veri e propri integratori alimentari, così come i prodotti da essi derivati.
Cosa va a integrare la farina di canapa? Per prima cosa contiene 8 amminoacidi essenziali, è una promettente fonte proteica vegetale e si sposa perfettamente con la necessità di colmare le lacune di una dieta vegetariana o vegana. L’alta presenza di Omega 3 e Omega 6 nelle proporzioni ideali è un vero toccasana, soprattutto per chi vuole proteggere il cuore e in generale il sistema cardiocircolatorio ma anche per chi vuole preservare al meglio le proprie abilità cognitive.
Il suo alto indice di fibre aiuta la regolarità intestinale, combatte l’obesità (è notoriamente ipocalorica rispetto alle farine classiche) e l’aumento del colesterolo, poi è ricca anche di vitamine (soprattutto di vitamina E) ma anche di sali minerali (come potassio, ferro, zinco e magnesio). Siete intolleranti o allergici al glutine? Ecco questa farina ne è naturalmente priva quindi è un prodotto molto utile per variare la dieta di chi soffre di celiachia.
La farina di canapa in cucina: perfetta per la pasta fresca!
Canapa si presta a numerosissimi utilizzi in cucina perché oltre ad essere sana è anche molto buona. Sotto forma di farina il suo gusto ricorda leggermente quello delle nocciole e da un tocco decisamente rustico e autentico a piatti dolci e salati.
La farina di semi di canapa è un ingrediente “da impasto”, che può risultare molto utile nella dieta contro la celiachia. E’ anche apprezzata in merito al contenuto nutrizionale di molecole utili all’organismo, come gli acidi grassi essenziali, le fibre, le vitamine e certi amminoacidi.
Consigliamo però di miscelarla con altre farine perché il suo sapore è piuttosto forte e oltretutto il mix può facilitare la lavorazione. Con la farina di canapa si può preparare anche dell’ottima pasta fatta in casa, semplici tagliatelle o anche altri formati come maltagliati o tortelli. Per la nostra ricetta delle lasagne ho deciso di mantenere il piatto gluten free e ho utilizzato farina di canapa, di riso,di mais e ceci .
Ecco la nostra ricetta per fare la pasta fresca senza glutine alla farina di canapa! Con queste dosi potrete sfamare 4 persone (abbondantemente).
Le lasagne con il cavolo nero fanno parte della tradizione gastronomica Toscana, regione di cui il cavolo nero è originario.  Il cavolo nero è buono dopo la prima gelata e le foglie, dal colore cupo e scuro, devono essere carnose, consistenti e croccanti.
Questa volta, rispetto alla ricetta tradizionale, ho voluto aggiungere anche i meravigliosi funghi shiitake , classificati fra quelli che vengono definiti i 10 funghi medicinali per eccellenza, da secoli usati soprattutto nella medicina tradizionale cinese. Dal punto di vista nutrizionale gli shiitake  possiedono amminoacidi essenziali, minerali (potassio, calcio, magnesio, manganese, ferro, rame e zinco), vitamine del gruppo B , precursore della vitamina D. Il loro maggior valore è soprattutto a livello terapeutico. Gli shiitake hanno un notevole effetto di pulizia sull’intestino. Hanno proprietà immunostimolanti : i componenti agiscono riequilibrando e rafforzando l’attività del sistema immunitario. Questo agisce da barriera contro infezioni sia batteriche che virali e contribuisce ad inibire la proliferazione delle cellule cancerose in alcune neoplasie.
Lo  shiitake è utile anche per:
•    nell’abbassare il colesterolo e nel prevenire l’aterosclerosi;
•    esplica un’azione protettiva del fegato e promuove la formazione di anticorpi contro l’epatite B;
•    oltre a virus e batteri, combatte alcune infezioni fungine, come quelle provocate da Candida albicans;
•    ha effetto prebiotico, cioè promuove nell’intestino la formazione di una flora batterica “buona”;
•    contrasta la carie, grazie al potere germicida nei confronti delle specie di streptococco che si annidano nella placca dentale;
•    aiuta nelle situazioni di sovraffaticamento fisico e psichico.
Insomma gli shiitake sono dei veri e propri farmaci …introdurli tra i nostri ingredienti nella dispensa non può far altro che arricchire i nostri piatti e supportare il nostro organismo!
Ed infine della buona besciamella di cavolfiore.
La besciamella di cavolfiore arricchisce il piatto di fibre mantenendo la delicatezza nel gusto
Insalata alle mandorle con verdure marinate :Gusto e leggerezza per questa insalata grazie al mix di verdure e frutta, infatti la presenza della mela, oltre a rendere più rinfrescante l’insalata, aiuta a ridurre il bisogno di condimenti grassi

INGREDIENTI

Sfoglia Lasagna
Pesto di cavolo nero
Sugo ai funghi shiitake , champignon e piselli
Besciamella di Cavolfiore
Altri ingredienti

INSALATA ALLE MANDORLE CON VERDURE E FRUTTA MARINATE CON SALSA DI SOIA

PROCEDIMENTO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

👉mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




LARB TAOHOO (INSALATA THAILANDESE IN VERSIONE VEGANA CON CAVOLFIORE , FUNGHI SHIITAKE E TOFU AFFUMICATO) ; CURRY MASOOR DAHL (CURRY DI LENTICCHIE ROSSE ) ;MINI TACOS DI FARINA DI MAIS BIANCO CON CREMA DI CECI ZUCCHINE,FRIARIELLI E POMODORINI COLORATI ;TARTARE VEGANA DI POMODORI SECCHI

|

1) Il Larb Tao hoo è una ricetta tipica Thailandese. Più facilmente reperibile in Thailandia nella sua versione con carne di maiale, In questa ricetta vegana però ho utilizzato una base di cavolfiore, tofu affumicato e di funghi shiitake che le danno la nota di umami.
2) Un cremoso Dahl di lenticchie rosse: perfetto comfort food in ogni stagione! Ricco, saporito e delizioso, puoi servirlo con dell’ aromatico riso basmati. Una ricetta vegana, senza glutine, salutare e facile da preparare. Il Curry Masoor Dal ( così chiamato in India )è pronto in 30 minuti ed è quindi perfetto a cena o come food prep durante la settimana. Il Dahl, o dhal, daal oppure dal, è essenzialmente uno stufato di lenticchie rosse di ispirazione indiana .Dopo varie ricerche ho capito come fare un dal di lenticchie che assomigli all’originale e che sia facile veloce da preparare:Il segreto sta nel cuocere le lenticchie in acqua o brodo e curcuma e, separatamente, aromatizzare l’olio con le spezie e cuocere la cipolla. Si chiama metodo TADKA :L’olio caldo aiuta a sprigionare tutta la meravigliosa fragranza ed il sapore dell’aglio, dello zenzero e delle spezie.( Le spezie infatti andrebbero sempre scaldate prima di essere utilizzate !). Dal (anche scritto dhal, daal, dahl) è un termine usato per indicare i legumi secchi e spezzati. Il sostantivo Dal si riferisce però anche alle zuppe di lenticchie indiane che sono importanti piatti della tradizione dei paesi dell’Asia meridionale. Il Masoor dal nello specifico è una piccola lenticchia rossa / arancione che cucina velocemente e non richiede alcun ammollo, ovvero quelle che noi chiamiamo “lenticchie rosse”.Il Dhal deve essere leggermente speziato e (poco) piccante grazie a peperoncino e zenzero. La cottura separata delle lenticchie consente loro di raggiungere il perfetto livello di tenerezza prima che gli aromi siano aggiunti. Dà inoltre la possibilità ai pomodori di cucinare separatamente senza inibire la cottura delle lenticchie! Impedisce infine alle cipolle di diventare troppo morbide e di sprigionare il loro gusto e la loro dolcezza, dando ulteriore consistenza e infondendo il dal con il loro meraviglioso sapore. ( Io ho usato il cipollotto rosso di Tropea perché le contaminazioni in cucina mi piacciono ;-).
3) MINI TACOS DI FARINA DI MAIS BIANCO CON CREMA DI CECI ZUCCHINE,FRIARIELLI E POMODORINI COLORATI :vi propongo uno dei cibi più amati della cucina messicana, i tacos con tortillas di farina di mais bianco, in una veste un po’ inedita: un ripieno semplice e mediterraneo che celebra l’autunno.
4) TARTARE VEGANA DI POMODORI SECCHI : Una tartare di verdure? Certo che si può! Ecco una morbida e deliziosa tartare di pomodori secchi , fresca, un piatto prestigioso e raffinato.



Ingredienti LARB TAOHOO (INSALATA THAILANDESE IN VERSIONE VEGANA)

Ingredienti Dahl di lenticchie rosse per 2 persone

Ingredienti MINI TACOS DI FARINA DI MAIS BIANCO CON CREMA DI CECI ZUCCHINE,FRIARIELLI E POMODORINI COLORATI

Per le Tortillas ( 3 tortillas)



Per la crema di ceci
Per le verdure

Ingredienti TARTARE VEGANA DI POMODORI SECCHI

PROCEDIMENTI



Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

👉mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA IN 3 VERSIONI : CLASSICA, AUTUNNALE E MEDITERRANEA ; L’HO SERVITA ACCOMPAGNATA DA UN’INSALATA COLORATA DI CRAUTI ROSSI ,CAVOLO NERO RICCIO E FUNGHI SHIITAKE

|

La Tarte Flambée all’Alsaziana, chiamata spesso anche Flammekueche o Tarte Flambée à l’Alsacienne, è una torta salata tipica della Francia dalla consistenza a metà tra una Pizza e una Focaccia, tanto che viene spesso indicata anche come Pizza Alsaziana o Focaccia dell’Alsazia.
Questa facile ricetta vegana tarte flambée consiste in una sottile e croccante pasta di pane senza lievito.
Il risultato è sempre estremamente soddisfacente. Una pizza non pizza leggera, sottile, croccante, digeribile e soprattutto senza lievito ! Già, nell’impasto non c’è nemmeno un grammo di lievito, ma c’è la birra. Un impasto morbido, elastico e gustosissimo. Perfetto da preparare tutte le volte in cui vi viene una voglia improvvisa di pizza…eh già, perché qui non c’è proprio nulla da far lievitare 😉 Una pizza preparata con la birra che, con il malto che essa naturalmente contiene, facilita la lievitazione dell’impasto.
 La tarte flambée è originaria dell’Alsazia e ,nella versione classica, la pasta sottile non lievitata è condita con panna acida, cipolle e pancetta. Naturalmente cuciniamo la tarte flambée vegana. Non solo ha un sapore fantastico, ma è anche fatto in meno di 30 minuti. Si basa su un impasto semplicissimo a base di farina, acqua, olio e sale, che non deve lievitare o riposare a lungo. Anche l’alternativa vegana alla panna acida viene rapidamente fatta in casa con soli 3 ingredienti. E al posto della pancetta usiamo il tofu affumicato.
Per non annoiarti troppo velocemente con la classica tarte flambée alsaziana, abbiamo anche 2 ottimi condimenti alternativi per te. La versione con zucca, funghi shiitake e rosmarino ha un sapore ancora più autunnale rispetto all’originale, mentre la versione fresca e mediterranea segna con pomodori secchi, olive e cipolla. Fondamentalmente puoi mettere tutto ciò che la tua cucina offre su una tarte flambée , anche la frutta ( infatti spesso veniva fatta anche con pere e mele) purché abbia un buon sapore per te. Essere creativo! Anche se la tarte flambée è molto semplice da preparare, puoi anche adattarla facilmente a ogni stagione e gusto. Che tu lo condisca con zucca, fette di mela o pesto, le opzioni sono infinite.
Tradizione vuole che la Torta Fiammeggiata all’Alsaziana venga cotta nei forni a legna, proprio prima di cuocere il tradizionale pane. Si dice infatti che sia proprio la cottura della Flammekueche a definire la temperatura del forno e a capire quando sia il momento giusto per cuocervi il pane.
A proposito di base! Abbiamo preparato la nostra tarte flambée vegana in stile alsaziano con un impasto per tarte flambée con 100% farina di farro .
IN COSA SI DIFFERENZIA DALLA PIZZA ?
Sebbene sembrino simili alcune cose differenziano questa specialità Alsaziana dalla Tradizionale Pizza :
IMPASTO : La PIZZA è fatta con pasta lievitata , mentre la TARTE FLAMBÈE di solito non richiede lievito e diventa super croccante e quindi anche super veloce da preparare anche all’ultimo momento.
CONDIMENTO :mentre solitamente la PIZZA richiede salsa di pomodoro come base , la TARTE FLAMBÈE utilizza la CREME FRAICHE ( panna acida) o FROMAGE BLANC ( formaggio spalmabile bianco), nonchè CIPOLLE E PANCETTA.
Ci sono tanti modi a base vegetale per completare la tua TARTE FLAMBÈE , quindi personalizzala a tuo piacimento giocando con ortaggi ma anche frutta.
Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base :
1 ) Tarte Flambée classica Alsaziana : con panna acida al tahini + cipolle + tofu affumicato +sale + peperoncino+ 1 pizzico di noce moscata ed ho aggiunto il mio tonno veg di jackfruit (https://viaggieassaggifelici.blog/2022/01/20/tonno-veg-di-jackftuit/)
2) Tarte Flambée Zucca-Funghi Shiitake : FORMAGGIO SPALMABILE DI ANACARDI+ zucca hokkaido oppure delica oppure butternut +3/4 funghi shiitake ( ammollati) + 1 cucchiaio di olio evo + 1 cucchiaino di salsa di soia +1-2 rametti di rosmarino +sale + peperoncino
3) Tarte Flambée Mediterranea : RICOTTA FERMENTATA DI NOCI +pomodori secchi +zucchine alla scapece +olive +cipolla +sale + peperoncino

INGREDIENTI

Impasto

PANNA ACIDA VEGANA AL TAHINI ( dosi per 1 tarte flambèe , quindi dovrete raddoppiare o triplicare dosi per fare più tarte flambèe, io l’ho usata solo per una base )

FORMAGGIO SPALMABILE DI ANACARDI

RICOTTA FERMENTATA DI NOCI

CONDIMENTO PER LA PRIMA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

CONDIMENTO PER LA SECONDA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

CONDIMENTO PER LA TERZA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

INSALATA COLORATA DI CRAUTI ROSSI ,CAVOLO NERO RICCIO E FUNGHI SHIITAKE

PREPARAZIONE

  1. Tarte Flambée classica Alsaziana: Mondate, tagliate a metà e affettate le cipolle il più sottile possibile. Tagliare il tofu affumicato a cubetti o strisce sottili ( io l’ho messo a macerare in salsa di soia, olio evo e fumo liquido)
  2. Tarte Flambée Zucca-Funghi Shiitake: Tagliate a metà, private dei semi e affettate la zucca il più sottile possibile. Ammollate i funghi shiitake , strizzateli e marinateli con salsa di soia ed olio evo . Eliminate gli aghi dai rametti di rosmarino.
  3. Tarte Flambée Mediterranea: Tagliare a metà i pomodori secchi e tagliarli a listarelle. Affettate finemente le olive. Affettate finemente anche la cipolla.Prima di tutto lavate le zucchine e tagliatele a rondelle  tutte dello spessore, Poi ponete in una ciotola ampia e capiente l’aceto con pari quantità di olio, un pizzico di sale, foglie di menta fresca e l’aglio . Lasciate marinare da parte.( io ho marinato le zucchine all’interno prima di friggerle, ma potete anche non farlo .1) FRITTE IN PADELLA in una padella capiente, scaldate abbondate olio e friggete le zucchine quando arriva a temperatura. Immergete e lasciate friggere per 2 minuti circa. Devono risultare croccanti e dorate. Scolate perfettamente.2) IN FRIGGITRICE AD ARIA: mettere le zucchine nel cestello della friggitrice ad aria spruzzare qualche pouf dondolio evo e cuocere per 15 minuti a 200° ,agitando il cestello a metà cottura. Saranno come fritte ,croccanti ma non unte.Poi ancora calde immergetele nell’emulsione profumata avendo cura di girare perfettamente al fine di condirle tutte. Valutate al momento se necessitano ancora di un pò d’olio- aceto o sale. Ricordatevi che devono risultare condite, ma non molli!Lasciate in marinatura per almeno 1 h prima di servirle.Ecco pronte le vostre Zucchine alla scapece 

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

🌱alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

🍄mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
🍾seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!