1

Pinsa Romana Semi Integrale in 3 varianti, Accompagnata da Insalata di Finocchi Rustica

La Pinsa Romana è considerata l’antenata della pizza di oggi e le sue origini sono molto molto antiche, risalgono infatti ai tempi dell’antica Roma imperiale.
Il suo nome deriva dal latino pinsere, ovvero “pestare, macinare, schiacciare” e veniva preparata dalla plebe, in particolare dai contadini poveri. Quest’ultimi ottenevano l’impasto attraverso la macinazione dei cerealiorzofarroavena e miglio. A questi ingredienti poi aggiungevano semplicemente dell’acqua, un po’ di sale e delle erbe.
Una volta ottenuto l’impasto ed averlo allungato nella caratteristica “forma ovale”, la Pinsa veniva cucinata su delle braci ottenute con delle pietre messe sui carboni.  Spesso, all’interno della Pinsa, venivano messi dei condimenti, proprio come si fa con la pizza odierna.A distanza di tanto tempo la Pinsa Romana è tornata sulle nostre tavole e ad oggi sono tanti i locali che la preparano proponendola come ricetta della tradizione.
Può essere considerato anche come un piatto dietetico grazie alla leggerezza dell’impasto e alla varietà di preparazione con cui viene realizzata.
Infatti, è possibile trovare una Pinsa Romana preparata con una miscela di farine di grano tenero, soia, frumento, riso, prodotta con lievito madre e quindi con una lunga lievitazione, che può raggiungere le 48 ore o addirittura le 72 ore.
Leggera e altamente digeribile perché povera di grassi, proteine e carboidrati complessi, la Pinsa Romana è davvero un prodotto nutriente, perfetto per restare in forma e allo stesso tempo saziarsi a sufficienza.Per ottenere una buona Pinsa Romana, leggera e digeribile, Oltre all’importanza delle farine utilizzate, c’è dietro tutta una lavorazione particolare ed una combinazione perfetta tra gli ingredienti usati.
A dare la friabilità perfetta al prodotto è l’impasto e la panificazione.
In base a quanta umidità sarà in grado di assorbire, la pasta madre sarà più o meno leggerezza, morbida e tenera, quasi come se fosse una nuvola.
La sua leggerezza e la sua carenza di grassi la rendono, inoltre, molto più digeribile rispetto alla pizza tradizionale. Croccante fuori e morbida dentro, la Pinsa Romana è quindi un prodotto ideale da assaporare in qualsiasi momento della giornata e, soprattutto, in qualsiasi stagione, sia d’estate sia d’inverno.
Una delle differenze tra la pinsa e la pizza, infatti, è data proprio dalle farine adoperate, che sono di regola 3 farine diverse: un mix tra farina di frumento, farina di soia e farina di riso,  impastate con acqua rigorosamente fredda (l’acqua nel caso della pinsa rappresenta ben il 75%-80% dell’impasto!) e lievito in quantità molto basse; l’impasto, altra particolarità, viene lasciato lievitare per minimo 24 ore e massimo 150 ore. L’impasto arriva ad una lievitazione di 150 ore, cosa che rende la pinsa fragrante, digeribile e ipocalorica.
La pinsa richiede lunghe lievitazioni e pazienza: se non lasci lievitare l’impasto a lungo, non otterrai le bolle e la croccantezza. E’ un lavoro lungo, che ripaga la fatica se ben fatto.
Per preparare la pinsa è necessaria la farina di soia, che è l’ingrediente insostituibile per eccellenza. Infatti la farina di soia contiene amidi in quantità minori rispetto alla farina bianca classica ed è per questo molto più digeribile. La soia ha un elevato contenuto di proteine e deve lievitare moltissimo. Questo garantirà un impasto elastico che produrrà le classiche bolle che caratterizzano la pinsa, facendo in modo allo stesso tempo che la base sia croccante. Dunque la risposta alla domanda Come sostituire la farina di soia nella pinsa romana è semplice: non sostituirla per non rovinare l’effetto finale.

Per la mia MOZZARELLA VEGANA, ho fatto una SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA che si prepara in 5 minuti e richiede solo 5 ingredienti che sicuramente avrete in casa ed è adatta a chi è allergico alla frutta secca.

✔️è una mozzarella filante✔️fonde se scaldata come la classica mozzarella✔️è facilissima da preparare ed è pronta in meno di 5 minuti✔️richiede solo 5 ingredienti✔️ha un gusto neutro e si adatta bene a qualsiasi ricetta✔️si può utilizzare immediatamente e si conserva in frigorifero 5-6 giorni✔️è senza glutine✔️è light e povera di grassi ✔️ideale per condire la mia PIZZA

Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base CON SALSA DI MOZZARELLA E PASSATA DI POMODORINO CILIEGINO CON BASILICO:

1 ) Friarielli+Pomodori secchi +Ricotta di soia + Capperi + Olive + Olio extravergine d’oliva + Sale 

2) Tofu Marinato alla Soia +Zucca+Funghi di venere +Pesto di Cavolo Nero +Peperoncino +Sale

3) Pesto di Catalogna +Rucola + Carciofi +Peperoncino + Olio extravergine d’oliva + Sale 

Insalata di Finocchi Rustica :
Chi non adora l’insalata di finocchi? Anche se si tratta di un contorno semplicissimo possiamo proporlo in modo sempre diverso!

Tra i contorni che preferisco c’è sicuramente l’insalata di finocchi, che preparo sempre per accompagnare tanti secondi diversi. 



Ingredienti Per 3 Pinse

  • 500 grammi di mix di grano tenero, soia e riso così composto:
  • 200 grammi di farina di grano tenero integrale
  • 160 grammi di farina di farro
  • 90 grammi di farina di riso
  • 50 grammi di farina di soia
  • 5 gr di pasta madre essiccata con lievito secco
  • 10 grammi di sale
  • 5 grammi di olio extravergine di oliva
  • 400 ml di acqua fredda di frigorifero in modo da arrivare all’80% di idratazione

Ingredienti per la farcitura

  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA ( vedi dopo la ricetta)
INGREDIENTI SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA

  • ▢115 g latte di mandorle o soia NON dolcificato
  • ▢75 g yogurt di soia naturale NON dolcificato 
  • ▢15 g tapioca o fecola di patate o amido di mais
  • ▢15 g olio extra vergine di oliva
  • ▢1-2 g sale o a piacere
  • ▢0.5-1 cucchiaini lievito alimentare in scaglie opzionale, cambierà leggermente il colore della mozzarella
  • ▢pepe  aglio

CONDIMENTO PER LA PRIMA PINSA

  • friarielli
  • RICOTTA DI SOIA ( VEDI LA RICETTA NEL MIO BLOG)
  • pomodori secchi sott’olio
  • Basilico fresco
  • Olive
  • CAPPERI
  • Olio extravergine d’oliva 
  • Sale 
  • Peperoncino q.b.
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA SECONDA PINSA

  • Tofu Marinato alla Soia
  • 2 scalogni
  • Zucca
  • Funghi di venere
  • Pesto di Cavolo Nero ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio ,sale)
  • Peperoncino
  • SALE
  • aglio granulare

CONDIMENTO PER LA TERZA PIZZA

  • Pesto di Catalogna ( olio Evo ,Pinoli, Lievito a scaglie,Noci o nocciole (una grossa manciata) semi di GIRASOLE ,aglio,sale)
  • Rucola
  • Carciofi
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • sale

Ingredienti Insalata di Finocchi Rustica

  • 2 finocchi
  • q.b. di scaglie di lievito alimentare
  • q.b. di pomodori secchi
  • Olive q.b.
  • q.b. di gherigli di noci
  • q.b. di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di peperoncino

Procedimento

  • IMPASTO : Con le mani miscelare le tre farine quindi aggiungere il lievito e mescolare a mano o con l’impastatrice.Aggiungere l’80% dell’acqua fredda ed impastare per circa 3-4 minuti.Aggiungere il sale all’impasto ed impastare ancora quindi aggiungere anche l’olio e continuare ad impastare.Aggiungere l’acqua fredda restante, impastare ancora per almeno 5 minuti.Sistemare l’impasto della pinsa in una ciotola ( io uso un contenitore ermetico ) e lasciare lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.Trascorse le 2 ore metterlo in frigorifero per almeno 35 ore (io arrivo anche a 48) quindi, trascorso il periodo della lievitazione, tirarlo fuori e ricavarne i panetti da stendere lasciandoli riposare fin quando non saranno raddoppiati di volume ovvero per circa 3 ore.Riprendere i panetti, stenderli sulle teglie unte e condirle. Cuocere la pinsa in forno caldo a 200° per circa 10 minuti o quando la pinsa risulta croccante all’esterno e morbida all’interno.
  • SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA : Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate per almeno un paio di minuti. Versate in una casseruola e, continuando a mescolare energicamente con una frusta, portate a bollore e lasciate sobbollire per 10 secondi. IMPORTANTE: Gli amidi devono cuocere perciò la salsa deve sobbollire per alcuni secondi e non essere semplicemente scaldata. La salsa si addenserà una volta cotta. Versatela nuovamente nel frullatore e frullate per almeno 4 minuti fino ad ottenere una salsa dalla consistenza liscia e cremosa.Utilizzate la salsa mozzarella vegan allo yogurt immediatamente ,Ideale per guarnire la pizza, preparare la parmigiana, torte salate etc.Versate la restante salsa in un barattolo e lasciate raffreddare. Chiudete con coperchio e conservate in frigorifero per 5-6 giorni o in freezer fino a 5 mesi.Per utilizzare la salsa mozzarella vegan conservata in frigo, vi basterà frullarla per renderla nuovamente omogenea e cremosa.
  • PER LE 3 DIVERSE VARIANTI: considerando la base uguale per tutte e tre , polpa di pomodoro ciliegino con basilico e salsa di mozzarella allo yogurt di soia
  • PRIMA VARIANTE : Iniziate con preparare la ricotta di soia ; Dopo tagliare a striscioline i pomodori secchi . Saltate con olio evo i friarielli già puliti e cotti al vapore o comunque con pochissima acqua, con una presa di sale , Basilico fresco,Olive,CAPPERI , peperoncino e 2 cucchiai di olio dei pomodori secchi. Cuocete il tutto per 10 minuti fino a quando le verdure saranno morbide e cotte. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infine ciuffi di ricotta di soia ed infornate.
  • SECONDA VARIANTE : Tagliate il tofu a tocchetti, mettetelo a marinare con un po’ di salsa di soia per una mezz’oretta. Tagliate gli scalogni a fettine e fateli stufare in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale e fate caramellare leggermente insieme alla zucca a cubetti Preparate il pesto : tagliate il cavolo nero e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Scolate il tofu dalla marinata, asciugate e soffriggete in un pochino d’olio, fino a doratura o in friggitrice ad aria .Saltate in poco olio e aglio e peperoncino la zucca ed i funghi Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • TERZA VARIANTE : Preparate il pesto : tagliate LA CATALOGNA e cuocerla in padella senza acqua e unitelo con il resto degli ingredienti e frullate tutto fino ad ottenere un crema vellutata. Nel caso serva aggiungete un po di acqua di cottura per renderlo più fluido.Saltare i carciofi con sale, olio evo e peperoncino. Nel frattempo stendete la base condite la passata di pomodoro con sale e olio e usatela per farcire la base della pizza.Condire con la salsa di mozzarella .Versare tutti gli ingredienti ed infornate.
  • Insalata di Finocchi Rustica: Per prima cosa affettate il finocchio e disponetelo all’interno del piatto in cui andrete a comporre l’insalata.Aggiungete ora i pomodori secchi ridotti in listarelle o, se lo preferite, in cubetti. Successivamente aggiungerete anche le scaglie di lievito alimentare, le olive a rondelle ed i gherigli di noci.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog



🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




PIZZA VELOCE SENZA GLUTINE,LOW CARB E SENZA LIEVITO , CON CREMOR TARTARO E FARINA DI AVENA, CRUSCA DI AVENA E FARINA DI SOIA SENZA LIEVITAZIONE, CON SALSA DI MOZZARELLA VEGAN ALLO YOGURT DI SOIA , IN 3 VERSIONI

🌱La pizza veloce senza glutine e senza lievito è perfetta per una cena veloce. Pronta da portare in tavola in meno di 30 minuti, conquisterà tutti e potreste farla anche in padella!
Forse con la ricetta di oggi farò “arrabbiare” i “puristi”, ma ormai sapete che adoro le sfide .Soffice grazie all’utilizzo dello yogurt bianco di soia non zuccherato per la base e alla farina di riso e farina di avena  nell’impasto, vi stupirà al primo assaggio.
La pizza semi integrale senza glutine è una ricetta facile, senza lievito di birra, quindi veloce, da fare anche all’ultimo momento. La lievitazione con bicarbonato e cremor tartaro assicura un impasto morbido e gonfio che non ha nulla da invidiare al lievito di birra.
La lievitazione con bicarbonato e cremor tartaro è adatta anche agli intolleranti al lievito e nichel, rispetto al lievito di birra.

Premetto che il cremor tartaro, anche attivato con il bicarbonato, NON è lievito ma è SOLO un agente lievitante per cui scordatevi l’effetto “palloncino” e l’odore caratteristico della pizza lievitata ma anche la facilità a maneggiarla e mettete in conto abbastanza fatica per stenderla come volete voi; inoltre proprio perchè non cresce come la pizza classica, per ottenere una base abbastanza alta dovete essere voi a stenderla in modo che resti soffice altrimenti avrete una sorta di pizza-piadina alla turca.

Infine aggiungo che la cosa migliore è farcirla con pomodoro o comunque fare in modo che sia umida; se decidete di preparare una specie di focaccia, ricordatevi di bucare la superficie altrimenti sulla pasta in cottura si formano delle bolle scrocchiarelle.

Delicata e soffice, la pizza veloce senza glutine è un’ottima idea per chi non può mangiare glutine ma non vuole rinunciare a una buona pizza fatta in casa. Vediamo adesso insieme come prepararla! In più Alla base della nostra ricetta, al posto della farina, ci saranno l’avena e la soia .La farina d’avena e di soia sono meno caloriche ma maggiormente ricche di fibre e con un migliore potere saziante rispetto alla farina di frumento raffinata,ricche di fibre, che favoriscono il transito intestinale, aiutano la digestione, tengono a bada il colesterolo e mantengono più a lungo il senso di sazietà, il che, unito alle loro ridotte calorie, aiutano anche a perdere peso. Contiene anche molti elementi nutritivi che migliorano il sistema immunitario, è chiaro che il loro utilizzo renderà la pizza un cibo più che salutare.
Se tutto ciò ancora non ci bastasse per correre al supermercato a fare incetta degli ingredienti necessari, aggiungiamo che, per cuocerla, non servirà nemmeno accendere il forno, se lo desidererai basterà un fornello ed una padella.

🌱Per la mia MOZZARELLA VEGANA, ho fatto una SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA che si prepara in 5 minuti e richiede solo 5 ingredienti che sicuramente avrete in casa ed è adatta a chi è allergico alla frutta secca.

✔️è una mozzarella filante
✔️fonde se scaldata come la classica mozzarella
✔️è facilissima da preparare ed è pronta in meno di 5 minuti
✔️richiede solo 5 ingredienti
✔️ha un gusto neutro e si adatta bene a qualsiasi ricetta
✔️si può utilizzare immediatamente e si conserva in frigorifero 5-6 giorni
✔️è senza glutine
✔️è light e povera di grassi 
✔️ideale per condire la mia PIZZA

Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base CON SALSA DI MOZZARELLA E PASSATA DI POMODORINO CILIEGINO CON BASILICO:

1 )  Indivia scarola + Pinoli + Uvetta + Capperi +Alga nori ( al posto delle  Acciughe + Olive+ Olio extravergine d’oliva + Sale 

2) Cicoria strascinata+Funghi Porcini+ Olive leccino+ Pomodori secchi +Noci +Peperoncino

3) Pesto di Sedano Rapa+Radicchio +Zucca+Germogli di fagioli mungo+Semi di zucca+ Salsa di Soia+Peperoncino



Ingredienti per l’impasto

Ingredienti per la farcitura

INGREDIENTI SALSA DI MOZZARELLA VEGAN,allo YOGURT di SOIA

CONDIMENTO PER LA PRIMA PIZZA

CONDIMENTO PER LA SECONDA PIZZA

CONDIMENTO PER LA TERZA PIZZA

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!



👉Dichiarazione di affiliazione👈
👉👉Dichiarazione di affiliazione👈👈
👋Nel mio blog
( http://viaggieassaggifeliciblog),
nei vari articoli e ricette, spesso inserisco dei link a📖 libri, 🛒attrezzi di cucina o 🥗alimenti. Lo faccio così che tu possa trovare dove acquistare questi prodotti.
🎈Solitamente sono prodotti che ho acquistato personalmente, che mi sono piaciuti e che quindi sono tranquillo a raccomandarti. Raramente, quando non trovo (più) esattamente lo stesso prodotto, consiglio un’alternativa molto simile di cui mi fido.
🙋🏼Ho iniziato anche ad iscrivermi a programmi di affiliazione. Cosa vuol dire? Significa che a volte guadagno una piccola commissione quando compri qualcosa attraverso uno di questi link (per esempio da Amazon ).
😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!
👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!

😘Per te non comporta nessun costo ulteriore, ma a me aiuta non solo a poter tenere in piedi questo Blog, ma SOLO UN AIUTO IN PIÙ A CHI COME ME CI METTE LA PASSIONE, LA PERSEVERANZA E LA FATICA , CHE È BELLO SIANO APPREZZATI , AVVALORATI E COMPROVATI !!!

👋Come funziona? I link hanno un codice all’interno che per l’azienda con cui sono affiliata identifica me come affiliato e aiuta a registrare le vendite che sono andati in porto perché l’ho consigliato io. Praticamente il mio consiglio è valutato come pubblicità per il prodotto. Solitamente è una percentuale alquanto basso, e ripeto: per te il prodotto in questione costa uguale, per te non fa una differenza, per me si.




TOFU DI CANAPA E FORMAGGIO FERMENTATO DI OKARA DI SEMI DI CANAPA

|

TOFU DI CANAPA : Chiamatelo Hemp-Fu, Hefu o HEMP TOFU, ma è semplicemente tofu senza soia! Una ricetta facile adatta a chi è allergico o intollerante alla soia o semplicemente vuole limitarne l’uso.In più è vegan e senza glutine e visto che va di moda dirlo, è anche Paleo, Keto e grain-free ! Ottima alternativa al classico tofu di soia, il tofu di canapa, oltre ad avere un gusto gradevole, è ricco di proteine facilmente digeribili che non provocano gonfiore di stomaco e ha un alto contenuto di fibre e minerali.Inoltre e contiene tutti gli 8 aminoacidi essenziali e gli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6. I semi di canapa contengono tutti gli aminoacidi essenziali e gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6 e sono una fonte completa di proteine.Inoltre, al contrario di soia e frutta secca, la canapa non è un allergene comune e questo la rende adatta davvero a tutti. È ricco di proteine,È ricco di Omega-3 e contiene tutti gli aminoacidi essenziali.È biologico e non-OGM e la canapa è un prodotto generalmente di agricoltura sostenibile.Il tofu di canapa è un’ottima alternativa per chi è allergico o intollerante alla soia o semplicemente per chi vuole limitarne l’assunzione.È semplicissimo da preparare! Il tofu di canapa fatto in casa non è però esattamente identico del tofu di soia, tengo a precisarlo. Il gusto è decisamente migliore ma è leggermente più friabile e non si comporta esattamente da spugna come il tufo originale.
FORMAGGIO FERMENTATO DI OKARA DI SEMI DI CANAPA : Formaggio vegetale realizzato con l’okara rimasta dalla preparazione del latte di CANAPA e del TOFU DI CANAPA.
L’okara ( la polpa che rimane dopo la preparazione del latte vegetale in casa ,con soia o frutta secca , con la quale faccio spesso le polpette con vari ingredienti dalle verdure , spezie eccetera eccetera,ed oggi ho usato questa meravigliosa OKARA DI SEMI DI CANAPA per preparare questo FORMAGGIO FERMENTATO DI OKARA DI SEMI DI CANAPA !

INGREDIENTI TOFU DI CANAPA ( per 100/150 gr di tofu )
FORMAGGIO FERMENTATO DI OKARA DI SEMI DI CANAPA

PROCEDIMENTI

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

☘mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog

 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA IN 3 VERSIONI : CLASSICA, AUTUNNALE E MEDITERRANEA ; L’HO SERVITA ACCOMPAGNATA DA UN’INSALATA COLORATA DI CRAUTI ROSSI ,CAVOLO NERO RICCIO E FUNGHI SHIITAKE

|

La Tarte Flambée all’Alsaziana, chiamata spesso anche Flammekueche o Tarte Flambée à l’Alsacienne, è una torta salata tipica della Francia dalla consistenza a metà tra una Pizza e una Focaccia, tanto che viene spesso indicata anche come Pizza Alsaziana o Focaccia dell’Alsazia.
Questa facile ricetta vegana tarte flambée consiste in una sottile e croccante pasta di pane senza lievito.
Il risultato è sempre estremamente soddisfacente. Una pizza non pizza leggera, sottile, croccante, digeribile e soprattutto senza lievito ! Già, nell’impasto non c’è nemmeno un grammo di lievito, ma c’è la birra. Un impasto morbido, elastico e gustosissimo. Perfetto da preparare tutte le volte in cui vi viene una voglia improvvisa di pizza…eh già, perché qui non c’è proprio nulla da far lievitare 😉 Una pizza preparata con la birra che, con il malto che essa naturalmente contiene, facilita la lievitazione dell’impasto.
 La tarte flambée è originaria dell’Alsazia e ,nella versione classica, la pasta sottile non lievitata è condita con panna acida, cipolle e pancetta. Naturalmente cuciniamo la tarte flambée vegana. Non solo ha un sapore fantastico, ma è anche fatto in meno di 30 minuti. Si basa su un impasto semplicissimo a base di farina, acqua, olio e sale, che non deve lievitare o riposare a lungo. Anche l’alternativa vegana alla panna acida viene rapidamente fatta in casa con soli 3 ingredienti. E al posto della pancetta usiamo il tofu affumicato.
Per non annoiarti troppo velocemente con la classica tarte flambée alsaziana, abbiamo anche 2 ottimi condimenti alternativi per te. La versione con zucca, funghi shiitake e rosmarino ha un sapore ancora più autunnale rispetto all’originale, mentre la versione fresca e mediterranea segna con pomodori secchi, olive e cipolla. Fondamentalmente puoi mettere tutto ciò che la tua cucina offre su una tarte flambée , anche la frutta ( infatti spesso veniva fatta anche con pere e mele) purché abbia un buon sapore per te. Essere creativo! Anche se la tarte flambée è molto semplice da preparare, puoi anche adattarla facilmente a ogni stagione e gusto. Che tu lo condisca con zucca, fette di mela o pesto, le opzioni sono infinite.
Tradizione vuole che la Torta Fiammeggiata all’Alsaziana venga cotta nei forni a legna, proprio prima di cuocere il tradizionale pane. Si dice infatti che sia proprio la cottura della Flammekueche a definire la temperatura del forno e a capire quando sia il momento giusto per cuocervi il pane.
A proposito di base! Abbiamo preparato la nostra tarte flambée vegana in stile alsaziano con un impasto per tarte flambée con 100% farina di farro .
IN COSA SI DIFFERENZIA DALLA PIZZA ?
Sebbene sembrino simili alcune cose differenziano questa specialità Alsaziana dalla Tradizionale Pizza :
IMPASTO : La PIZZA è fatta con pasta lievitata , mentre la TARTE FLAMBÈE di solito non richiede lievito e diventa super croccante e quindi anche super veloce da preparare anche all’ultimo momento.
CONDIMENTO :mentre solitamente la PIZZA richiede salsa di pomodoro come base , la TARTE FLAMBÈE utilizza la CREME FRAICHE ( panna acida) o FROMAGE BLANC ( formaggio spalmabile bianco), nonchè CIPOLLE E PANCETTA.
Ci sono tanti modi a base vegetale per completare la tua TARTE FLAMBÈE , quindi personalizzala a tuo piacimento giocando con ortaggi ma anche frutta.
Come vi dicevo io ho fatto 3 varianti , utilizzando sempre la stessa base :
1 ) Tarte Flambée classica Alsaziana : con panna acida al tahini + cipolle + tofu affumicato +sale + peperoncino+ 1 pizzico di noce moscata ed ho aggiunto il mio tonno veg di jackfruit (https://viaggieassaggifelici.blog/2022/01/20/tonno-veg-di-jackftuit/)
2) Tarte Flambée Zucca-Funghi Shiitake : FORMAGGIO SPALMABILE DI ANACARDI+ zucca hokkaido oppure delica oppure butternut +3/4 funghi shiitake ( ammollati) + 1 cucchiaio di olio evo + 1 cucchiaino di salsa di soia +1-2 rametti di rosmarino +sale + peperoncino
3) Tarte Flambée Mediterranea : RICOTTA FERMENTATA DI NOCI +pomodori secchi +zucchine alla scapece +olive +cipolla +sale + peperoncino

INGREDIENTI

Impasto

PANNA ACIDA VEGANA AL TAHINI ( dosi per 1 tarte flambèe , quindi dovrete raddoppiare o triplicare dosi per fare più tarte flambèe, io l’ho usata solo per una base )

FORMAGGIO SPALMABILE DI ANACARDI

RICOTTA FERMENTATA DI NOCI

CONDIMENTO PER LA PRIMA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

CONDIMENTO PER LA SECONDA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

CONDIMENTO PER LA TERZA TARTE FLAMBÈE ALSAZIANA VEGANA

INSALATA COLORATA DI CRAUTI ROSSI ,CAVOLO NERO RICCIO E FUNGHI SHIITAKE

PREPARAZIONE

  1. Tarte Flambée classica Alsaziana: Mondate, tagliate a metà e affettate le cipolle il più sottile possibile. Tagliare il tofu affumicato a cubetti o strisce sottili ( io l’ho messo a macerare in salsa di soia, olio evo e fumo liquido)
  2. Tarte Flambée Zucca-Funghi Shiitake: Tagliate a metà, private dei semi e affettate la zucca il più sottile possibile. Ammollate i funghi shiitake , strizzateli e marinateli con salsa di soia ed olio evo . Eliminate gli aghi dai rametti di rosmarino.
  3. Tarte Flambée Mediterranea: Tagliare a metà i pomodori secchi e tagliarli a listarelle. Affettate finemente le olive. Affettate finemente anche la cipolla.Prima di tutto lavate le zucchine e tagliatele a rondelle  tutte dello spessore, Poi ponete in una ciotola ampia e capiente l’aceto con pari quantità di olio, un pizzico di sale, foglie di menta fresca e l’aglio . Lasciate marinare da parte.( io ho marinato le zucchine all’interno prima di friggerle, ma potete anche non farlo .1) FRITTE IN PADELLA in una padella capiente, scaldate abbondate olio e friggete le zucchine quando arriva a temperatura. Immergete e lasciate friggere per 2 minuti circa. Devono risultare croccanti e dorate. Scolate perfettamente.2) IN FRIGGITRICE AD ARIA: mettere le zucchine nel cestello della friggitrice ad aria spruzzare qualche pouf dondolio evo e cuocere per 15 minuti a 200° ,agitando il cestello a metà cottura. Saranno come fritte ,croccanti ma non unte.Poi ancora calde immergetele nell’emulsione profumata avendo cura di girare perfettamente al fine di condirle tutte. Valutate al momento se necessitano ancora di un pò d’olio- aceto o sale. Ricordatevi che devono risultare condite, ma non molli!Lasciate in marinatura per almeno 1 h prima di servirle.Ecco pronte le vostre Zucchine alla scapece 

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

🌱alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

🍄mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
🍾seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




“LA MIA IDEA DI APERICENA”: Insalata di Farro e Lenticchie decorticate alla Libanese; Kebab di Seitan ; Polpettine Semplici di Ceci servite con 1 Salsina all’avocado ; Frittata Vegana con Porri e Verdure Miste Di Stagione ;Peperoni Ripieni di Riso ,Verdure e la mia Mozzarella Vegana ; Jambalaya Vegana con Chorizo Vegan ( salsicce spagnole piccanti in versione vegana) ; Flan Di Zucchine Al Curry ; Pizza senza Glutine con base alle lenticchie rosse decorticate

|

Come qualcuno già saprà , mi annoio facilmente a tavola se ho davanti una sola portata , appunto per questo adoro gli Apericena ,amo gli antipasti ” rinforzati” in parte rappresentati da veri e propri piatti e l’altra da contorni.

Insomma per questo fine settimana , Sabato e Domenica , preparerò tutto questo trionfo di piatti , naturalmente accompagnati da fiumi di buon vino bianco vegan e Domenica cercherò di riposarmi di più davanti ad un bel bicchiere di vino , anzi due, anzi…una bottiglia và!!!

Questo piatto coglie l’essenza della cucina libanese, con verdure, legumi, cereali e spezie tipiche di questa terra, Lo Za’atar è una miscela di spezie originaria del Medio Oriente. Il termine arabo zaʿtar si riferisce ad alcune piante tra le quali maggiorana, origano e timo.

In Libano si mangia tutti insieme: si portano a tavola tanti piattini (“Mezè”) da condividere per assaggiare cose diverse. I meza vengono serviti, in particolar modo nei ristoranti, prima del pasto vero e proprio composto da  uno o più piatti unici (non è possibile, infatti, dividere i piatti della cucina libanese in primi e secondi).

Oppure come in Spagna Con il termine spagnolo tapa si indica un’ampia varietà di preparazioni alimentari tipiche della cucina spagnola, salate e anche dolci, consumate come aperitivi o antipasti

Infine , per preparare questo piatto ,mi sono rifatto anche alla ” MERENDA TOSCANA “ che ho mangiato per diverse sere all’Isola d’Elba durante la mia vacanza che è terminata purtroppo qualche settimana fa : un’insieme di prelibatezze toscane servite in un unico “piattone” naturalmente tutte veganizzate e solo con ingredienti di stagione ed a km zero , in un posto fantastico del quale spero di parlarvi presto in un articolo specifico dove vi racconterò la fantastica Isola d’Elba !!!!

In questo piatto troverete quindi diverse prelibatezze ,Mezè o Tapas o Merende Toscane , chiamiamole come più ci aggrada , ma io ho voluto un pò più rifarmi alla cucina Medio Orientale , rivisitata e forse anche semplificata nelle singole preparazioni !!!

La jambalaya è un piatto creolo della Louisiana di origine provenzale con influenze africane, spagnole e amerindie. Essa è tradizionalmente fatta con verdure e tipiche salsicce spagnole dette Chorizo ,che io ho trasformato in una versione naturalmente totalmente vegana .Non confonderlo con il chorizo ​​messicano, meglio conosciuto nei continenti americani. Il chorizo ​​messicano viene solitamente schiacciato durante la preparazione e ricorda la carne macinata, quindi se non vuoi arrotolare il composto a formare delle salsicce , mettilo in padella e saltalo schiacciandolo con una forchetta.

INGREDIENTI

INSALATA DI FARRO , LENTICCHIE DECORTICATE , VERDURE E SPEZIE
INSALATINA DI POMODORI, CETRIOLI CON SALSA ALLO YOGURT E SPEZIE VARIE
KEBAB DI SEITAN ( con olive taggiasche ed uva )
POLPETTINE DI CECI ( 15 polpettine)
Condimento all’avocado e cetriolo
FRITTATA VEGANA CON PORRI E VERDURE MISTE DI STAGIONE
PEPERONI RIPIENI DI RISO , VERDURE DI STAGIONE E MOZZARELLA VEGANA
JAMBALAYA CON CHORIZO VEGAN
CHORIZO VEGAN ( dosi per 2 piccole salsicce)
FLAN VEGAN DI ZUCCHINE AL CURRY
PIZZA CON BASE DI LENTICCHIE DECORTICATE CON OLIVE TAGGIASCHE E LA MIA MOZZARELLA VEGANA

PREPARAZIONE

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




MOZZARELLA VEG FILANTE

|

Questa è la MOZZARELLA VEGANA , fatta in casa più buona ed autentica che abbia mai fatto !!!

Formaggiosa e filante , non ne proverete più altre !!!

Lo so in giro ci sono già centinaia di ricette , ma anch’io ne ho provate tante di ricette , e sebbene alcune davvero ottime,non sono mai stato totalmente soddisfatto sia del sapore che della scioglievolezza !!!

Questa versione casalinga è :

– SENZA GLUTINE

– SENZA OLIO DI COCCO

– FACILE DA REALIZZARE

– SOLO 5 INGREDIENTI

– SI SCIOGLIE

– MANTIENE LA SUA FORMA

– SA DI MOZZARELLA

Potete utilizzarla in qualsiasi piatto , dalla pizza ad una semplice caprese , io la utilizzerò per delle POLPETTE SPECIALI che preparerò per questo fine settimana !!!

PER 1 MOZZARELLA VEG

PROCEDIMENTO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 ☘seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

🥄HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




Pizza Senza Farine, Solo Con Farina di Mandorle, Con Zucchine alla Scapece E Fiori di Zucchina , Con Una Crema Formaggiosa di noci ,Senza Glutine , Chetogenica e Vegana

|
VINO VEGAN € 4,50 ALL’UNES , MA PUOI ACQUISTARLO SU AMAZON SEZIONE SUPERMERCATO CLICCANDO SU QUESTO LINK 👉 https://amzn.to/3ntOAWB

Questa pizza ha una base croccante, rigorosamente senza glutine, ed è condita con una squisita salsa al sapore di formaggio fatta in casa e un saporitissimo mix di ZUCCHINE , FIORI DI ZUCCHINA E SALSA FORMAGGIOSA. Una ricetta Vegana, Senza glutine e Chetogenica, deliziosa alternativa alla pizza tradizionale!

La dieta chetogenica è un regime alimentare che riduce in modo drastico i carboidrati, aumentando di contro le proteine e soprattutto i grassi.

Questa ricetta non è troppo complicata, anche se il procedimento è un po’ lungo, ed è formata da 3 parti:

la salsa al “formaggio”

la base per pizza : BASE PER PIZZA SENZA GLUTINE, VEGAN E SENZA LEGUMI

il condimento ZUCCHINE E FIORI DI ZUCCHINA

INGREDIENTI  

Per la Salsa al “formaggio”

Per la Base

Per il Condimento

PROCEDIMENTO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :

alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
🌱seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




CARAMELLA GIGANTE DI PASTA BRISÈE AL VINO BIANCO RIPIENA DI RAGÙ DI LENTICCHIE ,FUNGHI E FINOCCHIO E DADINI DI SCAMORZA AFFUMICATA AUTOPRODOTTA

|

La caramella di pasta brisèe ripiena è una torta salata scenografica:Velocissima e friabile grazie all’utilizzo del vino bianco, potreste usare anche lo spumante secco

: può diventare una meravigliosa caramella no-spreco perchè potete utilizzare tutte le verdure rimaste in frigorifero!!!

Io ho fatto una PASTA BRISÈE AL VINO ricoperta da RICOTTA DI SOIA con sale, olio e aglio per creare la base cremosa ,e l’ho riempita con un particolare RAGÙ DI LENTICCHIE , FUNGHI E FINOCCHIO , ed ho arricchito la CARAMELLA DI BRISÈE con SCAMORZA VEGANA che ho fatto in casa !!!

Un ragù vegan un po’ diverso dal solito, che unisce il gusto suntuoso e nutriente delle lenticchie con la carnosità del finocchio, la cremosità del pomodoro e l’umami dei funghi rosolati.

Le lenticchie più adatte per questo piatto sono quelle piccole: anche se i sapori variano secondo la qualità (rosse, verdi, nere), più il seme è piccolo più è saporito.
In Italia, le regioni che detengono la maggior produzione di questo legume sono l’Umbria, la Campania, il Lazio e l’Abruzzo. Per acquistare lenticchie piccole italiane scegliete quelle di Castelluccio di Norcia (piccole, verde scuro), di Ustica (piccole, marroni, saporitissime), di Pantelleria (piccole, scure), di Rascino (piccole, marroni, è considerata una lenticchia di nicchia).

Le lenticchie sono un legume antichissimo. Apportano una considerevole quota di proteine, ma anche di ferrofosforo e di vitamina B.
Le lenticchie decorticate si cuociono in breve tempo: lessate anche in 25 minuti. Se scegliete le lenticchie secche, con la buccia, è spesso necessario un ammollo e una cottura di quasi due ore.

INGREDIENTI

PASTA BRISÈE
BASE CREMOSA DELLA CARAMELLA
RAGÙ
ALTRI INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




SCAMORZA AFFUMICATA VEGAN

|

Oggi vi propongo la ricetta per preparare una SCAMORZA VEGANA.

Sono tante le preparazioni di questo tipo che consentono di sostituire i classici formaggi con quelli vegetali. In questo caso, infatti, il “formaggio” è preparato con riso cotto, latte di riso o soia o mandorla o semplicemente acqua , fecola o tapioca , olio , zafferano o curcuma per darle il tipico colore e agar agar, un addensante vegetale perfetto per solidificare il composto.

Al posto del riso , potreste usare anche anacardi ammollati !!!

Potresti anche cucinarla alla piastra dopo che ha solidificato completamente !!!

INGREDIENTI



PROCEDIMENTO

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!




CRESPELLE INTEGRALI ALLA BIRRA RIPIENE DI FONTINA VEGANA FATTA IN CASA E CIME DI RAPA E RICOPERTE DA BESCIAMELLA DI ANACARDI

|

Le crêpes, chiamate anche crespelle, sono cialde cotte che “si arricciano” risultando rugose, da qui crêpe che dal latino “crispus” significa arricciato. Si racconta che per la festa della Candelora celebrata il 2 febbraio, Papa Gelasio nel V secolo, pensò di sfamare dei pellegrini francesi, giunti a Roma per i festeggiamenti. Ordinò di portare dalle cucine delle grandi quantità di uova e farina, con i quali sarebbero state create le prime crêpes. I francesi le riportarono nel loro Paese, contribuendo a diffonderla in Francia, facendola diventare un vero e proprio simbolo della loro cucina.

Questo piatto può diventare il vostro cavallo di battaglia perché è facile da preparare e renderete contenti i vostri commensali. Ho fatto diverse versioni che trovate nel blog , Le crêpes che vi propongo sono a base di farina integrale e birra , per un gusto più sfizioso , ripiene di cime di rapa saltate in padella , fontina vegana che ho fatto in casa e ricoperte da besciamella di anacardi con latte di anacardi fatto in casa !!!

Ingredienti per 6 crespelle diametro 20 cm

Per le crespelle

Per il ripieno

Per la Besciamella di anacardi

FARINA DI MANDORLE PER GRATINARE IN FORNO

Istruzioni

  1. Preparate la pastella. Unite un pizzico di sale alla farina e incorporate la birra mescolata a 125 ml d’acqua. Coprite e lasciate riposare al coperto per un’ora.
  2. Preparare il ripieno Cuocete le cime di rapa in padella con olio , aglio e sale per 5 minuti e tritatele grossolanamente.
  3. Rosolate lo scalogno tritato con 2 cucchiai d’olio, aggiungete la fontina veg a dadini ( che si scioglierà), alzate la fiamma e dopo 2-3 minuti bagnate con la birra lasciandola evaporare e completate con le cime di rapa, mescolare il tutto !!!
  4. Cuocete le crespelle versando un mestolino per volta in una padella da 20 cm . Rispetto alle crespelle classiche la cottura è più lunga e la consistenza elastica. Ne verranno 6.Le crespelle si staccheranno da sole quando saranno pronte.
  5. Preparare la Besciamella Mettete in ammollo gli anacardi coperti d’acqua per almeno 8 ore. Trascorso questo tempo, scolateli e frullateli insieme a 550 ml d’acqua, in modo da ottenere un liquido liscio e omogeneo. Trasferite la bevanda di anacardi in un pentolino, stemperandovi pian piano la farina di riso, con l’aiuto di una frusta. Ponete su un fornello e portate a bollore lentamente, proseguendo la cottura per 6-7 minuti, fino a quando non si forma la besciamella. Aggiungete il lievito, sempre mescolando, e aggiustate di sale e noce moscata.
  6. Sistemate il ripieno al centro delle crespelle, spolverate con il formaggio grattugiato veg,chiudetele a fagotto oppure arrotolatele, poi e disponetele in una pirofila che avrete “sporcato ” con la besciamella. Quindi ricopritele di besciamella e cospargetele con la farina di mandorle e cuocete 5 minuti a 200 ° e poi gratinatele con solo grill sempre a 200°C per circa 5/7 minuti.

Se ti è piaciuta questa ricetta e/o la riprodurrai ,fammelo sapere con un #like o un commento qui sotto l’articolo e nel mio gruppo facebook !!!

Condividila sui social usando i tasti in cima e in fondo all’articolo oppure lasciami un commento! Per te è un clic, per me una grandissima soddisfazione!

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI AL MIO GRUPPO FACEBOOK !!!

Se vi va di seguire le altre mie ricette dolci e salate o pubblicare le vostre potete iscrivervi anche a :
👉alle newsletter di questo blog
https://page.co/PD3nai

mio gruppo Facebook Viaggi&AssaggiFelici
facebook.com/groups/viaggieassaggifelici.blog
 
seguirmi su Pinterest 
http://www.pinterest.com/viaggieassaggifeliciblog

HAI RIPRODOTTO QUESTA RICETTA?

Taggami su @Viaggi&AssaggiFelici e metti il tag #viaggieassaggifelici

 Non vedo l’ora di vedere com’è venuto il tuo piatto!